Alatri, due fermi e sette indagati ​per il pestaggio di Emanuele

Si stringe il cerchio sul branco che ha ammazzato il 20enne. Si indaga sul movente: da questo dipende il capo di imputazione

"È stata un'esecuzione". Lo zio di Emanuele Morganti, il ventenne di Alatri brutalmente ammazzato dal branco fuori da un locale di Alatri, non ci gira troppo intorno. Perché il pestaggio di venerdì notte davanti al locale "Mirò" è di una violenza inaudita. Venti bestie contro un ragazzo a terra. Pugni, calci e sprangate. E pure gli sputi sul corpo senza più conoscenza. Per quell'orrore sono stati fermati Mario Castagnacci e Paolo Palmisani, due fratellastri di Alatri.

I due indagati si trovavano a Roma già da sabato mattina quando avevano capito che le conseguenze sarebbero state gravi. Emanuele, infatti, è morto dopo 36 ore di agonia.

"È una vicenda di una gravità spaventosa", ha detto in conferenza stampa il procuratore capo di Frosinone, Giuseppe De Falco, che sottolinea come le persone fermate sono "riconducibili ad ambienti delinquenziali" e sono accusate di omicidio volontario per motivi futili. "Sono stati trovati nell'abitazione di una parente", ha aggiunto De Falco, parlando di "soggetti noti negli ambienti alatrensi, cittadina assolutamente tranquilla, frequentanta da frange delinquenziali violente nel settore del traffico contro il patrimonio e del traffico di stupefacenti".

Tutto sarebbe nato infatti per "una lite per una bevanda" che ha portato "alla morte di un ragazzo innocente e perbene". "Tutto nato da un diverbio in discoteca ma non con un ragazzo albanese", aggiunge il pm, che parla di omertà e reticenza e sottolinea come il movente in realtà sia ancora tutto da chiarire. Dopo la lite, infatti, i buttafuori hanno portato fuori solo Emanuele, mentre l'altro è rimasto dentro "e non ha preso parte ai fatti successivi". "Una volta fuori nella piazza, in luoghi diversi c'è stata aggressione da parte di persone diverse ancora in fase di identificazione completa", spiega ancora il procuratore, "Emanuele ha cercato di allontanarsi, è stato seguito, poi è tornato sui passi per cercare la ragazza con cui è andato in discoteca. Più volte aggredito in posti diversi della piazza fino all'ultimo episodio, quello letale".

Ad Alatri e nelle frazioni del popoloso centro ciociaro la tensione è altissima da giorni e c'è il rischio che si scateni, se non è già partita, una caccia all'uomo da parte di conoscenti di Emanuele per vendicarne la morte. Voci, non confermate da parte dei carabinieri, parlano infatti di spedizioni punitive nei confronti di presunti partecipanti o comunque testimoni passivi del pestaggio. Si parla anche di due feriti. È stata intensificata la vigilanza da parte dei carabinieri nelle strade di Alatri e in prossimità dei luoghi considerati più a rischio per la presenza di persone che sarebbero coinvolte nella vicenda. Per il momento non sono ancora circolate le identità degli indagati né tantomeno quelle dei fermi eseguiti dai carabinieri del Reparto operativo provinciale di Frosinone.

I due fratellastri indagati sono fortemente indiziati di aver avuto un ruolo chiave nell'aggressione, quindi nella morte del 20enne di Tecchiena a cui è stato inferto un colpo alla testa con un pezzo di ferro o una chiave inglese. Colpo che ha provocato una frattura cranica ed estese emorragie. Sarebbe stato questo a portare alla morte del giovane. Gli investigatori hanno ormai ben chiaro il quadro di quanto accaduto, ovvero sono pressoché definite le posizioni e le presunte responsabilità di ciascuna delle sette persone ritenute coinvolte nell'aggressione. Le immagini delle telecamere della zona del locale pubblico e le testimonianze raccolte hanno permesso di definire il quadro della vicenda. Da qui i due fermi che rimanderebbero alla responsabilità più grave, l'omicidio.

È ancora da definire il movente. Gli inquirenti stanno, infatti, cercando di capire se l'aggressione sia stata premeditata o maturata sul momento. "Eravamo al bancone - racconta la fidanzata Ketty in una intervista al Corriere della Sera - stavamo chiacchierando io e lui. E stavamo bevendo. Poi - continua - è arrivato questo pazzo e ha cominciato a venirgli addosso. Lo prendeva a spallate. Non si sa perché. Una, due. Emanuele s’è girato e ha visto che lo faceva apposta. Allora si è voltato e hanno cominciato a litigare". Dal movente dipende il capo d'imputazione: omicidio volontario con l'aggravante della premeditazione, quindi una trappola vera e propria, oppure omicidio preterintenzionale.

Commenti

tuttoilmondo

Mar, 28/03/2017 - 09:31

Tutti gli indagati si dichiareranno innocenti. Messi di fronte alle fasi, concitatissime riprese dalle telecamere, diranno che erano li per "separare" i litiganti. Ma le mani parlano. Quando si colpisce con forza a mano nuda, dove coglio coglio, rimangono segni ben evidenti sulle nocche dei pugni sferrati. Spero che le forze dell'ordine, sempre tanto attente ai particolari, ci abbiano pensato a fotografare le mani di questi vili individui. La sentenza, per tutti, deve essere quella relativa al delitto di linciaggio, l'assassinio più efferato.

fedeverità

Mar, 28/03/2017 - 09:43

ERGASTOLO!!!!!!!!!!!!!!!

fedeverità

Mar, 28/03/2017 - 09:45

Chi sono i soggetti fermati...NOMI!!!!!COGNOMI!!!

demetrio_tirinnante

Mar, 28/03/2017 - 09:48

Il branco non ha scampo: faranno la stessa fine. O, per mano di chi conosceva la vittima, o durante l'ora d'aria, quando saranno affidati alle patrie galere.

