Autovelox, ecco le strade dove la multa è assicurata

Dal Piemonte alla Sicilia, le strade italiane sono piene di autovelox. Nel 2016 multe in aumento del 956%. Un modo per i Comuni per fare cassa

Sono una sorta di tassa di scorta. Un modo per Comuni, province e Stato per spillare soldi ai cittadini colpendoli sul "vizietto" di premere troppo sull'acceleratore. In Italia c sono migliaia di autovelox: da Napoli a Palermo se ne contano 7mila e in tutta la Francia non si arriva oltre i 3.300. Ma dove sono? E soprattutto, quali sono quelli più "attivi"? Ecco una piccola guida per orientarsi.

Sulla provinciale piemontese 564 e sul tratto toscano che collega Firenze con Livorno gli autovelox sono una mannaia sul portafoglio degli automobilisti. Implacabili. Stessa storia dalle parti di Pogliola, nel bel mezzo della Mondovì-Cuneo, sono stati registrati circa 12mila contravvenzioni in appena 5 mesi. Un salasso. Lo chiamano “fabbrica di multe” con 200 multe al giorno. Sulla FI-Pi-Li, sul tratto tra Pisa e Firenze, ci sono dodici dispositivi che fatturano 15 milioni e mezzo di euro all’anno. Più del doppio di quanto costi mantenere quell'arteria stradale.

Come spiega Libero, anche in Salento non si scherza: autovelox si trovano sulla Maglie-Santa Cesarea Terme, sulla litoranea Otranto-San Cataldo e sulla Lecce- Novoli. In tutto sono state staccate 46mila multe, 126 al giorno, 5,25 all’ora. Nel Cilento (in Campania) fino al 25 aprile ci penseranno le pattuglie nascoste dietro ai cespugli ad appesantire i conti familiari degli automobilisti. Sulla strada regionale 245, a pochi passi da Treviso, invece, è stato appena installato un autovelox. A Verbania, sul Lago Maggiore, si sono piazzati i carabinieri. A Bassano del grappa (Vicenza) c'è stato un boom di contravvenzioni da far impallidire le grandi città. Stessa solfa a Savona, Feltre, Reggio Emilia:

E le autostrade? Non sono da meno. Sulla A8 della Costa Azzurra, tra Nizza e Sanremo, in un anno gli autovelox hanno staccato 800mila multe con una crescita considerevole rispetto al 2015. In Italia negli ultimi tre anni il numero delle multe è cresciuto del 956%. A Milano gli uffici non fanno in tempo a chiudere una pratica che subito se ne apre un'altra. Mentre a Montesilvano (Pescara), in cento giorni sono arrivati oltre 100mila verbali.

Commenti

vinvince

Mar, 18/04/2017 - 10:59

Mi piacerebbe sapere quale sindaco ha scritto nel suo programma elettorale che avrebbe speso soldi dei cittadini in autovelox !!! Le multe non sono più proporzionate ai redditi degli italiani. Andrebbe tolto uno zero a tutte le multe. I limiti di velocità andrebbero rivisti tutti e allineati alle tecnologie dei mezzi di trasporto di oggi. In Germania, nella gran parte delle autostrade, non ci sono limiti di velocità ma neanche più incidenti, anzi !!!

Ritratto di Trasibulo

Trasibulo

Mar, 18/04/2017 - 11:24

Che lo stato italiano sia un nemico implacabile dei cittadini, ridotti al rango di sudditi, vessati e tormentati da valanghe di tasse, imposte, balzelli e obblighi di ogni genere, è ormai assodato. Questa capillare, abnorme e proditoria proliferazione di autovelox, che ovviamente non hanno niente a che vedere con la sicurezza, ma servono solo a fare cassa spillando soldi agli automobilisti, ne è un'ulteriore prova: uno stato piovra, avvoltoio e sanguisuga.

