Bersani esce dalla rianimazione ma resta sotto stretto controllo

L’ex segretario del Pd è stato trasferito nel reparto di terapia sub-intensiva. I medici: "Le condizioni sono stabili"

Pier Luigi Bersani durante l'assemblea annuale di Confartigianato

Pier Luigi Bersani lascia il reparto rianimazione dell’ospedale Maggiore di Parma. L’ex segretario del Partito democratico è stato trasferito nel reparto di terapia sub-intensiva.

"Il decorso di Bersani prosegue regolarmente e le condizioni permangono stabili, in linea con l’iter post operatorio", si legge nel bollettino medico diffuso dall’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma. "Il paziente è stato trasferito ieri nella degenza monitorata del reparto di Neurochirurgia, dove viene mantenuto sotto stretto controllo dall’equipe dei neurochirurghi e dei neurorianimatori", fanno sapere i medici spiegando che, ancora per qualche giorno, "le visite saranno riservate solo ai familiari".

Commenti

ritardo53

Dom, 12/01/2014 - 14:04

Ad un comune dipendente gli avrebbero già detto: Domani si presenti al suo posto di lavoro.

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Dom, 12/01/2014 - 14:45

...Forza che ce la fai, Pier Luigi!

Ritratto di marforio

marforio

Dom, 12/01/2014 - 16:32

Poverino, come mi dispiace.

Ritratto di semovente

semovente

Dom, 12/01/2014 - 17:02

Ancora auguri da un avversario.

Ritratto di illuso

illuso

Dom, 12/01/2014 - 17:12

Pier Luigi, come speravo ce la farai, ora ti faccio una raccomandazione...butta il sigaro e non fumare più. Auguri.

odifrep

Dom, 12/01/2014 - 17:17

Forza, Pier Luigi, ti auguriamo che quando sarai completamente fuori pericolo, avrai dimenticato del tutto di macchiare il leone.

ROBERTSPIERRE

Dom, 12/01/2014 - 18:51

per ritardo 53: inanzitutto rinnovo a Pierluigi Bersani gli auguri di poter tornare quanto prima a casa con la propria famiglia e ristabilirsi del tutto. Si è trattato di una cosa seria e non mi sembra molto appropriato l'accostamento con un normale lavoratore, che a suo dire gli avrebbero imposto di andare a lavorare. Almeno non Italia, credo. In Italia - lo sa benissimo - che i certificati medici che attestino la "necessità di ulteriori terapie e cure" non se li fa mancare nessuno.... Non credo che un ictus con intervento chirurgico alla testa possa avere un decorso sbrigativo. Che poi Bersani non gli sta proprio a genio è evidente, ma è un suo diritto.

Il giusto

Dom, 12/01/2014 - 18:59

odiferp...non ti preoccupare,non smacchierà più nessun giaguaro,ma perché non esiste più nessun giaguaro.E' rimasto un vecchio pregiudicato che passerà i suoi ultimi anni a difendersi dai processi.Come ha fatto sempre,ma stavolta senza la protezione della politica!!!

Il giusto

Dom, 12/01/2014 - 19:18

odiferp...non ti preoccupare,non smacchierà più nessun giaguaro,ma perché non esiste più nessun giaguaro.E' rimasto un vecchio pregiudicato che passerà i suoi ultimi anni a difendersi dai processi.Come ha fatto sempre,ma stavolta senza la protezione della politica!!!

bonabas

Dom, 12/01/2014 - 19:23

Mi piacerebbe poter pensare, che se invece di bersani fossi stato io, un povero cristo qualsiasi ,avrei avuto lo stesso premuroso trattamento; io che non ho,contribuito a ridurre il nostro paese in questo stato, come ha fatto lo smacchiatore di giaguari inquestione

odifrep

Lun, 13/01/2014 - 12:58

Voci di rimpasto: Monti ed Epifani ministri nel Letta bis? - 16 ore 14 min fa ho inoltrato questo commento alla redazione"""""" Il giusto ha qualche parente alla redazione che provvede ad inoltrargli, per due volte, lo stesso commento l'uno distante dall'altro di circa mezz'ora, oppure sul suo monitor gli appare la scritta :"Invia il tuo commento, una volta con la mano destra ed un'altra con la mano sinistra"?""""""".