Brindisi, spunta l'ipotesiche ci sia un "committente"

La confessione di Vantaggiato non convince: manca il movente. I pm: "Vuole occultare il concorso di altri". Il sindaco di Mesagne: "L'ordigno pesava 100 chili"

Giovanni Vantaggiato, l'uomo che secondo i pm ha azionato la bomba che ha ucciso Melissa Bassi e ha ferito cinque ragazze, non ha agito da solo. Nel decreto di fermo, infatti, gli inquirenti puntano il dito contro il movente, che continua ad essere oscuro. Il 68enne ha confessato di aver piazzato e fatto esplodere l'ordigno davanti alla scuola Morvillo Falcone, di aver progettato e messo a segno l'attentato da solo, ma non ha saputo (o forse voluto) dire il perché del gesto. Questo fa sospettare che voglia "occultare il concorso di altri". Ma non solo. Davanti ai pm l'uomo si sarebbe tradito e avrebbe detto "Abbiamo piazzato la bomba". Nel decreto di fermo, inoltre, si parla anche della possibilità che l'attentato sia stato ordinato da qualcuno. "Riguardo l’ipotesi della presenza di un’altra persona che potrebbe avergli detto di farlo allo stato l’unica indicazione si riferisce solo all’uso del plurale fatto più volte dal fermato nel corso dell’interrogatorio. Almeno due o tre volte", spiegano gli inquirenti.

Per il momento, mentre si aspetta la convalida del fermo per Vantaggiato, non ci sarebbe comunque nessun altro indiziato, come conferma il capo della direzione anticrimine centrale della polizia, Francesco Gratteri:  "Gli elementi di responsabilità conducono solo alla sua persona". Il sospetto però che ci siano complici viene anche al sindaco di Mesagne, Franco Scoditti, secondo cui il killer deve essere stato aiutato da qualcuno: "Le bombole pesavano complessivamente 100 chili, non penso che abbia potuto fare tutto da solo".

Il procuratore della Dda di Lecce ieri ha spiegato che quello del concorso in strage è stato contestato anche per lasciare aperta "ogni eventualità". In ogni caso, oltre alla confessione, contro Vantaggiato ci sono diversi elementi. Le telecamere di sicurezza nei luoghi vicino alla scuola, infatti, hanno ripreso entrambe le sue auto sia la notte tra il 18 e il 19 maggio (quando è stata piazzata la bomba) sia poco prima e poco dopo l'esplosione. Per nascondere le bombole, l'uomo avrebbe usato un cassonetto utilizzato in diverse zone nel salentino, anche vicino al suo distributore. La detenzione nel carcere di Lecce, inoltre, è giustificata dal possibile pericolo di fuga.

Commenti

Giulio42

Ven, 08/06/2012 - 09:38

Mi sembra strano che vendendo bombole di gas si possa comprare ville e barche da crocera.

linoalo1

Ven, 08/06/2012 - 09:48

O forse,se fosse proprio lui il colpevole, vuole essere giudicato malato di mente con tutte le attenuanti del caso!Comunque,i casi sono due:o è un pazzo o non è stato lui!Io sono più per la seconda ipotesi.Lino.

migrante

Ven, 08/06/2012 - 10:28

uhm !...allora non e`il gesto di un "pazzo"...non mi verrete dire che chi lo ha "aiutato" verra accusato di "concorso e favoreggiamento in pazzia"...ieri c'e`stato un fiorire di articoli e commenti che mettevano in risalto come l'avessero fatta fuori dal vaso tutti quelli che richiamavano mafie e terrorismi vari, a parte che non capisco tutto 'sto gioire per l'eventualita`, non capisco neanche la motivazione di tanta sicurezza !..che non fosse coinvolta la Mafia "classica" lo dice anche la logica, ma cio`non toglie che la vicenda puzza !!!...ed ha iniziato a puzzare fin da subito...l'ho gia`detto e lo ribadisco...perche`gli inquirenti hanno parlato di "strage evitata" per il malfunzionamento del timer e poi sono passati al cassonetto con l'antifurto ?

