Bullizzata per il peso, una 18enne si è uccisa davanti ai genitori

Brandy si è puntata una pistola al petto e ha fatto fuoco. Sui social insulti crudeli

La sorella di Brandy in lacrime in un'intervista con la Cnn

"Le dicevano cose tremende, come 'Ma perché sei ancora qui'. La chiamavano grassa, brutta. Era bellissima, assolutamente stupenda; l'unico punto su cui la gente poteva attaccarlo era il suo peso". Sono parole di grande dolore quelle pronunciate da Jackie Vela, sorella di Brandy, che si è uccisa a 18 anni per colpa dei bulli che da tempo la perseguitavano.

Aveva 18 anni Brandy Vela. Brandy che ha imbracciato una pistola, se l'è puntata al petto di fronte ai genitori che la imploravano di fermarsi, e ha fatto fuoco, distrutta dall'incessante sequela di insulti che le si riversavano addosso, come sempre era stato.

Dalla crudeltà dei bulli, che si erano spinti a creare falsi profili su Facebook pur di scriverle messaggi ingiuriosi e avvilenti, siti online in cui accanto al suo numero di telefono e al suo nome comparivano inviti espliciti: "Regala sesso gratis".

"Usavano un'applicazione e non era possibile rintracciarli", racconta ancora Brandy. Per questa la polizia, a cui la famiglia si era rivolta, dopo che Brandy aveva anche cambiato il suo numero di telefono, non aveva potuto fare nulla.

In un messaggio mandato pochi giorni prima dell'estremo gesto, parole che ora la sorella - che racconta la storia alla Cnn - rilegge con dolore infinito. "Ti voglio così bene. Ricordatelo, ti prego. E scusami per tutto".

"Avete ottenuto quello che volevate - dice ore il fratello maggiore, Victor -. Ora spero che siate felici".

Commenti

buri

Sab, 03/12/2016 - 11:20

il bullismo in tutte le sue forme dovrebbe essere perseguito come reato e punito severmente

Martinico

Sab, 03/12/2016 - 11:26

Mi appare evidente perché è cosi facile fare terrorismo in maniera comoda. Come è possibile che non siano riusciti a individuare da dove arrivavano le minacce e le diffamazioni. Ma che organi di sicurezza e prevenzione abbiamo in questo mondo che vuole essere riconosciuto come PRIMO mondo.

Anonimo (non verificato)

Gasparesesto

Sab, 03/12/2016 - 12:13

Chissà magari . . se fosse anda da un piscanalista . .

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 03/12/2016 - 12:15

----scusate ma non riesco a prendere una posizione contro i bulli tout cort---sono contro le forme di bullismo e vessazione fisica-questo si -in questi casi vanno presi provvedimenti-----ma non riesco a condannare del tutto il bullismo psicologico e verbale---credo che sia un elemento che faccia parte della vita e della durezza della vita stessa---si deve cercare di capire quali siano le cause che generano una enorme fragilità psicologica nelle nuove generazioni e cercare di curare e trovare soluzioni a queste---piuttosto che eliminare il bullismo psicologico che è cosa impossibile da fare----hasta

Ritratto di LBenedetto

LBenedetto

Sab, 03/12/2016 - 12:26

Vado contro corrente e so che mi attirerò strali a non finire... ... però ora basta! Ora lo si chiama bullismo e si vuol a tutti i costi difendere i minori "bullizzati"! Ma questo "bullismo" è sempre esistito, si chiamava SELEZIONA NATURALE! A forza di difendere da tutto e tutti i minori si è cresciuta una generazione senza spina dorsale, una generazione che sta supinamente accettando l'invasione islamica, l'islamizzazione forzata delle nostre latitudini! Sarò brutale ma NON piango se chi non è in grado di reggere la pressione senza "aiutini" non arriva a riprodursi

Ritratto di do-ut-des

Anonimo (non verificato)

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 03/12/2016 - 12:49

perchè non si è consigliato con i famigliari e apprendere una cura dimagrante? almeno stava meglio lei e forse l'avrebbero invidiata invece di prenderla in giro.

