Adesso a scuola impediscono pure di fare il presepe

A Palermo una dirigente scolastica non ha dato l'autorizzazione per il presepe. Genitori e sindaco protestano, ma la questione è ormai tutta ideologica

Il presepe è un simbolo semplice. San Francesco lo ha pensato così, ma sta diventando uno strumento di battaglia ideologica. A Palermo, per esempio, dove una dirigente scolastica non ha dato agli studenti l'autorizzazione di posizionare le statuine nel più tipico degli scenari cristiani. Rispettare le tradizioni è interpretato ormai come un atto insubordinato e politicamente scorretto.

Da "Gesù migrante" a "Gesù che sbarca a Lampedusa", le rappresentazioni presepiali si trasformano in terreno fertile per il buonismo. Qualche prete usa denunciare la distorsione in atto, altri si allineano al pauperismo, annunciando boicottaggi che sarebbero in grado di tutelare i meno fortunati.

La polarizzazione della dialettica politica ha fatto la sua comparsa nella capanna. "Quando si è insediata, a settembre - ha dichiarato Franco Calderaro, che è il sindaco di questa città del palermitano - , abbiamo tentato un dialogo che si è subito arenato per un eccesso di zelo burocratico e legato alla sicurezza anche laddove non vi sarebbe ragione. Per questo motivo, a esempio, sono state impedite iniziative, persino il presepe per presunti rischi per l'incolumità derivanti dalla realizzazione che non hanno alcun fondamento". Il primo cittadino si riferisce a Maria Filippa Amaradio, la preside che avrebbe fatto ostruzione sul presepe a Castellana Sicula.

"Una volta - ha scritto il grande Chesterton - mi limitavo a ringraziare Babbo Natale per pochi soldi e qualche biscotto. Ora, lo ringrazio per le stelle e le facce in strada, e il vino e il grande mare". Aspetti bonari, accessibili e domestici delle festività natalizie. Gli stessi che un grande Leviatano ideologico sembra voler subordinare a cavilli procedurali. Se n'è accorto qualche genitore, che si è messo a scioperare pur di garantire ai propri figli una sorta di diritto alla mangiatoia. Sembra un assurdo, ma in un'Italia dove un sacerdote chiude le porte della sua chiesa per protestare contro il ministro dell'Interno non lo è. A Natale, beninteso!

Negli ingressi delle scuole politically correct troverete solo alberelli. In quelle che hanno fatto un mantra della partigianieria è possibile ascoltare "Bella Ciao". Negli ambienti redazionali, circolano voci su professori arditi che assegnano temi sulla Natività secondo il Vangelo di Luca. "Ma pure per far capire quanto sia ancora importante il latino - dicono - ". A Palermo, come detto, esistono nuclei familiari in agitazione permanente: lo "Stato", per usare un eufemismo, sembrerebbe voler rubare il Natale.

Solo che non stiamo assistendo al Grinch, ma alle ideologizzazioni derivanti da un pensiero unico buonista che ora ha paura pure delle statuine.

Commenti
Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Ven, 21/12/2018 - 14:02

Certo, è solo una questione ideologica. Fare il presepio significa ricordare ogni anno un "tradizionale" evento avvenuto oltre 2000 anni fa, cosa peraltro riconosciuta anche dal Pd. Ma tant'è, la mamma degli incapienti è sempre stata, è e sarà sempre incinta.

Malacappa

Ven, 21/12/2018 - 14:02

Voglioooooooooooooo il presepio

Una-mattina-mi-...

Ven, 21/12/2018 - 14:12

LICENZIAMENTO IN TRONCO (D'ALBERO DI NATALE)

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 21/12/2018 - 14:29

ma er sinnaco orlando cascio che min..fa????

BALDONIUS

Ven, 21/12/2018 - 15:33

Una povera mentecatta frustrata e infelice alla ricerca dei suoi cinque minuti di notorietà.

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Ven, 21/12/2018 - 16:03

Ma perché non se lo fanno nelle loro case sto presepio???