michele lascaro

Ven, 08/06/2012 - 10:52

Una volta, moltissimi anni fa, quando nelle indagini gli organi inquirenti usavano qualche manciata di sale in bocca, questo mascalzone avrebbe immediatamente parlato, facendo nomi e cognomi, perché, è chiaro, non ha potuto far nulla da solo. Oggi però si usano sistemi per educande, per cui dubito che possa riferire fatti e circostanze plausibili.

italo zamprotta

Ven, 08/06/2012 - 10:58

"Potete interrogarmi quanto volete tanto poi ci sarà un giudice".Poi in carcere:"Quanto tempo debbo restare qui?".Queste due frasi ci danno il ritratto completo di un vero criminale,che crede di poter impunemente farsi beffe della giustizia e dell'opinione pubblica.Comunque siano andate le cose,potrebbe già essere condannato all'ergastolo per direttissima,con l'aggravante di motivi abbietti.In carcere gli farei scontare anche alcuni anni di isolamento.Interdizione perpetua dai pubblici uffici. Un vero e proprio morto vivente.Ovviamente niente infermità o seminfermità mentale, acrobazie inventate dal ridicolo sistema giuridico italiano.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 08/06/2012 - 12:00

Vantaggiato, deve essere punito con il massimo rigore, ma il Giudice che ha dato il verdetto di Libertá per i suoi truffatori é correo, secondo la Rai Vantaggiato é stato truffato di 300,000 Euro, e di questi tempi questa somma puo rovinare un Imprenditore se non viene pagato. Il,Giudice ha lasciato in Libertá i suoi truffatori la prima volta é lo stesso Giudice e stato scelto per l,appello, logico che Vantaggiato ha pensato che lui lascera in libertá i truffatori anche la seconda volta, se Vantaggiato é colpevole il Giudice cosa é?, non si puo rovinare una persona é pretendere che lui accetti questo. Questo, caso propone ancora una volta la responsabilitá civile dei Magistrati, Vantaggiato si é sentito cornuto e mazziato non solo non viene risarcito, ma deve anche pagare il suo Avvocato, questi verdetti fanno saltare i nervi a chiunque, io mi meraviglio che ancora in Italia nessuno ha ammazzato qualche Giudice!. Vantaggiato, ha solo sbagliato la Persona da colpire!.

franky6464

Ven, 08/06/2012 - 12:05

consegnarlo subito ai parenti della vittima

opzionemib0

Ven, 08/06/2012 - 12:07

il popolo bue ...ancora non mena.sono fortunati.

Ritratto di tony68

tony68

Ven, 08/06/2012 - 13:21

salve , e ci vogliono far credere che sia stato lui ad organizzare l' attentato ?Chi ha costruito la bomba non può essere un principiante,deve essere una persona esperta ,ha guardarlo bene sembra un fessacchiotto alla paccianiDistinti saluti

Ritratto di gian td5

gian td5

Ven, 08/06/2012 - 13:34

Se il sindaco Scoditti usa lo stesso pressapochismo per fare i conti del suo comune, poveri Mesagnesi! Tre bombole VUOTE, altrimenti l'esplosivo non entra, pesano al massimo 40 Kg, gli inquirenti dovrebbero chiedersi invece come ha fatto l'assassino a svitare le valvole per introdurre l'esplosivo, questa operazione richiede una attrezzatura specifica, difficilmente reperibile in commercio.

albertohis

Ven, 08/06/2012 - 13:35

Pare abbia confessato, ma gli elementi di dubbio restano. Manca il movente, e non è poco. Ha trasportato da solo tutto l'armamentario? Ha confezionato da solo detonatore/timer? Gas/esplosivo? Obiettivo scuola/tribunale? Dubito abbia agito come lupo solitario; ha fatto però quasi di tutto per dare nell'occhio. Utile idota o pazzo criminale? Di cose da spiegare ne ha molte, la situazione non è ancora chiara.

Ritratto di scandalo

scandalo

Ven, 08/06/2012 - 13:42

mi hanno tolto l'appalto e aggio messo a bomba!! ste teste de ******* !! e che cazzù io voto pure vendola nu poco ********* l'importante è che ottenga di nuovo l'appalto !! e che cazzù sùgno nu terrune nù verace terrune !! aha aha aha !! aha aha aha !!

