"Carabinieri infami di m..." Ecco il 25 aprile antifascista

Insulti e offese: imbrattate le lapidi dei militari caduti e quelle delle vittime delle foibe. L'odio per le strade di Modena

Il 25 aprile divide ancora. Come ogni anno le sfilate di piazza e i cortei sono accompagnati dall'odio politico. Non viene risparmiato nessuno, nemmeno le lapidi per le vittime delle foibe o quelle per i carabinieri partigiani. E così accade che a Modena, proprio dopo il corteo dei centri sociali e degli antagonisti che hanno sfilato invocando i valori della Resistenza, le lapidi dei martiri dellf oibe e quella dedicata a un carabiniere partigiano restino imbrattate con scritte offensive e oltraggiose per la memoria di chi ha sacrificato la propria vita. A segnalarlo su Facebook è stata Giorgia Meloni che ha sottolienato ancora una volta quanto sia forte l'odio antifascista soprattutto nei cortei che si tengono il 25 aprile: "Le foto di seguito sono ciò che rimane del corteo per il 25 aprile a Modena. Imbrattati muri, il monumento ai martiri delle foibe, perfino la targa dedicata a un carabiniere partigiano. Ecco a voi la libertà proposta dagli antifascisti nel 2019". Ma in tutta Italia si sono registrati episodi del genere. Nel mirino delle manifestazioni per il 25 aprile è finito soprattutto il ministro degli Interni, Matteo Salvini. Slogan, cori e striscioni con insulti rivolti al titolare del Viminale. Si va da "Spara a Salvini" a "Salvini muori".

Un elenco di insulti e di offese che di fatto ha trasformato la festa della Liberazione in una giornata dell'odio contro i nemici politici che non si allineano al pensiero di sinistra. Anche Salvini ha commentato sulla sua pagina Facebook questi attacchi e queste scritte che hanno segnato il 25 aprile modenese: "Centro di Modena oggi DEVASTATO dai centri sociali, a volto coperto e armati di bastoni: "Spara a Salvini", "Brucia la Questura", "Salvini Muori", "Infami assassini, merde" (ai Carabinieri caduti), "Fuoco alle frontiere" (non vogliono il rimpatrio dei clandestini) Un abbraccio ai modenesi. Sarò in città il 3 maggio, a questi DELINQUENTI un messaggio: l'Italia perbene è più forte della vostra ignoranza, della vostra violenza, delle vostre minacce e vincerà SEMPRE, ricordatevelo". Insomma ancora una volta l'antifascismo ha declinato le sue ragioni usando il linguaggio dell'odio.

Commenti
Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Gio, 25/04/2019 - 21:35

questi andrebbero APPESI PER LE ORECCHIE.

lorenzovan

Gio, 25/04/2019 - 21:36

era evidente che gli imbecilli di estrema sinistra erano invidiosi degli imbecilli di estrema destra..e subito hanno pareggiato il conto...tutti nel sahara a mangiar lucertole e bere sabbia

manson

Gio, 25/04/2019 - 21:37

Ma cosa ci vuole per chiudere i centri sociali? Stanotte perquisizioni a tappeto in tutta Italia! Sono delinquenti tossici pericolosi complici dei clandestini spacciatori

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 25/04/2019 - 21:43

Una manica di ignoranti senza fine,oltreche'delinquenti. E,soprattutto PERDENTI.

Ritratto di Soloistic69

Soloistic69

Gio, 25/04/2019 - 21:48

Maledetti.

VittorioMar

Gio, 25/04/2019 - 21:51

..SEMPRE ONORE ALL'ARMA e SOSTEGNO a tutte le Forze dell'ORDINE !!!..per loro non esistono DIRITTI...no VILIPENDIO..si VANIFICARE IL LORO LAVORO !!..ma la MAGGIORANZA DEI CITTADINI E' CON LORO...contrari solo i ...DISONESTI e i DELINQUENTI ...!!

akamai66

Gio, 25/04/2019 - 21:53

Loro fanno il loro mestiere, l’unico, criminale e vile mestiere che sanno fare, dal 25 aprile 1945 e che si sintetizza in un solo screenshot: Piazzale Loreto. Peraltro oggi è più inquietante: allora molti di loro dovettero rifugiarsi in Cecoslovacchia, oggi possono rimanere tranquillamente a casa loro, oltre al danno la beffa.

Ritratto di saggezza

saggezza

Gio, 25/04/2019 - 22:01

Con questi gesti mostrano il loro volto di bestie che per uno scherzo della natura hanno le sembianze umane.

yulbrynner

Gio, 25/04/2019 - 22:03

opera di qualche idiota di estrema sinistra o.. di qualche fascistello??? mahhhh

faman

Gio, 25/04/2019 - 22:04

non ci sono solo questi episodi di insopportabile intolleranza, ce ne sono stati tanti altri di segno opposto, (andate pure a controllare: a Marsala, a Scarlino (GR), a Milano, a Bologna alla Bolognina)il giornalista Scarano dovrebbe avere l'onestà intellettuale di menzionarli e non scagliarsi solo contro la sinistra. E Giorgia Meloni dovrebbe anche condannare i fascistoidi intolleranti. Il "linguaggio dell'odio" e dell'intolleranza purtroppo è dilagante

faman

Gio, 25/04/2019 - 22:06

bel titolo in grande evidenza, e gli episodi uguali e di segno opposto che si sono verficati non sono degni di essre menzionati?

Trefebbraio

Gio, 25/04/2019 - 23:36

Odioso sottoproletariato, humus ideale per chi vuol coltivare odio sociale, invidia, debolezze che di umano hanno ben poco. Nascosti dietro a nomi che ricordano la democrazia, la libertà di espressione e di pensiero, sono in realtà i più beceri rappresentanti di una società senza cervello, senza veri ideali, vuota come i loro piccoli occhi ottusi, come i loro putridi cuori. Ma i veri criminali stanno dietro, tirano i fili di queste creature di legno, i veri mostri li indottrinano nelle scuole e poi sul lavoro. È li che bisogna svellere il morbo della fede comunista e bruciarlo nel fuoco della ragione.

Celcap

Ven, 26/04/2019 - 01:27

Solita solfa, è solo la politica e della più bieca. Però fateci caso solo di una certa parte politica. E cioè quelli che credono di avere in mano tutte le verità.

gio777

Ven, 26/04/2019 - 04:15

I tifosi della Lazio per una goliardata simpatica senza conseguenze sono stati denunciati. A QUESTI MALEDETTI VANDALI COMUNISTI INVECE GLIELA SI PASSA IN CAVALLERIA, VERO CARA PROCURA? Intanto paghiamo noi per il ripristino

claudioarmc

Ven, 26/04/2019 - 07:09

Ecco i democratici "anfassisti"

27Adriano

Ven, 26/04/2019 - 07:54

Complimenti ai democratici PiDioti, coccolati dalla magistratura rossa e dal presidente della repubblica, persone che infangano quotidianamente la dignità umana.

Giorgio5819

Ven, 26/04/2019 - 10:34

Gentaglia infinitamente sporca...