"Carabiniere ucciso? Se non spari sei morto. Se lo fai, ti processano"

Ira degli agenti dopo la morte del carabiniere a Roma. Andrea Cecchini (Italia Celere) "Siamo arrabbiati. Nessun rispetto per le divise"

"Bisognerebbe osservalo da quella prospettiva, il mondo". Da dentro il casco di un celerino, vestendo la divisa di un poliziotto o di un carabiniere. "É tutto diverso, nessuno può capirlo davvero". Non lo comprendono i politici, i violenti, quelli che "All Cops Are Bastard".Forse neppure il cittadino comune. "Vorrei che un giorno insieme a noi venissero il ministro Toninelli, Conte o un magistrato. Vorrei che quel casco lo indossassero Grillo e Saviano". Sfido chiunque a stare sei ore fermo, con lo scudo in mano, a prendersi insulti, sassate, martellate. Oppure a girare su una gazzella e intervenire in piena notte a Roma, col rischio di trovarsi un coltello serramanico piantato nel cuore.

Molte lacrime sono state versate per la morte di Mario Rega Cerciello, il militare ucciso da due studenti americani. Parole di elogio, "il nostro eroe", un servitore dello Stato. Tutto vero. Tutto sacro. Eppure neanche 24 ore dopo i No Tav prendevano di nuovo di mira "quelle merde" dei poliziotti schierati a difesa del cantiere dell’Alta Velocità. I soliti insulti, la solita ricerca dello scontro.

Questi due eventi sembrano così lontani nel tempo e nello spazio. E invece raccontano la stessa storia: un italico schizofrenismo che glorifica le forze dell’ordine solo una volta dentro la bara avvolta dal Tricolore, ma le abbandona tutti giorni, lasciandoli senza tutele, con stipendi da fame e spesso alla mercé dei violenti.

In Val di Susa Andrea Cecchini c’è stato in un maledetto 3 luglio del 2011. Era un celerino. È un celerino, oggi presidente nazionale nazionale del sindacato Italia Celere.

Da quel giorno sono passati otto lunghi anni, ma poco sembra essere cambiato. Le forze dell’ordine continuano a subire e a morire.
Oggi in realtà è ancora peggio. In queste ore qualcuno sta addirittura dubitando delle azioni del carabiniere di Roma, dicendo che l’attentatore avrebbe soltanto reagito a chissà cosa.

Andiamo con ordine. Cosa successe quel 3 luglio del 2011?
Ci lanciarono addosso bombe carta, petardi, pietre. Di tutto. Erano armati pure di molotov: fu terrorismo a tutti gli affetti.

Reagiste solo dopo sette ore.
Per evitare la nostra morte decidemmo di entrare all’interno del loro schieramento. Fu un massacro, con 80 feriti solo nella polizia. Ottanta, capito? E qualcuno s’è pure lamentato, sostenendo fossimo stati noi i violenti.

L’assurdo però arriva dopo.
A distanza di tre anni, lo Stato ci manda a testimoniare a Torino nell’aula bunker e ci chiede di viaggiare a spese nostre. Capisce?

Qualcuno vi avrà accompagnato. Non dico un ministro, ma almeno un funzionario.
Macché, ci hanno abbandonato. Eravamo soli. Pensi che per noi non è prevista nemmeno la tutela legale dell'Avvocatura dello Stato.

Lei subì lesioni guaribili in 90 giorni.
Tre mesi di convalescenza, di cui venti giorni in ospedale e gli altri a casa senza poter lavorare. Per colpa di delinquenti assatanati.

Poi il calvario delle cure mediche.
Non mi è stato pagato nulla. Ho riportato una lesione al timpano, una lesione al ginocchio e alla spalla. Tutti gli accertamenti post infortunio li ho fatti a spese mie. Io, come tutti i poliziotti d'Italia.

Storia vecchia, dirà qualcuno.
Non è vero. Il mio è solo un esempio, vale ieri come oggi. Finisce sempre così: il poliziotto o il carabiniere ha solo due strade davanti: se reagisce, andrà a processo; se non lo fa, lo spediscono in ospedale. Oppure all’obitorio.

Un agente può difendersi?
Non ci mettono nelle condizioni.

Si spieghi meglio.
Gli ordini sono sempre quelli di aspettare e farsi piovere addosso di tutto e di più. Subire e fare i pagliacci. Lo stesso vale per chi sta in strada, visto che non può estrarre la pistola se non in casi particolari. E abbiamo visto come va a finire.

Mi faccia un esempio.
Se due notti fa il carabiniere ucciso a Roma avesse sparato prima di ricevere le coltellate, ora sarebbe vivo. Ma sotto processo. In pochi secondi dobbiamo decidere se finire in ospedale o in tribunale. E a volte succede che nell’indecisione si finisca ammazzati.

Qualcuno su Facebook esulta per la morte di Mario Rega Cerciello.
È assurdo. Noi siamo padri di famiglia, mariti. Abbiamo figli a casa. Fuori da questa divisa abbiamo una vita e i problemi di tutti quanti. Siamo uomini.

Cosa si prova a stare col casco in testa?
Si vive un forte desiderio di legalità. E questo, purtroppo, ci porta a provare anche impotenza.

Parola forte.
Sappiamo che in servizio in qualsiasi modo ci muoviamo, finiamo comunque dalla parte del torto. Se durante il servizio qualcosa va storto, iniziano le indagini, 10 anni di processi, soldi spesi in avvocati e magari perdiamo pure il lavoro.

Cosa potrebbe fare lo Stato?
Servono protocolli chiari, leciti, legali e tassativi per gli interventi in fase attiva. E magari assicurare i delinquenti alla giustizia.

A liberare quelli ci pensa la magistratura.
È meglio se non parlo. Ma è sotto gli occhi di tutti che in prima fila nelle manifestazioni violente ci siano sempre pluri-pregiudicati che inneggiano al terrorismo, ancora liberi.

In Italia c’è poco rispetto per chi veste una divisa?
Assolutamente sì.