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Ven, 21/12/2018 - 16:06

Ma perché mai il presepio deve essere proprio dentro una scuola pubblica? Che se lo facciano in parrocchia, in chiesa, in casa, al circolo ANSPI... I posti non mancano!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 21/12/2018 - 16:37

@Straiè2015, qualche problema? Allora il 25 aprile lo festeggino nelle sedi ANPI.

pilandi

Ven, 21/12/2018 - 16:43

@Straiè2015 condivido in pieno entrambi i post.

pilandi

Ven, 21/12/2018 - 16:44

@Malacappa e allora fallo a casa tua.

Ritratto di Civis

Civis

Ven, 21/12/2018 - 16:44

Il presepe è simbolo di maternità e di famiglia, molto più umano e meno religioso della croce, che è simbolo di morte e resurrezione. Chi lo contrasta non crede in niente, neanche nell'Umanità.

Ritratto di tomari

tomari

Ven, 21/12/2018 - 17:46

A quando Gesù che sbarca su Marte?

baio57

Ven, 21/12/2018 - 17:57

Oggi ci sono pochi commenti da parte dei sinistro-lesi ,SOPRATUTTO NON CI SONO COMMENTI SU QUELL'ARTICOLETTO QUASI NASCOSTO CHE PARLA DEL FORTETO .

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 21/12/2018 - 18:58

@Straiè2015 - se non sei ipocrita, dovresti urlare ai comunsiti e musulmani (quelli che non vogliono il presepio) di andare a raccontare frottole a casa loro, e chiudere le moschee, perchè danno fastidio peggio dei presepi. Se sono intolleranti, lo possiamo essere anche noi. Fate del razzismo al contrario, e neppure vi accorgete, beceri comunisti.

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 21/12/2018 - 19:25

Quindi in mensa pane e salame. Lo stato è laico....le credenze religiose devono stare fuori da scuola.

pilandi

Ven, 21/12/2018 - 19:50

@Civis io non sono contrario al presepe, anzi, sono contrario alle imposizioni, ed in merito al non credere non credo a delle statuette di terracotta e neanche all'umanità, intesa come razza umana.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Ven, 21/12/2018 - 20:03

Il cristianesimo è simbolo di festa. Ma il mondo si sta avviando verso la depressione

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Ven, 21/12/2018 - 20:05

@ do-ut-des -- Nessun problema anzi, se dipendesse da me il 25 aprile lo avrei abolito da un bel po' di anni. -- @Leonida55 -- Chi ti ha detto che i musulmani sono contrari al presepio? Per loro Gesù è, dopo Maometto, il più grande profeta della storia. Gli islamici non temono la religione, quello che li fa andare in bestia è la LAICITÀ. Cosa poi le faccia pensare che io sia un comunista rimane un mistero.

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Ven, 21/12/2018 - 20:07

@ stenos -- Concordo al 100%. PANE, SALAME E COTECHINO!

pilandi

Ven, 21/12/2018 - 21:08

@rosario.francalanza che cos'é il cristianesimo? Se intende che facevano la festa a varia umanità: scienziati nel passato e minori adesso, le dò ragione. ,

pilandi

Ven, 21/12/2018 - 21:11

@Leonida55 le moschee non sono edifici pubblici, le scuole si, se non ce la fai ti faccio un disegno, infatti il presepe dovrebbe essere fatto in chiesa, dove credenti di una regione diversa dai mussulmani pregano il loro amico invisibile.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Ven, 21/12/2018 - 21:18

Ecco esempio della stupidità elevata non al quadrato ma al cubo.

Ritratto di Civis

Civis

Sab, 22/12/2018 - 01:38

Pilandi 19:50 Quando avrà imparato che esiste il linguaggio simbolico, avrà fatto il salto dal genere dei Primati al genere Homo. Però le ci vorranno diverse generazioni.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 22/12/2018 - 09:35

@pilandi, forse non ho capito, meglio che mi fai un disegnino,..... ma fallo, aspetto, ma prima che tolgono l'articolo.E mo' come te metti?hehe