cameo44

Mar, 28/03/2017 - 10:33

Non passa giorno che assistiamo a questi crimini orrenti tra bulli smo genitori che mennano gli insengnati tutto ciò succede perchè nes suno ha capito nulla dai pissicologhi ai pisichiatri ai sociologi il buonismo non porta da nessuna parte altro che capire i giovani urge usare pene molto severe e certe che siano da monito innanzi a tali fatti non ci devono essere ne scusante ne sconti di pene perchè chi muore non torna più si parla sempre di chi commette il crimine ma mai delle vittime è ora di cambiare registro serve rigore come una volta ai entrava in classe con rispetto ed educazione i professori erano rispettati come i genitori ai quali oggi è impedito dare uno scappellotto ai fini educativi

Mannik

Mar, 28/03/2017 - 10:36

Rame, solitamente lei è sempre velocissimo a indicare la nazionalità dei criminali. Questa volta la sta occultando. Non è perché sono italiani e lei ha preso un granchio?

Ernestinho

Mar, 28/03/2017 - 10:38

Se nessuno parla allora tutti gli assalitori devono andare in galera fin quando non si decideranno a dire la verità!

Ritratto di UnoNessunoCentomila

UnoNessunoCentomila

Mar, 28/03/2017 - 10:43

ERGASTOLO!!!!!! DA TRASCORRERE IN CELLA D'ISOLAMENTO !!!!!!

Una-mattina-mi-...

Mar, 28/03/2017 - 10:46

LAVORI FORZATI E FINE PENA "MAI".

Ritratto di Giorgio Prinzi

Giorgio Prinzi

Mar, 28/03/2017 - 10:48

Sarebbe ora di finirla con i "buonismi giudiziari", che danno il senso dell'impunità. Per fortuna il "grande fratello" sorveglia, ma questa volta il "piccolo fratello" deve essere quanto mai severo. Non sono un leguleio, ma credo che in questo caso esistano gli estremi per una incriminazione di reato associativo a fini di omicidio con l'aggravante dei futili motivi. In molti Stati, compresi alcuni negli Usa, il boia avrebbe fatto gli straordinari; da noi spesso l'eccesso opposto di derubricare atti gravissimi come ragazzate.

Ritratto di ezekiel

ezekiel

Mar, 28/03/2017 - 10:56

Mannik 10:36 - Vatti a nascondere sorcio. Che siano italiani o stranieri non fa differenza - sempre assassini sono - e lo abbiamo scritto più volte, ma voi ratti rossi fate orecchie da mercante.

Dordolio

Mar, 28/03/2017 - 10:57

Mannik, il piccolo (?!?!?!) problema è che determinati delitti calzano perfettamente con determinate etnie. Chiunque abbia uso di mondo lo sa perfettamente. In questo caso ci sono diversi italiani coinvolti? La cosa è veramente fuori dell'ordinario. E va approfondita a dovere. Perchè è assolutamente anomala. Vogliamo avere il coraggio di sottolineare queso aspetto del vivere odierno? Aggiungo (come esempio) che di ladri e rapinatori l'Italia è piena. Ma chi si dedica a torturare le vittime perchè rivelino ipotetiche combinazioni di cassaforti difficilmente è del BelPaese.

BailoniFabrizio

Mar, 28/03/2017 - 10:57

Proporrei le seguenti pene , dopo processo per direttissima ergastolo agli assassini , con isolamento diurno 20 anni minimo ai complici ritiro della licenza al titolare della discoteca espulsione al termine della pena rimborso del danno biologico con una provvisionale altissima forse con una sentenza così si otterrebbe un deterrente , forse Questo dovrebbe valere qualunque sia la nazionalità dei colpevoli

aitanhouse

Mar, 28/03/2017 - 10:59

a quanto sembra il fattaccio ha avuto inizio nel locale e quindi siamo alle solite mancanze di sicurezza ed organizzazione.Quando si concede una licenza di tale attività ,visto oggi quanto alcol e quanta droga assumano certi giovani, bisognerebbe accertarsi che si prendano misure tali da garantire incolumità a tutti.Se accade poi che qualcuno comincia a dare segni di instabilità,almeno come racconta la ragazza, perchè non chiamare le forze di polizia?Mettere alla porta i litiganti non risolve il problema ,anzi aggrava le responsabilità della gestione :meglio rischiare una chiusura temporanea dell'attività che quella definitiva.

Ermanno1

Mar, 28/03/2017 - 11:07

NON CREDO CHE LA LEGGE RIUSCIRÀ A DARE GIUSTIZIA PER QUESTO POVERO RAGAZZO!!! NON AVRANNO LA PUNIZIONE CHE MERITANO RAGIRERANNO COME AL SOLITO LE LEGGI DI QUEL CHE RESTA DI QUESTO PAESE... CON QUESTI INDIVIDUI BISOGNA TRATTARLI ALLO STESSO MODELLO: OCCHIO PER OCCHIO DENTE PER DENTE!!! MA SICCOME SIAMO UN PAESE CIVILE DOVE SE SPARI A UN DELINQUENTE FINISCI A PROCESSSO, LASCIAMOLI FARE COME SE FOSSERO A CASA SUA!!! VIVA L'ITALIA!

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Mar, 28/03/2017 - 11:16

PENA DI MORTE.