E perché siamo arrivati a tanto?
L’opinione pubblica è stata deviata da alcune fazioni politiche della sinistra. E così prendiamo schiaffi sia a livello fisico che sul piano mediatico.

Lei sembra incazzato.
Sono molto arrabbiato con la politica. Il casco su cui sputano è lo stesso che va a L’Aquila a salvare i terremotati sotto le macerie e che arresta i delinquenti. Quando fermiamo un terrorista ci dicono bravi, poi però se diamo il via a una carica per difenderci dai violenti ci chiamano "assassini".

Cosa vorreste?
Certezza della pena, strumenti efficienti e protocolli chiari. Le faccio un esempio: abbiamo chiesto che la fuga diventi aggravante del reato, l’ho pure fatto presente in audizione in commissione parlamentare. Ma loro hanno votato "no" e l'altra notte è morto un carabiniere.

Cosa significa?
Significa che alla politica delle forze dell’ordine non frega niente. Pensano a noi solo quando possiamo diventare il cuscinetto sociale delle loro incapacità.

Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 29/07/2019 - 10:44

Meglio un brutto processo che un bel funerale,con le autorità (!!??) in prima fila a fare passerella.

bernardo47

Lun, 29/07/2019 - 10:45

Hanno perfettamente ragione.rischiano per noi la vita ogni giorno,per 1300/1400 euro netti, nel,paese dove anche a truffatori di Isee e lavoratori al nero,si danno 780 euro di nullafacenza a sbafo e se in affitto,fino anche a 1300 e oltre! È una vergogna assoluta!

honhil

Lun, 29/07/2019 - 10:45

Gli abitanti dello Stivale, e in modo specifico tutte le persone che, in un modo o nell’altro, fanno riferimento all’arcipelago sinistro o quell’arcipelago, occasionalmente, per interesse personale conteggiato, Conte compreso, da italiani brava gente sono diventati dei paraculi di prima grandezza. Sciacalli che venderebbero anche la madre, per acchiappare una comoda poltrona o per non perderla. E così capita che, ancora prima di capire del perché e del per come all’accoltellatore era stato riservato quel trattamento, sbraitano come tante scimmie urlatrici, dimenticandosi velocemente che quell’assassino satanico aveva inferto al vicebrigadiere dei carabinieri, Mario Cerciello Rega, ben undici coltellate. Però su una cosa Conte ha ragione: in Italia ammazzare una divisa non costa niente. Tanto è vero che i delinquenti di mezzo mondo vengono qui per praticare la caccia all'umo in divisa.

Angelo664

Lun, 29/07/2019 - 10:49

Quello che dice e' assolutamente vero. E' DEPRIMENTE sapere di essere i primi accusati in caso di una sparatoria ! Roba da matti. Una riflessione pero' devo farla : gli agenti sono veramente tutti preparati ? I vestiti sono ideonei ? Io ho fatto il militare nell'arma e la divisa era tutto fuorche' adatta ad un combattimento corpo a corpo, a cominciare dalle scarpe in cuoio che scivolano su certi terreni e sono scomode. Anche la giacca e' assurda cosi come la cravatta e la camicia a maniche lunghe in inverno. Per compiti di questo tipo servono cose agili. Inoltre gli agenti sono fisicamente preparati ? Io vedo all'estero poliziotti palestrati come non mai. da noi l'esatto contrario. Panze ben pronunciate segno inequivocabile di 0 attivita' fisica. Poi equipaggiamento, serve la telecamera, la body cam che registra tutto almeno la finiremo con questa storia delle immagini che mancano e dietro alle quali si nascondono tutti.

Ritratto di saggezza

saggezza

Lun, 29/07/2019 - 10:50

Ribadisco in Italia le Forze dell'Ordine non hanno affatto paura dei criminali, ve lo garantisco, ma delle toghe nostrane e politicizzate. E a rimetterci è la sicurezza di tutti.

Angelo664

Lun, 29/07/2019 - 10:52

Qualcuno su Facebook esulta per la morte di Mario Rega Cerciello : andateli a prendere uno ad uno e portateli in caserma. Poi li vestite da Carabinieri e li portate con voi alla prima rissa o sparatoria che capita. In divisa, rigorosamente.

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Lun, 29/07/2019 - 10:53

l'ho già detto più volte: finchè in ITA prevarrà una filosofia tipicamente "di sinistra" in fatto di Ordine Pubblico, nel creare ambiguità sulle REGOLE DI INGAGGIO in luogo pubblico per gli addetti alle Forze dell'Ordine, quest'ultimi saranno sempre fortemente inibiti nel riuscire a fare il lavoro per il quale sono preposti, essendo certi che nel caso usassero gli strumenti dati loro in dotazione fino a ferire un criminale, non quest'ultimo ma gli stessi Agenti di Polizia (o Carabinieri o esponente di qualsiasi altra Arma Militare) finiscono inquisiti dal giudice di territorio competente, con buona probabilità di vedersi condannati. Finchè non si comprende questo concetto fino a cambiarlo sensibilmente (a favore dei tutori della Legge), NON SE NE ESCE, ma con buona probabilità tra qualche tempo ci ritroviamo a commentare un fatto simile come quello appena accaduto.

Manlio

Lun, 29/07/2019 - 10:53

C'è una maggioranza di italiani, purtroppo silenziosa , che vi stima e vi ammira e soffre con voi.

Cheyenne

Lun, 29/07/2019 - 10:55

PERCHE' NON UN BEL GOLPE PER SPAZZARE VIA LA FECCIA COMUNISTA??

Fjr

Lun, 29/07/2019 - 10:55

Significa che i politici tutti sono dei cialtroni che hanno trasformato il nostro paese in un campo giochi per la feccia che arriva da ogni parte,che la magistratura tutela ladri ed assassini col chiaro intento di mettere in difficoltà il governo di turno,che insomma alla fine siamo un paese di pagliacci e che ci facciamo prendere per il cubo da tutto il mondo,invece di proteggere chi si preoccupa per la nostra incolumità,fossi in loro dichiarerei un mese di blocco ,ma anche le scorte ,poi voglio vedere i soloni di Roma

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 29/07/2019 - 10:58

restituite tutti le rivoltelle e vediamo che diranno.

