Un parroco che difende Salvini: 'Civiltà nasce da muri e confini'

Non ci sono solo ecclesiastici progressisti critici verso il governo: spunta un altro parroco che sembra in linea con l'azione del ministro Salvini

Esiste una narrativa sulla Chiesa progressista, che tutto predica tranne la difesa dei valori tradizionali, e poi c'è un piccolo emisfero ecclesiastico, di cui il parroco di cui stiamo per parlare sembra far parte, che la pensa in maniera diametralmente opposta rispetto alle alte gerarchie.

Tanto che Padre Giacobbe Elia, che è stato intervistato dal quotidiano La Verità, non si è limitato solo a decantare la positività storico-sociale che risiede alla base della costruzione dei muri, quindi dei confini, elevati a cruciali per la edificazione di una qualsiasi civiltà, ma si è addirittura spinto sino a tutelare, da un punto di vista dottrinale, l'utilizzo pubblico del crocifisso fatto dal ministro dell'Interno Matteo Salvini nella passata campagna elettorale e nei momenti subito successivi, parlando anche di un gesto che "ha onorato Dio" in relazione alla invocazione della protezione di Maria.

Non è il primo consacrato che si distingue per le posizioni espresse di questi tempi, ma Padre Giacobbe Elia, approfondendo le differenze che intercorrono tra "ponti" e "muri", ha davvero posto dei temi considerati un po' spinosi per la pastorale odierna. Come quello che riguarda l'accoglienza dei migranti:"Non va mai attuata a discapito della sicurezza", ha dichiarato. E ancora la centralità di certe istanze bioetiche, che il parroco ritiene fondamentali. Un atteggiamento che forse non è condiviso da tutti.

Non c'è un chiaro riferimento al Papa della Chiesa cattolica, ma rispondendo a uno dei quesiti, il parroco ha parlato di coloro che "incensano Emma Bonino", che, in fin dei conti, non rappresenta proprio un esempio di cattolicesimo integrale. Ricorderete di come Jorge Mario Bergoglio abbia inserito il leader dei Radicali tra i "grandi d'Italia". Infine c'è stato spazio per affrontare il caso di Vincent Lambert, il paziente tetraplegico deceduto qualche giorno fa, dopo l'interruzione dei trattamenti cui era sottoposto in Francia: "La Chiesa ha fatto qualcosa?", si è domandato, rispondendosi in maniera implicita, questo consacrato incaricato in Abruzzo, a cui certo non manca il coraggio.

Commenti

agosvac

Ven, 19/07/2019 - 13:43

Oserei dire che è proprio quando si aprono i confini o sono "rotti" da invasioni straniere che le civiltà finiscono.

venco

Ven, 19/07/2019 - 13:56

Verissimo quanto dice questo parroco, senza muri è confini c'è solo anarchia cioè liberismo totale senza regole comuni che sono la base delle comunità di qualsiasi genere e che partono dalla famiglia naturale.

lorenzovan

Ven, 19/07/2019 - 13:57

cavolo..la verite'..l«'organo del partito delle bufale..e' riuscito a trovarmne uno..alleluja..alleluja...magati e' di nquelli che ancpora sin rifanno al concilio tridentiono..fanno gli esorcismi..chiama l'omosessualita' una aberrazione e una malattia..e odia i divorziati..e proibirebbe gli aborti anche in caso di incesto condito da violenza sessuale...auguri..pappatevelo voi...

valerie1972

Ven, 19/07/2019 - 14:10

Non è il massimo della sfrontatezza: ho sentito un parroco difendere Pitagora dicendo che 2+2 fa 4, l'ha visto con i suoi occhi! E addirittura un parroco che difendeva Newton dicendo che anche la sua mela cade verso il basso. Dove andremo a finire con una Chiesa così audace lo sa solo il Buon Dio!

Ritratto di filospinato

filospinato

Ven, 19/07/2019 - 14:11

Ricollocazione immediata per questo elemento della banda bassotti che ha sconfinato dalla malafede.

Gianni11

Ven, 19/07/2019 - 14:11

Bravissimo e intelligente questo prete. Il concetto da ristabilire e' che l'Italia e' casa nostra e a casa nostra non entra nessuno che non vogliamo, non puo' pretendere di starci nessuno che non vogliamo e nessuno da fuori (come l'ue o qualsiai altro organo globalista) puo' dirci cosa fare a cosa non fare a casa nostra. Il concetto di proprieta' e' la fondamenta della civilta' e si estende alla nazione, il NOSTRO territorio. Punto.

baronemanfredri...

Ven, 19/07/2019 - 14:12

LA LEALTA' E L'ONESTA' PRIMA O DOPO VINCE

Pippo3

Ven, 19/07/2019 - 14:43

ogni villaggio ne ha uno, questo forum ha lorenzovan

paco51

Ven, 19/07/2019 - 14:44

bravo! vengo a Messa!

