Arrestato pure il poliziotto eroe

Tra i nomi dell'indagine dei pm di Caltanissetta da cui è partito l'arresto di Antonello Montante, anche quello del poliziotto eroe di Milano

Dalle stelle, all'indagine. Potremmo riassumerla così la storia di questi ultimi mesi di Marco De Angelis, sostituto commissario di Polizia a Milano e responsabile degli agenti in servizio a Palazzo Diotti. Il 24 aprile del 2017 finì su tutti i giornali come il "poliziotto eroe" che aveva salvato la vita a un bambino di 5 anni caduto in Darsena. Ieri, invece, è finito agli arresti domiciliari nell'ambito dell'inchiesta della procura di Calatanissetta che ha al centro la figura di Antonello Montante.

Andiamo con ordine. Come riporta il Giorno, De Angelis è il l'agente il cui gesto, nella nota della Questura, veniva descritto così: "Il poliziotto libero dal servizio, intuito il pericolo, è intervenuto prontamente e ha evitato la tragedia, afferrandolo insieme alla collaborazione di un cittadino che di lì a poco si allontanava".

Un mese da De Angelis era tornato a Palermo, lasciando il capoluogo meneghino. E ieri il suo nome è finito nella presunta "spy story" emersa dalle indagini dei pm sicialiani. Secondo i magistrati, l'ex presidente di Sicindustria, Antonello Montante, paladino dell'antimafia, avrebbe fatto "sistematico ricorso all’operato di infedeli appartenenti alla Polizia di Stato per carpire abusivamente, attraverso accessi alle banche dati in uso alle forze di polizia, notizie sensibili riguardanti la vita privata di una serie impressionante di soggetti a lui invisi".

E tra i nomi dei funzionari di polizia, carabinieri e Fiamme gialle c'è anche quello del "poliziotto eroe". Montante ieri è finito in manette con l'accusa di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione.

Commenti

Giorgio5819

Mar, 15/05/2018 - 17:56

Qualcosa puzza, puzza di marcio...

mariolino50

Mar, 15/05/2018 - 18:29

Non cè nulla di strano, chiunque può fare un gesto eroico ed essere anche un fetente di vario tipo, chi pensa che nelle forze dell'ordine non ci siano è un illuso, essendo oltre 300000 ci sono di sicuro.

Ritratto di navajo

Anonimo (non verificato)

adal46

Mer, 16/05/2018 - 09:40

Ok, se colpevole, a condanna per associazione... ma al mandante un bel soggiorno lungo sopra il 65* parallelo, nella zona di Irkutsk!

cgf

Mer, 16/05/2018 - 13:28

non so perché, ma mi è venuto in mente Bruno Contrada.

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 16/05/2018 - 13:31

---ciò dimostra che la parola eroe è inflazionata nel nostro paese ed è spesso usata a sproposito---esiste forse un tipo che vedendo affogare un bimbo in acqua non si butta a salvarlo?---è un atto eroico questo? o un atto dettato dalla semplice empatia di essere uno human being?---occorre la divisa per farlo oppure è ad appannaggio di tutti?---

Ritratto di abj14

abj14

Mer, 16/05/2018 - 19:30

elkid 13:31 scrive : "esiste forse un tipo che vedendo affogare un bimbo in acqua non si butta a salvarlo?---è un atto eroico questo?" - - - Piccolo insetto scassa balle, è eroe qualsiasi persona che rischia la sua vita per l'altrui. Non è detto che chi non lo fa sia necessariamente un codardo se l'età o lo stato di salute glielo impediscono, oppure se semplicemente, in caso di mare/fiume/lago non sa nuotare. - Ma come fa ad essere così insulso ?