Biella, hotel vecchi e abusi edilizi: "Così le coop fanno affari coi migranti"

A Biella un hotel con migranti ha sversato migliaia di litri di gasolio. Un altro centro aprirà in un albergo chiuso da anni. E una struttura non è a norma con i permessi

Ogni 9 mesi, solo in provincia di Biella, lo Stato investe circa 8,5 milioni di euro per ospitare 850 migranti. Ci si aspetterebbe dunque che le cose vengano fatte bene: centri profughi adeguati, strutture ottimali e autorizzazioni a posto. Purtroppo non sempre è così (guarda il video). Nella città piemontese, infatti, i migranti vengono accolti in "catapecchie" (come le chiamano gli oppositori) e una di queste manca pure di alcuni permessi.

L'hotel abbandonato ritrova vita

"Le sembra normale?", domanda esterrefatta una signora con la pelliccia e tanta voglia di parlare. Non lo è. Nella zona sud della città i residenti devono già fare i conti con due strutture di accoglienza e presto ne aprirà una terza. L'hotel Coggiola di via Cottolengo da 20 anni non vede un cliente perché chiuso e abbandonato, ma ora ritroverà vita in forza dei fondi che arriveranno per la gestione dei migranti. Una pacchia. Inutili le proteste. "Non ci hanno detto nulla, non ci hanno coinvolto. Come al solito siamo stati informati a cose fatte", spiega Giulio Barnabè, vigoroso 77enne che insieme alla moglie condividerà una parete col secondo piano dell'albergo. "Temiamo l'accattonaggio, lo spaccio di droga e ruberie varie. Io li avverto: alla prima che mi fanno, bastono". Duro e impassibile, col cappello calato in fronte e il cappotto signorile. Ma convinto, come convinto è Paolo Maroello che alcuni anni fa ha acquistato l'appartamento di fronte all'hotel e ora ha paura possa deprezzarsi irrimediabilmente. Con la barba incolta e gli occhiali fa domande cui non riesce a trovare risposta: "Mia figlia esce di sera e io devo aver paura quando rientra a casa?". Poi aggiunge: "Saremo circondati da persone di cui non sappiamo nulla. Abbiamo paura".

I migranti in strutture dismesse

E la paura si mescola spesso con l'irritazione. Mentre Paolo parla, un signore entra dalla porta d'ingresso dell'hotel svelando la presenza di alcuni operai al lavoro. "Possibile che possano ristrutturare senza mettere cartelli di inizio cantiere? - lamenta Giulio - Se si fosse trattata di una qualsiasi azienda italiana e non di immigrati, avrebbero preteso una cartellonistica infinita e il rispetto di tutte le norme". Ed è proprio su questo callo dolente che inciampa il sistema malandato dell'accoglienza biellese. Non è la prima volta che per far fronte all'emergenza si sorvola sulle regole del buonsenso. L'esempio lampante è l'hotel Colibrì: qui la cooperativa Versoprobo di Vercelli ospita 54 migranti in una struttura in disuso da anni. I Vigili del fuoco hanno fatto tutti i controlli, ma è bastato l'arrivo dell'inverno per dimostrare che qualcosa non funzionava. I residenti hanno trovato nelle loro vasche di raccolta dell'acqua numerose tracce di gasolio provenienti dal serbatoio dell'impianto di riscaldamento dell'hotel (guarda il video). Il Comune allora ha chiuso un'intera strada per permettere il montaggio di una cisterna esterna che permetta agli immigrati di tenere i termosifoni accesi. "La gente mi chiama alterata perché gli sono stati tolti almeno 30 posti auto", commenta Giacomo Moscarola, consigliere comunale della Lega Nord. "Alla fine viene da chiedersi chi abbia fatto i controlli sull'idoneità della struttura, risultata inadeguata ai primi fiocchi d'inverno. È uno scandalo".