NickByte

Lun, 29/07/2019 - 10:58

per quello nei vari paesi, i colpi di stato avvengono sempre da parte delle forze militari ... ad un certo punto si stancano di subire ....

Mborsa

Lun, 29/07/2019 - 10:58

In Francia quando ci sono manifestazioni arrestano centinaia di persone, qui si limitano a filmarli e poi a perseguirli. L'effetto deterrente viene a mancare: una cosa è essere fermati e andare in caserma, altra cosa è ricevere una convocazione e presentarsi con il proprio avvocato in un ufficio. Nel caso di un lavoratore dipendente c'è a priori la presunzione di innocenza e la solidarietà dei media, nel caso di un poliziotto o un carabiniere c'è quasi sempre il pregiudizio di colpevolezza! Purtroppo ci sono stati casi di colpevolezza, ma la presunzione di innocenza deve valere anche per le forze dell'ordine.

trasparente

Lun, 29/07/2019 - 10:59

Angelo664 - appunto,le forze dell'ordine dovrebbero essere obbligati a fare arti marziali, in questo caso possono difendersi meglio o combattere meglio. Ma la domanda sorge spontanea: la pistola in quali casi viene adoperata? alle parate?

guido.blarzino

Lun, 29/07/2019 - 11:01

Tutto vero, una triste realtà. Qualcosa deve cambiare

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 29/07/2019 - 11:01

vedo che ancora una altra volta dovete essere equipaggiati dai tedeschi come fecero nella ultima guerra che vestirono i nostri piloti dando loro guanti scarpe invernali tutto di pelle ecc non con caschetti di tela a 6000 metri di altezza con 40 e più sotto lo zero.

NickByte

Lun, 29/07/2019 - 11:02

ma ... non siamo un Europa ????? allora prendiamo le leggi tedesche, francesi,romene, bulgare .... e usiamo quelle ... non possono mica dire che non vanno bene ....

veromario

Lun, 29/07/2019 - 11:02

purtroppo ci sono moltissime verità nello sfogo del poliziotto.chiunque a fatto qualche viaggio in europa avrà visto come sono le polizie negli altri paesi,francia spagna germania,ecc. li sono rispettati e non derisi come qui altrimenti son dolori.ma qui sei provano ad un minimo di reazione addio visto per una foto di un delinquente ammanettato quanto chiasso persino dagli americani,che s per caso ti provi a starnutire ti sparano.

rawlivic

Lun, 29/07/2019 - 11:04

standing ovation per la testimonianza.

Giorgio Colomba

Lun, 29/07/2019 - 11:04

Parole sacre quanto inutili. Ringraziamo Mattarella che, impedendo per puntiglio sinistro un esecutivo F.I.-Lega-Fdi, ha spalancato il Palazzo a quei comunisti mascherati del M5S precludendo ogni possibilità di allestire quella riforma della magistratura di cui questo sciagurato paese ha da sempre impellente bisogno e senza la quale le FF.OO. continueranno a dover scegliere - tertium non datur - tra andare in galera o morire.

rokko

Lun, 29/07/2019 - 11:08

Ciò che dice il tizio è sacrosanto, ma non c'entra niente con l'ultimo caso a Roma. Non credo proprio che il problema sia stato che il carabiniere si era fatto degli scrupoli nello sparare, piuttosto è stato colto di sorpresa e c'è da chiedersi come mai fosse da solo. Infine un commento sugli "stipendi da fame": purtroppo, finchè il sindacato si opporrà a differenziazioni salariali, c'è poco da fare. Lo stipendio che prende un agente è pochissimo se l'agente in oggetto è operativo (va in strada, fa pattuglie, ronde, ecc.), ecc., ma è tantissimo se l'agente stesso passa le ore a scaldare la sedia in ufficio e batte la fiacca (ne conosco un po'). Dunque, o si accetta un meccanismo salariale premiale per i più bravi e penalizzante per i fannulloni, oppure c'è poco da fare.

rawlivic

Lun, 29/07/2019 - 11:08

ripeto che c'e' stato forse (forse) un atteggiamento leggero da parte dei due operatori in Borghese, trovandosi davanti due ragazzini apparentemente non pericolosi. Negli ultimi anni c'e' stato un incremento di aggression con lame che deve far cambiare l'approccio tattico. Sotto i 6 metri, se non sei in condizioni di sparare, sei potenzialmente morto se l'opponente estrae una lama. Ci sono studi e casistiche che parlano chiaro. In italia l'uso delle armi e' ancora un tabu sociale, con gente che rifiuta ideologicamnente che I ladri e criminali si possono ammazzare se reagiscono o si oppongono.

rawlivic

Lun, 29/07/2019 - 11:10

gli operatori devono avere il diritto e latutela legale di reagire in armi. I civili devono avere lo stesso diritto. In popolo armato che puo' difendersi attivamente, e' un popolo LIBERO.

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Lun, 29/07/2019 - 11:11

Troppo potere e discrezionalità a questa magistratura, sarebbe ora che le cose cambiassero! Deputati, parlamentari e ministri della destra, svegliaaaaaaa!!!

Tommaso_ve

Lun, 29/07/2019 - 11:12

Scusate... ma chi ha fatto quella foto del detenuto bendato? Se non riuscite a fare "squadra" tra di voi, non so come pensate di cavarvela con una magistratura "apertamente" ostile. Se fossi stato in quella stanza ed avessi visto un mio collega fare una foto...

carlottacharlie

Lun, 29/07/2019 - 11:13

Sono decenni che non c'è rispetto per le divise, dopo la cura comunista nulla è stato più lo stesso. Nemmeno si ha più la "cagarella" quando vengono fermati, sanno che ci sono gli odiatori totali delle divise che allignano nelle istituzioni e che mai li condanneranno mentre verrete voi in divisa messi sotto le forche caudine. Il degrado morale del paese è la madre di tutte le storture.

Ritratto di Antero

Antero

Lun, 29/07/2019 - 11:15

Finchè sarà in vigore il principio di legalità e non quello d'autorità le cose non potranno migliorare ...

