Bardonecchia, ira dei campeggiatori "migranti entrano nel villaggio"

Dal Colle della Scala i migranti tentano di sconfinare in Francia. E usano come bivacco e luogo di transito un campeggio privato

Bardonecchia continua ad essere una delle vie battute dai migranti per arrivare in Francia. Le rotte percorse per tentare di sconfinare, però, stanno cambiando e chi non passa da Ventimiglia prova ad attraversare il tunnel del Frejus. Ma il passo è pericoloso e i 13 km all'interno del sotterraneo rappresentano una vera e propria sfida alla morte. Così, il Colle della Scala, è diventato un luogo di transito quotidiano. Situato nelle Alpi Cozie, il passo collega la Val di Susa alla Val della Clarée, nel dipartimento delle Hautes-Alpes. Uno dei modi per cercare di sconfinare, insomma, è dirigersi verso alcuni sentieri che consentono di evitare la strada provinciale (e i controlli), ma per arrivarci si passa da Bardonecchia, dove la situazione è già surriscaldata per via delle altre rotte perseguite. I turisti sono preoccupati e segnalano la presenza dei migranti all'interno del principale camping della zona. "Fino a qualche mese fa si poteva assistere solamente a dei via-vai notturni", ci dice Claudio, un campeggiatore, che aggiunge "adesso ci sono migranti all'interno del camping stesso".

Nell'ultimo periodo, quindi, gli immigrati sono entrati clandestinamente nella struttura. Il campeggio in questione è il Bokki, storica destinazione turistica di Bardonecchia. Un camping composto da circa 250 postazioni tra casette in legno, roulotte e tende. E la preoccupazione dei campeggiatori è rivolta specialmente a quando all'interno del complesso resteranno in pochissimi: "A settembre qui ci saranno sì e no una ventina di persone", dice Claudio, un altro campeggiatore, che aggiunge:"il pericolo è che possano entrare nelle casette e sottrarci i nostri beni". Ma se le attenzioni sono rivolte al futuro, già adesso la struttura sarebbe diventata meta di bivaccamenti: i migranti hanno iniziato a dormire sulle panchine e ad utilizzare la struttura come luogo di transito.

Per sfuggire ai controlli, dunque, delle piccole processioni di migranti si dirigono verso i quasi 1800 metri d'altezza del Colle. La polizia francese, però, sta aumentando i controlli, interrompendo da principio l'utilizzo della nuova rotta. Coloro che tentano di sconfinare, così, sono spesso costretti a tornare indietro, interessando di nuovo i turisti e le relative preoccupazioni. Il fenomeno sarebbe stato segnalato al commissariato di pubblica sicurezza di Bardonecchia e al comune e, per quanto per ora sia assolutamente sporadico, potrebbe contribuire a stroncare il turismo montano in alta Val di Susa. Se il via-vai dovesse continuare, infatti, come è ultimamente accaduto in altre mete turistiche d'Italia, molti campeggiatori potrebbero decidere di trascorrere le proprie vacanze altrove. Già nel 2016, infine, il Colle della Scala balzò alle cronache per un tentativo di un migrante di oltrepassare il confine: un ventisettenne maliano andò in ipotermia e i sanitari furono costretti ad amputargli entrambi i piedi per salvargli la vita. La frequenza con cui i migranti tentaniodi sconfinare mediante i valichi alpini minori, come il Colle della Scala e il Colle della Rho, pare stia vertiginosamente aumentando. Con tutti i rischi del caso, per i migranti stessi, per i campeggiatori e per il tradizionale turismo della zona.

Commenti

Antenna54

Mar, 22/08/2017 - 14:21

I nostri amministratori (si fa per dire ...) romani e non ce la mettono tutta per rovinare quel pò di Italietta che funziona.

amicomuffo

Mar, 22/08/2017 - 14:32

votate sinistra votate! Il contrario dell'ordine!

