"Aveva occhi come Satana". Trovato il capobranco bengalese dello stupro di Guidonia

Svolta nelle indagini. La vittima aiuta gli inquirenti a trovare il capobranco: "Quel suo sguardo cattivo non lo dimenticherò più"

"Quel suo sguardo cattivo non lo dimenticherò più. Incrociare i suoi occhi era puro terrore...". Adesso quegli occhi potrebbero avere un nome. Perché gli inquirenti stanno venendo a capo del barbaro stupro di venerdì notte quando nelle campagne abbandonate tra Settecamini e Guidonia, alle porte di Roma, una 43nne è stata violentata da due immigrati dopo che il branco l'aveva rapita alla fermata dell'autobus (guarda la gallery). "Mi dicevano 'Siamo Bangladesh, siamo bravi, stai tranquilla'...".

La donna ha urlato finché ha avuto la forza per farlo, ma nessuno l'ha sentita, nessuno è riuscito a salvarla. La procura di Tivoli, coordinata da Francesco Menditto, sta procedendo per sequestro di persona e violenza sessuale. E, secondo il Messaggero, sarebbe già arrivata a un nome. È quello del capobranco, della bestia che ha guidato gli altri tre a rapire la vittima e a stuprarla nelle campagne capitoline. Tutto è accaduto intorno all'una di notte, la donna, secondo quanto ha raccontato lei stessa agli agenti, stava aspettando un autobus in direzione Tivoli su via Tiburtina, di fronte alla metro Rebibbia. "Avevo appena finito di lavorare...", ha raccontato.

Due uomini, a bordo di una Fiat Panda, si sono avvicinati. Erano entrambi ubriachi, ma in un primo momento non le sono sembrati molesti. Improvvisamente l'hanno costretta a salire in auto con la forza, e per farla stare buona le hanno puntato addosso un coltello. È durante il viaggio che il capobranco le ha raccontato di essere "in Italia da nove anni" e di fare il meccanico. Le spiega anche che "la Panda ha uno sportello rotto perché devo finire di ripararla per un cliente". "Mentre guidava come un pazzo, per cercare di sfuggire alla trappola - ha raccontato la donna - ho cercato di parlarci un po', gli ho chiesto come si chiamasse, ho bluffato dicendogli che ero sposata e avevo figli, ma non gli importava, e allora per convincerlo a farmi scendere gli ho detto pure mi prendo il tuo numero, anzi guarda, ti do il mio, non ti prendo in giro, così ci vediamo domani". Forse è un caso ma sabato ha ricevuto tre chiamate da un numero sconosciuto. "Dall'altra parte - ha continuato - c'era qualcuno ma non parlava e riattaccava. Temo fosse lui...".

In via della Selciatella, a Guidonia, c'erano altri due bengalesi ad aspettare la Panda. L'incubo si è consumato in una zona di campagna abbandonata. "Quella bestia mi mordeva le labbra, il volto, le braccia, dietro le spalle, sulle gambe, sembrava un leone famelico, puzzava di birra - ha raccontato agli inquirenti - io vomitavo, ma a lui non importava, bestemmiava, mi diceva: Vomita pure, tanto t'ammazzo. Mi metteva in mano un telefono per illuminare la scena, con un altro filmava lo stupro, lo metto su Facebook, rideva e io vomitavo ancora". Durante la violenza sessuale, una delle belve le ha anche mostrato vecchi filmati. Erano tutti video di violenze sessuali. Tanto che ora gli inquirenti stanno ipotizzando di stupratori seriali.

La donna è stata poi abbandonata in strada, con i pantaloni abbassati e la maglietta arrotolata sotto il petto. La vittima in stato di choc è riuscita a chiamare il 113 ed è stata trasportata in un centro antiviolenza, dove sono stati riscontrati dei graffi sulle gambe e sono state fatte le analisi del caso. Col passare delle ore le indagini sono arrivate a una svolta. Si sarebbe, infatti, giunti a dare un nome al capobranco. Non si faceva alcun problema a mostrare il volto alla propria vittima. "Gli altri li ho visti poco o niente - ha raccontato la 43enne - quello che era con lui quando mi hanno caricato a forza nella Panda, si teneva una pashmina davanti alla bocca per coprirsi mezza faccia e non parlava mai - ha poi concluso - degli altri, quelli che aspettavano sotto il ponte in mezzo alla discarica abusiva, i tratti non li ricordo, si sono seduti dietro anche loro e intorno a me nel buio più fitto vedevo solo il bianco spiritato di sei occhi, sembravano Satana".