Ritratto di saggezza

saggezza

Lun, 29/07/2019 - 11:17

l’intervista riporta la sacrosanta verità. Ed i centri sociali, gli estremisti, gli anarchici, i terroristi sono degli emeriti conigli perché sanno di avere una protezione togata e politicamente sinistra, quella protezione che non hanno i nostri ragazzi in divisa. Se solo vi fosse una vera giustizia super partes si cag….ro sotto.

Massimo Bernieri

Lun, 29/07/2019 - 11:19

Se il parlamento vuole,può cambiare le regole di ingaggio dove se uno si avvicina con una arma:qualunque sia anche una mazza che se ti colpisce in testa..dopo che intimi ALT potrai sparare ma regole precise non interpretabili dai giudici,non sarà l'ultimo servitore dello stato a morire.Solo che nel parlamento non tutti sono d'accordo specie le sinistre.Avrebbe potuto almeno provarci Berlusconi dal 2008 dove il suo governo aveva maggioranza due camere.

maricap

Lun, 29/07/2019 - 11:19

Arrestare subito, chi tenta di processare chi si è difeso, e soprattutto chi tenta di portare in giudizio le forze dell'ordine, che proteggono gli onesti. Contro chi opera per garantire una civile convivenza, solo delinquenti rinnegati, gente de me r d@ piazzata ovunque. Traditori della propria gente che vanno annichiliti. Sed ferro recuperanda est patria, con le mozzarelle non si va da nessuna parte, anzi si alimenta la delinquenza a tutti i livelli.

Antibuonisti

Lun, 29/07/2019 - 11:20

Gli italiani devono capire bene e in fretta che l'ideologia di sinistra in questo paese sta facendo danni irreparabili che impatteranno in modo catastrofico per anni e generazioni future. Anche chi ha ricevuto favori dalla sinistra a vario titolo deve smettere di esserne riconoscente e voltare pagina, ormai il gioco si e' fatto pericoloso e non e' più' questione di convenienza ma di salvare il salvabile per i nostri figli.

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Lun, 29/07/2019 - 11:20

quando penso che i governi di sx sono riusciti a far passare le legge sulla tortura!! proprio per colpire le forze dell'ordine.ecco da chi viene l'odio per primi

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Lun, 29/07/2019 - 11:24

@ franco-a-trouter 11:01 : cosa c'entra l'equipaggiamento ??? Le F.d.O. ITA sono ben equipaggiate per la bisogna, sia in fatto di "automatiche" che di "semi-automatiche" cal.9 parabellum, IL PROBLEMA E' CHE NON POSSONO USARLE!!! Capito il paradosso ??

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Lun, 29/07/2019 - 11:24

NON ERA IN DIVISA. IN QUESTA CIRCOSTANZA IL CARABINIERE NON ERA IN DIVISA. Se fosse stato in DIVISA NON sarebbe stato scambiato per COMPLICE DEL PUSHER TRUFFATORE. Sono ben altri che ATTACCANO LE DIVISE perchè RAPPRESENTANTI DELLO STATO. I NO TAV, i fancazzisti centrosocializzati, i Black Blok, i migranti spacciatori, in pratica il braccio armato de sinistra.

Ritratto di Artù007

Artù007

Lun, 29/07/2019 - 11:26

Piena solidarietà alle Forze dell'Ordine. Purtroppo la peggior specie al mondo è l'uomo (bestia)ed ha bisogno di regole ferree e disciplina. D'altronde siamo gli unici ad ammazzarci tra di noi, avete mai visto gli animali fare guerre??? Il BUONISMO per l'essere umano non può esistere. L'essere umano dev'essere sottoposto ad un regime severo, fatto di leggi e punizioni, ma forse neanche questo basta ad educarlo al rispetto della vita!!!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 29/07/2019 - 11:27

Provate a parlarne con i kompagni che vi vogliono un mondo di bene.!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 29/07/2019 - 11:28

@Angelo664 10:49...concordo!Il problema è TECNICO e POLITICO!.Purtroppo a Marzo 2018,SOLO il 22% di ITALIANI ha votato al 22% gli unici due partiti "contro" il degrado della legalità,della violenza nelle strade,etc.,con a Maggio 2019 il numero passato al 38%!Significa che ancora il 62% di "italiani" è favorevole,con TUTTO l'"ambaradam" ISTITUZIONALE,che per i prossimi 10-20-30 anni continuerà a remare nello stesso modo.Tutta questo ,sommato ad una "magistratura" NON ELETTIVA,sganciata completamente dal sentito popolare maggioritario(che è in continua,rapida evoluzione),dimostra che la "tutela dei "diritti" di Caino,è diventata un obbligo,l'obbiettivo primario della stessa!....Abele,che ha sofferto,ed è morto!?..Limportante è che Caino,sia trattato sempre con "democratici guanti bianchi",nella "legalità",perchè lui, nella visione "progressista" è un "POVERINO",che va compreso,non discriminato,recuperato,anche a costo di mettere in pericolo la vita di altri milioni di Abele!

killkoms

Lun, 29/07/2019 - 11:31

Scegliere tra funerale o processo è assurdo!

Garganella

Lun, 29/07/2019 - 11:33

E che nessuno si azzardi più a fare commenti negativi su un assassino ammanettato e bendato.

Ritratto di massacrato

massacrato

Lun, 29/07/2019 - 11:37

PIENA SOLIDARIETA' A TUTTI I CARABINIERI. E' ora di cambiare questo assurdo sistema di pensare ed agire AL CONTRARIO del buon senso storico.

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Lun, 29/07/2019 - 11:40

Tutto perfettamente condivisibile. Siamo un popolo di pavidi e di vigliacchi se permettiamo che le forze dell'ordine vengano trattate in questa maniera. Ma non siamo noi, gente comune, ad averlo permesso. Son sempre i "compagni che sbagliano" che si gloriano della loro "magistratura democratica" e del loro repellente "buonismo". Ed io non permetterei mai a Grillo e Saviano di indossare un casco delle Forza dell'ordine. Sarebbe una profanazione dell'oggetto.

