Camera ardente Borrelli: Antonio di Pietro piange dinanzi al feretro

Camera ardente Borrelli, Antonio Di Pietro con gli occhi gonfi di lacrime, il magistrato di "Mani pulite" rende omaggio al suo superiore

La salma di Francesco Saverio Borrelli, che si trova presso la camera ardente allestita all'interno del Tribunale di Milano, è stata visitata da Antonio Di Pietro, ex pm del pool "Mani Pulite" e simbolo dell'Idv. L'ex ministro è giunto sul posto intorno alle ore 11 di lunedì 22 luglio 2019. Di Pietro è stato inseguito dai giornalisti lì presenti, mentre salutava i familiari di Borrelli e gli ex colleghi Gherardo Colombo e Francesco Greco; ha preferito non rilasciare alcun commento alla stampa. Di Pietro, con gli occhi gonfi di lacrime, ha indossato la nuova toga e si è fermato dinanzi al feretro di Borrelli, restando inginocchiato per alcuni minuti, come hanno fatto a turno altri magistrati. Numerosi gli avvocati che hanno voluto porgere l'ultimo saluto al magistrato.

Nel corso della sua visita, Antonio Di Pietro ha salutato con un baciamano la moglie del magistrato, Maria Laura e in seguito i figli Andrea e Federico. Saluti calorosi da parte dell'ex ministro anche nei confronti di Alberto Nobili, a capo del pool antiterrorismo della Procura di Milano. Di Pietro ha infine lasciato il tribunale passando per un'uscita secondaria.

Roberto Alfonso, collega di Francesco Saverio Borrelli, ha ricordato alla stampa la sua professionalità con tali parole: "La fama di Borrelli era nota in tutta Italia ... Borrelli è stato strenuo difensore dell'indipendenza della magistratura e, ora come ora, in questo momento di difficoltà della magistratura, lui dovrebbe essere scelto a modello di tutti i magistrati italiani, per capire come si deve essere magistrati dal punto di vista dell'impegno e del sacrificio e soprattutto come si deve essere magistrati dal punto di vista dell'indipendenza, che è un valore essenziale per chi svolge l'attività del magistrato".

Commenti

Antonio43

Lun, 22/07/2019 - 15:14

Ridicolo inginocchiarsi davanti al feretro, doveroso per lui rendere omaggio al suo ex capo che però non è stato fatto santo, né lo diventerà. Sgarbi ieri ne ha fatto resoconto rispettoso, lucido illustrando anche i difetti del personaggio. Per me l'avviso di garanzia, spedito al Berlusca tramite il Corriere della Sera, rimane una porcata, non verso il diretto interessato, ma a tutta l'Italia, vista l'occasione.

Darbula

Lun, 22/07/2019 - 15:30

Siete così ossessionati da di Pietro? Che problemi avete?

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Lun, 22/07/2019 - 15:39

Fa pure ridere, il trattorista!

MOSTARDELLIS

Lun, 22/07/2019 - 15:51

" ...Borrelli è stato strenuo difensore dell'indipendenza della magistratura...". E si, per la magistratura questa è la cosa importante. Non è importante applicare le leggi. Non è importante mandare in galera i colpevoli e lasciar fuori gli innocenti. Non è importante far fuori tutto l'arco politico dei partiti italiani. E' importante l'indipendenza della magistratura!!!!

pasquinomaicontento

Lun, 22/07/2019 - 15:56

...io nun credo a le plateali lacrime de sto coso quì anzi,me fanno arivenì su tutto er pranzo de oggi,è tutta fuffa, sapeva che stava sotto tiro e...ha aperto le cataratte der Nilo...

paco51

Lun, 22/07/2019 - 17:03

preferisco Bettino 1000 volte!

Ritratto di gianky53

gianky53

Lun, 22/07/2019 - 17:07

Robe da manicomio Italia.

Ritratto di tomari

tomari

Lun, 22/07/2019 - 17:28

Lacrime di coccodrillo!

Zizzigo

Lun, 22/07/2019 - 17:36

Pennaccia mia...

Libero 38

Lun, 22/07/2019 - 17:43

Non credo che saranno in tanti gli italiani che si strapperanno i capelli per il dolore o non riusciranno a dormire questa notte dopo aver visto il trattorista molisano inchinarsi.

sergio_mig

Lun, 22/07/2019 - 17:51

Ipocrita, pianga le persone innocenti che si sono suicidate per colpa loro.