Bibbia 3.0 delle minorenni nude: il dossier porno che sconvolge l'Italia

Più di 10mila tra foto e video hard. Tutto a portata di clic e completamente gratuito. All'insaputa delle ragazze minorenni

Nome, cognome, anno di nascita. Poi una carrellata di foto e filmati hard di ragazzine minorenni. Migliaia. Oltre 4,04 Gb per 10.380 file divisi in 507 cartelle (guarda qui). Così si presenta "La bibbia 3.0”: un enorme dossier di scatti pedo-pornografici (e non solo). Non si tratta di un archivio trovato in un computer di chissà quale pedofilo. Ma di un raccoglitore telematico consultabile online con un semplice clic: una lista infinita di documenti privati, intimi, ora alla portata di tutti. Spesso all’insaputa delle protagoniste.

Per ottenere l’archivio bisogna navigare per qualche ora. IlGiornale.it lo ha scovato sul gruppo Facebook “#acazzoduro” che conta più di 100mila iscritti. L’opera è mastodontica ed è figlia di tre aggiornamenti. “La bibbia - si legge nell’introduzione scritta dagli autori - raccoglie innumerevoli contributi dal web e da tutti i suoi meandri”. All’origine c’è un dropbox, aggiornato periodicamente, in cui sono memorizzati i file. A questo si aggiunge un link ad uno spazio di archiviazione online su Google Drive, creato (da un'altra persona) per facilitarne la consultazione.

I tre responsabili del dossier in dropbox (che si fanno chiamare Gesù, Pietro e Paolo) spiegano che le foto e i video sono stati “selezionati e posti nelle cartelle” denominate con etichette che vanno da “il canile” a “bagasce senza nome e cognome”, passando per “non sapevo fosse minorenne” (guarda qui). Molti documenti sono anonimi, difficile risalire all’identità delle ragazze coinvolte. Anche se non impossibile: la “bibbia”, infatti, vive dei “centinaia e centinaia di contributi” degli utenti della Rete. E così, quando una di queste viene riconosciuta, finisce schedata nella categoria “bagasce con nome e cognome”: 211 cartelle con scatti hot e generalità di tante giovani che vanno a comporre il puzzle di questo enorme archivio pornografico.

“Il frutto di questo lavoro - scrivono gli autori - è tutto italiano”. E se ne vantano. Eppure sono coinvolte minorenni, si tratta di pedo-pornografia. Le didascalie nella cartella “Anche l’età è illegale” indicano ragazze nate dal 2000 al 2002. Nel file disponibile su Google Drive campeggia così in bella vista il nome di M.M. che non nasconde di esserne il responsabile: “Ho scaricato i file che c'erano dentro il file originale - ammette, rispondendo alle nostre domande su Facebook - e (li ho) raggruppati in un'unica cartella” di Drive. È illegale, ma quando gli chiediamo se teme condanne, afferma di essere tranquillo. Come se fosse solo un gioco.

Bisogna dire che alcune di queste immagini provocanti sono state scattate e volutamente diffuse sul web, in particolare in gruppi Facebook, Ask e chat di Telegram. “Sì, so di esserci - dice C.M. quando le chiediamo che effetto fa vedere il suo nome - le mie foto sono su Ask”. Nessun problema anche per M.A.C., 17 anni: “Sì, sono io. Quindi?”. Quindi tutto a posto. Ma nel mare di documenti c’è soprattutto chi aveva cercato di mettersi tutto alle spalle. Scene di sesso orale, rapporti con animali e nei bagni della discoteca: scatti spesso rubati e condivisi dai amici e fidanzati per chissà quale motivo. Forse ritorsione, forse superficialità. Sicuramente per stupidità. Tra i nomi anche quello di Giulia Sarti, deputata del Movimento Cinque Stelle il cui scandalo scoppiò nell’aprile del 2013 a seguito di un attacco hacker alla posta elettronica personale.

“Questo dossier è imbarazzante - dice il fidanzato di una vittima - un archivio così fa rabbrividire”. Ha scandagliato le prime due versioni della “bibbia” nella speranza di non trovare le foto della fidanzata. Ma al terzo aggiornamento ha notato quella maledetta cartella: “Lei ha scoperto di essere nella “bibbia” dopo aver ricevuto centinaia di messaggi di complimenti sui social”. Un nuovo incubo. Impossibile da fermare, o forse solo inutile: “Abbiamo deciso di non denunciare perché è uno spreco di soldi. Arrivati ad una situazione così, al 99% i colpevoli non si troveranno mai”.