Noidi

Mar, 18/04/2017 - 11:45

@vinvince: A quanto pare Lei in Germania non c'è mai stato. Infatti sono sempre meno i tratti autostradali senza i limiti di velocità. E glielo dice uno che fa ca. 40.000 Km l'anno di autostrade in Germania.

kommen

Mar, 18/04/2017 - 11:50

Sarebbe da proporre un limite massimo di multe / anno per apparecchiatura, superato il quale, non sarà più possibile riscuotere denaro ma solo decurtare eventuali punti dalle patenti.

CarloColombo

Mar, 18/04/2017 - 11:53

Ho la patente da oltre quarant'anni. Se qualcuno vuole si fa un bel giro per l'Italia con una telecamera a bordo e con una vettura rinforzata, seguendo esattamente i limiti di velocità su tutte le strade. Mi offro perchè non ho paura di morire.

semelor

Mar, 18/04/2017 - 12:12

Provate a vedere quanti autovelox sono stati messi sulla statale Romea prov. Venezia facente parte del comune di Mira, tanti diciamo ad ogni incrocio, di multe una ecatombe. Il comune di Mira governato dai 5stelle, sta facendo l'esproprio proletario verso i malcapitati che transitano. I limiti di velocità 30 - 50 - 70 e via.

fer 44

Mar, 18/04/2017 - 12:51

@noidi: anche tu non mi sembri "MOLTO ESPERTO" di autostrade tedesche! Sai quanti km. senza limite di velocità ci sono nel tratto Basilea-Francoforte (350 km. circa)? Oltre la metà! Se fai così tanti km. in Germania, impara a leggere i cartelli! Quello col 120 barrato nero, significa che non c'è alcun limite! Saluti da Heidelberg!

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Mar, 18/04/2017 - 12:54

Come tutte le cose, anche l'autovelox in itaglia è lasciato alla gestione di una banda di deficienti. O meglio, i limiti di velocità sono gestiti da dei deficienti. La segnaletica verticale è sempre scarsa o del tutto assente in vari tratti stradali e spesso è difficile conoscere il limite di velocità. Non è raro che si passi da 50 a 70 a 80 a 60 a 90 e di nuovo a 50 nel giro di pochi km: basta perdersi il segnale e si rischia di cadere nella trappola. E' un gioco sporco quello degli autovelox, come sempre il cittadino (automobilista) è visto dallo stato come una preda da ingannare e spremere. Pertanto come possono chiederci di osservare le leggi quando loro, giudici, politici e forze dell'ordine, sono i primi a barare?

Noidi

Mar, 18/04/2017 - 13:05

@fer 44: Quindi secondo Lei la tratta Basilea-Francoforte, 350Km su qualche migliaio in totale, sono la regola? Complimenti. Ma Lei conosce solo quel tratto? Direi che con il Suo post ha fugato ogni ragionevole dubbio sulle Sue capacità.

Ritratto di veronika

veronika

Mar, 18/04/2017 - 13:39

rivoli, corso francia, davanti al comune: 3 corsie con spartitraffico, 50km/h e IN DISCESA!!

vinvince

Mar, 18/04/2017 - 13:48

@noidi. Non capisco la critica : ammettiamo che sia come Lei dice : in Germania sono sempre meno i tratti autostradali senza limite .... iin Italia lo sono TUTTI con il limite !!! Capisce la differenza ? Se invece di spendere i soldi in autovelox e trabocchetti vari cominciassero a riempire qualche milione di buche stradali, non sarebbe meglio ?

il sorpasso

Mar, 18/04/2017 - 14:00

Si ma in Germania ci sono altri piloti più disciplinati e corretti.

Massimo Bernieri

Mar, 18/04/2017 - 14:29

Saranno anche tasse ma "facoltative" Ora gli autovelox sono segnalati con cartelli e io che viaggio molto,non ho mai preso una sanzione perché mi sono sempre accorto della auto della municipale o polstrada o di quelli fissi.Certo se fossi stato impegnato a leggere o inviare messaggini...!Con queste entrate extra spero che i comuni possano fare a meno di tasse sulla prima casa.