Ritratto di mina2612

mina2612

Ven, 08/06/2012 - 14:23

La confessione di questo assassno è servita per mettere in luce, se prima c'erano dei dubbi, che il vero 'autore' fosse qualcuno di molto potente e di averlo alle sue dipendenze, tanto potente da arricchirlo.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Ven, 08/06/2012 - 14:32

Quanto dista Avetrana da Brindisi? C'è mica un virus che accomuna certi personaggi da zi' Michele a babbo Giovanni?

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Ven, 08/06/2012 - 14:38

Quanti petardi ci vogliono per ricavare trenta kg di polvere nera? Qui nulla è coerente. L'unica cosa certa è l'idiozia del sicario.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 08/06/2012 - 14:36

#aLBertoHis. Se, lei vuole sapere il movente di questo fatto folle?, il movente é che Vantaggiato e stato truffato di 300,000 Euro, e lui ha fatto causa al truffatore e il giudice ha condannato il truffatore a solo 6 mesi, lui é andato in appello sperando di avere i 300,000 Euro risarciti, ma in appello c,éra di nuovo lo stesso Giudice della prima volta. Vantaggiato, temeva che questo Giudice avrebbe di nuovo lasciato libero il truffatore, questo é stato detto a Rai1 Mattina, se cio é vero questo Giudice e corresponsabile della morte della Ragazza, perche non si puo rovinare un Imprenditore negandogli un risarcimento da un truffatore, Vantaggiato deve essere punito ma il Giudice che gli ha negato il risarcimento dovrebbe essere punito anche lui. In, questi tempi 300,000 Euro sono una somma enorme, e non si puo negare il risarcimento a chi e stato truffato, secondo me quest,uomo si é sentito preso per il lulo, solo che ha sbagliato il bersaglio perche la Ragazza non gli ha fatto niente

Random64

Ven, 08/06/2012 - 15:08

#16 Pasquale Esposito e no! la ragazza non si doveva toccare.e neanche la scuola..caso mai doveva sfidare all'ok korral il giudice infame..o concentrarsi su chi lo aveva fregato..mò adesso mi frega uno e per protesta salta un "bar"..questo sarà stato truffato fregato..ecc ma deve pagare duro..un certo Muzio Scevola(altri parametri, altri uomini) uccidendo l'uomo sbagliato davanti al re etrusco Porsenna se non erro(che era anche il suo obbiettivo) mise la mano che aveva "sbagliato" nel fuoco!! questo assassino come si redime per l'errore? seguendo anche la sua logica? si dovrebbe impiccare!!

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 08/06/2012 - 15:38

#random64. Lei, ha ragione al 100% ed io non ho niente da aggiungere a quello che dice lei, il certo Muzio Scevola disse a porsenna se io ho sbagliato a Roma ci sono altri 500 che prenderanno il mio posto! Io,non volevo giustificare Vantaggiato, ma volevo solo dar da pensare sulla riforma della Giustizia che riguarda la responsabilitá dei Magistrati, non é piu possibile che ci siano persone al di sopra della legge, é se dei Giudici comprono Putta... e é Mafiosi! chi me lo dice che questo Giudice non ha incassato tangenti dal truffatore?; DIPIETRO DOCET!. La, Ragazza non si doveva assolutamente toccare, MAI! E POI MAI! UNA RAGAZZA CHE SI AFFACCIA ALLA VITA; É ANCORA NON SÁ COSA É L;AMORE É COME UNA SANTA!. cordialita.