Il terzo capitolo della “bibbia” è già stato scaricato e copiato migliaia di volte. E a più di un anno e mezzo dalla prima versione, è già pronta la “bibbia 3.1”. Questa volta con i numeri di telefono delle ragazzine, sintomo di una fenomeno che non pare arrestarsi.Ma noi non giochiamo allo stesso gioco. E al momento della pubblicazione dell'articolo saremo dalle forze dell’ordine. Per sporgere denuncia.

@GiusDeLorenzo

@marco_vassa

Commenti
Ritratto di Ventoverde

Ventoverde

Gio, 05/05/2016 - 08:20

Questa é la societá libera che abbiamo voluto. Un'autostrada aperta per l'islam!

cecco61

Gio, 05/05/2016 - 08:32

A 14 anni hanno una minicar o una moto con la quale possono uccidere, o uccidersi. C'è chi chiede che possano votare a 16 anni ma, mi raccomando, non possono fotografarsi e distribuire le proprie foto. Si preferisce condannare chi eventualmente guarda le foto, anche se neppure sa se siano veramente minorenni o sia invece tutta una montatura. Troppa ipocrisia visto che il problema è un altro: la decadenza dei costumi e il venir meno di sani principi morali soprattutto in sede di educazione dei ragazzi. Sono la generazione 2.0, sono "avanti", tecnologici e guai anche solo a criticarli. Più facile prendersela con qualche guardone, che mettere in discussione tutto il sistema. Più facile fare i moralisti "una tantum", che chiedersi perché una ragazzina di 16 anni senta la necessità di mettere sulla rete le sue foto osé.

Fjr

Gio, 05/05/2016 - 08:51

Prendere questi tre e pubblicare nomi e cognomi , questa è' una guerra e va combattuta fino in fondo , il problema è' che per uno che chiudi quanti ne riaprono?solo dando segnali forti , sequestro degli strumenti e interdizione a vita da qualunque tipo di sistema di comunicazione o divulgazione di materiale pedopornografico,con obbligo di firma ogni santo giorno di vita che gli resta, e comunque non prima di essersi fatto qualche anno di galera, sfruttatori e vittime inconsapevoli o meno, ma la colpa è' anche di chi per troppo narcisismo si diverte a postare foto scabrose,senza sapere che i rischi a cui va incontro sono pesantissimi, devono sapere che ,come scritto alla fine dell'articolo ,non è' un gioco

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Gio, 05/05/2016 - 08:52

Povera Italia... Come siamo ridotti... Secondo me c'è dell'altro dietro.

paco51

Gio, 05/05/2016 - 09:29

Ci frega nulla! abbiamo Tasse e pagamenti che non arrivano! abbiamo problemi seri, più seri! per cui nulla di nuovo!

linoalo1

Gio, 05/05/2016 - 09:32

I propositi,sarebbero anche buoni!!!Ma saranno i risultati ad essere deludenti!!!E' esattanente come voler fermsre la prostituzione!!

Ritratto di UnoNessunoCentomila

UnoNessunoCentomila

Gio, 05/05/2016 - 09:38

Basta!!! che schifo, non se ne può più di questo marciume !!! Che la Polizia Postale faccia fino in fondo il proprio dovere oscurando questi siti cloaca.Ma cosa sta succedendo in questo paese???

Ritratto di Azo

Azo

Gio, 05/05/2016 - 09:44

Quando un paese, è governato da gente EGOISTA, INCAPACI, DI COMPRENDERE, MA RACCOMANDATI DALL`ALTA CASTA GOVERNATIVA,( CHE SENZA QUESTE RACOMANDAZIONI,SAREBBERO DEI FALLITI).""" Quando, Scuole, Stato e Famiglia, peccano di egoismo e di instabilità, senza imporre disciplina nei valori della vita, questi sono i risultati"""!!!