MOSTARDELLIS

Mar, 18/04/2017 - 14:43

Da voltastomaco.

wotan58

Mar, 18/04/2017 - 15:57

Non facciamo paragoni tra Italia e Germania. In Germania, quando ci sono, i limiti hanno senso, e quindi è normalissimo che gli autotmobilisti li rispettino. Come per la striscia continua, in Germania la norma è che si possa superare sempre tranne nei rari casi in cui è pericolo, in Italia è l'opposto. In Italia assolutamente no, nella maggior parte dei casi i limiti sono motivati dalla sola volontà di truffare i cittadini, tanto è vero i ricorsi per lo molte molto spesso sono accolti dal giudice. E da qui bisognerebbe ripartire. Serve una legge che sanzioni adeguatamente i comportamenti truffaldini degli amministratori sia in sede penale che civile, ed in ogni caso tutte le multe illegittime dovrebbero essere automaticamente rimborsate.

Arethusa

Mar, 18/04/2017 - 16:16

E se invece di continuare a pagare per i superamenti dei limiti di velocità, tentassimo TUTTI di guidare entro i limiti previsti senza fare i gradassi?, e magari senza usare il cellulare alla guida?. Si risparmierebbero un sacco di soldi perché gli autovelox colpirebbero raramente, e con le mani sul volante anziché sul cellulare si risparmierebbero tante vite umane. In poche parole togliamo loro tutte le possibilità di razziarci!

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 18/04/2017 - 16:37

Vorrei vedere quanto di questo denaro viene utilizzato per la sicurezza stradale. Anche perche pur essendo vero che i limiti vanno rispettati la decisione degli stessi viene deciso da burocrati mentecatti che applicano regole di 60 anni fa. Raccordo a doppia corsia, tra Gravellona Toce e intersezione per la Voltri Sempione 60 km orari. Non dico un autostrada a 60 km orari?

ilbarzo

Mar, 18/04/2017 - 16:38

Tutti in medicine ai sindaci e tutta la giunta di quei comuni che fanno cassa con le multe.

Trifus

Mar, 18/04/2017 - 17:45

Smettiamola tutti di fare le verginelle, in macchina facciamo schifo. Sulla strada l’italiano da il meglio di se e non si tratta di codice stradale, o perlomeno non solo quello, ma di educazione, senso civico per intenderci. Qualcuno sa a cosa servono le frecce? La freccia è una luce gialla intermittente che da un tocco di finezza all’auto da usarsi in rare occasioni e tutte insieme. E la prima corsia sulle autostrade a tre corsie? Recita il codice che quella serve per i camion, per le auto è proibita e se la percorri come minimo ti viene il vaiolo, infatti è sempre vuota. Cos’è la precedenza? Recita il codice che si dovrebbe dare a destra, ma se hai un mezzo più grosso, un vecchio scassone o sei un cafone prepotente, allora è tua. E la fila? La fila recita il codice è per i fessi, i furbi la saltano si infilano e vanno. Ergo gli autovelox sono adeguati alla nostra mentalità, chi lo becca è un fesso. Viva l’Itaglia.

Ritratto di gbbyron2007

gbbyron2007

Mar, 18/04/2017 - 18:34

Non so quanto dovremo asettare reima che gli italiani imbraccin o i forconi. La Bastiglia, per raporto ai tempi, era stata assaltata per molto meno.

Ritratto di BIASINI

BIASINI

Mar, 18/04/2017 - 20:10

Una mannaia? Un salasso?. Rispettino i limiti e non succede niente. Io di multe non ne ricevo mai e mi girano i santissimi vedere i tanti che se ne sbattono i medesimi e nessuno dice niente. Sei giornali la smettessero con il piagnisteo e chiamassero con il loro nome : "mascalzoni" quelli che se ne fottono, potrebbero contribuire a migliorare il paese.