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Mar, 28/03/2017 - 11:19

La giustizia - quella vera - spero sia amministrata in carcere - magari durante l'ora d'aria... o nelle docce... o nei bagni... paradossalmente spero che la giustizia sia fatta dai carcerati.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 28/03/2017 - 11:24

Questo è un fatto di cronaca dove la politica non c'entra un tubo.Un ragazzo che viene linciato e massacrato da un gruppo di persone in branco.Si tratta di un omicidio, bestiale e violento che non si può spiegare con le retoriche sul buonismo o sulla difesa personale.Ci sono tanti articoli nella sezione dedicata alla politica dove non macano gli argomenti, venire qui a tirare per la giacchetta un morto solo per affermare le proprie idee politiche è da sciacalli ed è disgustoso.

tuttoilmondo

Mar, 28/03/2017 - 11:29

Se vi è stato agguato vi è stato premeditazione. A voler essere severi, restando comunque nei limiti della legge, si configura il reato di omicidio premeditato. Omicidio aggravato da futili motivi. Omicidio efferato. Linciaggio. Chiedere la pena dell'ergastolo non sembra fuori dal mondo. Un monito è indispensabile. E' assolutamente necessario un cambio di rotta di 180 gradi. Occorre ritrovare la retta via. I cittadini sono disorientati ed esasperati dalle sentenze che tutelano chi delinque fino al punto di risarcirlo per aver commesso un reato. L'Italia, patria del Diritto e di illustri giuristi come Cicerone, Catone, Scevola, Beccaria, Falcone, Borsellino, Livatino, e molti altri, deve tornare ad essere un faro che illumina il mondo per saggezza ed equilibrio. La magistratura attuale ha molto da cambiare.

arkanobis

Mar, 28/03/2017 - 11:36

Grande giornalismo, ieri l'ipotesi che fossero stranieri era messo nel titolo per aizzare le masse, ora che scopriamo essere civilissimi italiani (tranne uno) tutto tace. Detto questo spero in una pena esemplare che non tenga conto di chi ha inferto o meno il colpo di grazie, è chiaro qual'era l'intento.

Fossil

Mar, 28/03/2017 - 11:37

Arrestati e buttate la chiave...italiani resto quasi sicuramente lo sperimenteranno all'hotel millenarie quando meno se lo aspettano. Pece certe. Pene lunghe.

Il giusto

Mar, 28/03/2017 - 11:39

Ooopss...dopo giorni di articoli e commenti razzisti sembra che gli assassini siano italiani.Ma un giorno senza fare figure di m.non riuscite proprio a starci?Tornando all'omocidio aspetterei la fine delle indagini prima di commentare...

lorenzovan

Mar, 28/03/2017 - 11:46

hoopssss contrordine camerati..i presunti assassini sono italianissimi...avete sparso bile per tre giorni....spero ve lo ricordiate la prossime volta...

Libero 38

Mar, 28/03/2017 - 11:47

Visto come funziona la giustizia italiana non sarebbe una sorpresa se le belve responsabili della morte del Morganti resteranno a lungo in carcere.Ammesso che li condannano,poi tra buona condotta e amministie fra quattro cinque anni saranno fuori.

david71

Mar, 28/03/2017 - 11:52

Secondo me se i giornalisti de ilgiornale potrebbero anche inserire nei loro articoli parole a casaccio che se ne accorgerebbero in pochi. Povero Sergio… e nulla è servito utilizzare il grassetto. D’altro canto, uno ha i lettori che si merita e che più gli somigliano.

cecco61

Mar, 28/03/2017 - 11:55

Poco contano le motivazioni, c'è solo da augurarsi che si indaghi con attenzione e che i responsabili paghino, chiunque essi siano, senza sconti di pena, senza giustificazionismi di vario genere e senza attendere tempi biblici.

Ritratto di UnoNessunoCentomila

UnoNessunoCentomila

Mar, 28/03/2017 - 11:55

ERGASTOLO !!!!!!!!

CALISESI MAURO

Mar, 28/03/2017 - 11:56

no sono chiaramente mannikkiani... e metti il nome dai!!!

gcf48

Mar, 28/03/2017 - 11:58

per me il primo da condannare è il gestore del locale che non ha chiamato subito le forze dell'ordine, come capita in molti altri paesi (australia, gb, usa ecc.)

vinvince

Mar, 28/03/2017 - 11:58

20 anni di lavori forzati ai responsabili schiariranno le idee ...

VittorioMar

Mar, 28/03/2017 - 12:00

...SOLO DUE ?...E TUTTI GLI ALTRI ?...i partecipanti sono tutti responsabili di "OMICIDIO"!

Ritratto di Lorenzo1961

Lorenzo1961

Mar, 28/03/2017 - 12:03

si chiama assassinio

Libertà75

Mar, 28/03/2017 - 12:07

l'omicidio preteritenzionale non può essere utilizzato in caso di uso di armi improprie, non è che io "per quanto temporaneamente confuso" possa usare una chiave inglese sul cranio di una peresona INERME... idem con l'azione del branco, una violenza comulativa è di per sé improntata al massimo risultato (la morte)

gcf48

Mar, 28/03/2017 - 12:08

Agrippina scusi ma chi sta parlando di politica? l'unica è lei

un_infiltrato

Mar, 28/03/2017 - 12:15

Ma chi se ne strafotte del movente. In galera per tutta la vita. E poche chiacchiere.

rmazzol

Mar, 28/03/2017 - 12:17

A quando leggi severe, pene senza sconti e carcere duro al fine che i delinquenti abbiano paura della giustizia???

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mar, 28/03/2017 - 12:19

Agrippina, questo è un FATTO CONCRETO che testimonia l'esigenza di GIRARE ARMATI, e le statistiche, sbandierate dai sinistroidi, nella sezione politica, a smentita della REALE SITUAZIONE CRIMINALE in Italia, se le devono tutte infilate in quel posto. E' qui che si DEVE DISCUTERE, con UN MORTO CONCRETO, UCCISO PER FUTILI MOTIVI, DA UN BRANCO DI CAINI VEZZEGGIATI DAI SINISTROIDI come fossero geni sopiti da risvegliare per il bene dell'umanità tutta. Il Sig. COLT, in questa situazione, avrebbe pareggiato le forze come è sempre avvenuto e sempre avverrà meno che per voi, che preferite soccombere per la gloria di Caino.

