Bimba soffocata a Cosenza, fermata la madre. "Un omicidio volontario"

La donna è stata trovata semisvenuta in casa. Sottoposta a lavanda gastrica, è piantonata in ospedale

Foto d'archivio

I carabinieri le hanno notificato il fermo ieri sera. Giovanna Leonetti, biologa 37enne e madre della bambina di sette mesi trovata morta a Cosenza, è accusata di omicidio volontario aggravato per avere soffocato la figlia neonata con un cuscino.

È stato il marito della Leonetti a trovare la bambina priva di sensi, la moglie semisvenuta in poltrona con accanto a sé una scatola di farmaci. Non c'è stato nulla da fare per la piccola, che all'arrivo dei soccorsi era già morta, mentre la madre è stata portata in ospedale e sottoposta a lavanda gastrica.

La Leonetti è ora piantonata in ospedale.

Commenti

amledi

Dom, 21/02/2016 - 10:09

I vari TG ormai sono diventati veri e propri bollettini dei morti ammazzati. Almeno due terzi dei servizi giornalistici quotidiani parlano di omicidi di ogni genere. Si va dai classici e sempre più numerosi delitti per rapina, agli amanti che ammazzano i rispettivi patner, alle madri e ai padri che ammazzano i figli, ai figli che ammazzano padri e madri...Pur non essendo particolarmente credente,ho sempre più l'impressione che dietro a tutto quello che sta succedendo ci sia qualche disegno diabolico.