Usa le cure alternative: donna muore di cancro

Un medico, sostenitore delle teorie di Hamer, si sarebbe introdotto nella sua stanza d'ospedale per convincerla a non fare la chemioterapia

Alessandra Tosi, moglie e madre di due figli di Santarcangelo di Romagna, è morta per le metastasi di un tumore al seno il 2 settembre 2016.

La 34enne è deceduta per aver rifiutato oltre alla chemioterapia e alle cure tradizionali, anche gli antidolorifici che le avrebbero reso più sopportabili gli ultimi giorni di vita.

L'inchiesta "Ciarlatani", in onda nella puntata di Presadiretta stasera alle 21:15 su Rai3, racconta proprio la storia di Alessandra e delle teorie sulle cure alternative che l'hanno condotta alla morte. È l'ex medico tedesco Geerd Hamer ad aver creato la "Nuova medicina germatica" secondo cui ogni malattia è generata da un conflitto psicologico interiore, ed è solo una fase di ricostruzione che il corpo attua attraverso il dolore per risanarsi, una volta superato il conflitto. Queste teorie, non scientificamente provate, possono contare su migliaia di seguaci in Europa e nel mondo.

Come spiegato dall'Huffington Post, il viaggio di Presa Diretta inizia in provincia di Rimini, a Villa Verrucchio, durante un seminario dal titolo "Mappa Biologica Evolutiva". Tra i relatori, Roberto Boghi, osteopata specialista delle 5 leggi biologiche di Geerd Hamer. Nella sala piena di spettatori ci sono anche la madre e la zia di Alessandra Tosi oltre al professor Samorani, primario di Chirurgia all'ospedale di Santarcangelo, dove Alessandra è morta.

Quando Boghi, il seguace di Hamer, si accorge della presenza in sala dei famigliari della 34enne decide di annullare il suo intervento. Secondo il personale dell'ospedale sarebbe stato lui a introdursi nella camera di degenza di Alessandra consigliando alla donna quali terapie rifiutare e quali seguire.

"Non ce la facevo più a vederla, non dormiva neanche stesa, dormiva con le gambe incrociate e con i gomiti sulle gambe…" - racconta la madre di Alessandra - Non ha neanche voluto mai la morfina perché doveva patire, perché se guarisci patisci… questo è il concetto Hameriano".

L'inchiesta di Iacona si sposta poi in Germania, per ricostruire la vicenda di Ryke Geerd Hamer, dalle origini alla creazione della Nuova Medicina Germanica, e approda poi in Messico per uno sguardo sulle nuove teorie e i trattamenti alternativi per la cura del tumore: dagli integratori vitaminici ai clisteri di caffè, le diete vegane, l'aloe, il ginseng e l'artemisia, insieme all'esercito di "guaritori" che non ha mai prodotto alcun dato, metodologia, o protocollo con evidenze scientifiche.

Commenti

pietrom

Lun, 16/01/2017 - 15:36

Nessuno puo' permettersi di dire quale cura e' buona e quale e' cattiva. Solo i dati statistici possono esprimersi. E le statistiche vanno fatte in modo rigoroso, onesto, in doppio cieco, di dominio pubblico, e senza interferenze (ricordate l'acetone, cancerogeno, aggiunto negli anni '90 alla sperimentazione della terapia Di Bella?). Perche' non si fa? Perche' ci sarebbe un fortissimo ridimensionamento di chemio e radioterapia, e quindi miliardi di euro di mancati introiti per un ristretto gruppo di persone.

Mechwarrior

Lun, 16/01/2017 - 16:57

Vi segnalo che l'artemisia la vendono in farmacia e costa nulla. quando la "medicina Ufficiale" non ti cura tentar non nuoce.

Ritratto di Giano

Giano

Lun, 16/01/2017 - 17:03

Beh, in fondo ha ottenuto l'effetto voluto. La morte è alternativa alla vita. Quindi la cura "alternativa" funziona. No?

Mizar00

Lun, 16/01/2017 - 17:09

Perchè non fate gli stessi titoli quando le persone muoiono "a causa" della chemio ? O pensate che non esistano?? E poi cosa significa "LE cure alternative": dire che una non funziona per dire che tutte non funzionano è veramente stupido.

Libertà75

Lun, 16/01/2017 - 17:21

@pietrom, la cura Di Bella, pur boicottata, si basava su dei farmaci e quindi su dei principi attivi... invece queste cure ancestrali, negromanti e divinatorie non si basano su nulla, se non sulla stupidità umana

MaxSelva

Lun, 16/01/2017 - 17:34

le cure alternative vanno fatte con medici specializzati, ma ci sono questi medici ? in Germania ci sono cliniche specializzate, in Polonia ci sono e funzionano, in Australia ne ho sentito parlare l'obiettivo di questi medici specializzati e' di mischiare sapientemente la cura classica (chemioterpia o radioterapia etc..) e la cura alternativa. Per informazione ho avuto in casa l'esperienza ed "abbiamo" superato il tumore con pochissime sedute di chemioterapia, grazie alla terapia alternativa. Ma non solo alternativa e non solo chemio.

Ritratto di luigin54

luigin54

Mar, 17/01/2017 - 05:59

Dispiace ma la persona in oggetto doveva essere una DEFICIENTE a dare retta ad un CRUCCO + DEFICIENTE di lei.

Ritratto di RobyPer

RobyPer

Mar, 17/01/2017 - 08:25

Usa le cure ufficiali: donna muore di cancro. Cos'è, questo titolo fa meno notizia?

cgf

Mar, 17/01/2017 - 08:40

Eleonora Brigliadori dovrebbe rendersi conto che ha avuto solo tanto k... fondo di bicchiere se riesce ancora a vivere dopo la malattia, altro che nuova medicina germanica.

flip

Mar, 17/01/2017 - 09:00

pietrom ed altri. perché non intingente il dito nel calamaio e scrivete stupidaggini? sempre alternativo è alla biro.

Giorgio Colomba

Mar, 17/01/2017 - 09:48

Parafrasando un antico aforisma, fa più rumore un malato morto dopo una cura alternativa che diecimila morti dopo la chemioterapia.

steacanessa

Mar, 17/01/2017 - 10:11

Che tristezza constatare l'elevato numero di belinotteri che credono ai maghi.

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 17/01/2017 - 11:44

----per fortuna esistono i numeri -le carte-i documenti---dove passa questo hamer non cresce più l'erba---si porta dietro di sè una ecatombe gigantesca--nonostante ciò ha un seguito di stolti---questo tizio-pazzo ed antisemita ha perso completamente il lume della ragione dopo che vittorio emanuele gli ha steso il figlio--hasta

flip

Mar, 17/01/2017 - 15:44

anche dire, fare, scrivere, pensare con i piedi è un' alternativa al cervello.