Dordolio

Mar, 28/03/2017 - 12:19

Al tempo lorenzovan. Non stupisce nessuno che ci possano essere degli assassini italiani. Poteva anche esserci un assassino solo poi, non bisogna essere in 20 per ammazzare una persona. Ciò che ha reso questo delitto particolarmente odioso è l'accanimento di quella che si è definita inizialmente una folla di scalmanati verso una sola persona indifesa. E certi stili di perversità non sono propri degli italiani. Ripeto: l'italiano (come chiunque) può essere un vero criminale. Ma difficilmente raggiunge certe vette di perversione e sadismo. Chi "si lavora l'anziano" col ferro da stiro rovente per fargli cacciare la pensione (un esempio ahimè noto) non parla di solito la lingua di Dante. Se non lo sai documentati.

edo1969

Mar, 28/03/2017 - 12:21

Agrippina niente politica che vuol dire? nessuno tocchi caino e tutti i colpevoli presto da don Mazzi a coltivare carotine? dobbiamo redimere, perdonare, recuperare e dare una seconda possibilità a tutti tranne alla povera vittima? Chi grida Giustizia lo può gridare solo ai politici. Chi deve far funzionare la Giustizia, io e te? Oppure i nostri politici? Tutto è politica, Agrippina.

ROSTAM

Mar, 28/03/2017 - 12:24

ripeto....A QUANDO LA REINTRODUZIONE DELLA PENA DI MORTE?

Dordolio

Mar, 28/03/2017 - 12:36

Ma diciamo le cose come sono. Le prime testimonianze (se vere) accreditavano l'ipotesi orrenda di un immotivato linciaggio di un ragazzo qualsiasi. Ora si vuol far cambiare lo scenario (ma allora come stanno le cose?). La prima ipotesi è completamente al di fuori dei nostri costumi, la seconda invece sì. Se ne comprende spero la differenza. E se non la si capisce la cosa è grave assai. Tu puoi uccidere qualcuno anche solo facendogli lo sgambetto, se cade male e batte la testa. Altra cosa un agguato feroce che preveda decine di protagonisti attivi. Non so come, ma credo che la verità non la sapremo mai, nonostante presunti filmati. E tutti immaginiamo - penso - il perchè.

lorenzovan

Mar, 28/03/2017 - 12:40

@vero ..Dordolio...gli italiani tagliavano solo un pezzetto d'orecchia per velocizzare il pagamento dei riscatti...eh si!!! beato DNA...

Ritratto di Trasibulo

Trasibulo

Mar, 28/03/2017 - 12:43

Trovo veramente disgustoso che alcuni si compiacciano del fatto che probabilmente i colpi mortali siano stati inferti da italiani, quasi a voler evidenziare che le risorse extracomunitarie sono meritevoli di tappeti rossi...infatti com'è noto dall'Albania e dal Maghreb arriva qua da noi il fior fiore dell'intellighenzia, al solo scopo di arricchirci culturalmente. Personalmente, come ho già detto, farei accomodare la bestia o le bestie che hanno massacrato il povero Emanuele su una sedia elettrica, la quale non distingue e non fa sconti in base alla nazionalità.

giannide

Mar, 28/03/2017 - 12:51

Qualsiasi pena, inferiore all'ergastolo, non sarebbe giustizia...

ziobeppe1951

Mar, 28/03/2017 - 12:52

Perugini...per questi "itagliani" sono favorevole alla pena di morte..tu che dici?

napolitame

Mar, 28/03/2017 - 13:02

omicidio preterintenzionale???? si vede che sono giudici iDagliani

david71

Mar, 28/03/2017 - 13:07

Ops: Eliminare un "se" per favore. Refuso.

pino marino

Mar, 28/03/2017 - 13:10

Sono inorridito. Pestato dai 10 persone e dai buttafuori, gente della peggiore feccia esaltati. Io mi domando come può la legge Italiana dare a costoro il permesso di portare e usare manganelli. E' assurdo. Spero che le istituzioni si svegliano e revochino questi permessi. Pensa uno pensa di andare in una discoteca o nigth e si ritrova in un lager. Dov'era la polizia e dov'erano i carabinieri? Dott. Marino Roma

Dordolio

Mar, 28/03/2017 - 13:10

Lorenzovan non far finta di non capire. Se è per questo un killer mafioso strangolò personalmente un ragazzino per poi dissolverlo nell'acido. Quanti ne abbiamo globalmente di diversamente umani "nostri" di questo tipo? Guarda un po' invece cosa riescono a combinarti UNA MAREA di "nuove risorse" importate qui da noi. Ad una "cultura mafiosa o barbaricina" fortunatamente limitatissima si contrappongono infiniti "perfettamente inseriti" con tanto di regolare lavoro, poi. Che scopri lasciar morire legati ad una sedia anziani dopo averli alleggeriti di quattro soldi. E averli caricati di botte perchè non avevano svelato il nascondiglio di inesistenti ricchezze.

vottorio

Mar, 28/03/2017 - 13:11

basta con il "buonismo" voluto dalla sinistra per distruggere la morale di tutte le cose. bisogna ripristinare il servizio militare obbligatorio per 18/mesi come una volta per educare i giovani al rispetto verso il prossimo. chiudere tutti questi locali malfamati dove si spaccia e si sviluppa la violenza e incarcerare gli organizzatori.

liberoromano

Mar, 28/03/2017 - 13:12

Durante il ventennio fascista Mussolini proibì la pubblicazione di romanzi polizieschi in cui il criminale fosse italiano. Oggi i suoi ultimi, teneri seguaci, fanno più o meno la stessa cosa. Si arrampicano sugli specchi pur di dimostrare che il crimine non appartiene alla nostra razza di santi, poeti e navigatori. Sarà forse per questo che siamo il popolo con il più alto tasso di analfabetismo funzionale al mondo?

david71

Mar, 28/03/2017 - 13:12

gcf48: quoto.

Silvio B Parodi

Mar, 28/03/2017 - 13:15

il movente????? cherche' la femme!!!