guardiano

Sab, 03/12/2016 - 12:49

Victor, se questa cosa fosse successa a mia sorella, passerei la vita alla ricerca di questi delinquenti per fargliela pagare duramente.

cgf

Sab, 03/12/2016 - 12:53

con genitori meno iperprottettivi i figli imparerebbero a cavarsela molto meglio da soli, ricordo che quando si prendeva un pugno lo si poteva restituire, non si andava da mamma perché chiamasse l'avvocato. C'erano molti, moltissimi meno bulli.

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 03/12/2016 - 13:00

---------tout cort=tout court----errata corrige

illupodeicieli

Sab, 03/12/2016 - 13:00

Se trovi i bulli o lo stalker li deve prendere a legnate. Come diceva il buon Bud o anche piedone: lo sai che si guida male con le braccia ingessate?

illupodeicieli

Sab, 03/12/2016 - 13:03

Aggiungo che bullo o stalker deve sapere che non deve più rompere le scatole a tizia o caio! Le bastonate non gli arriveranno dal cielo, ma da più vicino. Un conto e sfotticchiare un'altra cosa e puntarmi tutti i santi giorni:allora mi ribello e ti rompo le ossa.

Ritratto di ALBACHIARA333

ALBACHIARA333

Sab, 03/12/2016 - 14:11

QUANTI POVERI GIOVANI SI UCCIDONO PERCHE' VITTIME DEL BULLISMO, QUEST BULLI DOVREBBERO PAGARE SALATAMENTE QUESTE CATTIVERIE CHE LE LORO MENTI BACATE PARTORISCONO

titina

Sab, 03/12/2016 - 14:58

x do-ut-des. Fare una cura dimagrante significa fare ciò che dicono gli altri ed essere sempre dipendenti dagli altri. Se fosse successo a mia figlia le avrei detto di scrivere: a me piaccio così e me ne infischio di cosa pensate voi

Brexit

Sab, 03/12/2016 - 16:03

Selezione naturale dice LBenedetto? Si, andava fatta, prendendo quella pistola e aprendo il fuoco su tutti i bulli della terra fino a estinguere il genere umano se necessario. La peggiore feccia della terra, ora protetta dall'anonimato di tutti questi bullshit social network . Sono i vigliacchi che vanno selezionati ed eliminati con metodi brutali se necessario, i deboli casomai vanno difesi. Non tutti hanno la fortuna di nascere un Adone come LBenedetto. La difesa personale anche se applica un certo grado di violenza e' l'unica forma di risposta a questa societa' patetica.

GabrieleD.97

Sab, 03/12/2016 - 16:51

"Non era possibile rintracciarli". Mi immagino le risate della Cia...Comunque spero che con Trump cambi completamente questa cul-tura dei giorni d'oggi.

Aleramo

Sab, 03/12/2016 - 17:20

A parte la compassione per questa povera ragazza, concordo - bisogna insegnare ai ragazzi e alle ragazze a difendersi da soli.

Ritratto di kikina69

kikina69

Sab, 03/12/2016 - 17:36

Il bullismo può avere effetti devastanti..per una donna poi incentrare l'insulto sull'aspetto fisico e in particolare sl peso vuol dire essere proprio crudeli. spero in punizioni esemplari!!

Ritratto di cicciomessere

cicciomessere

Sab, 03/12/2016 - 18:39

@elkid , la vita e' dura certo , e se la poverina invece di suicidarsi avesse preso il cannone e fatto saltare qualche testa di m.... che senza dubbio conosceva , per me sarebbe stata la durezza della vita, e non colpa della ragazza.I bulletti di oggi , saranno i delinquenti e i criminali di domani . Bisogna eliminarli subito.

