Il cardinal Sarah tuona: "Gender teoria aberrante e perversa"

Il cardinal Robert Sarah, "leader" dei cattolici tradizionalisti, è intervenuto sulla cosiddetta "ideologia gender". La famiglia sarebbe in pericolo per via delle contaminazioni gnostiche

Il cardinal Robert Sarah, prefetto della Congregazione per il culto divino e la disciplina dei sacramenti, non è solito intervenire sui temi d'attualità. Quando lo fa, però, riesce sempre a far parlare di sé.

Il "leader dei tradizionalisti", così come viene spesso definito, aveva già espresso la sua posizione sulla cosiddetta "ideologia gender" nel 2015, quando aveva associato la diffusione di quest'ultima all'Isis: "Hanno la stessa radice demoniaca", aveva detto. E ancora: "Quello che nazismo, fascismo e comunismo sono stati per il ventesimo secolo, sono oggi le ideologie occidentali sulla omosessualità e l'aborto e il fanatismo islamico". La prefazione scritta dal porporato africano a un libro di Giampaolo Scquizzato, "Verso una rivoluzione antropologica", opera edita da "Edizioni Fede e Cultura", chiarisce come il cardinale consideri pericolosa quella che sarebbe una vera e propria "teoria aberrante e perversa", presentata sì come "scientifica", ma comunque in grado di disvelare al suo interno "un inganno pseudoscientifico".

Come riportato oggi su La Verità, che ha pubblicato la prefazione del cardinale, Robert Sarah ha deciso di soffermarsi sulle origini gnostiche della "teoria gender". Quella stessa gnosi che sarebbe finita per "impregnare surrettiziamente" la liturgia cattolica. I lettori si ricorderanno del "botta e risposta" relativo a un Motu proprio riguardante le competenze in materia liturgica con papa Bergoglio. "Io non esisto - ha scandito il prefetto della Santa Sede sul gender - a dire che ci vedo da parte mia la mano del diavolo". Richiamando Papa Francesco, il porporato ha voluto condividere il punto di vista del pontefice argentino: il gender farebbe parte di un progetto di "colonizzazione ideologica" che punterebbe dritto alla distruzione della famiglia. Le differenze di genere sarebbero messe in discussione da una propaganda continuativa sulla fluidità degli orientamenti sessuali, la stessa che starebbe mettendo in difficoltà anche e soprattuto l'Africa, "sottoposta" oggi anche a un rinnovato colonialismo di matrice culturale.

Sarah, in sintesi, sostiene che a essere in pericolo sia proprio il concetto di famiglia. Il modo individuato per contrastare questa "rivoluzione antropologica" è quello di ripristinare una liturgia spoglia dalle contaminazioni gnostiche. Come se gender e gnosi andassero di pari passo tanto nell'esistenza dell'uomo quanto nelle celebrazioni liturgiche.

Commenti

daniel66

Dom, 12/08/2018 - 12:06

molto più semplicemente: non è naturale.

CALISESI MAURO

Dom, 12/08/2018 - 12:19

Bravo questo Prelato, troppo pochi ormai ne rimangono in questa Chiesa depauperata, ma io lo prego di continuare nella sua lotta, i veri Cristiani hanno capito tutto l'inganno..... Opzione Benedetto sara'!!! Tuttavia serviranno come veri Pastori gente come Sarah Roberts. Non e' finita.. sara' solo molto complicato. Che Dio la Benedica e che salvi i Crisiani di tutto il mondo!!!

antoniob.

Dom, 12/08/2018 - 12:22

La "teoria" gender è certamente un'aberrazione ma identicamente è aberrante ciò che il vescovo pensa sulla "gnosi". Ciò è imperdonabile per uno studioso. Se si tira fuori un argomento si deve essere in grado di motivare le proprie conclusioni e non limitarsi a battute venefiche. Così facendo si perde di credibilità.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 12/08/2018 - 12:28

Adesso il pampero lo spedisce nelle isole Rarotonga.....

cir

Dom, 12/08/2018 - 12:33

sagge parole .

Mokelembembe

Dom, 12/08/2018 - 12:48

Sarah...sarah...l'aurora.... (musiche e testo di Ramazzotti)

antoniob.

Dom, 12/08/2018 - 13:04

Nulla da eccepire sulle considerazione antigender del cardinale. Tutto da controvertere il suo pensiero sulla gnosi espresso senza alcuna considerazione di merito e gettato lì nel discorso come un insulto generico. Il prelato dovrebbe sapere che, accanto alla gnosi cristiana, esiste una gnosi ebraica, islamica, buddista, induista e altro ancora. Sarebbe oportuno oarlare con cognizion di causa o stare zitti

giovanni951

Dom, 12/08/2018 - 13:08

ha ragione.....questa teoria gender é una vera porcata, una vera barbarie.

Cheyenne

Dom, 12/08/2018 - 13:51

OGNI TANTO UN PRETE INTELLIGENTE

routier

Dom, 12/08/2018 - 14:53

Meglio tardi che mai. Noi lo sapevamo da un pezzo!

Totonno58

Dom, 12/08/2018 - 15:26

Aveva nostalgia della sua foto sui giornali...la teoria gender è come l'araba fenice...o la lampada di Aladino...

Ritratto di Professor...Malafede

Professor...Malafede

Dom, 12/08/2018 - 16:28

Lei è troppo buono e tenero eminenza! Altro che perversa!

Luigi Farinelli

Dom, 12/08/2018 - 18:01

Purtoppo sono molti decenni che questa infame ideologia priva di qualsiasi fondamento scientifico continua a infettare l'anima delle società occidentali. Quello che viene sempre nascosto è l'interminabile serie di fallimenti conseguiti, di cui non si parla mai. Gli esperimenti nei kibbutz israeliani, con i primati, sui bamini condotti da istituti frequentati da Premi Nobel. Da ultimo, l'esempio norvegese: dopo miliardi spesi in decenni per propagandare il gender, in Norvegia si sono accorti che l'uomo e la donna, da adulti, continuano a segure i propri orientamenti di genere naturali. Il governo ha allora eseguito una lunga serie di indagini anche all'estero che l'hanno onfermato: il gender non ha fondamenta scientifiche ma puramente ideologiche. COSI', DALLA SERA ALLA MATTINA GLI "SCIENZIATI" DEL CENTRO GENDER NORVEGESE SONO STATI BUTTATI FUORI A CALCI IN CxxO.

Ritratto di cape code

cape code

Dom, 12/08/2018 - 18:16

Ecco un altro prelato che i cxxxxxxxxxxxi del giornale vorrebbro far scomunicare.LOL A loro vanno bene quelli tipo Don SbiacaLANO e l'altro che era in macchina con la bambina al massimo.

Nick2

Dom, 12/08/2018 - 19:19

Azzo, ma è un nxxxo!

MOSTARDELLIS

Dom, 12/08/2018 - 19:20

Bravo, ora bisogna farlo capire a quei beceri dei pidioti disastrati.