Camilleri usa 25 aprile per insultare Salvini: "Un ministro ignorante"

Lo scrittore riversa tutto il suo odio sul ministro degli Interni, Matteo Salvini: "Ha una mentalità da fascista"

Andrea Camilleri sceglie il 25 aprile per attaccare (ancora una volta) il ministro degli Interni Matteo Salvini. L'autore di Montalbano in un'intervista a Servizio Pubblico parla della festa della Liberazione e ricorda il suo 25 aprile del 1945: "Mi trovavo nella mia terra, in Sicilia. Conoscevo la libertà già dal 1943, quando gli americani sbarcarono in Sicilia nella notte fra il 9 e il 10 luglio. Ma in quei giorni stavo incollato alla radio nella mia stanza a sentire le notizie su ciò che avveniva in Italia e nel mondo, perché capivo che nel giorno della liberazione anche il resto dei miei compatrioti avrebbero goduto di quel momento irraccontabile, in cui senti cadere dei lacci e dei bavagli che fino a quel momento ti hanno imprigionato. Ho condiviso quel giorno attraverso l’udito, ascoltando tutte le notizie possibili sulla liberazione”.

Poi arriva l'affondo su Salvini che di fatto nel giorno delle celebrazioni per la Liberazione ha deciso di recarsi a Corleone per testimoniare l'impegno dello Stato nella lotta contro la mafia: "Non posso trattenermi dal dire che con il governo di oggi abbiamo un esempio lampante di mentalità fascista, quella del ministro Matteo Salvini. Quella è mentalità fascista, una delle forme di fascismo che può anche essere eletta democraticamente". Ma il livore di Camilleri si riversa su Salvini qualche istante più avanti. Parlando della Resistenza, Camilleri passa agli insulti: "La nostra Costituzione è ispirata a ciò che venne a significare il 25 aprile: non fu una ‘rissa’ tra comunisti e fascisti come dice Salvini. C’erano le brigate Garibaldi comuniste, ma anche i partigiani monarchici e quelli democristiani. Dio mio, lì c’era l’Italia e tu la riduci a una rissa? Io a 93 anni mi sento fremere di rabbia perché dicendo una frase così questo ignorante di Salvini offende i caduti di tutte e due le parti, perché i fascisti che andavano a morire giovani credevano in un ideale sbagliato, orrendo, ma ci credevano, così come i comunisti, i monarchici e i democristiani. Salvini non sa neanche il senso della parola ideale". Lo scrittore a quanto pare ha vissuto da vicino, sulla propria pelle, gli accadimenti della Storia. Dalla marcia su Roma a cui partecipò anche suo padre fino alla caduta del fascismo. Temi che hanno segnato la personalità di Camilleri che però adesso vede, come buona parte della sinistra, in Salvini un pericolo per la democrazia.

Commenti
Ritratto di Suino_per_gli_ospiti

Suino_per_gli_ospiti

Gio, 25/04/2019 - 15:44

Tu a 93 anni sarebbe meglio fossi ai giardinetti.

HARIES

Gio, 25/04/2019 - 15:48

Quando sento parlare Camilleri mi viene il latte alle ginocchia. Adesso capisco quando Primo Levi scriveva l'opera: "Se questo è un uomo", a chi si riferiva. A Camilleri!

Giorgio5819

Gio, 25/04/2019 - 15:53

Che schifo.....

newman

Gio, 25/04/2019 - 16:04

Evviva, evviva! Anche i romanzieri insultano Salvini. La categoria non poteva mancare. Salvini potrebbe rispondere che Camilleri é "un politico incapace". Anche per Camilleri, ormai sull'orlo della tomba, vale il detto:"Insulto Salvini, quindi sono."

Ritratto di capcap

capcap

Gio, 25/04/2019 - 16:15

Ha parlato quello che se non ci fosse stato il PARTITO sarebbe uno sconosciuto.

venco

Gio, 25/04/2019 - 16:24

Chi insulta Salvini vuole la dittatura del globalismo massonico, chi insulta Salvini è nazifascista.