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 28/03/2017 - 13:20

-------il movente secondo me è importante---ho sentito le dichiarazioni degli inquirenti alla tele---sembra che anche il tipo che ha iniziato la lite all'interno del locale---non albanese ma italiano anch'esso -facesse parte del giro di delinquenti che gravitano intorno a quella discoteca--quindi la lite era un pretesto per far sbattere fuori il ragazzo---insomma pare che ci sia premeditazione---vedremo se escono le vere ragioni di questo brutale assassino --forse uno sgarro o chissà che--molti dei tipi comunque già pregiudicati e conosciutissimi in paese--galaverna ---tu girando armato avresti salvato il ragazzo e ferito qualcuno del branco?--è possibile---ma essendo pregiudicati noti--ti avrebbero sterminato la famiglia per ritorsione---swag -aug

Ritratto di giangol

giangol

Mar, 28/03/2017 - 13:27

vabbè dai è stata solo una ragazzata da parte di 2 preziose risorse della sboldrina. condanneranno la famiglia a pagare anche il drink sotratto per sbaglio. VOTATE PD, VOTATEEEEE

Dani55

Mar, 28/03/2017 - 13:28

E' bene precisare che i due imputati sono Italiani, salvo eccezioni gli stranieri si adeguano all'ambiente che trovano. La provincia laziale è un ambiente piuttosto degradato e in certe zone penetrato dalla camorra. Se solo la metà dell'energia che viene spesa contro i migranti i cittadini, i media e i politici la rivolgessero contro la criminalità organizzata, le cose andrebbero meglio, ma è più facile prendersela con i dannati della terra, e forse con i camorristi si corre qualche rischio in più....

Ritratto di rituccia1962

rituccia1962

Mar, 28/03/2017 - 13:28

Speriamo che sia fatta giustizia, almeno nelle patrie galere, e speriamo pure che le guardie carcerarie chiudano un occhio anzi tutti e due...

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Mar, 28/03/2017 - 13:31

Ovviamente il poveretto non è stato massacrato 'per un drink', così come non si massacra 'per una partita di calcio' o, che so, si uccide 'per ragioni legate ad una manifestazione politica' o 'per un credo religioso' come fanno, per esempio, quelli dell'Isis. Ma queste sono tematiche superiori da 'assecondare' con disquisizioni appropriate che poche teste sono in grado di affrontare o, per chi ascolta, di comprendere. Piuttosto sono colpito da una rivelazione 'scioccante': i presunti assassini sono pregiudicati, criminali già conosciuti ma liberi di circolare. Non ci avrei mai creduto: infatti pensavo che i colpevoli andassero individuati tra i chierichetti della locale chiesa...

ego

Mar, 28/03/2017 - 13:31

Questo orrendo delitto va punito con l'ERGASTOLO.

Mannik

Mar, 28/03/2017 - 13:34

Ezekiel, ignorante che non sei altro. Vatti a nascondere tu se non capisci il senso del mio post. Vai a studiare che forse riesci a fare 1+1! Non "L'abbiamo sempre detto", vai a rileggerti i post degli ultimi giorni, e controlla quanti hanno subito puntato il dito. Cosa c'entrano i rossi lo sai solo tu, ignorante.

Mannik

Mar, 28/03/2017 - 13:37

Dordolio tu ti distingui sempre come uno di quelli che abbaiano subito cn la bava alla bocca. Confessa: hai preso un granchio in questo caso e la cosa ti disturba ma non hai l'intelligenza per ammettere che chi ha sparato dalla cintola ha commesso il solito errore tipico del minus habens di destra: non pensare prima di scrivere o parlare.

Ritratto di Antimo56

Antimo56

Mar, 28/03/2017 - 13:37

Tranquilli, ci penseranno i magistrati a prosciogliere gli assassini. Probabilmente, cadendo il ragazzo ha battuto la testa, è stata una disgrazia, può succedere a tutti.

Mannik

Mar, 28/03/2017 - 13:39

Trasibulo, non cambiare le carte in tavola! Nessuno si compiace. Più che altro si sottolinea come quasi sempre sia meglio attendere lo sviluppo dei fatti prima di sputare sentenze. Cosa che buona parte dei lettori di questo giornale non fa. Un motivo ci sarà se non usano la testa, ti pare?

Ritratto di nicolettapera

nicolettapera

Mar, 28/03/2017 - 13:44

lei dimentica sig. Dordolio gli scempi compiuti dalla mafia.. ricorda quel bambino sciolto nell'acido? italiani o stranieri non importa, bisogna scendere a fondo nell'animo umano per capire cosa spinge taluni a compiere gesti efferati. solo allora si potrà prevenire violenza ed aggressività.

Angelo664

Mar, 28/03/2017 - 13:45

Qualsiasi sia il movente questi non devono più uscire di galera. Invece fra qualche anno saranno liberi per buona condotta, qualche giudice avrà pietà dei loro sguardi languidi e del loro sincero pentimento. Intanto questo ragazzo non tornerà più indietro a vivere la sua vita. Gli altri si. Non è giusto tutto ciò. Un giustiziere alla Charles Bronson ogni tanto ci vorrebbe. L'ergastolo più una decina di anni ai lavori forzati ci starebbe bene. Avranno tutta la vita per pensarci su. Se hanno fatto bene a fare quel che hanno fatto a questo ragazzo. LA ferocia di questo caso non fa merita sconti di pena. Inoltre io sono per far produrre quelli che sono in carcere, devono lavorare almeno per pagarsi vitto e alloggio. Quando non ce la fanno più saranno gli altri detenuti a dare la quota parte per far si che gli permetta di vivere.

