Belluno, orrore alla scuola materna ​Vomito in pasto a una bimba

La piccola dopo aver rigettato alcuni bocconi del pasto, consumato a scuola, è stata costretta a mangiarli. La maestra d'asilo è stata denunciata dai genitori della bambina

Abuso di mezzi di correzione e violenza privata: è questa l'accusa mossa a una maestra di una scuola materna veneta dai genitori di una bambina dell'asilo.

La punizione della maestra

Ma cos'è successo tra le mura della Scuola materna statale del Comelico, in provincia di Belluno? Secondo la denuncia, durante l'ora del pasto, la maestra avrebbe costretto una bimba di 3 anni a mangiarsi il vomito.

Il caso fa discutere e desta scalpore in tutto il Veneto. Su ogni quotidiano locale viene ribatutto l'orribile gesto di R.D.C, insegnante di 43 anni. Contro di lei pende una denuncia sporta dai genitori di una alunna. Le accuse sono ancora da dimostrare in Aula, ma secondo i parenti della piccola, la donna avrebbe obbligato la piccola a rimangiarsi alcuni bocconi appena rigurgitati. Non solo. L'orrore non si ferma qui. L'educatrice avrebbe anche aggiunto: "Vedi? Se lo avessi mangiato subito sarebbe stato più buono". Come racconta Il Gazzettino, la maestra dovrà rispondere abuso di mezzi di correzione e violenza privata.

Commenti
Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Mer, 22/06/2016 - 10:50

Sono passati ormai più di 35 anni, ma sono stato testimone anch'io di un episodio analogo: avevo quattro o cinque anni, ma il ricordo di quella bimba che piangeva è rimasto. Ora da adulto posso esprimere rabbia e risentimento, ma la constatazione che l'uomo è un "animale" cattivo ritengo sia assolutamente inattaccabile! Ogni punizione arriverà sempre troppo tardi, e purtroppo alla cattiveria non esiste veccino.

buri

Mer, 22/06/2016 - 10:53

disgustoso, in galera quella maestra

Giorgio Rubiu

Mer, 22/06/2016 - 11:20

Troppo facile usare metodi umilianti e violenti con i bambini.I Bambini sono il nostro futuro ed essi guardano a noi adulti come se fossimo degli eroi.Si aspettano,da noi,guida,protezione,amore,saggezza.Severi esami psicoattitudinali a tutte le persone che aspirano a diventare responsabili di asili e scuole inferiori.Telecamere,negli istituti, installate a priori come si fa con gli impianti idrici ed elettrici.Le testimonianze e le lamentele dei bambini spesso vengono ignorate o non credute.E' ora di finirla perché i nostri bambini meritano di più e di meglio ed è nostro dovere,come genitori e come società,garantire ai piccoli ignari ed indifesi la sicurezza che meritano e della quale hanno pieno diritto.

edo1969

Mer, 22/06/2016 - 12:00

Buttatela in cella per 20 anni

Renee59

Mer, 22/06/2016 - 12:23

Il vomito l'avrei fatto mangiare a lei. Ci vogliono pene severe, altro che sospensione.

nippy

Mer, 22/06/2016 - 12:59

Ma io mi chiedo perchè persone con questa indole quindi poca pazienza, empatia etc sceglie questo lavoro che non capita a caso ma necessita di un percorso ben definito, studi etc. Per questi vermi nessuna pietá licenziamento, pena detentiva, risarcimento economico esemplare e una volta scontata la pena possibilmente lunga valutazione periodica sullo stato mentale, perchè non è possibile comportarsi così se si è mentalmente sani. Indispensabili controlli periodici negli asili anche per prevenire situazioni come queste che stanno aumentando drammaticamente.

PAOLINA2

Mer, 22/06/2016 - 14:32

Licenziamento in tronco, senza si' senza ma.

pastello

Mer, 22/06/2016 - 14:32

Spero debba vendersi la casa per risarcire i danni alla piccola e ai genitori, e poi galera!