SPADINO

Ven, 19/07/2019 - 14:54

PER FORTUNA ESISTE ANCORA QUALCHE PRETE CON IL CERVELLO. PERCHE' PER NON PERDERE I PRIVILEGI DEL PROPRIO ORTICELLO ORMAI TUTTI SONO INGINOCCHIATI ALLE BUFFONATE CHE DICE BERGOGLIO.

lorenzovan

Ven, 19/07/2019 - 14:55

pippo3...tu sei come quello che guidava contromano e pensava che gli altri erano tyutti in errore...lololol..d'altronde..ricordi la vecchia canzoncina..e pippo pippo non lo sa....

Ritratto di QuoVadis

QuoVadis

Ven, 19/07/2019 - 15:00

@lorenzovan: Lei è uno dei tanti originati dalla cosiddetta "nuova chiesa". E questa nuova chiesa non crede più nelle Parole riportate nel seguente brano del Vangelo: Marco cap. 16 vv 15 - 18. La vera Fede è solo per chi sa perseverare fino alla fine.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Ven, 19/07/2019 - 15:08

La chiosa dell'articolo è chiara, il riferimento alla Bonino (soprannominata pompadibici) e i radicali inseriti da Bergoglio fra i grandi d'Italia quando quest'ultimi hanno sempre aspramente criticato il comportamento della chiesa.. Soprattutto sul caso del tetraplegico Lambert: "La Chiesa ha fatto qualcosa?" (.. lolololol proprio non ci arriva..)

pasquinomaicontento

Ven, 19/07/2019 - 15:28

...Se pure fra gli animali esistono le razze, perchè noi dovemo fa tutta 'n'imbarcata, autosenteziàndoci come razza umana e basta.La difesa della razza di fascistica memoria,non è che era utopia...Quante razze de cani ce sò? tante,:-Buldog,Labrador,Pastore tedesco,Maltese,Terranova,Levriero, Mastino napoletano,e così è pe' l'ommini, La difesa de la razza tanto avversata da chi vorebbe fà 'un unica ammucchiata immischianno vino e aranciata,nun l'ho inventata io, viè da se,E poi,se Dio,li ha posizionati lì,è segno che doveva esse' così,punto e basta...o penzate che sia tutta 'na barzelletta...

Drprocton

Ven, 19/07/2019 - 15:43

Cosa rischia adesso questo parroco? L'isolamento o addirittura la scomunica per non essere allineato al mantra della chiesa bergogliana? Meno male che ci sono pure questi parroci

PaoloPan

Ven, 19/07/2019 - 16:05

Uno dei pochissimi preti ancora cattolici che sono sopravvissuti agli artigli misericordiosi del dittatore comunista Jorge Mario.

Malacappa

Ven, 19/07/2019 - 16:33

Bhe' un parroco con un po' di cervello e patriotismo

Celcap

Ven, 19/07/2019 - 16:47

Appena lo saprà il papa sarà dispero a divinis.

Pippo3

Ven, 19/07/2019 - 17:03

lorenzovan il tuo post dimostra quello che ho detto, anche il forum ne ha uno come ogni villaggio

gio777

Ven, 19/07/2019 - 17:54

Questo forse è l'unico parroco ad aver risposto ad una vocazione. Gli altri sono tutti dei pervertiti senza voglia di lavorare. Onore a te fratello.

Bingo1

Ven, 19/07/2019 - 18:12

La Chiesa aprì ai barbari e nacque la civiltà europea. Ma il prete amico di Capitan Burinello non ha capito niente.

caren

Ven, 19/07/2019 - 18:15

Il Sommo Dante Alighieri, nella Firenze del Cinquecento, disse: "La mescolanza delle genti, porta solo caos, confusione e instabilità". Del resto è quello che vogliono e che hanno pianificato le classi dominanti (in una parola: i soldi). Ad ogni modo, preti come Don Giacobbe, che dimostra di avere tanto giudizio, ne servirebbero a iosa.

rudyger

Ven, 19/07/2019 - 18:22

L'uomo sin dall'antichità ha eretto muri e confini per difendersi da chi dall'esterno voleva spodestare le proprie genti. Il mondialismo odierno che non ha nulla di solidarietà cristiana vuole esercitare un immenso potere sull'uomo da parte di perversi superuomini che rappresentano il male assoluto.Triateral, Bilderberg, massonerie varie ne sono l'esempio. Dovremmo abbattere la Grande Muraglia, tutte le cinte murarie di milioni di paesi, le Mura Vaticane ? allora anche la Chiesa fa parte di queste consorterie e tradisce i Vangeli. Anche Gerico aveva le mura. e allora?