Massimo Bernieri

Mar, 18/04/2017 - 21:20

Credo che molti commenti sui limiti assurdi,sono come chi non paga le tasse perché la pressione fiscale è troppo elevata.Anche se calasse di 20 punti,ci sarebbe sempre chi evade perché gli scoccia che lo stato gli prenda i suoi soldi.Se alzassimo i limiti di velocità a 160 km/ora in autostra,i 130 km/ora sulla viabilità ordinaria e i 70 km/ora in città,ci sarebbe sempre chi non rispetta le leggi come chi si ostina a passare al passaggio a livello con sbarre abbassate o,attraversare i binari in stazione senza servirsi dei sottopassaggi:alcuni morti anche nei giorni scorsi.

zingozongo

Mar, 18/04/2017 - 21:29

cq l' importante e' spostarli spesso perchè senno li sgamano e non ci casca piu nessuno, speraiamo chein futuro li montino sui droni,eheheh no chance di sfuggire

porcorosso

Mar, 18/04/2017 - 22:42

La multa, viene pagata da tutti? o alcuni multati sono più uguali degli altri?

salvatore40

Mar, 18/04/2017 - 23:33

Le multe, Delikatessen del Regime Democratico ! Spremere il cittadino come limoni è tecnica raffinata. Il Regime mostra muscoli e severità somma. Mostra il posteriore quando si tratta di legittima difesa e di rispetto per il Presunto Ladro Criminale che viene a toglierti la vita. Sulle multe il nostro beneamato Stato non concede dilazioni,perdoni, indulgenze,riduzioni,sconti di pena,e buonismo onnicomprensivo. Nessuno psicologo viene a perorare la causa del multato : anche il multato ha avuto una infanzia infelice !

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Mer, 19/04/2017 - 07:05

Scusate eh ! Ma peeché vi insultate sulla Germania. In Italia, paese di baronie secolari, anche se giro con un carretto tirato da un somaro ti fanno la multa per eccesso di velocità. Cosa state a discutere e polemizzare inutilmente. Rivoltatevi contro il governo. In Francia, dove vivo da molti anni, la segnaletica stradale é chiara e precisa, per di più sono molti i cartelli che ti ricordano i limiti. Capita qualche volta di pagare una multa per qualche km in più, basta essere un po attenti.

micribol

Mer, 19/04/2017 - 07:45

@Trifus: quoto alla grande e mi hai fatto anche fare una bella risata....cmq se uno rispetta i limiti le multe non le piglia....

Ritratto di vadis

vadis

Mer, 19/04/2017 - 07:48

Accordo anulare di Milano, limite velocità 80 Kmh, ero à 90 e dietro di me c'erano véicoli con gli abbaglianti intermittenti, clacson, incollati al para urti e questo prchè? Perchè andavo troppo lentamente sulkla fila di destra!!!. Pochi rispettano il limite di velocità, senza contare coloro che hanno fatto installare un anti radar e che si danno alla pazza gioia della velocità.

Massimo Bernieri

Gio, 20/04/2017 - 14:11

Magari in governo faccia la manovra correttiva dei conti aumentando le sanzioni stradali invece che rimettere tassa prima casa,togliere detrazioni e aumentare contributi previdenziali ticket ecc.Io sarò esentato !

pardinant

Dom, 14/05/2017 - 10:01

Non mi preoccupa la presenza di strumenti per il controllo della velocità dei veicoli, ma sono terrorizzato dalla segnaletica a dir poco schizofrenica imperante sulle strade di questo Paese. Limiti assurdi e mutevoli anche a distanza di pochi metri si susseguono senza interruzione su strade e autostrade. Se non si conosce la strada e la relativa segnaletica si deve scegliere se guardare la prima o la seconda e quini per non prendere multe e non fare incidenti che è la cosa fondamentale, i conducenti sono ormai costretti a viaggiare su strade non conosciute a velocità assurdamente bassa.