Mappa

Commenti

steacanessa

Lun, 21/05/2018 - 10:23

Bengalesi e pakistani sono tra i peggiori islamici. Via dall’italia!

Gibulca

Lun, 21/05/2018 - 10:51

Quei 2 che con la Panda l'hanno sequestrata andranno in galera, qualora beccati. Gli altri 2 che hanno "solo" stuprato la povera ragazza anche se fossero arrestati non andranno in prigione, grazie alla favolosa misura "svuotacarceri" messa in atto dal PD. In sostanza: gli stupratori non andranno in prigione. Mai. La cosa è gravissima perché noi italiani - ladri, truffatori e fuorilegge in genere - non siamo stupratori per una sorta di codice "deontologico". Quei barbari venuti dal Terzo mondo non sanno nemmeno cosa sia il concetto di legge. Pertanto agiranno sempre in questo modo. Con tanti ringraziamenti al PD e ai suoi stupidi elettori, che si preccupano del fatto che Salvini legga pochi libri quando la loro forza politic aha alzato le tasse (soprattutto le accise sulla banzina e l'Iva) e hanno de facto depenalizzato certi reati assurdi e pericolosi. BRAVI

VittorioMar

Lun, 21/05/2018 - 11:07

..AVETE INSERITO ANCHE UN ITALIANO PER FARLO APPARIRE "POLITICAMENTE CORRETTO"??...

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 21/05/2018 - 11:40

---nel contratto di programma giallo-verde che già conosco a menadito---c'è un punto interessante che rigurda la costruzione di nuove carceri--anche se si è arrivati a questo punto da strade diverse---i gialli vogliono costruire nuove carceri per ovviare al sovraffollamento e alla promiscuità che impediscono la funzione rieducativa della pena--i verdi invece vogliono costruire nuove carceri per metterci dentro chi lo merita--non ha importanza di come si sia arrivati al punto di programma--l'importante è che entrambe le forze politiche -grillini e leghisti--vogliono finalmente costruire nuovi edifici di pena--chi si è opposto duramente a questo disegno bollandolo come giustizialista?--berlusconi of course--swag--meditate gente

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Lun, 21/05/2018 - 12:06

Per certi reati ci vuole la castrazione chimica!

baronemanfredri...

Lun, 21/05/2018 - 12:09

ACCOGLIETE I FRAAAAATELIIIIIIII CHE SONO IO SONO D'ACCORDO ANCHE CON BOLDRINI

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Lun, 21/05/2018 - 12:10

Non succeda mai una cosa del genere a qualcuno della mia famiglia.

Ritratto di giangol

giangol

Lun, 21/05/2018 - 12:24

quello sguardo cattivo ti sta pagando la pensione. così dice l'intero mondo cattocomunista

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 21/05/2018 - 12:40

--nel contratto di programma giallo-verde che già conosco a menadito---c'è un punto interessante che rigurda la costruzione di nuove carceri--anche se si è arrivati a questo punto da strade diverse---i gialli vogliono costruire nuove carceri per ovviare al sovraffollamento e alla promiscuità che impediscono la funzione rieducativa della pena--i verdi invece vogliono costruire nuove carceri per metterci dentro chi lo merita--non ha importanza di come si sia arrivati al punto di programma--l'importante è che entrambe le forze politiche -grillini e leghisti--vogliono finalmente costruire nuovi edifici di pena--chi si è opposto duramente a questo disegno bollandolo come giustizialista?--berlusconi of course--swag--meditate gente

istituto

Lun, 21/05/2018 - 12:41

VittorioMar 11:07 il giochino di inserire italiano nel gruppo delle BESTIE stupratrici continua anche sui media tv asserviti. Ieri è stato vergognosamente detto che c'erano anche italiani da una rete Rai. Inoltre ricordo il vile silenzio sulla bestia Osenghale e sopratutto sui suoi COMPLICI che quando si parla dei fatti di Macerata non vengono quasi mai nominati come se a compiere la bestialità fosse stata una sola persona e non un branco. Bisogna certo non allarmare troppo gli Italiani....

do77

Lun, 21/05/2018 - 13:15

Rimpatriarli dopo averli arrestati per fare scontare la pena nel loro Paese? Ah no qualcuno dirà che non esistono accordi bilaterali col Bangladesh e quindi niente espulsioni. Allora facciamo così: carcere duro da noi (pane e acqua)per 15 anni e quando esci lavori socialmente utili (pulisci strade o bagni chimici)+castrazione chimica così magari ci pensi due volte prima di stuprare.