Ritratto di BoycottPoliticalCorrectness

BoycottPolitica...

Lun, 29/07/2019 - 11:44

Purtroppo l'immagine che i media (la gran parte in mano alle sinistre) danno delle Forze dell'Ordine è quasi sempre mistificata e strumentale ai loro padroni politici. Ma anche se "quelli" sono abili a mistificare la realtà la realtà è sempre più pronta a sconfessarli. La gente onesta stima la gente in divisa e vuole che questi facciano e possano fare il loro dovere al meglio, anche sparando e manganellando duramente se serve. Se poi per questo si rischia di passare per fascisti pazienza. Personalmente non mi tocca, parole vuote e senza concretezza. Avrei invece parecchio disagio e vergogna se qualcuno mi definisse antifascista perché allora sì che sarei, alla luce di fatti sempre più concreti, equiparato a quelli che veramente pensano e agiscono da veri squadristi fascisti, sempre più e sempre peggio.

fgerna

Lun, 29/07/2019 - 11:45

Ha perfettamente ragione , in Italia il buonismo ha dato la possibilità a chiunque di delinquere, oltraggiare le forze dell'ordine e di farla sempre franca per i delinquenti e vessare i cittadini onesti. E' Ora che si metta mano a questa incresciosa situazione.

bernardo47

Lun, 29/07/2019 - 11:51

un assassino pericoloso come quello, va ben ammanettato e ben bendato,essendo sempre oltremodo pericoloso anche sotto interrogatorio, visto che ha pugnalato e ucciso con 11 fendenti un carabiniere....merita ergastolo e se vi fosse, la pena di morte! altro che storie!

poli

Lun, 29/07/2019 - 11:53

RIBELLATEVI.......sciopero bianco,le scorte se la facciano da soli i kompagni.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Lun, 29/07/2019 - 11:54

La stragrande maggioranza degli italiani, non solo rispetta ma apprezza enormemente l'opera delle forze dell'ordine, alle quali il nostro grazie non è mai sufficiente. Il rovescio della medaglia è dato dai farabutti, tanti, dati dal lassismo del potere giudiziario. Rendendo impuniti assassini e delinquenti altro non fa che attirarli tutti qui. Speriamo in una profonda riforma della giustizia che spazzi via tutti i giudici politicizzati, ad iniziare dal CSM, covo di sinistri. In ogni caso grazie e grazie ancora alle forze dell'ordine per quello che fate per i cittadini tutti. Grazie.

VittorioMar

Lun, 29/07/2019 - 12:04

..la vera NOSTRA STIMA VERSO le Forze dell'ORDINE si può dimostrare in modo TANGIBILE versando un aiuto economico alla SOTTOSCRIZIONE UFFICIALE ARMA DEI CARABINIERI alla Famiglia REGA presso B.N.L. !!

Ritratto di massacrato

massacrato

Lun, 29/07/2019 - 12:06

Dovìè il ministro della Difesa? Non dice nulla? Un generale se ne era andato dopo averla udita in una manifestazione di qualche tempo fa, forse sarebbe ora di fare ammenda.

Ritratto di massacrato

massacrato

Lun, 29/07/2019 - 12:09

OCCORRE ANDARE AL VOTO E RIVEDERE TUTTO IL SISTEMA.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 29/07/2019 - 12:10

questa storia dimostra benissimo che i babbei comunisti grulli e pure legaioli hanno votato MALISSIMO! Continuando a votare per il PD o il M5S , si avrà la stessa situazione anche 10 anni dopo! è ora di smetterla di votare per la sinistra! :-) davvero! votate quello che volete, ma NON la sinistra e non le persone che provengono dalla sinistra se non hanno accettato un nuovo programma che escluda l'ideologia di sinistra e quella del M5S!

bernardo47

Lun, 29/07/2019 - 12:15

meno reddito di nullafacenza a sbafo pagato con le nostre tasse a lavoratori al nero e truffatori di ogni risma e piu' risorse per le nostre forze dell'ordine che rischiano la vita ogni giorno per noi!

Ritratto di wciano

wciano

Lun, 29/07/2019 - 12:21

Gli agenti in strada e il ministro che sposta l'ufficio in spiaggia. Un anno e mezzo "di cambiamento" e nemmeno una bozza di revisione del codice, zero zero. Solo parole e porchetta. Schifato

dredd

Lun, 29/07/2019 - 12:30

Piena solidarietà

bernardo47

Lun, 29/07/2019 - 12:30

le regole di ingaggio delle forze dell'ordine vanno riviste! devono poter usare e subito,se con ragione, le armi come in USA! basta buonismo becero! questi che si vedono sono proprio i risultati di quella tentennante e insicura e sbagliata politica!

Ritratto di P4

P4

Lun, 29/07/2019 - 12:33

Onore al Carabiniere Mario Cerciello Rega. L'uso delle armi deve essere consentito a tutti i cittadini onesti oltre che alle forze dell'ordine. Altrimenti ad essere armati saranno solo gli assassini.

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Lun, 29/07/2019 - 12:35

Un giorno di 30anni fà mi trovavo in armeria dove la casualità mi fece incontrare un agente di Polizia con il quale mi misi a parlare; già allora emersero gli stessi problemi: egli mi disse che al Ministero d.Interni c'era gente pagata anche per studiare "il colore" delle divise della polizia, per fare in modo che la loro stessa vista non fosse troppo "offensiva" agli occhi di civili e borghesi. Questo dettaglio mi fece capire, già allora, la filosofia di pensiero dominante in Italia per ciò che concerne la SICUREZZA su suolo PUBBLICO. La stessa filosofia che in 30anni ha disseminato decine di morti tra le Forze d.Ordine. La stessa filosofia di pensiero che nel tempo ha fatto sorgere associazioni sul modello "nessuno tocchi caino". La stessa filosofia che ancora milioni di italiani votano quando chiamati alle urne.

fisis

Lun, 29/07/2019 - 12:36

Non è più tempo dei pianti, non è più tempo di lamentele è tempo delle proteste e rivendicazioni anche eclatanti, nei confronti della politica e della giustizia che non vi difendono e vi mandano al macello, mentre loro sono ben protetti nei loro palazzi, con i loro stipendi d'oro.