Ritratto di Antogno

Antogno

Mar, 22/08/2017 - 14:35

La Francia anziche` chiudere il fronte, avrebbe dovuto aiutare l'Italia a fermare il flusso dei migrant!

lividanddisgusted

Mar, 22/08/2017 - 14:36

E' quello che vogliono, distruggere il turismo per beccarsi i 35 euro al giorno dei clandestini (e per favore smettetela di chiamarli migranti !!!)

clod46

Mar, 22/08/2017 - 14:39

Ma quando si decidono a rimpatriare queste persone? i vari enti e le varie coop non hanno già mangiato abbastanza? non è affatto vero che è difficile rimpatriarli, sono le scuse per continuare a lucrare a scapito del popolo italiano, adesso basta!!!!!

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 22/08/2017 - 15:05

È il pd al governo, bellezza.

lividanddisgusted

Mar, 22/08/2017 - 15:08

E' quello che vogliono, distruggere il turismo per beccarsi i 35 euro al giorno dei clandestini (e per favore smettetela di chiamarli migranti !!!)

kayak65

Mar, 22/08/2017 - 15:37

il piemonte e' retto dalla sinistra...le risorse tanto care dovrebbero trovarsi a loro agio cosi' pure come I sinistrati che li accolgono. forse un po meno quando si tratta di fare affari come il turismo. o meglio che vadano da altre parti come e' successo a capalbio

Ritratto di giangol

giangol

Mar, 22/08/2017 - 15:42

vietato lamentarsi. votate le zecche rosse, votate

Ritratto di italiota

italiota

Mar, 22/08/2017 - 16:51

sono risorse..lasciateli bivaccare e circolare dove vogliono

Pinozzo

Mar, 22/08/2017 - 17:07

"..per quanto per ora sia assolutamente sporadico.." ma che giornalismo e' questo? Potrebbe, forse un giorno, eventualmente.. Questo e' cercare di creare allarme sociale dove non esiste e dove non esistera' mai (il 90% dei clandestini prima di arrivare a bardonecchia, 350km da ventimiglia, morirebbero di fame sete e fatica).

piazzapulita52

Mar, 22/08/2017 - 17:20

Non vedo l'ora che questo schifo di paese, che una volta si chiamava Italia, sparisca la piu' presto dalla faccia della terra!

Ritratto di makko55

makko55

Mar, 22/08/2017 - 17:36

@Pinozzo, il 90% .......... magari!!!

Ritratto di Tora

Tora

Mar, 22/08/2017 - 17:54

L'Italia gabinetto del mondo.

VittorioMar

Mar, 22/08/2017 - 18:07

..A QUANDO I RIMPATRI DEI VITELLONI ALLO STATO BRADO ?..SE VOGLIONO ANDARE IN ALTRI PAESI...FORNIAMOLI UN PERMESSO TEMPORANEO..6 MESI ?.SE TROVANO LAVORO RIMANGONO..ALTRIMENTI TUTTI A CASA !!!

Celcap

Mar, 22/08/2017 - 18:13

per far pestare il muso a questi sinistridioti l'unica maniera é che facciano due conti su quanto perderá sempre di più l'Italia in turismo. Non quello italiano che per via della speranza che adesso il lavoro si troverá più facilmente (ma non é così) sará anche aumentato di pochi centedimi fi punto percentuale ma di quello straniero che porta i soldi veri che sono prodotti in altri stati e che vengono spesi da noi. Ma é inutile cercare di far capire le cose ai nostri attuali governanti che hanno solo il problema dello ius soli e non di prendere il treno della rinascita economica per gar star meglio gli italiani e poi non sarebbero nemmeno capaci di fare questi studi comparativi.

blackbird

Mar, 22/08/2017 - 19:57

Questi campeggiatori razzisti non ascoltano gli insegnamenti di Bergoglio: accogliere i migranti e donare loro quello di cui hanno bisogno o solo piacere di avere!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 23/08/2017 - 00:06

@Pinozzo - da bardonecchia, non passano per Ventimiglia. Va beh che non hanno studiato geografia, ma non sono conciati male come te.

marcogd

Mer, 23/08/2017 - 00:34

Aspettate che scoprano-o qualcuno dica loro, più facilmente-che la Val di Susa è una delle patrie delle II o III case, disabitate per il 90% dell'anno, e vedrete che al campeggio potranno tornare a stare tranquilli...

orailgo38383838

Mer, 23/08/2017 - 06:56

clod46: chi pensa e spera ancora che queste persone saranno rimpatriate è un illuso e un ottimista. Moriremo tutti noi ma questi saranni i nuovi italiani