Bivacchi, negozi abusivi, letti con il pizzo: a Mineo e Pozzallo comanda il degrato

Bivacchi, negozi abusivi e letti con il pizzo. E il commissariato è andato in pezzi: "Chiederemo il Cara pure noi..."

Mineo, cuore di una Sicilia che offre agli occhi la sua parte più brulla. A pochi chilometri c'è la base Usa di Sigonella. Un tempo gli americani lì impiegati abitavano nell'enorme villaggio della Pizzarotti, lo stesso che gestisce il Cara (centro di accoglienza per richiedenti asilo) che, allo stato attuale, ospita 3.800 persone, delle quali 2.300 uomini single, 400 donne e la restante parte famiglie. Basta entrare dal cancello principale, presidiato full time da quattro militari dell'Esercito, per rendersi conto a che cosa si vada incontro. Centinaia di extracomunitari girovagano per il villaggio. La maggior parte gioca a calcio: nel campo predisposto, per strada. Ci sono negozi. Tutti abusivi, nessuno che rilascia lo scontrino. «Qui è così - ci spiegano i rappresentanti sindacali Sap che ci accompagnano - ognuno fa come vuole. All'interno di Mineo i reati più comuni sono spaccio, prostituzione, risse, liti. Siamo in media cento, tra polizia e carabinieri, a controllare 3.800 persone. Ed è un problema, perché quando ci sono stati episodi di violenza non è stato facile tenerli a bada». A Mineo da pochi giorni sono iniziati i lavori per l'hotspot, nonostante il parere negativo di tutti, persino del procuratore generale. Ospiterà i migranti in arrivo che devono essere identificati, prima di essere smistati sulle strutture di accoglienza. «Ogni tanto - spiega Giuseppe Coco, rappresentante del Sap di Catania - qualche extracomunitario non autorizzato entra facendo buchi nella recinzione e si nasconde. Quando li troviamo li buttiamo fuori. Qua dentro gli ospiti hanno creato dei bed and breakfast non autorizzati, prendono loro soldi per dormire».

I regolari hanno tutti i servizi garantiti e le cooperative che gestiscono l'accoglienza prendono 37 euro a migrante al giorno. Servono per dar loro cibo, 2,50 euro quotidiani, sistemazione. La Pizzarotti, invece, prende 8 milioni di euro per l'affitto della struttura. I migranti hanno stereo, wifi, parabole per vedere la tv. Bivaccano tutto il giorno. Qualcuno esce, va a lavorare al nero dagli agricoltori della vallata. Mantenuti di Stato, mentre le forze dell'ordine, in quattro turni quotidiani, li controllano senza sosta. Braccia e menti tolte a un territorio in cui gli affari della Mafia prolificano. Non si fa più attività investigativa, perché tutte le risorse confluiscono sul Cara. «Dobbiamo lavorare - prosegue Coco - in ottanta metri quadri in 42. Il tetto del commissariato di Caltagirone che ci ospitava è crollato e abbiamo dovuto trasferirci nella sede della polizia stradale. Quasi quasi chiediamo di andare al Cara - dice ancora ironicamente - almeno avremo spazio». Ripartiamo, direzione Pozzallo, dove c'è un hotspot controllato da una decina di rappresentanti delle forze dell'ordine e qualche militare. Ingresso vietato: il segretario generale del Sap, Gianni Tonelli, che ci accompagna, non può entrare. Il divieto arriva dal prefetto Mario Morcone, capo del dipartimento accoglienza del Viminale. A Pozzallo entrano le associazioni, persino i rappresentanti dei diritti dei detenuti, che non si sa che funzione abbiano. Ma Tonelli no, per Morcone non può andare a verificare le condizioni di lavoro dei suoi colleghi, diritto garantito dalla legge. Per cui riusciamo a vedere solo il cancello dell'hotspot. «È uno squallido e inqualificabile gesto di ripicca - dice Tonelli - perché ho più volte criticato le sue politiche gestionali sull'immigrazione. Per cui gli faccio una domanda: non crede di aver fatto già abbastanza danni a questo Paese? Non vuol proprio lasciarla quella poltrona? Si dimetta o vada in pensione. Ne avremmo tutti grande giovamento».

