Una biblioteca a due ruote: "Così porto i libri ai bambini"

D'ora in avanti i bambini non avranno più scuse per non leggere

Una bici e un carico di libri. È questa la missione (e non è esagerato chiamarla così) di Andrea Saccon aka "La Sarjetta".

D'ora in avanti i bambini non avranno più scuse per non leggere, almeno non quelli di Parma. Sì perché Andrea, in collaborazione con Parmakids, porta i libri per le strade. Come? Con una biclicletta. Il progetto "Libri con le ruote", infatti, intende valorizzare, ripensandole, e biblioteche pubbliche comunali con una formula nuova e attiva, andando a cercare i piccoli lettori, dove si trovano. "La prima volta ho preso 110 libri, mi sembravano tanti, temevo fossero troppo pesanti anche da portare e invece ho fatto bene - spiega il bibliotecario itinerante Andrea Saccon che fa anche per mestiere consegne in bici -,l''entusiasmo dei piccoli è stato tale che li hanno presi in prestito quasi tutti. Sono tornato solo con 9".

La tessera, spiega, si può fare al momento e i testi si possono restituire o la settimana successiva a lui, in un altro parco o alla biblioteca d'origine. "Molti preferiscono invece ascoltare e allora mi trasformo in una sorta di "audiolibro'" vivente - aggiunge -.Leggo brani da tre testi che vengono scelti sulla nostra pagina Facebook 'Libri con le ruote' tra una rosa più ampia di titoli".