Borgo Mezzanone, immigrato ferito nella baraccopoli

Pochi giorni fa un ghanese è stato ucciso

Un nuovo episodio di violenza macchia di sangue la baraccopoli di Borgo Mezzanone, nel Foggiano. Ieri notte un immigrato di origine nigeriana è stato accoltellato alla spalla e al braccio. L'uomo dopo essere stato ferito si è recato nell'infermeria del Cara, il centro di accoglienza per richiedenti asilo che confina con la baraccopoli della piccola frazione tra Foggia e Manfredonia.
Per le ferite di arma da taglio, l'uomo è stato immediatamente trasportato negli "Ospedali Riuniti" di Foggia dove, dopo essere stato medicato dai sanitari, ha avuto una prognosi di dieci giorni.
Gli inquirenti ora indagano sull'accaduto. Intanto l'uomo ha dichiarato di essere stato ferito da un altro immigrato che risiede nella tendopoli.

Meno di una settimana fa c'è stato un nuovo omicidio a Borgo Mezzanone. Vittima un altro immigrato. Un cittadino di origine ghanese. L'uomo è stato ucciso con due colpi di pistola. Sul caso sono in corso le indagini. Quattro stub, gli esami tecnici per verificare la presenza di polvere da sparo su corpi e indumenti, sono stati effettuati dai carabinieri del comando provinciale di Foggia. Si tratta di quattro cittadini extracomunitari, due bulgari e due marocchini.