Commenti

unosolo

Ven, 27/01/2017 - 18:21

mi ripeterò si devono sostenere da soli e a fargli mantenere pulito e in ordine tutto quello che gli mettiamo a disposizione altrimenti questi si faranno sempre servire da chi li deve solo assistere , sono convinti che gli è tutto dovuto , si sono passati la voce che noi ci sottomettiamo e li aiutiamo in tutto , praticamente hanno messo sotto tutti i volontari che girano intorno a loro , praticamente campano di prepotenze e soprusi

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 27/01/2017 - 18:22

Questa è solo pa punta dell'ICEBERG che c'è dietro questo BUSINESS!!! AMEN.

Ritratto di semperfideis

semperfideis

Ven, 27/01/2017 - 18:22

Ma che schifo ci fanno accogliere...Ma che schifo chi li accoglie...tutti a casa Forza Trump Pulisci un po' l'Eurasia...

venco

Ven, 27/01/2017 - 18:23

Ognuno deve stare e vivere a casa propria, e si aiutino i più poveri di questi nei loro paesi. In ogni caso gli immigrati gli si da cibo e un tetto ma chiusi in appositi centri

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 27/01/2017 - 18:47

Uno scandalo nello scandalo. Chi sono i responsabili? La risposta è sicura e non cambia mai: Renzi e Alfano. E Gentiloni? Lui sta pensando, molto lentamente, come è suo costume: non può andare più veloce.

leo_polemico

Ven, 27/01/2017 - 18:52

Si diceva un tempo che, a chi ha fame NON bisogna dare da mangiare pesce o frutti della terra ma bisogna insegnare loro a pescare o a coltivare. PUNTO. Se vuoi solo vivere a scrocco con solo diritti e nessun dovere è meglio che te ne torni al tuo paese...

piazzapulita52

Ven, 27/01/2017 - 18:55

L'EUROASAFRICA DEVE FINIRE IMMEDIATAMENTE! MR. PRESIDENT DONALD TRUMP, PLEASE, HELP US!!! THANK YOU!!!

perseveranza

Ven, 27/01/2017 - 18:55

E oggi, solo nella giornata di oggi, la guardia costiera annuncia il "salvataggio" di altri mille "migranti". Mille solo oggi e siamo in pieno inverno. Avete idea di cosa accadrà quando il tempo migliorerà in primavera e poi in estate. L'Italia é finita.

honhil

Ven, 27/01/2017 - 19:16

Questa è l’Italia. Però le prima quattro cariche dello Stato, di questo stato di cose sono orgogliose, altrimenti cambierebbero registro. Invece, il loro abbraccio, più passa il tempo più diventa sempre più largo.

moammhedd

Ven, 27/01/2017 - 19:31

fratelli e sorelle sempre accoglienza sono la nostra risorsa non portano malattie ma portano molto lavoro

Maura S.

Ven, 27/01/2017 - 19:37

Ci vorrebbe un Trump anche in Italia.

Gm54

Ven, 27/01/2017 - 19:39

Scusate tutti. Ma bastano solo tre numeri a spiegare questo e molto altro: 3800 poveracci x 37 euro al giorno = 51.319.000 euro annui !!!!!!

Ritratto di malatesta

malatesta

Ven, 27/01/2017 - 19:40

Hanno battuto Grillo e gli hanno pure bagnato il naso..:REDDITO DI CITTADINANZA FOREVER", diritto di mugugno e protesta, diritto al telefono, TV e forse anche ad evidenti bisogni di sfogo ormonale,..siamo proprio un paese di bei "Volpini"..

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Ven, 27/01/2017 - 19:41

Lo Stato italiano sembra il povero bambino che viene preso a insulti, calci e sberle, e piange, e l'immigrato il bullo che lo malmena, impone e pretende. Il tutto controllato dai solerti giudici comunisti, attenti a che il bambino che piange non osi reagire. A questo siamo arrivati.