Divoll

Gio, 25/04/2019 - 16:33

Strano, pero', che non gli abbia sentito dire lo stesso della Fedeli

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Gio, 25/04/2019 - 16:40

Certe cose andrebbero dette non solo al 25 aprile ma tutto l'anno.

un_infiltrato

Gio, 25/04/2019 - 16:48

Vero è che ormai... non gliene frega più di un amato [omissis], ma così dicendo fa perdere voti - anche - al commissario Montalbano.

contravento

Gio, 25/04/2019 - 16:52

IN ITALIA, OGNUNO DICE E FA QUELLO CHE GLI PARE, ALMENO SALVINI FA QUELLO CHE E' OPPORTUNO FARE.

mifra77

Gio, 25/04/2019 - 16:53

Senta Camilleri, lei all'epoca era poco più che un ragazzino e perdipiù in una terra in cui imperversava un bandito(giuliano). se fosse stata una partita di calcio piuttosto che una tragedia, lei sarebbe paragonabile non ad un calciatore in campo e neanche in panchina; lei sarebbe solo un tifoso con la radiolina all'orecchio ed un tifoso da bar. In realtà, neanche la tanto decantata brigata Garibaldi potrebbe essere definita"Giocatore in Campo"era sugli spalti a guardare. Chi ha liberato l'Italia dal nazifascismo, non sono certo stati i partigiani nostrani, loro hanno fatto solo i Killer, sebbene oggi siano rimasti da soli sul un carro senza vincitori. ...ma la LIBERAZIONE fu un capitolo scritto da altri autori.

maurizio-macold

Gio, 25/04/2019 - 16:53

Camilleri esprime una opinione largamente condivisa.

maurizio50

Gio, 25/04/2019 - 16:57

Camilleri? Un buon scrittore di racconti romanzati. Un tempo. Oggi un soggetto in età da pensione che non si rende conto di esserlo!!!!

VittorioMar

Gio, 25/04/2019 - 16:57

..non è e non è stato il solo ,ma da uno della sua età e con la DEMENZA SENILE GALOPPANTE ne ha perso il RICORDO !!..per sua informazione,abbiamo provato anche i PROFESSORONI..con pessimi risultati !!...ma chi vive lontano dalla PAZZA FOLLA queste cose non le sà !!

Ritratto di giordano

giordano

Gio, 25/04/2019 - 17:19

Camilleri, è poi tutta questa cima? Se le storielle di Montalbano rispecchiano il suo acume, siamo bassettini.

Vigar

Gio, 25/04/2019 - 17:19

Ha paura che se la rai cambia politica non gli ripropongono per la centesima volta sempre gli stessi episodi di montalbano. Ormai li conosciamo talmente bene che ognuno di noi potrebbe andare a recitarli a memoria senza il minimo problema. Gli episodi sono sempre quelli ma i quattrini sono sempre nuovi.....Vero camilleri?...

Teobaldo

Gio, 25/04/2019 - 17:32

...non riesco a leggerlo...non lo digerisco (cioè se fossi un cannibale non ce la farei proprio), quando sento la tua voce catarrica mi vengono i conati..e poi? bah..diciamo che mi fa schifo

routier

Gio, 25/04/2019 - 17:35

Non è il caso di dare bado a costui. Lasciamolo alle sue modeste opere letterarie per le quali non spreco tempo nemmeno per sfogliarle distrattamente in libreria.

Ritratto di C.L.N.

C.L.N.

Gio, 25/04/2019 - 17:49

Ma non ci rompere i cabbasisi....!!!!

Ritratto di tomari

tomari

Gio, 25/04/2019 - 17:50

Ah! Si, e di quello che è successo a Porzus non ti dice niente? I tuoi compagni comunisti che massacrato i partigiani che NON volevano Stalin...

info@licht-ital...

Gio, 25/04/2019 - 17:50

Camilleri chi ???

