Bello e possibile (e sottile) Il nuovo MacBook è ultra

Rivoluzionato con più spazio alla batteria, fino a 10 ore di film e 9 sul web. Un solo ingresso per tutto: ecco il paragone con i rivali

Rendere sexy un laptop è davvero difficile. L'operazione però è riuscita probabilmente a l'unico marchio in grado di fare magie nell'elettronica di consumo: Apple. Il recente annuncio del nuovo MacBook è emblematico. L'azienda di Cupertino ha realizzato un prodotto innovativo, in un settore come quello dei computer portatili, dove le novità non sono proprio all'ordine del giorno. Gli ingegneri californiani hanno riprogettato la componentistica interna che ha permesso l'eliminazione della ventola regalando più spazio alla batteria. Il risultato è un'alimentazione superiore del 35% rispetto alle batterie tradizionali, grazie anche alla sagomatura a «scalini» che permette di adattarsi con precisione al guscio curvo del notebook. Tradotto in modo pratico significa fino a 9 ore per la navigazione web in wireless e fino a 10 ore per la riproduzione di film su iTunes. I cambiamenti rispetto al precedente MacBook Air non si fermano qui. Il nuovo modello ha ora un display Retina ultrasottile da 12 pollici in formato 16:9 con una risoluzione di 2304x1440 e finalmente una tastiera di dimensioni regolari. Nuovo anche il trackpad Force Touch, che grazie ai sensori di pressione integrati, permette di cliccare in qualsiasi punto. Al suo interno batte l'ultimo processore Intel Core M di quinta generazione, che consuma appena 5 watt, e il processore Intel HD Graphics 5300. Questi processori ad alta efficienza operano in simbiosi con le ottimizzazioni incluse in OS X per rendere il nuovo MacBook il notebook a maggiore efficienza energetica sul mercato.

Ma a colpire maggiormente è l'estetica. I progressi ingegneristici e le miniaturizzazioni derivate dall'iPhone e dall'iPad hanno reso questo prodotto spesso appena 13,1 millimetri nel punto più alto (il 24% rispetto al MacBook Air da 11"), e con un peso inferiore al chilo. Fin qui i plus. Da verificare la scelta di puntare su un'unica porta Usb-c che ha il compito di alimentare il computer, collegarlo a un monitor esterno e trasferire i dati; opzioni a scelta e non in contemporanea a meno di non acquistare un adattatore opzionale. Adattatore comunque necessario per utilizzare una normale chiavetta Usb visto che la nuova porta è circa di un terzo più piccola rispetto a quella standard. Scelte del genere lasciano perplessi e non è la prima volta che Apple abbia dei ripensamenti su certi azzardi, come è successo per la Porta Usb 3.0 e l'NFC. Nessuna sorpresa sui prezzi. Il nuovo Mac continua ad essere caro, da 1499 a 1829 euro. Ma il costo non sembra un ostacolo per i consumatori. Secondo IDC dal penultimo trimestre del 2014, Apple ha raggiunto per la prima volta la quinta posizione tra i maggiori produttori di pc, dietro a colossi come Lenovo, Hp, Dell e Acer. Ma mentre Apple è cresciuta in questo settore le altre aziende hanno registrato una significativa contrazione, complice anche la concorrenza dei tablet. Tuttavia anche nel mondo Windows esistono prodotti che si distinguono per prestazioni e funzionalità evolute, e per fermare l'emorragia verso le tavolette, spesso la soluzione è ibrida. D'altra parte, fuori dai contenuti professionali, i notebook hanno minore appeal rispetto ai tablet e per competere sul mercato le aziende hanno devuto per forza puntare su design ricercati e caratteristiche originali. Per dirla con Darwin, è una inevitabile evoluzione genetica.

I rivali? Lenovo ThinkPad Yoga 12 è uno dei migliori alleati per gli utenti business che cercano prestazioni e portabilità. Monta un display da 12,5 pollici, processore Intel Core e raggiunge un'autonomia di 8 ore, da 899 euro. Toshiba Satellite Click 2 Pro, offre la libertà di scegliere tra un ultrabook ricco di funzionalità e un tablet ideale per la riproduzione dei contenuti multimediali, tutto in un dispositivo incredibilmente flessibile, sottile e leggero, va da 1000 euro. Asus Transformer Book Flip è un vero computer 2 in 1 questo vanta un display da 15,6 pollici touch, girevole a 360 gradi. Ha tutto quello che serve per usarlo a casa o al lavoro, processori potenti e un'ampia varietà di porte, costa da 649 euro. Infine HP Spectrex360, pc convertibile ultrasottile da 13,3 pollici con un design elegante e batteria che dura fino a 12,5 ore. Da 1099 euro.