Le coop e l'abuso edilizio

Già, gli scandali. Che l'accoglienza produca anomalie è ormai appurato, ma pare eccessivo che pur di garantire ad una cooperativa l'apertura di un centro profughi si infrangano pure le procedure più basilari. Prendete l'ex sede della polizia stradale in via Maccallè, sempre a Biella: qui la cooperativa Anteo ha aperto una struttura di prima accoglienza a luglio. I vigili del fuoco, la Asl e la prefettura sono andati a fare i rilievi e hanno concesso le autorizzazioni. Poi però la Lega Nord si è accorta che quello era uno stabile adibito ad uffici e nessuno aveva chiesto il cambio di destinazione d'uso. Gli uffici comunali dicono si possa considerare a tutti gli effetti un "abuso edilizio". E pensare che non sarebbe costato nulla fare la richiesta agli uffici preposti. "Con la complicità dell'amministrazione Pd, i clandestini continuano a stare qui e la cooperativa a guadagnare, anche se non sono in regola", commenta Michele Mosca, segretario provinciale leghista. Il Comune nei giorni scorsi ha domandato spiegazioni alla coop Anteo, la quale sostiene di essersi avvalsa di deroghe specifiche per l'emergenza migranti. Deroghe che però non risultano esistere in alcun documento ufficiale. Così gli uffici comunali hanno chiesto delucidazioni al Prefetto, 'colpevole' di aver ratificato la scelta dell'immobile senza verificare la destinazione d'uso. Dalla prefettura, però, non sono arrivate risposte. Un silenzio che fa rimbombare più forte l'accusa dei leghisti: "Ecco la diversità di trattamento tra chi fa business con gli immigrati e i cittadini italiani".

Commenti

ziobeppe1951

Ven, 10/02/2017 - 20:41

Non ne potete più?..ricordatevi alle prossime di votare LEGA!!!

nunavut

Ven, 10/02/2017 - 20:46

L'argent c'est la merde du diable(rosso o nero che sia "le diable"),mio nonno diceva sempre i soldi i fa balar l'orso e anche la orsa, aveva ragione eccome aveva ragione.A me una sanatoria dovuta ad una negligenza dei miei genitori che depositarono i disegni di restrutturazione solo al catasto e non in comune mi sono costati,tutto compreso con il tecnico etc..)7000 euro,se volevo essere in regola per abitare nella casa e loro? non devono sottomettersi alle stesse regole ? che schifezza di burocrazia,poilitica e magistratura.

pensaepoiagisci

Ven, 10/02/2017 - 21:31

gli italiani ..taluni....gente furba..venderebbero pure i figli ..pur di far soldi..basta leggere le notizie di mamme che hanno fatto prostituire i figli minori..roba da buttar via le chiavi !!!

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 10/02/2017 - 21:47

Biellesiiii NON avete votato LEGAAAA??? AHIAHIAI!!!!

venco

Ven, 10/02/2017 - 21:50

I clandestini se si accolgono vanno mantenuti ma ma non devono circolare liberi, allora si facciano appositi campi.

19gig50

Ven, 10/02/2017 - 22:25

Votare al più presto per far finire tutto questo schifo.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Ven, 10/02/2017 - 22:40

E poi i cittadini contribuenti elettori italiani da sette generazioni dovrebbero credere all'affabulazione istituzionale a cui dovrebbero concorrere quando nelle stesse istituzioni sono tollerate, se non colluse, le illegalità ,,, come disse il buon Totò: ma mi faccia il piacere.

giginonapoli

Ven, 10/02/2017 - 22:51

solo votando Lega si pone fine a questo strazio.

Ritratto di cape code

cape code

Sab, 11/02/2017 - 02:28

pensaepoiagisci...si va be' perche' negli altri paesi non lo fanno...