Ritratto di Azo

Azo

Gio, 25/04/2019 - 17:56

Ma, Camilleri non ha militato con le camice nere dei FASCISTI !!!

Ritratto di LEGIONECRISTIANA

LEGIONECRISTIANA

Gio, 25/04/2019 - 17:57

Maestro Andrea, prega insieme a noi per la salvezza di tutti i nostri fratelli, compreso il signor Salvini, che è fascista perché ignorante, è vero, ma è pur sempre una creatura del Signore.

info@licht-ital...

Gio, 25/04/2019 - 17:59

Fate pure, e rosicate rossi della viola analis. Quando insultate la vostra bile é in subbuglio... Inoltre anche quando i maiali si grattano a ridosso delle quercie non le scalfiscono minimamente......... Il grado di favore della Lega é in continuo inarrestabile aumento. Sento il piacevolissimo rumore del vs rosicare rossi della malora !

akamai66

Gio, 25/04/2019 - 18:02

una delle forme di fascismo che può anche essere eletta democraticamente.....Ma costui è conscio di ciò che dice?

lomi

Gio, 25/04/2019 - 18:03

Cosa si puo' pretendere da voi destricoli? Cultura?Conoscenza? Ma nooo...voi avete bisogno di un capo che ragli per voi..e voi come dei buoni asini a ragliare con lui...Bravi braviiii

giovanni235

Gio, 25/04/2019 - 18:08

Ragazzi,lasciamolo perdere almeno questo qui.Ricordiamoci che alla sua età potremmo essere in condizioni mentali peggiori delle sue.

giovanni235

Gio, 25/04/2019 - 18:11

E pensare che Camilleri negli anni 30 e 40 era sicuramente un buon fascista.Chissà se ha ancora la tessera.Io penso di si perchè non si sa mai…...

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 25/04/2019 - 18:12

Camilleri non farmi pentire di aver letto i tuoi romanzi su Montalbano, guardato TUTTA le serie in tv. Dire che Salvini è fascista, significa che non conosci il fascismo nella sua essenza. Studia quello che ha scritto sul fascismo lo storico Renzo De Felice e ti accorgerai che non c'è ombra delle tue tesi sciocche e imbevute di ideologia sinistra che hai percorso oggi e non solo oggi.

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 25/04/2019 - 18:17

Camilleriiiii, torna subito in reparto, che la GERIATRIA chiude fra 5 minutiii!!!!jajajajajajaja.

Garganella

Gio, 25/04/2019 - 18:18

Ma questi non hanno altri argomenti che l’insulto per criticare chi non la pensa come loro? Probabile che sia la mentalità comunista “incastrata” nel loro dna.

Scirocco

Gio, 25/04/2019 - 18:18

Mi sembra il corvo che dice al merlo "quanto sei nero" ! Forse sarebbe opportuno fare ascoltare a Camilleri le registrazioni dei suoi discorsi ed a 93 anni si renderebbe conto di non saper parlare in corretto Italiano e senza inflessione dialettale.

akamai66

Gio, 25/04/2019 - 18:19

C’erano le brigate Garibaldi comuniste, ma anche i partigiani monarchici…..Visto che come tutti i compagni sai TUTTO mi vuoi citare qualche fatto d’arme o scaramuccia, perché le battaglie le conduceva l’ armata cioè gli Alleati, in cui hanno operato i monarchici, quelli che i tuoi kompagni definivano sprezzantemente badogliani, assieme ai comunisti? Mentre dovresti sapere che nell’area di Gorizia i partigiani comunisti operavano a braccetto dei komunisti jugoslavi del 9° Corpus, pensi che delle foibe fossero all’oscuro?