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Gio, 05/05/2016 - 09:45

l'uso è ignobile, ma il materiale da dove arriva? se si tratta di "selfie" di ragazzine c'è anche un problema a monte di educazione di queste nuove generazioni, dove la mercificazione del proprio corpo è cosa normale

Ritratto di Rames

Rames

Gio, 05/05/2016 - 10:01

Ma chi dovrebbe scandalizzarsi ormai,i chirichetti della parrocchia locale?Le suore benedettine?Ma per cortesia.

giovanni PERINCIOLO

Gio, 05/05/2016 - 10:35

x cecco61. Condivido pienamente il tuo post ma purtroppo credo sia troppo tardi quando si pensa alle varie "ideologie" imperanti nelle nostr scuole a partire dalle teorie gender e altre porc

giovanni PERINCIOLO

Gio, 05/05/2016 - 10:36

x cecco61. Condivido pienamente il tuo post ma purtroppo credo sia troppo tardi quando si pensa alle varie "ideologie" imperanti nelle nostr scuole a partire dalle teorie gender e altre porcate assortite.

mallmfp

Gio, 05/05/2016 - 11:16

mi fa riflettere. osservando l'articolo noto che si tratta sempre di "femmine" . Non vedo nessun maschio. La domanda è: ma queste donne che sono tanto inclini a volere la parità non possono fare una battaglia interna di pulizia e di etica ed imporsi tra di loro certe regole per evitare che il loro stesso genere metta in ginocchio l'altro genere?.

123214

Gio, 05/05/2016 - 11:20

la chiesa che parla di castità è una vergogna è da distruggere. il liberismo la sinistra la rivoluzione sessuale e l'(in)educazione sessuale, dove si punta solo su come fare sesso e non su cosa è l'amore ed il sentimento, invece fanno questi bei regalini. denunciare chi ha fatto la selezione di tale "materiale" ma anche prendere le finte vittime e rieducarle. altrimenti cosa ci si può aspettare da simili future donne. se non una tragedia esistenziale. una società ipersessualizzata dove basta dire che non si può proibire cosa chi e come si ama, quando invece è chiaro che in tutto questo sesso di amore non c'è nulla! una società destinata alla rovina!

Ritratto di mario_caio

mario_caio

Gio, 05/05/2016 - 11:28

E cosa dovrebbe essere sconvolto, quando questa società ha come unico totem il denaro, e per questo si sente autorizzata a sputare su tutto, a calpestare tutto, a fare del mercimonio l'unica legge che vale. Non si può accettare solo il lato della medaglia che ci piace...troppo comodo. I giovani replicano fedelmente gli esempi che hanno di fronte, e questi sono i risultati. Hanno delle colpe? No, le abbiamo noi.

precisino54

Gio, 05/05/2016 - 11:31

X cecco61- 08:32; condivido quanto dici, chissà perché ci si scandalizza di quanto è possibile rintracciare sul web, basta andare un po’ in giro e si capisce che il mondo è cambiato, direi pure variato anzi no: avariato! Accompagnando i miei figli a scuola mi capitava di vedere ragazzine anche sotto i 14 con atteggiamenti e abbigliamento che avrebbero dovuto far arrossire tanti, ovviamente nel silenzio di genitori e insegnanti, ma all’insegna della libertà. Se consideriamo che in quel caso la provocazione era alla luce del sole è facile capire che quando avviene in maniera meno pubblica questa arrivi a stadi di indecenza totale. Ahimè in tutto ciò gioca un ruolo non da poco la continua sollecitazione a comportamenti edonistici e fatui, che ovviamente in periodi di crisi quali quelli attuali spinge chi non potrebbe diversamente ad essere spregiudicato e cercare strade alternative per soddisfare le “necessità” imposte dai media e dai costumi.

Ritratto di UnoNessunoCentomila

UnoNessunoCentomila

Gio, 05/05/2016 - 12:01

Quelle persone che "non si scandalizzano" mi fanno paura , è vero che c'è un problema educazione che riguarda le famiglie ma è anche vero che ci sono dei MOSTRI che rovinano la vita ai BAMBINI!!!! E questi vermi vanno colpiti senza pietà. Basta con assurde e grottesche giustificazioni!!! VERGOGNA!!!

Ritratto di UnoNessunoCentomila

UnoNessunoCentomila

Gio, 05/05/2016 - 12:20

Fjr, condivido il suo commento, lo trovo opportuno ed equilibrato.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 05/05/2016 - 14:33

All'insaputa delle ragazze minorenni....Beh, se si partecipa all'edizione di un atlante di ginecologia si dovrebbe anche essere consapevoli che le foto non rimarranno inutilizzate.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Gio, 05/05/2016 - 15:11

Non bisogna preoccuparsi, ci penserà l'islam a risistemare il tutto.

Ritratto di cicciomessere

cicciomessere

Gio, 05/05/2016 - 15:40

Se le suddette ragazzine , la smettessero di postarsi in mutande e in pose da pornostar , non ci sarebbe chi poi gliele va a rubare .