Ritratto di Azo

Azo

Sab, 11/02/2017 - 06:59

Ci sono molti esemplari di politici, che vista la facilità con cui a fine mese sul loro conto bancario, ARRIVA DANARO FACILE, hanno persato di tenere la politica come copertura e sul sottofondo da bravi PAPPONI, fanno danaro, aprofittando sulla pelle dei migranti. Tra le alte cariche governative, del governo reggente,la cosa è risaputa, ma purtroppo anche i loro sudditi devono mangiare dal pentolone della falsità e della corruzione!!! """QUESTA È LA VERGOGNA, QUELLA VERGOGNA CHE ADDITA I POLITICANTI ITALIANI E DA LORO UNA CREDULITÀ DI CARATTERE MAFIOSO, CHE CON I LORO TENTACOLI STANNO CORROMPENDO MOLTI PARLAMENTARI DI TUTTO IL MONDO"""!!!UNA VERGOGNA CHE FÀ DI TUTTI GLI ITALIANI UN POPOLO DI ASINI CHE DALLA NASCITÀ SONO STATI MESSI I PARAOCCHI E DEVONO SEGUIRE IL PERCORSO DA LORO INDICATO, DA INDIVIDUI DUBBIOSI E FALSI!!!

Ritratto di daybreak

daybreak

Sab, 11/02/2017 - 07:28

Italia la patria del diritto...dei dritti.

umberto nordio

Sab, 11/02/2017 - 07:53

Queste Coop? Delinquenti e parassiti travestiti persone pie.

Ermanno1

Sab, 11/02/2017 - 08:07

AFFARE SOLO DELLE COOP ROSSE?? VI SBAGLIATE! È UN AFFARE DI TANTI UOMINI DI PARTITO AL POTERE SOPRATTUTTO FRA LE FILE DEL PD E DEL NCD!! IN SICILIA IL NUOVO CENTRO DESTRA DIRIGE GLI AFFARI DELLA ACCOGLIENZA!!! E STATE TRANQUILLI CHE PURE AI SICILIANI CHE MANIFESTANO IL DISSENZO SONO CHIAMATI RAZZISTI! BASTA FARSI UN GIRO E SI CI RENDE CONTO, CATANIA? IN OGNI ANGOLO CI SONO IMMIGRATI, NON SE NE PUÒ PIÙ... È SOLO BUSINESS!! SE GLI UOMINI AL POTERE SONO COINVOLTI COME PENSATE CHE SI RISOLVE IL PROBLEMA?

paolonardi

Sab, 11/02/2017 - 08:38

I comunisti, comunque si facciano chiamare, sono sempre stati dei bravi imbonitori, senza mai raggiungere la bravura del contadino, ma solo in Italia hanno raccolto tanto consenso da far dubitare dell'intelligenza dei nostri elettori che continuano a votarli. Mistero della fede, rossa.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Sab, 11/02/2017 - 08:45

Questo è niente: fra i tanti che criticano Trump sull'affaire immigrati, la cellulitica di Amburgo sta preparando un piano per espellere verso i luoghi di transito tutti gli immigrati che in Germania non otterranno diritto d'asilo. Naturalmente il governo Renziloni riprenderà quelli che saranno espulsi dalla Germania. Minniti che dici?

Georgelss

Sab, 11/02/2017 - 09:09

W la LEGA!!

tonipier

Sab, 11/02/2017 - 10:57

L'ITALIA OPPRESSA DAL FISCO" COOP. COOP. COOP... SE LA COOP SEI TU... paghi tu...

Una-mattina-mi-...

Sab, 11/02/2017 - 12:11

TRATTASI DI ARRICCHIMENTO CULTURALE A KM ZERO. PER TUTTI GLI ITALIANI CHE NON POSSONO VIAGGIARE, E VEDERE IL PEGGIO DEL MONDO, I MUNIFICI DELINQUENTI, CHE COMANDANO, LO CREANO DIRETTAMENTE QUI. FAVELAS E GHETTI, CE N'E' PER TUTTI I GUSTI, AMICI

kayak65

Sab, 11/02/2017 - 12:23

NON VOTATE PD E M5S.SONO LORO GLI ARTEFICI DI TUTTO QUESTO. COMPLICI E TRADITORI

nunavut

Sab, 11/02/2017 - 14:47

@ daybreak c'é già un illuminato che ha scritto un libro il cui titolo é:il diritto di avere diritti di S.Rodotà,ne lessi la metà poi dovetti smettere perché m'arrbbiavo.Non posso sopportare chi richiede diritti ma non parla mai dei doveri connessi con tale richiesta.