Da baby sitter a escort, la storia di Giada: "Vado solo con russi e arabi"

La 22enne romana racconta come è stato facile arrivare a guadagnare 1000 euro l'ora

Da baby sitter a escort di lusso. Il passo per Giada è piuttosto breve. Intervistata ai microfoni di Radio Cusano Campus, la 22enne racconta come è stato facile fare carriera ma, spiega, "non vado con tutti".

La ragazza romana chiarisce come ha iniziato la propria professione: "Sono di una famiglia particolarmente benestante, vivo in un quartiere che non definirei mai popolare. Una famiglia di russi si ha affittato l'attico del palazzo in cui vivevo con i miei genitori. Facevo l'ultimo anno di superiori, cercavano una baby sitter per le loro due bambine, mi sono proposta per arrotondare". Quella di Giada è una scelta abbastanza comune tra le adolescenti. Ma da un regalo è cambiato tutto. "​Dopo qualche mese - continua - il papà di questi due bambini mi regalò uno i-phone per il mio compleanno e la sera stessa mi inviò un messaggio. 'Ho una proposta da farti', c'era scritto. Il giorno dopo ci incontrammo e lui mi disse che la proposta era quella di accompagnarlo per un week end a Milano, dormendo con lui ovviamente, in cambio di 5000 euro".

La proposta era allettante e Giada non ha saputo rifiutare. Così è iniziata la carriera da escort della 22enne che però ci tiene a precisare che non si concede a chiunque."Io vado solo con i russi e con gli arabi. Non tratto clienti italiani, la crisi morde e vogliono mercanteggiare. Chiedo 1000 euro per un'ora e non scendo mai sotto questa cifra. Per gli italiani sono troppo cara, non mi si possono permettere. Russi e arabi, invece, hanno disponibilità economiche che voi non potete nemmeno immaginare. Hanno anche più rispetto nei confronti della donna e, per quella che è la mia esperienza, un'igiene intima migliore".

Secondo la giovane romana tutte le donne sono delle escort ma in modo diverso:"Sono giovane, bella, molti uomini perdono la testa per me, io mi concedo in cambio di denaro, non c'è niente di male, tante donne lo fanno ogni sera col proprio marito, nessuno può permettersi di giudicarmi. Magari una sposata con un uomo che ormai non ama più ci fa sesso per farsi lasciare i soldi per comprare una borsa. Io invece prendo 1000 euro l’ora. E il più delle volte mi capitano uomini molto attraenti e non solo benestanti".

Commenti

swiller

Mar, 23/05/2017 - 03:24

I nostri politici e dirigenti statali rubano molto di più.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mar, 23/05/2017 - 10:34

Che dire? fa benissimo! Non fa male a nessuno e soprattutto non ruba o delinque.

mariod6

Mar, 23/05/2017 - 11:29

Complimenti per l'iniziativa e la perspicacia. In fondo è roba sua e ci fa quello che le pare. Questa ragazza si diverte, ci guadagna e non ruba nulla. Al contrario dei politici e dei papponi di stato e non. Fa bene a stare alla larga dagli italiani !!!

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mar, 23/05/2017 - 11:47

Premesso che non sono contrario alla prostituzione, trovo molto ipocrita il tentativo della ragazza di teorizzare che tutte le donne sono escort, anche quelle sposate che lo fanno col marito. L'idea che una donna possa essere innamorata di un uomo, e quindi andare solo con lui, non sembra neanche sfiorarle il cervello. Che tristezza.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 23/05/2017 - 12:13

Visto che Giada è di tutti quelli che sono disposti a pagarla, specialmente Russi o Arabi, per chi vuole essere in grazia di Dio, non è affatto desiderabile come donna, perché sta scritto di non desiderare la donna d'altri. Anche l'adultera, che va oltre (ad ultras) il marito e la sua proprietà muliebre, dovrebbe essere schifata, ma quando ci sono anche dei figli a subire l'adulterio, il padre di famiglia dovrebbe correggere la femminista (jus-corrigendi) onde scongiurare femminicidio, lapidazione o altre vendette, per riportare la madre sulla retta via. Poi ci sono le si prostitute che lo fanno per mantenere i figli, e questa è la triste fine che si delinea all'orizzonte di Giada, perché forse sua madre da giovane faceva la femminista.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mar, 23/05/2017 - 17:52

il ragionamento di questa giovane donna ben si confa' al disgregamento della nostra societa'. Ragionamento ovviamente errato come pure la nostra societa'.