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Gio, 05/05/2016 - 16:39

Speriamo che la denuncia abbia effetto!!!! I tenutari di questo bordello on-line sono dei depravati. Vanno fermati......e condannati!! E, inoltre, speriamo ci sia un pm disponibile e, sopratutto, che non la tiri tanto per le lunghe. Ma la polizia postale esiste ancora oppure l'hanno soppressa??? Se esiste che si dia una mossa.

Ritratto di Lupodellealpi

Lupodellealpi

Gio, 05/05/2016 - 17:16

splendida conquista del femminismo, del liberalismo, delle "magnifiche sorti progressive" del comunismo !!! PUAHHHH !!!!!

SAMING

Gio, 05/05/2016 - 17:47

CARA EUTERPE: Ma lo sai o non lo sai che gli islamici, soprattutto gli arabi, sono i maggiori fruitori dei siti porno? Sono tutti sessualmente repressi sia per via del chador sia per altro e quindi........

blackindustry

Gio, 05/05/2016 - 17:53

Ecco dove porta il relativismo sfrenato di stampo sinistrorso e materialista.

katy61

Gio, 05/05/2016 - 18:06

RAMES..... ANCHE UN COMMENTO COSI SICURAMENTE INNOCENTE PUò FAR PENSARE AD UNA QUALCHE FORMA DI GIUSTIFICAZIONE.....SPIEGA DI PIù ...NESSUNO SI SCANDALIZZA? INCOMINCIAMO A SCANDALIZZARCI NELLE NOSTRE CASE E NEL VICINATO....IO LO SONO DA SEMPRE CON I MIEI FRATELLI.. MIA MADRE CHE ABBOZZA IN QUANTO MASCHI..COMPAGNO..COLLEGA ...COGNATO..SI DANNO TUTTI MANFORTE...COMPAGNE DI FAMIGLIA CHE ACCETTANO LA VOLGARITA DEI PROPRI UOMINI COME SE NON SI POTESSE FARE NIENTE...NON è VERO. INCOMINCIAMO A FARE QLCS DI PIU'...INCOMINCIAMO DA CASA.

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 05/05/2016 - 18:13

----uppare è reato---strimmare no----per cui paradossalmente molte ragazzine che si autoselfizzano seminude per fare le vamp online----non si rendono conto di stare commettendo un reato-- producendo materiale pedoporno ed immettendolo in rete---euterpe lei sempre più intelligente---complimenti ai genitori---hasta siempre

sparviero51

Gio, 05/05/2016 - 18:34

CI VORREBBE UN'ALTRA GUERRA.SAI CHE BELLA SELEZIONE NATURALE.TUTTE QUESTE ABERRAZIONI SCOMPARIREBBERO IMMEDIATAMENTE!!!

berserker2

Gio, 05/05/2016 - 18:44

tutte sinistrate senza valori......

Ritratto di BIASINI

BIASINI

Gio, 05/05/2016 - 18:46

Fate schifo anche voi!

Tarantasio.1111

Gio, 05/05/2016 - 18:50

L'imperatore TETESKO usurpatore (come tutti i tedeschi) dell'Italia: Federico Hohenstaufen meglio conosciuto come Barbarossa se l'è sposata quando lei di anni ne aveva dodici...ste tedeschi...

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 05/05/2016 - 19:08

ma sono proprio contente di farsi chiamare bag@sce?

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Ven, 06/05/2016 - 01:38

Tarantasio.1111@@@ Il Barbarossa fu un grande imperatore. Studia un po' di storia. Ma non sul Bignami.

blackindustry

Ven, 06/05/2016 - 04:49

Volevo dire agli autori dell'articolo, che per quanto schifosa questa questione, bisogna chiamare le cose col proprio nome. La pedofilia e' tale fino ai 13 anni. Dai 14 anni e' materiale fotografico su minorenni. Senza una condotta morale e valori interiori forti siamo finiti davvero in basso. Che societa' marcia.

Ritratto di faustopaolo

faustopaolo

Ven, 06/05/2016 - 07:38

Non vedo il motivo di scandalizzarsi di questa notizia, quando abbiamo il presidente del consiglio che ha annunciato che entro il 10 di questo mese, massimo il 12, il parlamento DEVE approvare la legge che autorizza le nefandezze più obbrobriose. Chi è causa del suo mal, pianga sé stesso.

baio57

Sab, 07/05/2016 - 18:20

@ cicciomessere - Quoto al 100% .