Augusto Minzolini annuncia le dimissioni volontarie dalla carica di senatore

Il senatore di Forza Italia ha annunciato che lunedì darà le dimissioni, nonostante il Senato avesse votato contro la sua decadenza la scorsa settimana

Augusto Minzolini ha annunciato le sue dimissioni volontarie dalla carica di senatore.

Condannato in via definitiva a due anni e sei mesi per peculato continuato, l'onorevole di Forza Italia, in virtù della legge Severino, sarebbe dovuto decadere dalla carica parlamentare. La legge del 2012, infatti, prevede che chi ha ricevuto condanne superiori ai due anni non possa ricoprire la carica di senatore o deputato.

Tuttavia, il forzista era stato salvato dagli onorevoli colleghi. La scorsa settimana, il Senato ha respinto la richiesta di far decadere Minzolini dalla carica di senatore con 137 voti contrari.

Oggi l'annuncio delle dimissioni volontarie, come aveva promesso nei giorni scorsi. "Lunedì presenterò le mie dimissioni al Senato", ha dichiarato il senatore Fi, che ha rimarcando "essendo una mia autonoma decisione ed essendo io sollecitato da Travaglio, Il Messaggero e Libero, ho voluto farlo in una giornata decisa da me e non da altri".

Poi non manca di sottolineare: "ho notato che in questa settimana ci sono stati molti talk show che si sono occupati della mia vicenda e, a parte rare eccezioni, senza di me. Ho l'impressione che il nostro sistema di informazione abbia inventato un nuovo stile: il linciaggio mediatico in contumacia".

Una frecciatina per il segretario del Pd, Matteo Renzi, accusato di aver mosso le fila del salvataggio del senatore da dietro le quinte, e che oggi a Corriere Tv ha affermato: "Io avrei votato la decadenza di Minzolini, non penso che il Senato sia il quarto grado della magistratura, finchè c'è questa legge ciò che valeva per Berlusconi vale anche per gli altri".

Sempre di oggi è la notizia che Minzolini è stato cancellato dalle liste elettorali di Roma Capitale per "perdita delle capacità elettorali". È quanto risulta da verbale dell'ufficio competente del 3 marzo del 2016. Lo ha reso noto il Campidoglio in seguito a quanto riportato oggi da alcune testate, secondo le quali Minzolini sarebbe ancora presente in tali liste nonostante l'interdizione dai pubblici uffici disposta da una sentenza giudiziaria di condanna a suo carico.

Commenti

nunavut

Gio, 23/03/2017 - 18:59

Nonostante tutto,dimostra di essere uno con i gioielli di famiglia "quadrati".

demetrio_tirinnante

Gio, 23/03/2017 - 19:19

Ancor più onorevole sarebbe stato se il - comunque decaduto per legge - già Senatore della Repubblica -

Ritratto di voglioesserecomunista

voglioesserecom...

Gio, 23/03/2017 - 19:27

Dove sono finiti i commentatori di questo giornalino?

demetrio_tirinnante

Gio, 23/03/2017 - 19:34

Ancor più onorevole sarebbe stato se il - comunque decaduto - ex Senatore della Repubblica, dottor Minzolini Cesare Augusto, avesse rassegnato le proprie dimissioni, già in sede di condanna definitiva e non lunedì prossimo. E ancora: le sentenze non si discutono. Lex, dura Lex.

nonna.mi

Gio, 23/03/2017 - 19:38

Ricordo alcuni Commenti dei fatti del giorno espressi da Minzolini in TV UNO di cui era responsabile: mi piacevano molto perché espressi con toni chiari ed educati.Sarà il Senato ad avere il danno maggiore non avendo più un esponente molto più valido della stragrande maggioranza dei suoi troppi rappresentanti senza capacità alcuna ed eletti da sprovveduti. Myriam

nonna.mi

Gio, 23/03/2017 - 19:49

Se avessi la Residenza a Roma, in lista o non in lista ,io voterei Minzolini.Myriam

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Gio, 23/03/2017 - 20:03

Una buffonata. Sa benissimo che i suoi compari del Senato rifiuteranno le sue dimissioni!!!!!!!!!! La vergogna è che un pregiudicato sieda nei banche del Parlamento. Per i bananas dico che questo è stato condannato per peculato, per aver usato per fatti suoi denaro della Rai, denaro pubblico, di tutti noi ...... CONDANNATO!!!!!!!

Eraitalia

Gio, 23/03/2017 - 20:03

Come volevasi dimostrare:le leggi devono valere solo x uomini di destra

Ritratto di Marcello.508

Anonimo (non verificato)

lavieenrose

Gio, 23/03/2017 - 20:16

Dissi in tempi non sospetti che la Severino era una boiata infarcita di errori macroscopuci anche dal punto di vista giuridico, ma tantè, bisognava far fuori Berlusconi e qualche altro fastidioso di destra... Certo che Monti ha scelto proprio bene le ministre del suo governo tra la Severino e la Fornero ci hanno propripo inguaiati

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 23/03/2017 - 22:25

Io avrei fatto la proposta, se si dimettesse anche il ministro Lotti, così giusto per far capire ai sinistri cos'è l'uguaglianza.

Ritratto di ..repubbliQetta..

..repubbliQetta..

Ven, 24/03/2017 - 07:42

ah,ah,ah e magari c'è ancora qualche itagliota che ci crede

Ritratto di ..repubbliQetta..

..repubbliQetta..

Ven, 24/03/2017 - 07:44

squallide sceneggiate del teatrino della politica degne di una repubbliQetta