Ritratto di ezekiel

ezekiel

Mar, 28/03/2017 - 13:47

ziobeppe1951 12:52 - lorenzovan alias lorenzo perugini non potrà risponderle, è molto impegnato a scrivere il sequel del suo ultimo bestseller "La Storia Riscritta Dopo Amsterdam".

releone13

Mar, 28/03/2017 - 13:47

....RAME......!!!!!!!!!!!!!!!!!.....ma come....ieri erano tutti albanesi......sempre questi clandestini che delinquono........al rogo tutti......e adesso??????????...neanche una righina che dica che invece sono ITALIANISSIMI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!.....ma dai........va beh, passiamo alla prossima bufala!!!!!!!!!!!!!

pasquinomaicontento

Mar, 28/03/2017 - 13:51

Io ce metterei pure er buttafora che ha fatto uscì con la forza er povero Emanuele sapendo che de fora l'aspettavano in venti,pe'me pure lui è in minima parte colpevole der massacro.

MarcoTor

Mar, 28/03/2017 - 14:15

è giusto che queste pattumiere su due zampe inizino a interrogarsi seriamente sui futuri compagni di cella, sulle loro abitudini sessuali e sui mezzi con i quali essi potrebbero desiderare significare loro il proprio disprezzo...

massmil

Mar, 28/03/2017 - 14:17

Una bella indagine anche sui buttafuori... e un giudice non di sinistra altrimenti basta una virgola per mandarli prosciolti o con una bella settimana di galera. NO NO NO ci vuole una pena per tutti quelli che hanno menato ESEMPLARE.

lorenzovan

Mar, 28/03/2017 - 14:21

@ezechiel...alias scemo del villaggio...tu invece sei occupato a rielaborare il lutto del 25 aprile 1945

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 28/03/2017 - 14:24

Siamo alle solite, la colpa è di TUTTI e di NESSUNO. E NOOO!!! La colpa è dell'INGIUSTIZIA Italiana e delle sue LEGGI, che questo tipo di DELINQUENTI Italiani o NON, li deve tenere in GALERA e invece!!!!Ora sicuramente con il solito AZZECCAGARBUGLI che si mettera a difenderli (Gente cosi per me NON dovrebbe neanche avere diritto alla difesa)se la caveranno con qualche mese, mentre invece visti i precedenti dovrebbero essere messi a CADENA PERPETUA LORO ed i LORO avvocati che li hanno difesi, con i giudici che li hanno lasciati in liberta!!! AMEN.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 28/03/2017 - 14:27

Tutti qui a prendersela con Rame per i nomi, che in un'altro articolo sono gia pubblicati, Mario Castagnacci e Paolo Palmisani!!!!AMEN.

duca di sciabbica

Mar, 28/03/2017 - 14:29

prego notare come dall'articolo di Rame sia scomparsa qualsiasi riferimento alla nazionalità degli assalitori. Ecco, sempre con la stessa firma, il titolo immediatamente precedente sulla faccenda: "Alatri, la fidanzata: "L'albanese ubriaco si è messo spintonare Emanuele". Commosso e ammirato dall'arte maieutica del criptolegista Rame- poi nemmeno tanto cripto - che riesce ad appendere una tale tragedia all'albanese anche in mancanza di albanesi.

Mr Blonde

Mar, 28/03/2017 - 14:33

Sgomento nella lega i due assassini sono italiani, la notizia non ha piu' interesse...non vedo da nessuna forza politica alcun interesse a rivedere le norme x i reati contro la persona conta solo l'emozione del momento x raccattare voti

duca di sciabbica

Mar, 28/03/2017 - 14:37

a proposito, perchè non affidate pure a Sergio Rame un blog?

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 28/03/2017 - 14:38

Galaverna scrive che questo fatto testimonia l'esigenza di girare armati.Gia,cosi gli diamo pure le pistole in mano a questi e sai cosa succede poi

beowulfagate

Mar, 28/03/2017 - 14:41

Certi commenti confermano la veridicità del motto:non tutti gli stupidi sono di sinistra,ma non esiste uno di sinistra che non sia stupido.

Ritratto di Aulin

Aulin

Mar, 28/03/2017 - 15:04

Albanese espulso e italiani ingabbiati per dieci anni. In galera poi, possono succedere molte cose, non sempre la gente merita una cura di 9x21: è troppo veloce. Eia Eia alalà

Dordolio

Mar, 28/03/2017 - 15:04

Mannik, non ho preso nessun granchio. Quello che era un linciaggio in piena regola capitanato da un albanese (come da testimonianza della fidanzata della vittima) si è ridotto ad un tragico episodio NEMMENO da rissa, da come ce lo vogliono vendere. Spranghe, bastoni... quali? Abbiamo solo due balordi di periferia come ce ne sono A PACCHI dovunque. Si ha o no il cervello per comprendere la differenza tra i vari scenari? Ma dico di più: un contesto come quello presentato all'inizio NON ERA NOSTRO INDIGENO mentre invece lo diventa quello di ora. Assassini ne abbiamo quanti ne vogliamo, dalle nostre parti. Ma quello che ha reso questo episodio UNICO è proprio la torma di boia assatanati. Di ALTRA cultura SEMPRE. Ora improvvisamente scomparsi. Chissà perchè poi....

BailoniFabrizio

Mar, 28/03/2017 - 15:09

Per favore atteniamoci ai fatti accertati , un ragazzo di vent'anni morto , 2 genitori distrutti dal dolore , 2 delinquenti arrestati (spero in una loro condanna esemplare) e altri da individuare. I delinquenti secondo mè non hanno ne cittadinanza ne credo politico , sono solo feccia da sbattere in galera . Tutti gli altri discorsi sull'accaduto sono aria fritta....!!!

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mar, 28/03/2017 - 15:15

Uno schifoso paese di ottusi e ignoranti mafiosi che vivono nella monnezza della violenza e della omertá ... Un tipico paese della bella Italia.

Ritratto di cape code

cape code

Mar, 28/03/2017 - 15:18

Ma perche' quei dementi dei sinistrati zecche tipo Mannik se la prendono tanto con Rame?? Su repubblichetta l'informazione rossa di regime ci nasconde qualsiasi cosa sulle risorse e quelle che combinano giornalmente.