Ritratto di libere

libere

Ven, 27/01/2017 - 19:56

Vagoni piombati e smistati tutti, senza distinzione, verso la deliziosa stazioncina, quasi in disuso, dentro le mura vaticane. Lì potranno fare domanda di asilo politico direttamente presso la Santa Sede. Bye bye.

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Ven, 27/01/2017 - 19:57

Sarà sempre peggio perché ne arriveranno di più. Tutti spingono all'accoglienza senza se e senza: chi ci governa; i moralmente superiori; la chiesa; i falsi buonisti; l'UE; gli anti Trump; la cultura sinistroide; i media; il mondo dello spettacolo ed il cinema. Dietro, poi, girano affari scandalosi. Ora ci sta pure il film documentario di Francesco Rosi "Fuocoammare" che dopo il premio tedesco è candidato all'oscar divenendo, nel bene e nel male, un icona sul dovere obbligato all'accoglienza. Nessuno nega l'aiuto ai richiedenti asilo, quando è giustificato, o l'aiuto ai bisognosi che rimane doveroso. Sarebbe più logico, però, aiutarli nei loro territori per farli sviluppare e crescere a casa loro, giusto per il bene ed il quieto vivere di tutti e con costi molto inferiori.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 27/01/2017 - 19:59

Questa non è accoglienza, è businness.

ziobeppe1951

Ven, 27/01/2017 - 20:26

Leonida55...19.59...Le istituzioni itagliane non si muovono perché il business interessa anche a loro

killkoms

Ven, 27/01/2017 - 20:46

la schifezza dell'accoglienza e del "politicamente corretto"!

nordest

Ven, 27/01/2017 - 20:51

Cosa vi aspettate da questi selvaggi :a questa gente basta solo non lavorare.

Tuthankamon

Ven, 27/01/2017 - 22:00

Le peggiori previsioni stanno prendendo forma!

Jron

Ven, 27/01/2017 - 23:31

.....AAAHHHHHHH ecco perché continuiamo a prenderne a carrettate! Ora è tutto chiaro.

justic2015

Ven, 27/01/2017 - 23:35

@ gm54 vedii che 3800 x37 porta a casa 140600,00 euro e non 5131900 ti sei sbagliato di grosso studia i numeri .

lento

Sab, 28/01/2017 - 08:30

I bimbi sono bene accetti ;Ma i giovani devono tornare nelle loro terre a zappare !

Riflessioni_de

Sab, 28/01/2017 - 09:08

Anche con il nuovo “Hotspot” il problema non si risolve! Prima di tutto l’Hotspot andrebbe costruito su un’isola del mediterraneo , magari ampliarla come fanno cinesi nel “mar cinese meridionale” e controllarlo con solo militari, filtrare dovutamente i richiedenti asilo e solo a questi, dare il lascia passare temporaneo per l’Europa, cosi come e’ stato fino ad una trentina di anni fa’ alle frontiere europee!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 28/01/2017 - 11:00

E' bene sapere che in Africa non si moriva di fame fino a pochi decenni fa. La riduzione dell'Africa alla fogna che è oggi è stata DELIBERATAMENTE prodotta dalle politiche mondialiste dell'elite usurocratica anglosionista. Oggi applicano la stessa ricetta all'Europa. Guardate alla Grecia (non credete alla narrativa sull'indebitamento... quello è stato indotto proprio per ridurla così)

paràpadano

Sab, 28/01/2017 - 11:16

Questi pia piano ci faranno fare la fine di Marco Antonio Bragadin l'eroe cristiano di Famagosta scuoiato vivo dai musulmani .

giancristi

Sab, 28/01/2017 - 11:30

Si continua a non capire che I MIGRANTI SONO TROPPI E NON POSSIAMO FARE ENTRARE TUTTA L'AFRICA! Questa è la conseguenza della predicazione di UN PAPA COMUNISTA!

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 28/01/2017 - 12:09

Era una cosa ovvia. Non è nemmeno una notizia, il pd non è in grado di gestire un pollaio e volete che riesca a gestire questa follia.

Anonimo (non verificato)