mariolino50

Sab, 03/12/2016 - 19:01

I ragazzi di oggi non sopportano più nulla, i bulletti ci sono sempre stati, e quando non c'era internet e tutte queste bischerate, gli scherzi anche pesanti venivano fatti direttamente in modo reale, non virtuale. Che farebbero questi se dovessero fare ancora il militare di leva, dove il nonnismo ne faceva di angherie vere e fisiche, sopportavi e aspettavi che arrivasse il tuo turno, faceva parte del sistema. Quando si scontreranno col mondo del lavoro come faranno, e li devi inghiottire e stare zitto se vuoi campare.

galerius

Sab, 03/12/2016 - 19:04

Provo pena infinita per questa ragazza e per i suoi familiari. SPero che chi ha causato questa tragedia la paghi cara, prima o poi. Uccidersi MAI E POI MAI, però...non solo è un passo senza ritorno, ma di fatto è come darla vinta alla marmaglia di questo disgraziato mondo.

bobots1

Sab, 03/12/2016 - 19:15

Povera ragazza. Sono d'accordo quando si dice che una volta ci si difendeva da soli...oggi però non si può. Provate a dare una sberla a qualcuno: grane a non finire. Oggi possiamo rivolgerci alle autorità che il più delle volte non possono o non vogliono fare nulla. Una volta non c'erano i social media dove oggi anonimamente uno in modo facilissimo può dire ad una moltitudine di persone cattiverie brutali...false e vere! I tempi purtroppo o per fortuna sono cambiati...

zen39

Sab, 03/12/2016 - 19:38

"Usavano un'applicazione e non era possibile rintracciarli". Ecco dove sta il problema. Se questi "vigliacchi" sapessero di essere perseguiti non ci proverebbero. Il web è lo specchio dell'essere umano può raggiungere le più sublimi vette dell' arte e dell'amore e spofondare nelle piu infime forme del male. Ma chi governa non può stare a guardare dicendo che non c'è nulla da fare. Perchè certi siti possono essere oscurati e altri no ? Chi ha in mano il web deve essere sottoposto a delle regole, la libertà autentica non è quella di fare impunemente il male. E' una strumentazione illusoria quella del potere che asserisce che il web deve essere accessibile a tutti senza limitazioni. Le regole esistono dappertutto fuorchè sul web ? Allora ogni governo del mondo è responsbile di queste morti non possono lavarsene le mani esse sono sporche di questo sangue innocente.

gianni59

Dom, 04/12/2016 - 01:10

mariolino50 le devo far notare che dalle sue parole emerge una figura altamente frustrata. Le consiglio di consultare un professionista per risolvere i suoi problemi. Non lo sto dicendo ironicamente o senza avvedutezza è un consiglio che le do con attenzione e partecipazione.

Ritratto di luigin54

luigin54

Dom, 04/12/2016 - 05:09

Bisogna cominciare a punire anche se hanno meno di 14 anni è ora di finirla con questo lassismo e buonismo del Menga. Poi se i genitori si lamentano puniamo pure loro che non sono stati in grado di educare i figli.

elpaso21

Dom, 04/12/2016 - 09:38

Il rimedio a tutto ciò è la stima di se stessi, bisogna far qualcosa per accrescere l'autostima, lo scopo del cyberbullismo è quello di ferire la vittima, ma se questa rimane indifferente allora cessa, ma, se anche non dovesse cessare va semplicemente ignorato (da persona dotata di autostima), altrimenti allora sì, va a segno, mentre invece agli insulti "diretti" e non virtuali bisogna replicare con la massima fermezza, e voglia il cielo che un "bullo" non mi capiti tra le mani.

paolonardi

Dom, 04/12/2016 - 10:14

Quando ero un adolescente ero magrissimo e mi scontravo con le angherie dei bulli che sono sempre esistiti, ma mi sono sempre fatto valere e non ho sottostato alle loro pressioni, mai.

routier

Dom, 04/12/2016 - 14:26

Il futuro dell'umanità è nella collaborazione (in senso lato). Al contrario, la competizione segnerà la sua fine in tempi brevi. Chiunque dotato di elementare buon senso ne è consapevole. Gli sciocchi, no!