Ritratto di cape code

cape code

Mar, 28/03/2017 - 15:21

Mannik calmati zecca mononeuronata, l'abbiamo capito che sono italiani. Tanto non passera' molto che sparirai da qualsiasi articolo perche' qualche risorsa ha ammazzato un italiano. La differenza e' che per noi la feccia va punita ovunque essa provenga, mentre per te e i mononeuronati sinistri e' piu' importante che sia italiana cosi' si propaganda meglio. Fate pena.

Ritratto di cape code

cape code

Mar, 28/03/2017 - 15:23

Duca di Sciabbica, perche' non vai a leggere l'informazione di regime su repubblichetta?? Quella si che e' una fonte di verita' scevra da qualsiasi faziosita'...LOLOLOL

Dordolio

Mar, 28/03/2017 - 15:23

Via beowulfagate, non insista... Seguendo i media e le cronache locali noto con quale enfasi si cercano e si evidenziano oltre ogni decenza i ... criminali italiani (a cui si riservano grossi titoli e pensose riflessioni). Preso lo spacciatore... ERA ITALIANO!!! E' un ITALIANO il responsabile del delitto! E via dicendo. Si potrebbe convenire che la notizia la fa l'uomo che morde il cane, non l'opposto... Ma qui c'è un' astuta manovra livellatrice, che mira a confondere la percezione (ovvia) di qualsiasi cittadino su come vanno le cose. D'altra parte l'ordine arriva dall'alto, sugli "stili di vita" generalizzati che un giorno dovranno essere nostri... E tutti si allineano!

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mar, 28/03/2017 - 15:34

Agrippina, quelli girano già armati alla facciaccia delle leggi. Esiste un famoso detto, Dio creò l'uomo e Colt lo rese UGUALE. Ovvero, siccome Dio, nella sua immensa sagacia creò sia i Caino che gli Abele Colt permise a questi ultimi di difendersi dai primi. E' solo con l'avvento di un pensiero idiota che bisogna essere inermi e subire. Almeno l'immenso ci avesse fornito di artigli, canini e forza.

ziobeppe1951

Mar, 28/03/2017 - 15:36

Le zecche rosse non hanno ancora capito che qui si tratta di ripristinare la pena di morte, come nei paesi covili..ma loro sono sempre dalla parte dei delinquenti

Pinozzo

Mar, 28/03/2017 - 15:36

Beowulfgate, il tuo commento conferma che sicuramente la prima meta' del motto e' vera. Galaverna, ma che bella idea, bravo, cinquecento ragazzi scatenati, pieni di ormoni,ubriachi e armati di tutto punto in ogni discoteca, sicuramente i loro genitori sarebbero piu' tranquilli.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mar, 28/03/2017 - 15:38

Ok,Ok, tutti entusiasti che l'albanese sia assolto e che i colpevoli siano italiano. Questo, ovviamente, sminuisce la gravità del fatto e assolve in TOTO i cocchini dei sinistrati di qualsiasi risma e/o etnia.

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Mar, 28/03/2017 - 15:41

Sergio Rame rilegga titoli e articoli di questi giorni su questo brutale assassinio di massa . si guardi poi allo specchio se riesce. Questo non è giornalismo ma incitamento a delinquere contro gli stranieri

tuttoilmondo

Mar, 28/03/2017 - 15:52

Non sono stati gli albanesi? Dunque Emanuele è morto un po' di meno? Certi idioti ne godono. Povera Italia. Siamo ridotti a considerare i morti in base a chi li uccide. Quando sembrava che c'entrassero gli albanesi da dx si diceva: "Visto? Abbiamo ragione noi". Ora che sembra che gli albanesi non c'entrino, i sn dicono: "Visto? Abbiamo ragione noi". Si gioca a pari e dispari sulla pelle di un morto. I pro e i contro l'immigrazione non devono considerare soltanto il fattore criminalità. Che è importante e concreto. Ma devono considerare la sostenibilità. Ovvero: portare poveri in un Paese di poveri è sostenibile? Portare disoccupati in un paese di disoccupati è sostenibile? Oppure si aumenta la povertà e la disoccupazione? Oppure crea conflitti? Cosa succederà fra vent'anni? Ai posteri l'ardua sentenza.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 28/03/2017 - 16:21

Agrippona carissima 14e38, il TUTTI ARMATI del Galaverna s'intende TUTTI GLI UOMINI O DONNE PER BENE, ovvero prima di concedere il porto d'armi si controlla il casellario Giudiziario e la FEDINA PENALE, quindi va da se che a due tipi come Mario Castagnacci e Paolo Palmisani , il porto d'armi NON si concede ed inoltre si RADDOPPIANO le pene RIDICOLE attualmente in vigore, per porto o vendita ABUSIVA di arma. Ci vorrebbe poco a capirlo e basta NON essere ROSSI!!! AMEN.

Libertà75

Mar, 28/03/2017 - 16:28

@tuttoilmondo, quoto un commento di cotanta saggezza

Ritratto di Valance

Valance

Mar, 28/03/2017 - 16:35

Il sinistro buonismo ha creato questo stato d’animo generale per il quale è molto più facile lasciarsi andare. Vedrai che ci saranno quelli che cercheranno di “recuperare” questi vigliacchi!…Poi ci sono sempre quegli avvoltoi, anti italiani, tipo lorenzo perugini “lorenzovan”, elkid e altri, che, in malafede, non perdono l’occasione per giustificare i crimini dei immigrati con le azioni dei balordi italiani che certamente non mancano, anzi, bastano e avanzano.

