Arrestato il compagno di Irene Focardi, trovata morta a Firenze

Scomparsa due mesi fa, il suo corpo rinvenuto in un sacco nero. Gli inquirenti: "Manca la certezza definitiva, ma è lei"

È stato fermato oggi Davide Di Martino, il compagno della ex modella Irene Focardi, scomparsa dallo scorso tre febbraio e ritrovata morta domenica, il suo corpo in un sacco nero non lontano dalla casa di Di Martino. Su di lui graverebbe l'accusa di omicidio, dicono fonti da ambienti investigativi.

La 43enne modella era scomparsa dal quartiere delle Piagge, a Firenze. Sul suo corpo, a quanto dice l'autopsia eseguita ieri, sono stati trovati segni di fratture al cranio e alle costole. Al momento non è ancora chiaro che cosa abbia provocato le lesioni e secondo gli inquirenti "individuare le cause della morte non è agevole", a causa delle condizioni del cadavere.

Ad aiutare nell'identificazione della Focardi il confronto con i vestiti che indossava il giorno in cui è scomparsa e l'esame della panoramica dell'arco dentale. "La certezza scientifica arriverà solo con il dna", ha detto il procuratore Giuseppe Creazzo, ma "al 95% è lei".

La donna abitava a poche centinaia di metri da Di Martino, ai domiciliari per tre anni e nove mesi per maltrattamenti. Quella con la Focardi era una storia difficile, ma la donna aveva continuato a frequentarlo nonostante tutto.

Irene era "una persona molto riservata, che preferiva rifugiarsi nel passato, ricordando quando era molto giovane e lavorava come modella", ha detto di lei un'amica, Stefania Capogiri. "Scompariva anche per mesi, frequentava brutte amicizie, e l'ho vista spesso bere birra con gente poco raccomandabile, persone che lei chiamava amici ma che in realtà la affossavano".

Tra i dubbi su cui gli inquirenti devono fare chiarezza c'è anche come il corpo sia stato trovato soltanto domenica. L'erba del fosso dove il cadavere è stato trovata è stata tagliata sabato, ma c'è voluto un giorno in più perché qualcuno notasse il sacco nero.