Brennero, armi da guerra e droga sequestrati dalla polizia

Questa mattina, durante un normale controllo autostradale al Brennero, la Polizia di Stato ha sequestrato diversi tipi di armi da guerra e droga, arrestando due cittadini albanesi

Nella tarda mattinata di oggi, al Brennero, la Polizia di Stato ha effettuato un'importante colpo contro il traffico internazionale di armi da guerra e droga, sequestrando un carico di armi e droga; gli uomini della Polizia, stamane, erano infatti impegnati a svolgere un normale controllo autostradale al Brennero.

Il personale del commissariato del Brennero è riuscito a sequestrare molte armi di diverso tipo e una gran quantità di droga. In particolare, sono state rinvenute 4 pistole mitragliatrici Scorpion e 4 pistole semiautomatiche (tre Heckler & Koch e una Glock) e 240 proiettili 9x19.

Oltre alle armi, però la Polizia del Brennero ha trovato anche ben 9 chili di cocaina per un valore di 10 milioni di euro circa. Il carico di soldi e droga è stato rinvenuto all'interno di un tir ed era tutto nascosto fra gli alberi di Natale. Il veicolo, proveniente dall'Olanda, viaggiava lungo il Brennero ed era diretto in Albania, quando è stato fermato dagli agenti nei pressi della barriera autostradale di Vipiteno. Alla guida del tir c'erano due cittadini albanesi di 40 e 45 anni, che sono stati prontamente arrestati e portati al carcere di Bolzano.

In merito a questa operazione della Polizia, il dirigente della squadra mobile di Bolzano, Giuseppe Tricarico, ha affermato: "Si tratta di certo di uno dei sequestri di armi da guerra più importanti negli ultimi decenni al Brennero". Tricarico ha anche voluto sottolineare che questo sequestro è solo l'ultimo di una lunga serie avvenuto al Brennero: "Il Brennero si conferma una delle tratte di traffico illecito, come dimostra il sequestro di 50 chili di hashish e di sette chili di cocaina negli ultimi giorni".

Commenti
Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 01/12/2018 - 06:25

vabbè fra qualche giorno saranno liberi in Italia ci sono già..