Lea, italiana e caporale premiata tra i soldati d'Israele

È arrivata per una vacanza e non è più ripartita. Ha preso cittadinanza, gradi e ora un premio dedicato ai "militari eccellenti"

Soldati israeliani salutano i commilitoni caduti

Israele la premierà oggi, insieme a un gruppo di soldati dell'esercito di Israele che si sono particolarmente distinti per le loro azioni. Ma la storia di Lea Calderoni, caporale italiana con cittadinanza israeliana, parte da più lontano, da una vacanza con il gruppo di volontari "Taglit".

Lo racconta oggi La Stampa, che spiega come una ragazza, padre italiano e madre belga, abbia deciso di immigrare in Israele. "Sono bastate poche settimane per innamorarmi di questo Paese", racconta. E per decidere di cambiare vita.

Nel 2013 Lea Calderoni ha ottenuto la cittadinanza israeliana ed è poi arrivata la chiamata dell'esercito. Mesi di addestramento insieme ad altri "nuovi" di origini straniere, fino a diventare istruttore dell'unità che raccoglie i volontari, "impiegati in mansioni logistiche o amministrative".

Due volontari su dieci, racconta la Calderoni al quotidiano, non sono ebrei e arrivano dai luoghi più disparati. Il debutto come istruttrice con un gruppo di "finlandesi e olandesi", cristiani. Poi gli americani, tra i quali anche un veterano della guerra in Afghanistan.

Dall'arruolamento ai gradi di caporale, fino al tavolo del presidente della Repubblica israeliana, Reuven Rivlin. Per un premio assegnato ogni anno ai "militari eccellenti" di Tzahal.

Commenti

Kamen

Gio, 23/04/2015 - 10:50

Mi sento orgoglioso per lei.

Ritratto di lucabilly

lucabilly

Gio, 23/04/2015 - 11:07

Brava Lea. L'orgoglio e` una gran cosa e il paese e` bellissimo.

antidoto

Gio, 23/04/2015 - 11:14

Brava Lea, hai fatto bene ad abbandonare questo Paese che tradisce le proprie radici giudaico-cristiane in favore dell'ideologia (e non religione, perché la religione è qualcos'altro) islamista. Quasi, quasi me ne vado anch'io da questo posto di m***a. L'Europa dovrebbe imparare da Israele come trattare gli "arabi".

antidoto

Gio, 23/04/2015 - 11:34

Qui la dimostrazione di come i curdi trattano gli "invasori", altroché Europa... http://video.repubblica.it/dossier/iraq-avanzata-is/iraq-curdi-distruggono-autobomba-isis-kamikaze-esplode-in-aria/197612/196641

marcus57

Gio, 23/04/2015 - 12:48

Come si prende la cittadinanza israleliana? Io da questo paese di ...... me ne vorrei andare. Quanto quelli sanno difendere i confini noi facciamo entrare mezza Africa musulmana.

Ritratto di charry_red_wine

charry_red_wine

Gio, 23/04/2015 - 13:12

ogni tanto una persona seria appare all'orizzonte

Blueray

Gio, 23/04/2015 - 16:33

Ha fatto benissimo. Brava, una scelta apprezzabile. Vivrà in un Paese dove c'è forte il senso dell'appartenenza allo Stato, un Paese che sa difendersi ed autotutelarsi dagli attacchi e dalle intrusioni esterne senza dipendere da una catena di S. Antonio di Enti inutili come succede all'Italia

AndreaT50

Gio, 23/04/2015 - 17:43

BRAVISSIMA! Una volta ogni tanto (poche) sono orgoglioso di essere italiano.