Ritratto di Valance

Valance

Mar, 28/03/2017 - 16:36

Il sinistro buonismo ha creato questo stato d’animo generale per il quale è molto più facile lasciarsi andare. Vedrai che ci saranno quelli che cercheranno di “recuperare” questi vigliacchi!…Poi ci sono sempre quegli avvoltoi anti italiani, tipo lorenzo perugini “lorenzovan”, elkid e altri, che, in malafede, non perdono l’occasione per giustificare i crimini dei immigrati con le azioni dei balordi italiani che certamente non mancano, anzi, bastano e avanzano.

useyourbrain61

Mar, 28/03/2017 - 16:36

Caro il mio Beppe i paesi che ritieni civili in quanto applicano la pena di morte sono Afghanistan, Arabia Saudita, Bahamas, Bielorussia, Cina, Corea del Nord, Egitto, Emirati Arabi Uniti, Etiopia, Guatemala, India, Indonesia, Iran, Iraq, Giamaica, Giappone, Giordania, Kuwait, Lesotho, Libano, Libia, Malesia, Nigeria, Siria, Somalia, Usa, Thailandia, Vietnam, Yemen e Zimbabwe. Civili ????? poveri noi !

Giorgio Colomba

Mar, 28/03/2017 - 16:45

Questo ennesimo, assurdo fatto di sangue certifica che due tra i più gravi problemi del Paese sono l'emergenza educativa e la questione giustizia. Essendo strettamente correlati, risoltone uno, perderebbe rilevanza anche l'altro. Invece, anche e soprattutto per (de)merito di chi ci governa senza legittimazione da un quinquennio, non v'è traccia di progresso nè dell'offerta educativa, nè dell'ormai indifferibile riforma della giustizia con annessa certezza della pena, unico, valido deterrente verso la marea montante di crimini autoctoni e d'importazione.

lorenzovan

Mar, 28/03/2017 - 16:56

@tutto il mondo....concordo ...ho la stessa posizione ...sono comtro l'invasione non sostenibile..e sono contro i plagiati che vedono nell'altro sempre un criminale e nei "nostri" sempre i buoni..miti e pacifici cittadini

Dordolio

Mar, 28/03/2017 - 17:04

Mah francamente - riflessiva - mi sono fatto l'idea che sia lei a NON leggere quel che scrive e che qui poi ci ammolla. Lo facesse avrebbe già buttato dalla finestra il computer. Seguendolo a ruota - poi - per il disgusto.

Ritratto di ezekiel

ezekiel

Mar, 28/03/2017 - 17:07

cape code 15:18 - Perché sono ipocriti.

lorenzovan

Mar, 28/03/2017 - 17:10

hernando 45 ..lo sai che la maggior parte ..negli USA ..degli assassini di massa avevano la fedina penale pulita ??? anche uno dei due presunti assassini...quello di 20 anni sembra essere incensurato !!!!!

Mr Blonde

Mar, 28/03/2017 - 17:12

Hernando e gli altri pistoleros le armi vanno vietate per evitare che ogni rissa tra ragazzi fuori dalla scuola finisca con un buco in pancia per la pistola di papà piuttosto che con un occhio nero. L'america insegna che i morti a scuola sono all'ordine del giorno. Quanto alle pene non c'è forza politica da anni ad oggi che si sia spesa per il severo inasprimento delle pene per reati contro la persona, passata l'emozione e la telecamera del momento tutto si dimentica. Tanto LORO hanno la scorta.

Dordolio

Mar, 28/03/2017 - 17:20

Caro useyourbrain61, una signora che conosco da tantissimi anni mi ha raccontato di aver trovato al cinema uno dei terroristi (rossi) che le hanno ucciso il marito. Anche i suoi complici sono tutti a spasso e da tantissimi anni, poi. Credo anzi abbiano buoni impieghi (al contrario della di lei figlia). Posso provare ad immedesimarmi nella persona in questione. E dirle che se il personaggio fosse stato appeso ad un cappio coi suoi complici questo incontro al cinema non si sarebbe verificato. Sono stato chiaro?

Dordolio

Mar, 28/03/2017 - 17:24

Caro lorenzovan, il fatto è che tra i "nostri" ci possono essere anche fior di delinquenti. E tra i nuovi ospiti pure delle bravissime persone. Spero che comprenda la sottile finezza.

Renee59

Mar, 28/03/2017 - 17:25

PENA DI MORTE é inutile girare sempre intorno ai delitti di questo genere con parole e paroloni.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 28/03/2017 - 17:34

E si caro usailtuocervello 16e36 nell'elenco da te fatto, sono compresi tanti di quei paesi da cui provengono le RISORSE che corriamo a TRAGHETTARE, perche stanno scappando quasi sicuramente dalla PENA DI MORTE che gli verrebbe comminata nel loro paese, ovvero degli STINCHI DI SANTO, ma non si puo dirlo in nome dell'artatamente diffuso BUONISMO!!!lol lol.

sparviero51

Mar, 28/03/2017 - 17:41

LA PLEBAGLIA MENTECATTO-COMUNISTA CHE INFESTA QUESTO BLOG SPURGA IL VELENO CONTRO IL GIORNALE APPROFITTANDO DI UN TRAGICO EVENTO CHE NULLA HA A CHE FARE CON LA POLITICA. SI ARRAMPICANO SUGLI SPECCHI BUTTANDOLA IN CACIARA ETNICA . PUPAZZI !!!!!!!!!

lorenzovan

Mar, 28/03/2017 - 17:51

@useyourbrain61...non ti accanire su zio beppe...e' uno dei miracolati dalla legge Basaglia

guardiano

Mar, 28/03/2017 - 17:51

I quattro mentecatti sinistri alla mannik festeggiano perche i criminali sembra siano itagliani, per loro condannare il crimine è sempre parziale, dipende da chi lo commette, d'altronde sono o no i nipotini del criminale per antonomasia peppe stalin.

lorenzovan

Mar, 28/03/2017 - 17:54

@valance...ci mancava un altro concorrente al premio "scemo del villaggio"..meglio tardi che mai...sei un forte candidato con zio beppe...dordolio..ezekiel..galaverna...tutti i leoni della tatiera in fuga dalle badanti rumene

Ritratto di Valance

Valance

Mar, 28/03/2017 - 18:19

@lorenzovan - Dai, non andare in panico! Il premio è tuo. Te lo sei ampiamente meritato! Al tuo posto mi guarderei solo da elkid “hasta la cucaraccia siempre”.