Carabinieri "costretti" a seguire lezioni di arabo

La crescente presenza di arabi in Alto Adige ha spinto un gruppo di carabienieri a seguire delle lezioni di arabo per meglio rapportarsi con i cittadini stranieri

Campanella alle 8.30 e tutti in classe. Così si apre la giornata per una quindicina di carabinieri altoatesini del Comando della Legione di Bolzano che hanno scelto di impare la lingua araba. Alla cattedra, Khadija Lachgar, mediatrice culturale e collaboratrice alla Caritas a cui dà una mano nei centri profughi.

La prima lezione si è tenuta il 31 marzo al Laboratorio linguistico del Comando della Legione. Il corso si intitola "Lingue culture sicurezza: nozioni di lingua e cultura araba". Il motivo di questa scelta è chiaro: in Alto Adige è sempre più frequente la presenza di cittadini di origine araba con cui anche le forze dell’ordine sono chiamate a rapportarsi. L'appalto, pubblicato dall’Ufficio bilinguismo della Provincia, è stato assegnato dal Consorzio lavoratori studenti (Cls). Il programma di studi prevede ue incontri settimanali per un totale di 36 ore.

Questa iniziativa rappresenta il chiaro sintomo di una società che cambia, che si modifica. In meglio o in peggio? Sicuramente l'interesse e il desiderio di conoscenza verso le culture straniere è un punto a favore per chiunque. Ma è assurdo come siano le forze dell'ordine a imparare le culture estere per rapportarsi con i cittadini stranieri. Quando, troppo spesso, sono quest'ultimi a non rispettare gli usi e i costumi della società che li ospita. Per Khadija Lachgar, la professoressa, questa iniziativa è un segno positivo: "il fatto che i carabinieri sentano l’esigenza di imparare almeno i rudimenti della nostra lingua è un segnale importante che va nella direzione di una miglior comprensione dello straniero e favorire l’integrazione".

Commenti

franco-a-trier-D

Ven, 01/04/2016 - 12:48

pazzesco incredibile..

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 01/04/2016 - 13:08

E' giusto imparare la lingua di chi vi comanderà

gennaiofebbraio

Ven, 01/04/2016 - 13:17

che ottusità... invece è un'iniziativa intelligente cosi i nostri carabinieri possono capire quello che dicono questa gentaglia senza avere traduttori di parte

zucca100

Ven, 01/04/2016 - 13:29

Pazzesco cosa? Non vi sembra logico che i carabinieri studino l'arabo visto il gran numero di migranti? O le nostre forze dell'ordine devono fare la figura dei baluba? O preferite quegli i ramati di poliziotti belgi?

Una-mattina-mi-...

Ven, 01/04/2016 - 13:37

PERCHE' LE ALTRE LINGUE SONO DISCRIMINATE?

no_balls

Ven, 01/04/2016 - 13:44

di pazzesco trovo soltanto che in 36 ore dovrebbero imparare l'arabo..... I CC si occupano di sicurezza quindi e' normale che capiscano la lingua di chi dovrebbero in teoria controllare...... L'unica costrizione la vedo nella mente di certuni..... poveretti.

Ritratto di mbferno

mbferno

Ven, 01/04/2016 - 13:46

Forse sarebbe più logico che gli arabi imparassero l'italiano.E soprattutto RISPETTASSERO la bandiera.......

gigetto50

Ven, 01/04/2016 - 13:47

......é la vendetta degli altoatesini....non volete imparare il tedesco...? Allora beccatevi questo.... Speriamo solo che la prossima costrizione non sara' il convertirsi all' Islam. Comuunque devo dire che in tuti i paesi di lingua araba, i pubblici funzionari almeno o il francese o l'inglese lo parlano abbastanza e capiscono. Ora di piu' anche il tedesco e l'italiano.