MOSTARDELLIS

Gio, 25/04/2019 - 18:31

"Mi trovavo nella mia terra, in Sicilia. Conoscevo la libertà già dal 1943, quando gli americani sbarcarono in Sicilia nella notte fra il 9 e il 10 luglio.: ecco, appunto, sei stato liberato dagli americani e NON dai comunisti ai quali sei tanto affezionato. L'ignorante quindi sei tu caro Camilleri. Studiati la storia.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Gio, 25/04/2019 - 18:35

Beh detto da uno che scrisse "LE POESIE INCIVILI" mi sembra strano.Ringrazia Berlusconi che nonostante tutto ti ha fatto guadagnare un sacco di soldi.

Alain#

Gio, 25/04/2019 - 22:09

Bravo Camilleri! La verità fa male: basta leggere i commenti astiosi e miserabili dei cortigiani di questo giornale...

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Gio, 25/04/2019 - 22:11

VECCHIO PATETICO SCIALBO INSIGNIFICANTE SCRIBACCHINO. SE NON FOSSE PER LA CAMORRA SARESTI A CHIEDERE L'ELEMOSINA !!!

Ritratto di Rames

Rames

Gio, 25/04/2019 - 22:25

Ancora non si è compreso bene in che tempo stiamo vivendo evidentemente.Mi rendo conto che l'incomprensione su tante cose vola alta.Parlare ancora di fascismo per me è già incomprensibile.Camilleri,ascolti,si curi l'orto di casa e voli con la fantasia altrove.

yulbrynner

Gio, 25/04/2019 - 22:31

VENCO CHI INSULTA SALVINI E DI SINISTRA E FORSE NON SOLO MA NON NAZIFASCISTA

Ritratto di saggezza

saggezza

Gio, 25/04/2019 - 23:40

La scienza dice che vi sono sette tipi di intelligenza. Lui ha la Linguistica-Verbale ma non ha la l’Intelligenza Logico-Matematica e le altre.

Riccardo111

Gio, 25/04/2019 - 23:45

Tutte le mummie d'Italia si stanno risvegliando. La forza dell'antifa in assenza di fascismo.

Triatec

Ven, 26/04/2019 - 00:27

Ora che anche Camilleri insulta Salvini, siamo tutti più contenti e tranquilli. Offendere Salvini ormai è una moda, tutti vogliono dare il loro contributo, nessuno vuol restare indietro. Che belle persone!

il_Caravaggio63

Ven, 26/04/2019 - 00:53

Si chiama invidia, stanno per sparire e gli rimangono gli insulti, ormai la maggioranza degli italiani (specialmente quelli non analfabeti) non vi si fila più, ormai vi hanno capito che siete dei traditori da 75 anni. INFAMI

Celcap

Ven, 26/04/2019 - 01:22

Perché di arrogano il diritto di credere e pensare che hanno in mano solo loro tutte le verità??

claudioarmc

Ven, 26/04/2019 - 07:10

Senti chi parla

Palumbo

Ven, 26/04/2019 - 07:54

Non fateci caso; i soldi e l'età avanzata lo hanno rincitrullito da tempo. Questo è il classico caso di un comunista ricco e con i soldi, che sputa nel piatto in cui si è nutrito abbondantemente.

Oraculus

Ven, 26/04/2019 - 08:07

Consiglio di presentare l'ordine dei messaggi al contrario...ossia da quello dei piu' recenti...

mariolino50

Ven, 26/04/2019 - 08:35

mifra77 Quelli che lei pensa ci abbiano liberato erano qui solo per sonfiggere i tedeschi, e non se ne sono più andati, trasformandoci in una succursale, lo stesso ai crucchi e giap, tutti pieni di basi americane. Ci hanno conquistato, non liberato, trasformando anche la nostra cultura.

sparviero51

Ven, 26/04/2019 - 09:00

ORMAI E'COTTO COME UNA ZUCCHINA BOLLITA . FARFUGLIA SOLO FREGNACCE PRESE PER ORO COLATO DAI SUOI SODALI POLITICANTI POLITICAMENTE CORRETTI !!!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 26/04/2019 - 11:05

ehh bisogna ammetterlo,lui fece le scuole alte...quinto,sesto piano!!XD

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Ven, 26/04/2019 - 11:06

Alain# - 22:09 I termini astiosi e cortigiani li tenga per sè per cominciare. Domanda: lei il fascismo dove l'ha studiato, per caso sui romanzi del signor Bonaventura di Sto o sul Corriere dei piccoli? Io ho studiato il fascismo sui testi dello storico Renzo de Felice, comunista iscritto a Pci nel 1956. Nulla di quello che riferisce Camilleri è assimilabile a quello che ha scritto De Felice, storico preciso e rigoroso in questa materia. Ergo..