Ritratto di Walhall

Walhall

Lun, 29/07/2019 - 12:41

Praticamente in Italia abbiamo poliziotti e carabinieri solo a titolo onorifico, tanto per riempire le cronache nere delle loro morti, vessazioni, ingiustizie e quant'altro offenda questi neo martiri. Oltraggiare loro è aggredire noi italiani, quelli veri, onesti, che pagano le tasse, quelli che davanti alla divisa sono orgogliosi di avere questi uomini e donne sempre in prima linea per garantire la democrazia. Il loro mestiere lo sanno fare molto bene, non sono pagati per farsi ammazzare ma bensì per rispondere alla minaccia sino a neutralizzarla. Ciò che nessun esecutivo è stato capace finora, è riformare la magistratura, un bubbone mai curato, licenziando e perseguendo coloro che sono pari ai criminali quando li rimettono in libertà dopo pochi minuti. Salvini sveglia, siamo come ai tempi di Renzi, nulla è cambiato! Non serve farsi selfies con i nostri tutori dell'ordine,foto ricordo di chi domani potrebbe non esserci più.

lisanna

Lun, 29/07/2019 - 12:51

con le forze dell'ordine senza se e senza ma. ci si indigna per la benda ? io mi indigno per l'accanimento dei vari pm e giudici che mettono a processo i carabinieri e lasciano liberi i criminali (leggi clandestini violenti che hanno ogni attenuante o le carola )

Ritratto di Turzo

Turzo

Lun, 29/07/2019 - 13:17

Sono vicino a tutte le forze dell'Ordine e mi sento di ringraziarle per quello che quotidianamente fanno. Abolire tutte le norme e le leggi che non consentono la difesa attiva dei tutori dell'ordine, a cominciare da quelle sulla tortura voluta dai sinistrati e buonisti a difesa di centri sociali e delinquenti di varia foggia e che politici sinistrati si ergono a paladini! Non mi fa specie che si intitoli una rotonda o piazza al carnefice di un carabiniere al g8 di Genova.

Iacobellig

Lun, 29/07/2019 - 13:19

Per il mancato rispetto delle divise, ringraziare i giudici che pensano di saper fare il loro lavoro dove nessuno può sindacare!!’

Italo2000

Lun, 29/07/2019 - 13:20

Anch'io sono dell'idea che nel nostro Paese occorre alle prossime elezioni che vincano Salvini e la Meloni con una maggioranza schiacciante, gli unici che possono fare una vera riforma della giustizia e disfarsi una volta per sempre di questa sinistra dannosa al Paese in tutti i campi.

Gughy

Lun, 29/07/2019 - 13:25

Commentare questa intervista è superfluo. I massimi vertici delle forze dell'ordine, la magistratura schierata e la politica inconcludente e "buonista" dovrebbero fare il mea culpa per la morte di questo carabiniere e di tutti gli uomini che già in precedenza hanno perso la vita per mano di delinquenti assassini, perché sono colpevoli allo stesso livello del killer americano. Si devono aspettare altri tragici eventi come questo affinché le istituzioni intervengano concretamente?

aswini

Lun, 29/07/2019 - 13:31

hai ragione lisanna, Vorrei che qualcuno mi dessauna risposta logica e razionale, per es. domani viene aggredito napo orso capo e la scorta non può sparare, pena l'accusa di torture, che fanno i vermigli insorgono perchè la cariatide è al di sopra delle leggi?

bundos

Lun, 29/07/2019 - 13:32

la cosa da fare è spedirli negli USA e processarli là secondo le leggi Californiane che prevedono la pena di morte.amen. se li lasciamo in balia della magistratura italiana spaghetti, vongole e mandolino non avremo mai giustizia .subito spediti negli USA

perroviejo50

Lun, 29/07/2019 - 13:35

"Alla politica delle forze dell'ordine non frega niente".In una frase ha descritto la vera situazione attuale.Quando cambiera` sara` sempre troppo tardi.

Malacappa

Lun, 29/07/2019 - 13:51

Bene cominciamo a togliere tutte le scorte pagate da noi a tutti i giudici politici e compagnia bella vadano a chiedere protezione ai delinquenti che difendono

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Lun, 29/07/2019 - 13:54

^(*@*)^ Dopo il vero è sacrosanto elencato sopra, dopo il funerale in pompa magna infarcito di tanta ma tanta apparente solidarietà e vicinanza, a riflettori spenti, MI RACCOMANDO FATE COME AL SOLITO !! Abbandonate le famiglie al loro destino senza dimenticarvi di fagli vedere I SORCI VERDI PER EVENTUALI RISARCIMENTI O PENSIONI SE SI AZZARDASSERO A CHIEDERLE.

frank173

Lun, 29/07/2019 - 13:55

Se non spari sei morto. Se lo fai, ti processano. Esattamente come per tutti i cittadini italiani. Gli unici 'autorizzati' a commettere violenze sono i criminali. Scrivo 'Autorizzati perché poi le pene sono ridicole. Oggi puoi ammazzare un'altra persona, comportarti da detenuto modello e uscire in meno di 10 anni.

necken

Lun, 29/07/2019 - 14:00

andrebbe portata avanti una campagna mediatica di sensibilizzazne a favore delle forze dell'ordine vittime troppo spesso della commiserazione di quella "inteligenza di sinistra" che considera ancora oggi le forze dell'ordine come sbirri di un regime antidemocratico. Cambiamo le regole di ingaggio delle forze dell'ordine che lo stato dovrebbe avere l'obbligo di tutelare assime alla sicurezza dei cittadini

Ritratto di corsarotemplare

corsarotemplare

Lun, 29/07/2019 - 14:06

Questa purtroppo è la realtà di questo paese "SCHIFOSO" (per noi italiani onesti) !!! Qua non si guarda se le cose sono giuste o sbagliate...ma se arrivano dalla destra o dalla sinistra (Politica) !!!

elpaso21

Lun, 29/07/2019 - 14:14

Ma è vero che non sono neanche assicurati per la responsabilità civile???

vince50

Lun, 29/07/2019 - 14:17

Si tratta di sparare oppure no.Beh..credo sia il caso di"alzare il tiro!!!!",il pesce puzza dalla testa.

