Bologna, esami non dati dietro la scomparsa dello studente. Poi il lieto fine

L'appello di amici e genitori dell'universitario: "Carlo stai tranquillo, torna presto a casa da noi"

Non si avevano più notizie di lui da venerdì scorso. Ma ora Carlo Nuzzi, studente universatario di Bologna, si è fatto vivo con i genitori.

La scomparsa del ragazzo originario di Corigliano Calabro (Cosenza) sembrava non trovare una spiegazione. Amici e parenti si sono subito attivati per far circolare la fotografia e per lanciare appelli online. Con il passare dei giorni è però emersa la motivazione che avrebbe spinto Carlo ad allontanarsi da casa. I carabinieri hanno infatti scoperto che lo studente di Farmacia non era prossimo alla laurea, così come aveva raccontato ai genitori. Probabilmente il timore di raccontare la verità gli ha fatto prendere la decisione di andarsene.

Dopo quasi una settimana lo studente ha fatto un passo indietro, scongiurango la paura che gli potesse essere successo qualcosa di grave. Come riporta Repubblica.it, Carlo ha telefonato ai genitori confessando di trovarsi a Barcellona e di voler far ritorno dai propri cari. Non avendo soldi in tasca, gli amici del ragazzo si sono subito attivati per trovare un posto in cui farlo alloggiare prima di prendere il volo del ritorno.

Commenti

esulenellamiaPatria

Gio, 03/08/2017 - 19:32

Ancora con queste stupidaggini!A 28 anni un "ragazzo originario di Corigliano Calabro"? A 28 anni si è uomini ,nemmeno giovani.Comunque il ragazzo (furbo) era a Barcellona.Saluti.