Aumenti sulle autostrade: ecco le tratte a rischio

Rischio rincari sui pedaggi delle autostrade. Di fatto su alcune tratte l'aumento potrebbe arrivare anche al 10 per cento

Rischio rincari sui pedaggi delle autostrade. Di fatto su alcune tratte l'aumento potrebbe arrivare anche al 10 per cento. A provocare i possibili aumenti è una sentenza del Tar su un ricorso presentato dal gruppo Toto per il blocco delle tariffe deciso nel 2014 e poi confermato nel 2015, 2016 e in parte nel 2017. Il Tribunale amministrativo ha dunque riconosciuto al concessionario dell'Autosterada dei Parchi il diritto, come riporta ilFattoQuotidiano, di recuperare gli incassi che sono stati persi negli anni che vanno dal 2014 ad oggi imponendo al ministto dei Trasporti di sistemare la situazione entro 30 giorni. E superato questo limite di fatto il Ministro verrebbe sostituito da un Commissario che potrebbe dunque rimuovere il blocco delle tariffe. La sentenza del Tar a questo punto potrebbe dare il via ad una serie di rincari su diverse tratte e proprio nel momento in cui gli italiani si mettono in viaggio per le vacanze estive. Ad esempio, sempre secondo quanto ricorda il Fatto, la Roma-Pescara potrebbe arrivare a oltre 22 euro rispetto ai 20 attuali, mentre la Roma-Teramo da 17 passerebbe a 20.

Commenti

gneo58

Mar, 25/07/2017 - 12:13

l'autostrada nasce per facilitare lo spostamento da un punto A ad un punto B non solo per quanto riguarda la tratta da effettuare "senza intoppi" ma anche con un occhio al risparmio di carburante e entro certi limiti di tempo. Ora tra limiti di velocita' (a volte assurdi) tariffe sempre piu' alte e spesso code interminabili tra poco sara' piu' conveniente fare la statale. (per certi tratti per quel che mi riguarda e' gia' cosi').