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 01/04/2016 - 14:11

I carabinieri secondo Te devono imparare l'Arabo, caro Zucca13e29, ma Tu devi studiare la COSTITUZIONE al capitolo REFERENDUM!!!lol lol Ricordi cosa mi hai scritto il 30 Dicembre scorso al proposito?? Te lo ricordo io."hernando che errore il referendum è solo confermativo, vai a rileggerti la Costituzione" Questo me lo hai scritto in seguito ad un mio postato di quel giorno dove "parlavo" del referendum ABROGATIVO sulla Devolution. Se vedum.

antidoto

Ven, 01/04/2016 - 14:15

Da altoateisno mi vergogno. Nell'ex unione sovietica a scuola studiavano l'inglese perché la lingua del nemico (USA). Vorrei fosse così anche in questo caso. Ma temo sia invece un pericoloso segnale di sottomissione. Gli islamisti, ci metto la mano nel fuoco, la vedono come un piccolo passo verso la conquista e alla nostra sottomissione. Altroché "integrazione". Siamo alla fine...

Malacappa

Ven, 01/04/2016 - 14:39

Parlare lingue e' cultura.pero' sono gli ivasori che vengono in Italia quindi il minimo e' imparare l'italiano e sopratutto RISPETTARE le nostre tradizioni e cultura che ne abbiamo da vendere.

Cheyenne

Ven, 01/04/2016 - 14:40

dovrebbe essere il contrario, ma siamo nel paese di pulcinella

LANZI MAURIZIO ...

Ven, 01/04/2016 - 14:45

ROBA DA NON CREDERE, MA DOVE STIAMO ANDANDO...

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Ven, 01/04/2016 - 14:53

"Vergogna"? "Pazzesco"? "Sottomissione"? No, pura e semplice "formazione professionale". In 36 ore impareranno il minimo indispensabile per poter comunicare con queste persone per cose funzionali al loro compito come dire di mettere le mani sopra la testa e simili. Questi non parlano né italiano, né tedesco, nè inglese, come gli dicono cosa devono fare se li fermano? A gesti?

timba

Ven, 01/04/2016 - 15:15

A chi sostiene che non sia pazzesco rispondo. Infatti.. non è solo pazzesco. E' fuori da ogni logica. Sembra il TAR che ha dato ragione alla cinese che non ha presentato il 730 perchè scritto in italiano. Ma dove finiremo di questo passo? Hanno deciso di venire in Italia? Bene. Anzitutto imparano l'italiano. LORO SI ADEGUANO A NOI. NON IL CONTRARIO. La legge non ammette ignoranza.. (ah che stupido, questo vale solo per i cittadini italiani). Già tolleriamo che a Bolzano non si parli l'italiano. Adesso basta! Che vadano nella vicina Austria a dire : non conosco la vostra lingua. Lì, prima cosa, occorre sapere il tedesco, altrimenti.. fora di bal!!!!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 01/04/2016 - 15:16

cominciamo dai numeri, quelli arabi.Oh toh sono i nostri!

timba

Ven, 01/04/2016 - 15:17

E aggiungo: 36 ore per imparare una delle lingue più difficili e lontane dalla nostra.... a persone che magari non studiano e praticano da decenni.. Ma fatemi il favore!! Con quei soldi comprate attrezzature, auto, armi, giubbotti antiproiettile, droni o quant'altro dopo anni di tagli indiscriminati alle forze dell'ordine!!!!

Lucky52

Ven, 01/04/2016 - 15:34

Certo in Alto Adige non sanno parlare italiano ma arabo sì !

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Ven, 01/04/2016 - 15:58

Imparare una lingua nuova è molto importante, se poi fosse integrata con un bel corso di BON TON ancora meglio, l'importante che non andiate al poligono a maneggiare armi che sono molto pericolose.

Mannik

Ven, 01/04/2016 - 16:04

@Lucky52 - in Alto Adige buona parte sa parlare meglio l'italiano di tanti altri. E anche il tedesco e l'inglese guardi un po'.

Ritratto di woman

woman

Ven, 01/04/2016 - 16:18

Conosci il tuo nemico, se vuoi combatterlo! Era ora: come fanno a capire le intercettazioni dei terroristi, se non capiscono la loro lingua?

LP

Ven, 01/04/2016 - 16:30

L'arabo è una lingua difficilissima, 36 ore non servono assolutamente a nulla, e ci sono moltissimi dialetti. Io l'ho studiato per anni e faccio una fatica bestia a capire testi semplici. Al massimo impareranno a dire Salam e a non dare la mano alle donne islamiche. Conclusione: soldi buttati.

FRANZJOSEFVONOS...