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Lun, 29/07/2019 - 14:20

Nel leggere questa intervista ho provato una grande tristezza. Queste verità acuiscono il già diffuso senso d'insicurezza. La divisa rappresenta lo Stato e lo Stato deve affermare se stesso anche attraverso gli uomini in divisa. Ad ogni costo. Si riparta da questi concetti semplici e fortemente democratici per riformare, rifondandolo, l'ordine pubblico in Italia. Concordo con chi afferma che E' MEGLIO UN BRUTTO PROPCESSO CHE UN BEL FUNERALE !

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Lun, 29/07/2019 - 15:09

@ Angelo664 10:52 - Ad esultare sono gli stessi ignobili insignificanti esseri del 2003, "quelli dei 10 100 1000 Nassirya" accomunati dalla stessa filosofia di pensiero. Finchè questa non viene estirpata fin dalle viscere, in ITA non se ne esce.

Ritratto di pigielle

pigielle

Lun, 29/07/2019 - 15:15

Però per fare le guardie del corpo ai nullafacenti politici di turno ed ai vari "Saviani". i "cattivi"poliziotti vanno bene ...VERO..!!??

baronemanfredri...

Lun, 29/07/2019 - 15:24

MARIO GALVERNA LA ROVINA DELL'ITALIA SONO GLI UTILI IDIOTI CHE VOTANO SINISTRA.

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Lun, 29/07/2019 - 16:02

^(*@*)^ Non ho mai sentito un grido, un urlo di sdegno, di denuncia, di ribellione.... mai sentito!! ....MBÈ E DA CHI ? ?? Finisci là il ragionamento visto che la meni da un bel pò !!! MA DAI GENERALI, DAI COMANDANTONI, DAI CAPI IN TESTA DI CARABINIERI E POLIZIA, si quelli ben stipendiati che se stanno al sicuro , al calduccio d’inverno ed aria condizionata d’estate. Non sarà che preferite pensare alla carriera piuttosto che sollevare anche un solo PIGOLIO ( PIO PIO PIO PIO ) IN FAVORE DEI VOSTRI UOMINI CHE CADONO SUL CAMPO DI BATTAGLIA TROPPO SPESSO IN QUESTO DISASTRATO PAESE.

frabelli1

Lun, 29/07/2019 - 16:27

Se questo è vero, e non vedo perché non debba credergli, questo SÌ è un grosso problema che deve essere subito eliminato dalla radice, con ordinanze apposite o leggi ad hoc o cancellazione di eventuali aggiunte. Un Carabiniere o un Poliziotto o un vigile, deve poter sparare per difendere se stesso ed i civili, deve sparare contro i criminali che vogliono assalirlo. Lui NON deve più subire angherie. È vergognoso per l’Italia e gli italiani.

montenotte

Lun, 29/07/2019 - 16:27

Devono avere la possibilità di usare la pistola, altrimenti a cosa gli serve? Cambiate con urgenza regole d'ingaggio e leggi.

montenotte

Lun, 29/07/2019 - 16:38

Come ha fatto il tizio a far passare un coltello militare alla dogana aeroportuale, con tutti i controlli e scanner che ci sono, mi lascia basito.

Amon

Lun, 29/07/2019 - 16:39

spiace per le condizioni retributive dei CC ma non mi pare che ci sia l'obbligo di arruolarsi. per guadagnare di più bisogna impegnarsi, studiare e meritarselo non basta avere la terza media e rischiare la vita, quello lo fanno già alcuni tipi di operai e se muoiono nessuno ne parla.

Amon

Lun, 29/07/2019 - 16:40

"L’assurdo però arriva dopo. A distanza di tre anni, lo Stato ci manda a testimoniare a Torino nell’aula bunker e ci chiede di viaggiare a spese nostre. Capisce?" è veramente assurdo che i militari vengano trattati (male) come i comuni cittadini.

anna30554

Lun, 29/07/2019 - 16:46

Ci vuole x gli assassini, stupratori,corruttori, evasori, spacciatori , processi fatti dal tribunale militare, mentre x i magistrati comunisti solo processi x chi ruba gallina, chi ruba al supermercato formaggio ,chi ruba auto, borseggiatore,insomma piccoli reati.

Spaccaossa

Lun, 29/07/2019 - 17:08

Incredibile come le nostre Forze dell’Ordine siano così poco tutelate. Ma la nostra Magistratura ha capito chi sono i veri nemici dello Stato?

Giorgio Mandozzi

Lun, 29/07/2019 - 18:02

E' la politica della "sinistra bellezza"! Dopo decenni di demonizzazione delle forze dell'ordine questo è il risultato. Ancora oggi, Mario Rega Cerciello è l'esempio, sono tutelati i malviventi a scapito delle forze dell'ordine che, comunque, l'errore di essere presenti lo fanno comunque. Mi pare, pure, che la sinistra insistesse per nomi e/o numeri sulle divise per rendere riconoscibili poliziotti o carabinieri. Mai nessuna proposta per rendere riconoscibili i delinquenti che con caschi, tute e sciarpe si nascondono per poi cambiarsi in abiti civili e fare gli angioletti. Per questi delinquenti tutto è lecito e comprensibile. Vergognatevi!

bernardo47

Lun, 29/07/2019 - 18:18

se non cambiano le regole di ingaggio per consentire al meglio l'uso delle armi, i nostri carabinieri e poliziotti,saranno sempre piu' a rischio della vita!

