Canone Rai: ecco come chiedere l'esonero del pagamento

L'Agenzia delle entrate ha spiegato in un post su Facebook come chiedere l'esonero del pagamento che può avvenire attraverso due modalità

Attraverso la propria pagina Facebook l'Agenzia delle entrate ha chiarito le modalità di pagamento del canone tv del 2016, se ancora non si è provveduto al pagamento.

Prima di tutto ci si deve accertare con l'impresa elettrica di riferimento che l'importo non sia addebbitato sulla bolletta successiva per poi procedere con il pagamento di 100 euro mediante il modello F24. Nella sezione Erario si dovrà indicare a questo punto il codice tributo TVNA se si tratta di “nuovi abbonamenti” o il codice TVRI in caso di “rinnovo”.

Viene anche sottolineato che, se dopo il pagamento dei 100 euro l'impresa elettrica addebitasse l'importo del canone tv 2016 nella bolletta il contribuente ha due scelte. Può infatti scegliere se pagare per la seconda volta l'intero importo e chiedere poi il rimborso (che dovrà essere effettuato dalla società elettriche di riferimento, mediante accredito sulla prima fattura utile, entro 45 giorni dalla ricezione delle informazioni utili da parte dall’Agenzia delle Entrate) oppure pagare solo la quota energia.

Facendo questo, però, il contribuente dovrà recarsi all'ufficio postale, compilare un nuovo bollettino e inserire la sola quota energenica. Per il canone tv 2017 i contribuenti hanno tempo fino al 31 gennaio 2017 per presentare la dichiarazione di non detenzione all’Agenzia delle entrate.