Ritratto di navajo

navajo

Lun, 21/05/2018 - 13:30

Come al solito si parla di vittime e di aguzzini. Bestie che fanno quello che fanno perché sanno che qui da noi le pene sono irrisorie, che in appello le pene vengono dimezzate, che il buonismo è sempre a favore dei criminali e che ci si indigna di più se una vicesindaco a casa sua indossa un grembiule con l'effige di Mussolini, che di fatti aberranti come questo.

lawless

Lun, 21/05/2018 - 14:24

tutti coloro che non vogliono che questa gentaglia venga in modo coatto fatta rientrare nei loro paesi devono essere processati per istigazione a delinquere. I giudici super tolleranti devono dar conto al popolo italiano del loro operato creativo. I partiti che hanno ridotto l'italia zerbino della schiuma di mezzo mondo (papa compreso) solo ed esclusivamente per loro sporco interesse non possono non essere chiamati a rispondere a tutte le malefatte che ogni giorno gli italiani onesti devono subire. Questa lavoratrice come minimo deve chiedere i danni A QUESTO STATO incapace di difendere i propri cittadini e che vigliaccamente preferisce gli stranieri a lei.

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Lun, 21/05/2018 - 14:54

Questi immondi personaggi sono criminali di basso profilo, i criminali di altissimo profilo invece sono coloro che li hanno fatti entrare e hanno consentito che invadessero il Paese senza controllo alcuno per la legittimità delle loro ridicole e tragicomiche "richieste di asilo". QUELLI sono i veri criminali, una cupola di alti traditori che non saranno mai puniti.

tersicore

Lun, 21/05/2018 - 14:56

Pensare bene di Elkid è peccato, ma spesso ci azzecca.

nonnoaldo

Lun, 21/05/2018 - 15:42

Elkid, forse Berlusconi deciderà di ritirarsi, allora io festeggerò, non per il suo ritiro, a perchè tu, privo di argomenti, cesserai di imbrattare questo blog.

ondalunga

Lun, 21/05/2018 - 16:28

Fermi tutti....stante il fatto che NON sono MAI stato berlusconiano ma mi indicate di grazia quale forza politica abbia mai fatto aprire nuove carceri ? Sotto prodi ? Sotto letta ? Sotto renzi ? Per non andar più indietro nel tempo....il motive è ovvio anche se aberrante: chiunque tra I vari politici, faccendieri e banchieri, nonce molti professionisti sanno che a giocar sporco a volte si viene pizzicati....meglio quindi uno stato che con la scusa dell' affollamento butta tutti fuori o non incarcera proprio. In tal modo inoltre si prendono anche I voti di tutti I malfattori che così sanno di rischiare meno. Che schifo !

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mar, 22/05/2018 - 00:30

@istituto12.41: la sua esposizione in merito al comportamento delle autorità sui fatti criminosi specificati si chiama tradimento del popolo italiano, quello degli eredi degli Eroi del Risorgimento del Piave e della Resistenza, in quanto usano i trucchi per nascondere le nefandezze provocate in conseguenza di una politica ordita e scellerata. Ossequi.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mar, 22/05/2018 - 00:35

Ma i bengalesi sono tutti mussulmani? Se fosse del Bengala Orientale presumo di sì e chissà cosa era quella luce che balenava sotto la cintura dei pantaloni.

pier1960

Mar, 22/05/2018 - 06:25

grazie renzi grazie francesco per queste preziose risorse venute in italia grazie a voi....

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Mar, 22/05/2018 - 08:29

ringraziamo quella frangia politica che ha coccolato questa feccia

Algenor

Mar, 22/05/2018 - 08:38

Ricordate che grazie all'attuale legge contro la violenza sessuale questi animali sconteranno pochi anni di carcere, una decina nel migliore dei casi, mentre alla vittima hanno rovinato il resto della vita: speriamo che i grillosinistri non si oppongano ad un drastico aumento delle pene carcerarie per questo genere di mostri subumani.