Alain#

Ven, 26/04/2019 - 12:16

Marcello.508: i termini astiosi sono quelli che fanno riferimento alla veneranda età dello scrittore augurandogli la morte. Cortigiani sono gli atteggiamenti di chi mai - ripeto mai - ha qualche sussulto critico verso le campagne diffamatorie di questo giornale per chi si esprime contro il Grande Timoniere. De Felice fu uno studioso serio (non tutto è condivisibile, ma la serietà non è in discussione); il problema sono le evidenti forzature operate dai seguaci delle tesi revisioniste. Se crede possiamo approfondire.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Ven, 26/04/2019 - 14:23

Alain# - 12:16 Se lei si limita ad esprimere un giudizio negativo o positivo sullo scrittore sicliano altro non fa che esprimere una opinione, condivisibile o meno. Se invece intende dare un'etichetta a chi non la pensa come lei sbaglia: faccia la sua parte evitando di giudicare il comportamento altrui, altrimenti le critiche se le tira addosso, comprese le mie. Campagne diffamatorie di questo giornale? Alla faccia.. Se leggiamo altri giornali (l'elenco è lungo) non sono da meno, anzi sono molto più esperti, smaliziati. Se questo giornale non le piace vada altrove e troverà certo chi la pensa come lei. Su De Felice approfondisca pure: non ho alcun problema a RIPETERE che Camilleri ha esagerato, per quanto è a digiuno di fascismo applicato ai nostri tempi. Attendo chiarimenti.

Alain#

Sab, 27/04/2019 - 09:58

Marcello.508: le riconosco un tono sufficientemente civile e un'argomentazione mancanti alla maggioranza dei commentatori di questo giornale. Certo, il tono diffamatorio non appartiene solo a questa testata, per quanto Il Giornale non abbia nulla da insegnare in proposito a nessuno. Ma, mi creda, io non appartengo ad alcuna consorteria e non sono tenuto a fare difese d'ufficio nei confronti di chicchessia. Camilleri - sul quale non esprimo un giudizio come scrittore - non denuncia di vivere in una dittatura, ma la mentalità fascista del personaggio Salvini: cioè di atteggiamenti strumentali per attirare i voti di chi crede che un uomo forte sia la soluzione dei problemi, che richiederebbero la consapevolezza di una complessità ben diversa. Si veste casa Pound, fa il cipiglio ducesco, allude, spintona, fino al “me ne frego”, motto degli squadristi fascisti storici. Non è il preludio a un nuovo vero fascismo, ma ne risveglia pericolosamente gli atteggiamenti e le movenze.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Sab, 27/04/2019 - 12:27

Alain# - 09:58 Lei può avere le opinioni che vuole su Salvini: la democrazia lo permette e ognuno si regola come meglio crede. Sul fatto che Camilleri abbia riconosciuto atteggiamenti nel padano che riportano al fascimo ho i miei dubbi e li tengo tutti. Non mi interessano la mimica o gli atteggiamenti di Salvini che risvegliano antiche paure, per me immotivate - sanche perchè potrei dire la stessa cosa sulla mimica ad esempio di Renzi che non mi pare il meglio che ci sia in giro: parole roboanti promesse mantenute poco e niente, zerbinaggio totale con la Ue. Guardo al programma di governo che dovrà esser reso esaustivo nel corso della legislatura. Sbavature errori ne fanno tutti, le conclusioni le trarrò alla fine del mandato. In corso d'opera lo facciano quelli che non sopportano questo governo (che non ho votato).