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Lun, 29/07/2019 - 18:20

^(*@*)^ A completamento del post precedente: IN COMPENSO CON TANTA SOLLECITUDINE, PRONTEZZA E SUSSIEGO SI SONO PRECIPITATI A CASTIGARE IL CARABINIERE R E O D’AVER BENDATO QUEL VILE ASSASSINO, FATTO GRAVISSIMO ANZI DI PIÙ GRAVVIMO. GRAVVIMO DAVVERO DOVE IN QUEST’ITALIA SI BADA SEMPRE INFINITAMENTE PIÙ ALLA FORMA CHE ALLA SOSTANZA.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Lun, 29/07/2019 - 18:22

Questo è vero nell'Italia della democrazia "nata dalla resistenza" (comunista), non lo sarà più nell'Italia sovranista dove regneranno ORDINE, DISCIPLINA e OBBEDIENZA. Salvini lo ha promesso: conosciamo i suoi programmi e la sua ammirazione per la democrazia russa. Sta a noi dargli la possibilità di realizzarla in Italia. Il voto è una grande arma, usiamola bene. Sta a noi cancellare per sempre la parola "democrazia&resistenza" per sostituirla con SOVRANISMO&ORDINE.

hallogram

Lun, 29/07/2019 - 19:18

Questa gente merita il massimo rispetto ed invece prende solo schiaffi. Ci si dimentica delle undici coltellate ricevute dal povero Mario e si attacca l'Arma per una benda messa ad un persona che è riuscita a far passare un coltello dentro un aeroporto! Fermo restando che bisognerebbe capire cosa è passato nel cervello di chi ha diffuso l'immagine senza far capire a cosa serviva aver messo quella benda sugli occhi. Perché quella foto e la sua diffusione? A chi serve tutto questo?

GPTalamo

Lun, 29/07/2019 - 19:20

Poveretti. Con la sinistra, sono diventati carne da macello.

colomparo

Lun, 29/07/2019 - 19:23

Questo è il risultato di decenni di governi sinistrorsi e di una malagiustizia senza alcun rigore nei confronti dei delinquenti !! Urge una riforma radicale della giustizia italiana !!!

Ritratto di lurabo

lurabo

Lun, 29/07/2019 - 19:53

uno schifo tutto italiano

ValdoValdese

Lun, 29/07/2019 - 19:59

*** *** *** I casi di carabinieri feriti o costretti a ritirarsi da gente minacciosa sono in aumento… ma la colpa di chi è, di un insufficiente addestramento o di noi cittadini che non corriamo mai a difendere i nostri teneri carabinieri?

Ritratto di franco_G.

franco_G.

Lun, 29/07/2019 - 20:22

E voi decidete di farvi ammazzare piuttosto che andare a finire davanti al giudice ? Un vero affare...

Alfa2020

Lun, 29/07/2019 - 21:35

mA STO CAZZOLA CHE STA SEMPRE IN TV DA STASERA iTALIA iL GRASSO CE SALITO NEL CERVELLO OGNI CAVOLATA Salvini Salvini Ma come a fatto a Fare economista sto defi.. lultima volta voleva andare a stare in Svizzera Basta essere di sinstra sanno solo BLA BLA BLA e si vede tanti anni di sinistra come siamo ridotti in Italia

Alfa2020

Lun, 29/07/2019 - 21:41

A volte molta liberta ci da in testa se la liberta la usiano cosi ci porta male non ce rispetto di niente piu

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Lun, 29/07/2019 - 22:42

Golpe (Cheyenne), blocco delle FF.OO. e delle scorte per un mese (Fjr), diritto dei civili di difendersi con le armi (rawlivic), affermazione del principio di autorità al posto di quello di legalità (Antero), arresto di chi cita in giudizio membri delle FF.OO. (maricap), “il buonismo per l’essere umano non può esistere” (Artu007), pena di morte (bernardo47), processi fatti dal tribunale militare (anna30554). In mezzo a tante proposte che offendono la memoria di un Carabiniere che ha dato la vita per fare rispettare le leggi DEMOCRATICHE dello Stato, l'unica proposta sensata pratica viene guarda caso da uno che il Carabiniere lo ha fatto davvero, Angelo664, che propone di dotare le FF.OO. di body cam, affinché i fatti non siano opinabili.

ciccio_ne

Lun, 29/07/2019 - 22:42

Il risultato di un Italia appiattita sulla filosofia dei.centri sociali. Comunisti d'accatto!

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Lun, 29/07/2019 - 23:30

Sono sicuro che se mai verra' fuori VERAMENTE chi ha scattato E PUBBLICATO la foto dell'"accecato", non si trattera' di uno con le stellette... TROVATELO! e forse poi le cose inizieranno a cambiare!

paco51

Mar, 30/07/2019 - 09:25

mbefrno: con l'attuale repubblica i militari non hanno scampo! nel ventennio( detto da chi c'era) prima di procedere contro un militare ci voleva l'autorizzazione del ministero degli interni che non dava quasi mai e quindi eri tutelato! per la stessa paga meglio essere in qualche fureria militare! io penso che il problema sia non risolvibile grazie ai costituenti, per cui il problema va risolto alla fonte! io personalmente non so che farmene dei costituenti.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mar, 30/07/2019 - 10:33

Pura verità! Infatti pare che ad oggi l'attenzione di certi quotidiani e media sia incentrata sulla benda dandole eccessivo rilievo, non sul povero carabiniere morto per le coltellate ricevute proditoriamente nell'adempimento del suo dovere. La faccenda della benda è stata azione di singoli che vanno puniti secondo le regole vigenti. Chi coinvolge l'intera Arma in faccende del genere è, non solo in malafede, ma nutre odio (atavico) verso i carabinieri, da sempre simbolo di fedeltà alle istituzioni. Sono perfettamente d'accordo con il discorso fatto dal Comandante dell'Arma durante la cerimonia funebre, anche se per come predetto, ci saranno in giro sciacalli che diranno e faranno ben altro.

bernardo47

Mar, 30/07/2019 - 10:47

Rivedere regole di ingaggio e consentire un più puntuale uso delle armi alle forze dell’ordine.....debbono essere tutelati!

Fjr

Mar, 30/07/2019 - 11:18

In una frase la sintesi del degrado del nostro paese,uomini e donne che ogni giorno si alzano escono per andare al lavoro e sperano di rientrare la sera