Cambiano i confini dell'Italia: approvato l'accordo con la Slovenia

Approvato alla Camera l'accordo con la Slovenia per la modifica dei confini. Cambiati 1746 metri quadrati

L'approvazione è passata in secondo piano. Anzi: pare che nessuno se ne sia accorto. Ma oggi alla Camera, poco dopo il via libera alla fiducia sul ddl immigrazione, i deputati si son trovati di fronte ad un'altra votazione. Forse meno rumorosa, ma comunque importante. Soprattutto perché si riferisce ai confini dello Stato. La sostanza è questa: da stasera l'Italia ha un territorio diverso da ieri.

Nessuna annessione di San Marino, né indipendenza della Padania. Pochi lembi di terra in più, ma comunque sufficienti per poter dire che il territoro italiano è cambiato. Il disegno di legge per la "ratifica ed esecuzione dell'Accordo tra la Repubblica italiana e la Repubblica di Slovenia sulla linea del confine di Stato", infatti, riguarda alcuni passi lungo il torrente Barbucina/Cubnica. Fiume che ha sempre fatto da limite tra i Paesi, ma che nel tempo ha cambiato leggermente il suo corso. Se dunque alla mente vi torna la conferenza di Yalta, con Stalin, Roosvelt e Churchill seduti attorno al tavolo a dividersi il mondo a suon di tratti di penna sui confini, siete lontani dall'obiettivo. Quello tra Slovenia e Italia è un accordo che interessa appena 1745,72 metri quadri. Pochi, ma significativi.

L'ultima Convenzione risale al marzo del 2007, quando i due Stati fissarono i paletti di demarcazione del settore V. L'attuale modifica, firmata Trieste nel 2014 e ratificata solo oggi, riguarda il tratto compreso tra il cippo 51/1 e il cippo 51/22. Le parti di territorio barattate tra i due Paesi sono state ben determinate in apposite tabelle e lo scambio sarà praticamente alla pari: é l'Italia né la Slovenia perderanno centimetri di suolo, ma si cederanno l'un l'altro la stessa quantità di metri quadri. L'accordo diventerà operativo non appena il governo nostrano e quello sloveno si scambieranno gli atti di ratifica. Poi sarà una "nuova Italia".

Commenti
Ritratto di ermetere

ermetere

Mer, 29/03/2017 - 22:05

Sarei curioso di sapere quando cercheranno di ratificare invece la cessione del tratto più pescoso ai confini francesi, regalato alla Francia lo scorso anno, senza informare nessuno. La quale si è affrettata a ratificare subito, mentre noi... già, noi? Immagino cercheranno di farlo di notte, a ridosso delle vacanze, meno ne sappiamo, meglio è, giusto?

killkoms

Mer, 29/03/2017 - 22:12

ovviamente a favore della slovenia (conoscendo i compagni)!

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Gio, 30/03/2017 - 00:41

Hanno raddrizzato un po' di spigoli. Quando cadde la ex Yugo potevano e dovevano annullare il trattao di Osimo, fatto tutto a favore di Tito e risriverlo ex novo. Ma gli i governanti italiani godono a prenderla nel (beeeeph).

LostileFurio

Gio, 30/03/2017 - 07:36

@ermetere. Non sapevo. Grazie per info. Se il Giornale riportasse la notizia mi piacerebbe.

gneo58

Gio, 30/03/2017 - 08:44

insomma acquisiti o ceduti ?

routier

Gio, 30/03/2017 - 09:03

E del largo tratto di acque territoriali italiane ceduto ai cugini francesi dal governo Renzi, non ne vogliamo parlare?

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 30/03/2017 - 09:44

CAMBIATE GOVERNO NO CONFINI E SARà MEGLIO PER L'ITALIA.

alfranc

Gio, 30/03/2017 - 10:00

Per varie cause il torrente Barbucina/Cubnica ha cambiato leggermente il suo letto nel corso degli anni. L'accordo ha lo scopo di ripristinare il confine nazionale esattamente lungo la mediana del torrente. Fra metri che si guadagnano e metri che si perdono il bilancio è praticamente in parità per entrambi gli Stati.

Ritratto di moshe

moshe

Gio, 30/03/2017 - 10:44

Sarà poco, ma alla fine dei conti ci abbiamo guadagnato o rimesso come è successo per le acque territoriali con la Francia?