Ritratto di Gaidem

Gaidem

Ven, 08/06/2012 - 16:09

Mi dispiace che anche il Giornale sembra accodarsi alla sindrome complottista che in Italia da quaranta e passa anni caratterizza il sinistrume più retrivo. Le corrispondenze da Copertino parlano del Vantaggiato come di un uomo molto attaccato al denaro, che a causa del passaggio - anche di molte scuole, fra l'altro - dal gasolio al metano, aveva visto il suo giro d'affari, e conseguentemente il suo tenore di vita un tempo elevato, scemare man mano. A ciò aggiungasi un carattere da tutti descritto come assai chiuso e rancoroso (con un fratello un tempo suo socio, era da decenni che non si parlavano dopo aver litigato; un altro ha affermato che non si sentivano nemmeno a Natale, pur abitando nello stesso paese), e la rabbia montatagli dentro per non aver ottenuto giustizia circa la truffa da 300mila euro subita. Non capisco proprio perché, per una volta che gli inquirenti riescono in tempi rapidi a risolvere un caso così difficile, si debba rovinare tutto con mille inutili dietrologie!

lunisolare

Ven, 08/06/2012 - 17:02

L'attentatore narciso che si mostra con generosità davanti alle telecamere è una strana vicenda da interpretare se invece la consideriamo come tattica per depistare, così per le auto in sosta. L'attentatore che per fatalità preme un aggeggio nell'attimo che è inquadrato è surreale se non farsesco. L'uomo che odia il mondo, cioè un paranoico una ragione delirante la tira fuori, questo invece non sa perchè ha messo le bombole ed ha ammazzato delle studentesse, aspettiamo altre dichiarazioni farneticanti per commentare questa amara commedia.

Ritratto di mina2612

mina2612

Ven, 08/06/2012 - 17:22

Mi sembra eccessivo legittimare questo assassino di innocenti con tante giustificazioni più o meno plausibili. D'accordo che è stato gabbato sia dal cliente che dal giudice e che non crede più nella nostra giustizia, ma questo è un altro cancro italiano. Se avesse voluto fare un gesto inconsulto aveva a disposizione altri bersagli. Io resto sempre dell'avviso che ci siano stati altri personaggi e altri motivi all'origine di tutto questo: se uno va fuori di testa non programma nei minimi particolari un probabile eccidio.

gurgone giuseppe

Ven, 08/06/2012 - 21:16

Il regime consociativo che da molti decenni domina l'Italia, si regge ideologicamente sull'antifascimo e sull'antimafia. Istituzioni e leggi create ad hoc per lottare queste presunte minacce svolgono in ultima analisi il ruolo di avallare come reali fenomeni che sono veri e propri artifici mediatici. Qualsiasi persona un pò edotta in economia sa che nel grado di sviluppo raggiunto dall'Italia è impossibile un ritorno al Fascismo,periodo che è stato fase di accumulo primitivo. Ed è tanto più strumentale che siano i comunisti(?) a tenere in piedi questo spauracchio.(E Marx?) L'altro spauracchio, la mafia,è un espediente inventato dal PCI per contendere alla DC risorse e appalti di Sicilia. Oggi serve ai partiti consociati a eliminare, con accuse, concorrenti politici ed economici,e preservare il loro monopolio sugli affari del Sud. Quindi non accettano che un pazzo possa mettere una bomba ma devono insinuare paura, tensione: la mafia,il terrorismo; e allora cortei di sostegno al regime.

Albi

Ven, 08/06/2012 - 21:10

Probabile che qualche trentenne del tribunale di Brindisi stia cercando il modo di passare il tempo che lo separa dalla pensione........

Albi

Ven, 08/06/2012 - 21:12

Poveri professionisti dell'antimafia rimasti a bocca asciutta....

Ritratto di Riky65

Riky65

Ven, 08/06/2012 - 21:43

Tutto puzza di bruciato nel senso non della bomba ma dalla ricerca spasmodica del colpevole come sempre ultimamente dai tempi dell'Italicus o la morte di Feltrinelli oppure di castelli eccetera . Il complottismo si spreca ma i candidati manciuriani dell'era kennedy da tempo si usano anche in italia.

voce.nel.deserto

Ven, 08/06/2012 - 21:44

Non è da escludersi che sia stato aiutato da qualche dipendente ottuso e fedele,sia in questo caso che in quello precedente.

antiquark

Sab, 09/06/2012 - 09:09

La bomba l'ha fatta esplodere con un telecomando a distanza, vedendo le ragazzine che passavano li davanti. E' un pazzo criminale assassino, non puoi prendertela con ragazzi e bambini. Se dicessi la pena che meriti mi tagliano l'articolo, ma ti vedrei volentieri tra i carnefici di Auschwitz