Il capo dei "Musulmani d'Italia" è un jihadista

Espulso lo scorso 19 gennaio dall'Italia perché sospettato di avere simpatie per gli jihadisti siriani, è ora diventato amministratore del gruppo Facebook dei "Musulmani d'Italia"

Si chiama Resim Kastrati ed è uno dei nuovi amministratori del gruppo Facebook dei "Musulmani d'Italia". Resim, lo scorso 19 gennaio, è stato espulso dal nostro Paese perché "ha abbracciato l’ideologia jihadista ed è inserito in un contesto relazionale con persone che condividono le sue stesse posizioni estremiste".

Secondo il Viminale, Kastrati era in grado di "reperire documenti contraffatti e armi da fuoco, di provenienza illecita, pur di raggiungere gli scenari di combattimenti".

Probabilmente, anche se non si è mai avuta una conferma definitiva, Kastrati ha avuto contatti anche con Bilal Bosnic, l'imam itinerante che ha giustificato il rapimento di Greta Ramelli e Vanessa Marzullo e che ha svolto un ruolo importantissimo nel reclutamento dei foreign fighter europei disposti a raggiungere la Siria per combattere per Allah. Bosnic, nei suoi molti viaggi in Italia, ha predicato anche nella moschea di Cremona, quindi vicino a dove abitava Kastrati, e anche a Motta Baluffi, sempre nel cremonese.

Kastrati ha sempre respinto ogni accusa, dicendo di essere semplicemente un "musulmano praticante". A questo punto, però, bisognerebbe dare una definizione di chi sia davvero un musulmano praticante, dato che lo stesso Bosnic si definiva un "buon islamico", che, e sono le parole dell'imam itinerante, ha come dovere quello di "essere coinvolto in qualche modo nel jihad".

Ora Kastrati si trovrebbe in Germania, ma, come è noto, sta cercando di percorrere ogni via per tornare in Italia e sposare la sua ragazza. L'ingresso nei "Musulmani d'Italia" rappresenta un primo passo, seppure virtuale, per il rientro nel nostro Paese?

Commenti
Ritratto di stock47

stock47

Ven, 12/06/2015 - 22:31

I nostri stupidi politici, da quando hanno permesso che gli islamici s'installassero da noi, di fatto hanno creato la loro Mafia, quella originaria. Proprio così, perché la Mafia è originaria dell'islam e quella nostrana è solo una sua scarsa imitazione. Non volevano credere che avevano un progetto di dominio e d'aggressione, ritenendo gli immigrati islamici una massa informe e senza capi. E' la loro fede che gl insegna che hanno un progetto di conquista, la sollecitazione gli arriva, prima o poi, dai loro capi appena hanno organizzato le loro moschee, il punto cardine da dove dirigere direttamente o indirettamente la conquista attraverso le masse dei fanatici e dei cosiddetti "moderati" che oltre ad aiutarli gli fanno da copertura. E' per questo motivo che occorre vietare le moschee e dichiarare, a casa nostra, illegale l'islam come fede. Adesso ci ritroviamo a dover combattere a casa un fenomeno che hanno voluto importare.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 13/06/2015 - 00:05

Si spera che le forze dell'ordine tengano sotto controllo quei giovani mussulmani che hanno dichiarato di non volere alcuna integrazione nel nostro paese. È UNA APERTA DICHIARAZIONE DI RIFIUTO DELLA SOVRANITÀ DELLO STATO ITALIANO. C'è qualche autorità che si opporrà alla fondazione di una enclave mussulmana nel nostro territorio? FERMIAMOLI FINCHÉ SIAMO ANCORA IN TEMPO.

Asimov1973

Sab, 13/06/2015 - 01:02

Quella testa di cazzo di Hitler invece di ammazzare gli ebrei gente colta, gentile, laboriosa e piena di soldi doveva ammazzare queste merde beduini, pedofili, zozzi, stronzi e bugiardi. Noi della destra l'abbiamo capito (tardi) il nostro errore...perché la sinistra allora si ostina a continuare nell'errore (del loro avversario per giunta)? forse perché qualsiasi cosa l'America protegga o difenda loro debbano fare il contrario a prescindere? o forse perché lo dice la Merkel che bisogna amare gli Arabi da sempre alleati delle merde germaniche? (e gli stronzoni italiani percore a seguirla masturbandosi alla vista delle macchine teutoniche e sputando sulle Alfa-Romeo e Maserati)? (tipo Franco a Trier per fare un esempio....)

FRANZJOSEFF

Sab, 13/06/2015 - 08:25

MA CHE STATE DICENDO E' UN FRATELLO SENSIBILE MUSSULMANO. DA ABBRACCIARE E MAGARI DARE LA CHIESA PER USARLA COME COVO DI ELOGGIO DELLA GUERRA SANTA DELL'IMBROGLIONE DI MAOMETTO (SE LA MONTAGNA NON VIENE A ME MAOMETTO VA ALLA MONTAGNA, MAGARI IN MOTOCICLETTA), BRAVI ALLOCCHI VOTANTI DEL PD CATTOLICI SI INTENDE.

angelovf

Sab, 13/06/2015 - 08:41

Non capisco a chi si aspetta va chiedere tutti questi luoghi di reclutamento, adesso non biasimo i popoli che non hanno voluto inquinare le loro nazioni con questi immigrati, sono persone impossibili da gestire ed anche pericolosi. Almeno abbiamo qualche nazione dove poterci rifugiare in caso di invasione totale del nostro territorio ormai questa è la mira dei nostri sporchi politici, il popolo dorme e non invade il parlamento.

Solist

Sab, 13/06/2015 - 11:01

niente paura, noi abbiamo di peggio e in via legale! da noi i politici affiancano gli scafisti ehehehehe sembra siano sincronizzati con un gran lavoro di squadra, loro vengono strapagati dai migranti e noi paghiamo per andarceli a prendere ahahahahahahahaha MA KE KAZZO DI GIOCO È renziiiiiiiiiiiiiiiiii???????????????????????????????????????????????????????????