Ariosto, Trump e Kim Jong

Grande festa ieri, in via Giuoco del Pallone, per ricordare Ludovico Ariosto, nella casa di mia madre a Ferrara. In quella casa visse e scrisse il poeta più libero e fantasioso d'Italia, celebrato nelle parole e nelle letture di Paola Bassani, di Mario Bertozzi studioso del Rinascimento, di Nuccio Ordine che ha giudiziosamente argomentato su «l'errore nell'Orlando Furioso».

Errore è anche errare, viaggiare, vedere, trovare cristiani e saraceni come oggi, in un singolare legame fra uno scrittore ferrarese e l'Orlando protagonista dei Pupi siciliani. Ariosto è così saggio che scopre l'umanità che unisce anche i nemici: «Oh gran bontà de' cavallieri antiqui! / Eran rivali, eran di fé diversi, / e si sentian degli aspri colpi iniqui / per tutta la persona anco dolersi; / e pur per selve oscure e calli obliqui / insieme van senza sospetto aversi». E non è la visione di Papa Francesco, ma la consapevolezza della inevitabile identità, razionale e sentimentale, della natura degli uomini, che soltanto gli artifici della storia possono mettere l'uno contro l'altro. Ariosto è consapevole che il mondo è dominato dalla follia.

Il suo protagonista, furioso, è pazzo. Così che, dal rovesciamento di tutte le cose, il senno degli uomini, anche potenti, è finito in ampolle sulla Luna, dove Astolfo va a cercarlo, e lo trova. Dice bene, con infinita saggezza, Ariosto: «Sol la pazzia non v'è poca né assai; che resta quaggiù, né se ne parte mai». Che pensasse a Trump e a Kim Jong Un?

Commenti

antonellielio

Ven, 12/01/2018 - 16:34

forse pensava a nostro Signore Gesù Cristo ,che chiamava Dio Suo Padre. per questo l'hanno messo in croce.

VittorioMar

Ven, 12/01/2018 - 17:58

..QUEI DUE NON SONO PAZZI SONO DIRETTI E POLITICAMENTE SCORRETTI !!! I VERI "PAZZI" SONO COLORO CHE SI MIMETIZZANO !!...SONO I VISIONARI DEL MONDIALISMO SENZA RADICI..ANNULLANDO LE CULTURE DEI POPOLI...PER CREARE NUOVE IDENTITA' SENZA FUTURO....NUOVA STORIA ?...ETNIA UNICA ??....TUTTO UN METICCIATO??...NUOVA O ALTRA CULTURA ??....MAH !!!

corivorivo

Ven, 12/01/2018 - 18:21

...ma per sua fortuna, non concepiva i futuribili papi franceschi, sennò si risparmiava le missioni Apollo

Ritratto di Leo Vadala

Leo Vadala

Ven, 12/01/2018 - 18:31

Se "Il Giornale" ha pagato piu' di 5 euro per questo articolo merita di fallire.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Ven, 12/01/2018 - 20:15

Non credo agli uomini 'comuni' che: "insieme van senza sospetto aversi". Questo può succedere solo ed esclusivamente per i grandi uomini, la cui cultura non teme l'ignoranza o la perdita dell'identità. Non credo al caos del 'melting pot' ma al potere di coesione e aumento della conoscenza dato dagli incontri tra uomini 'speciali'. Non credo al 'multiculturalismo' ma al 'cosmopolitismo'!

mich123

Sab, 13/01/2018 - 01:11

La velocità delle comunicazioni ha moltiplicato il numero dei pazzi. Quando una lettera da New York impiegava quindici giorni per arrivare a Roma la quota dei pazzi era molto più bassa.

steacanessa

Sab, 13/01/2018 - 09:51

Caro Vittorio piuttosto che a Trump è possibile che pensasse a lei.

flashpaul

Sab, 13/01/2018 - 11:20

Un articolo scritto tanto per buttare lì qualcosa. Concludere insinuando che Trump e Kim Jong siano pazzi senza nemmeno immaginare cosa faremmo al loro posto e il che implica conoscere a fondo come le proprie tasche la situazione in gioco, dà la misura della presunzione di chi ha scritto questo articolo.

levy

Sab, 13/01/2018 - 12:21

Si vede che Sgarbi deve scrivere qualcosa per forza e ha finito l'ispirazione. Come dice il commento di Leo Vadala: se il giornale ha pagato più di 5 euro per questo articolo merita di fallire.

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 13/01/2018 - 12:57

---io di ariosto conosco solo le spezie che si mettono sul pollo--swag bon appétit ganja

edo1969

Sab, 13/01/2018 - 14:34

Ariosto mi fa pensare alle estati del liceo