Ritratto di cicopico

cicopico

Ven, 19/07/2019 - 18:35

finalmente un prete che ragiona,la chiesa con questo papa si sta autodistruggendo,e lo dico da cristiano.no papa,no chiesa ,si dio.

Cosean

Ven, 19/07/2019 - 18:52

'Civiltà nasce da muri e confini' Lo ha sempre sostenuto Adolf Hitler e anche agosvac Ven, 19/07/2019 - 13:43 La razza ariana è stata contaminata dal sangue dell'ebreo! Muri e chiusura dei porti è l'alternativa allo sterminio. Hahaha

Ritratto di pensionato.stufo

pensionato.stufo

Ven, 19/07/2019 - 18:53

Papa Giovanni Paolo II, il grande, scrisse : «È responsabilità delle autorità pubbliche esercitare il controllo dei flussi migratori in considerazione delle esigenze del bene comune. L'accoglienza deve sempre realizzarsi nel rispetto delle leggi e quindi coniugarsi, quando necessario, con la ferma repressione degli abusi».

carpa1

Ven, 19/07/2019 - 20:26

Di parere diametralmente opposto a quello della boldrini. Le loro abitudini diventeranno come le nostre ... oppure se ne stiano a casa loro.

lorenzovan

Ven, 19/07/2019 - 20:39

gio777..mandagli pure una delle camicie nere che i parroci di roma indossavano nelle parate cosi' volentieri ..

routier

Ven, 19/07/2019 - 21:04

Ottimo prete tuttavia sia cauto. Come si usa dire: in una tribù di matti l'unico sano di mente fu rinchiuso in manicomio.

carlottacharlie

Ven, 19/07/2019 - 21:57

Padre Giacobbe Elia, se racconta che la civiltà è nata da confini e muri a chi legge conosce ed ha intelletto siamo sicuri che comprenderà il suo ragionamento e lo condividerà. Purtroppo mai capiranno quelli che son ignoranti e che vengono chiamati intellettuali che, guarda un po', son tutti di sinistra. Oltre all'ignoranza becera sono affetti da cretinismo e nulla smuove quella massa putrida che hanno nella scatola cranica. Non sanno niente non conoscono niente, se hanno studiato non hanno capito un'acca. Sono bestie, mandrie che pascolano a rompere le scatole al mondo. Fuffa e ganga.

Destra Delusa

Ven, 19/07/2019 - 21:58

Dove l'avete rimediato sto cataro

Destra Delusa

Ven, 19/07/2019 - 22:01

La difesa dei valori tradizionali è la più grande minchiata che si possa dire. Le tradizioni non esistono, altrimenti vivremmo ancora con quelle del medievo. Sono solo tristi nostalgie di un passato che non tornerà mai più. Mai guardarsi indietro, sempre avanti, migliorando, correggendo, progredendo, crescendo. AMEN

Destra Delusa

Ven, 19/07/2019 - 22:05

Un vecchio conservatore catto-talebano che non sa stare dietro al mondo in continua evoluzione. HA CHIARAMENTE PAURA. La "Chiesa" che ha molto più esperienza di lui (esiste da 2000 anni) è guidata nelle sue scelte, dall'Alto, non dal basso, da un obsoleto don Camillo di provincia.

Destra Delusa

Ven, 19/07/2019 - 22:10

X pippo3 Mi unisco a "lorenzovan" Aggiungo oltre al suo aneddoto, uno mio. Tu sei come quello che si credeva un aquila ed invece era un coniglio. E venne mangiato da una vera aquila....

Ritratto di scipione scalcagnato

scipione scalcagnato

Sab, 20/07/2019 - 06:03

Certo, Salvini "ha onorato Dio" in relazione alla invocazione della protezione di Maria. E Maria, conseguentemente, gli ha procurato un bel po' di voti alle europee. Ma si può essere più stupidi di così?

Ritratto di pensionato.stufo

pensionato.stufo

Sab, 20/07/2019 - 09:08

Signora @destradelusa anche Giovanni Paolo II, il Grande era un "obsoleto don Camillo di provincia" ? Legga : "L'accoglienza deve sempre realizzarsi nel rispetto delle leggi e quindi coniugarsi, quando necessario, con la ferma repressione degli abusi".

Ritratto di pensionato.stufo

pensionato.stufo

Sab, 20/07/2019 - 11:53

Amica @destradelusa, anche Benedetto XVI, noto "obsoleto don Camillo di provincia" scrive : «il cammino di integrazione comprende diritti e doveri, attenzione e cura verso i migranti perché abbiano una vita decorosa, ma anche attenzione da parte dei migranti verso i valori che offre la società in cui si inseriscono»