Ven, 01/04/2016 - 16:33

E' PESCE D'APRILE O ALTRA BARZELLETTA? OPPURE E' L'ITALIA DECADENTE!!

vince50_19

Ven, 01/04/2016 - 16:41

Se come dice donna Prassede, questi si devono integrare in casa nostra (campa cavallo), si spera che siano loro che debbono imparare obbligatoriamente l'italiano. I nostri emigrati in tutto il mondo si sono dovuti arrangiare, giusto per ricordarlo. Miei parenti emigrati in Brasile ed Argentina hanno dovuto imparare a parlare portoghese e spagnolo. Ma qui la va come che la va..

Beaufou

Ven, 01/04/2016 - 16:41

woman: e lei crede che un corso di trentasei ore permetta di capire qualcosa? Impareranno sì e no a dire buon giorno e buona sera, se va bene. Invece di fare corsi "per l'integrazione", assumano un buon traduttore di madrelingua araba, possibilmente non terrorista, e lo facciano lavorare.

salvatore40

Ven, 01/04/2016 - 17:17

Io invece ho saputo che il Mossad abbia escogitato un nuovissimo algoritmo in grado di beccare non più una sola parola ma un'intera frase. Israele si difende dal terrorismo tramite stupefacenti ritrovati tecnologici ; l'Italia si difende aumentando integrazione multicultura e lingua araba. Unicuique suum!

mannix1960

Ven, 01/04/2016 - 18:33

Gradite anche conversioni all'islam, ove mai a quei carabinieri non bastassero i rudimenti di arabo. Welcome in Italistan, paradiso dei musulmani, inferno di chi vi vive da millenni!!!

Sudditoitaliano

Ven, 01/04/2016 - 18:45

Stiamo andando fuori da ogni logica ormai e' decisa l'invasione con il consenso di tutti i politici e poveri carabinieri senza potere alcuno e schiavi del sistema

roseg

Ven, 01/04/2016 - 19:24

el presidente fatti curare, ne hai tanto bisogno poverino.

Trentinowalsche

Ven, 01/04/2016 - 20:00

Ormai a Trento ci sono intere zone occupate stabilmente da clandestini. la piazza antistante la stazione è letteralmente occupata da africani di varia latitudine, i quali spacciano droga indisturbati e, nella migliore delle ipotesi, sono occupati a bighellonare senza meta. La classe dirigente locale, stampa compresa, perlopiù catto-comunisti, non fanno che intonare i soliti peana all'accoglienza, ai migranti sofferenti e portatori di civiltà. La città si avvia ad un declino devastante.

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Ven, 01/04/2016 - 20:05

Tutto il mondo è paese , ipotizziamo che l'italico faccia il migrante in Arabia Saudita una volta la comportarsi come gli invasori fanno nei nostri riguardi, farsi mantenere , pretendere la casa o occuparla abusivamente, pretendere che il beduino si adegui ai costumi italici, volere costruire tante belle chiese nuove, andare a rubare nelle loro case con qualche ammazza mento, girare senza patente falciando persone, stuprare donne qua e là ,insomma quando ne hanno voglia diciamo la verità, ecc..ecc….Sicuramente l’Arabio saudito, responsabile della sicurezza, manderebbe i sui poliziotti a fare corsi d’italiano per poter dire correttamente mani in alto e non essere mal’interpretato dall’italico

Ritratto di bracco

bracco

Ven, 01/04/2016 - 20:31

Ma dai non facciamo i tonti che cadono dalle nuvole.....come se non si sapesse e non si vedesse che giorno dopo giorno a piccoli passi che potrebbero passare quasi inosservati questo cancro ben previsto dalla Fallaci in tempi non sospetti, sta cancellando usi tradizioni e consuetudini di vita giornaliera di un popolo che grazie a dei governi come questo e dei partiti della sinistra stanno consegnando l'Italia ad arabi, islamici, clandestini e delinquenti liberi e di comportarsi come credono.

Linucs

Ven, 01/04/2016 - 20:42

Rapportatevi a calci in culo.

RobertRolla

Ven, 01/04/2016 - 21:53

Ma con gli islamici non basterebbe il bastone?

justic2015

Sab, 02/04/2016 - 12:59

Credo che state cominciando ad abituarvi giorno dopo giorno ,come preparare i loro pranzi come vestire il personale alitalia come comportarvi nelle loro moschee come pregare assieme nelle chiese catto liche ora imparare la loro lingua non sara` tanto lontano e sarete sistemati.