MARCO 34

Gio, 30/03/2017 - 10:50

Spero che alfranc abbia ragione, ma in questi casi, di solito, siamo noi a cedere piuttosto che acquisire

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 30/03/2017 - 10:54

Oltre ad un pezzo di mare pescoso regalato ai french dal vs amichetto fonzie, si regala un altro pezzo d'Italia??? Tanto vale mettere Cartelli "Si svende e si regala pezzi d'Italia,italioti compresi(in genere educati,non puzzano più di tanto)"

QuebecAlfa

Gio, 30/03/2017 - 13:25

Arriverà anche il momento di spostamento a süd del confine di Brenner...

cabass

Gio, 30/03/2017 - 15:51

Di norma queste rettifiche sono "a saldo zero" (tu mi dai tot metri quadri qui e io te ne cedo altrettanti da un'altra parte). Piuttosto l'Italia ha perso una grande occasione nel '91 con l'indipendenza di Slovenia e Croazia, quando avrebbe potuto benissimo buttare nel cestino il Trattato di Osimo, essendo venuto meno territorialmente uno dei contraenti e opponendosi al subentro dei due nuovi stati, riannettendo così Istria, Fiume e Zara.

Ritratto di abj14

abj14

Gio, 30/03/2017 - 15:59

cabass 15:51 - Concordo.

cabass

Gio, 30/03/2017 - 15:59

Ma perché i "cervelli (si fa per dire) in fuga" come "franco-a-trier_DE", da un lato ostentano con superiorità il loro distacco dall'Italia, ma dall'altro sono sempre a rompere le cosiddette su forum, blog e pagine FB rigorosamente italiane e dove si parla di fatti italiani??? Ma perché Franco non commenta sul sito della Frankfurter Allgemeine? Che gliene frega dei fatti della disprezzata Italia? Perché non dialoga con i tedeschi? Forse i suoi presunti neocompatrioti lo trattano da "Spaghettifresser"?...

cabass

Gio, 30/03/2017 - 16:09

@QuebecAlfa: sempre che gli austriaci siano d'accordo... Non è affatto scontato!

QuebecAlfa

Gio, 30/03/2017 - 16:42

@cabass: il sig. Heinz Christian Stracke, leader del partito FPÖ, è molto favorevole.

Ritratto di abj14

abj14

Gio, 30/03/2017 - 16:49

cabass 15:59 – Perché tale franco-a-trier_DE(ficientinen) è un ex-italiota malamente teutonicizzato, ergo non è né carne né pesce (e magari non paga le tasse in Italia; non mi ha mai risposto a tal merito).

Ritratto di valerio_1977

valerio_1977

Gio, 30/03/2017 - 17:18

gli abbiamo mostrato i muscoli...

mimmo41

Gio, 30/03/2017 - 18:39

QuebecAlfa--- Se la provincia di bolzano con annessi e connessi si staccasse dall'Italia sarebbe il piu' bel regalo fatto alla mia e alle generazioni future. L'odiosa cadenza tedesca in un crucco che si "degna" di parlare italiano e' quanto mai fastidiosa. Cerchiamo di dimenticare altresi'. quanto ci costa avere un fardello cosi' pesante di una umanita' che non ci puo' soffrire, ma che approfitta

bruco52

Gio, 30/03/2017 - 21:19

E' vero nel 1991 fu persa l'occasione di rivedere il trattato di Osimo, di farci restituire quelle parti d'Italia sottratte con l'inganno, e con la complicità di Pertini (che cazzone), ma purtroppo abbiamo dei politici pusillanimi, ignavi, codardi, senza attributi, votati dalla minoranza degli elettori (tutti compagni, uguali a chi votano), ma che con l'inganno governano questo disgraziato paese....

Antonio43

Ven, 31/03/2017 - 00:02

QuebecAlfa, se può aiutare la causa, sarebbero molto favorevoli almeno l'80% degli italiani.

skipperdiego

Sab, 01/04/2017 - 14:15

il governo italiano non ha giurisdizione nel poter cambiare i confini del Territorio Libero di Trieste: http://triestelibera.one/trattati-internazionali.html che verranno rimessi a posto come previsto dal trattato http://www.un.org/en/ga/search/view_doc.asp?symbol=S/RES/16(1947)

skipperdiego

Sab, 01/04/2017 - 14:24

rettifico: quel territorio è fuori dal TLT, quindi la italia lo può fare