Il cardinale Müller ha pubblicato un manifesto contro il papa?

Il cardinale Mueller ha pubblicato un testo, diviso in cinque punti, per ribadire quale sia la verità sulla dottrina cattolica

Il cardinale Gerhard Ludwig Müller ha pubblicato un "manifesto della fede" che, nelle sue intenzioni, è utile a ribadire quale sia l'unica, vera, dottrina cattolica. Ma è davvero solo questo lo scopo del porporato?

Il teutonico, che non fa parte dell'opposizione a papa Francesco, almeno non di quella manifesta, per quanto tempo fa abbia svelato come alcuni ecclesiastici lo avrebbero voluto a capo di una fronda anti - Bergoglio, è stato il prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede durante il pontificato di Joseph Ratzinger. Un incarico che non gli è stato rinnovato dal pontefice argentino, nonostante la prassi prevedesse una sorta di riconferma automatica. Rimane, tra gli ecclesiastici, uno di quelli maggiormente deputati a occuparsi di tradizione e catechesi. Ma perché pubblicare un testo che, punto per punto, cinque per l'esattezza, sembra voler ripristinare la verità del catechismo? Chi potrebbe averla messa in discussione?

Il riferimento nel manifesto non è rintracciabile, ma pare abbastanza deducibile. Anche se nessuno, a oggi, ha scritto che il documento di Mueller è stato pubblicato a mo' di critica diretta nei confronti del pontefice della Chiesa cattolica. Il cardinale ha giustificato la pubblicazione di questo testo, sottolineando che a chiederglieli d'intervenire sono stati dei vescovi. E il "fronte tradizionalista". stando ai commenti che comparsi sui social network, ha già interpretato questa mossa come finalizzata a sgombrare il campo dalla "confusione dottrinale" che impererebbe di questi tempi.

Lo stesso cardinale, all'interno della presentazione, ha scritto, come si legge su Aci Stampa, che: "...è con chiara determinazione che occorre affrontare la ricomparsa di antiche eresie che in Gesù Cristo vedevano solo una brava persona, un fratello e un amico, un profeta e un esempio di vita morale". La verità della fede, in sintesi, sarebbe in pericolo. Il porporato, di recente, si è in parte sganciato dal papa per quanto riguarda gli scandali legati agli abusi. Bergoglio ha individuato nel "clericalismo" la causa scatenante, mentre per Mueller, come per altri, bisognerebbe porre l'accento sul presunto legame esistente tra quanto emerso, in negativo, nel corso di questi anni, e l'omosessualità.

Commenti

Altoviti

Sab, 09/02/2019 - 14:39

E fa bene ad anadare contro Franceschiello.

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Sab, 09/02/2019 - 17:20

speriamo in un prossimo vicino pontificato

venco

Sab, 09/02/2019 - 17:26

Bergoglio è nemico della cristianità e pure degli italiani.

stefano751

Sab, 09/02/2019 - 17:56

Se lo mettessero bene in testa tutti: Gesù Cristo è Figlio di Dio e Dio stesso per il mistero della Trinità; declassarlo a uno dei tanti profeti, considerarlo solo come uno che viene a liberare gli oppressi dalla fame materiale e non dalla fame spirituale, dal peccato e dalle radici del male che albergano nei ricchi come nei poveri; pensare che sia venuto per far diventare i poveri i "nuovi ricchi" è tradire la sua missione. Egli è venuto per salvare tutti, perchè tutti siamo peccatori e abbiamo bisogno di salvezza. Gesù è il Salvatore, ci salva dalla morte e dall'inferno, donandoci una nuova vita nel suo Paradiso.

stefano751

Sab, 09/02/2019 - 18:01

Se le intenzioni degli islamici fossero un segreto, il Papa e i politici favorevoli alla migrazione di interi popoli islamici in Europa potrebbero anche avere le loro opinioni. Ma pochi anni fa in Egitto i capi islamici si sono riuniti per dire apertamente che la migrazione è la nuova arma per invadere e islamizzare l'Europa, non essendoci riusciti con le guerre in passato e recentemente. Errare umanum est, perseverare in errore diabolicum.

stefano751

Sab, 09/02/2019 - 18:07

Ogni Cardinale ha il diritto-dovere di difendere la dottrina della Chiesa, cioè il messaggio di Gesù che non può mutare neppure di una virgola. Muller non sta attaccando nessuno sta solo mettendo in guardia i fedeli da una islamizzazione e protestantizzazione del cristianesimo. E in merito agli scandali degli ultimi tempi afferma quanto emerso da indagini molto profonde: l'omosessualità all'origine dei fenomeni di pedofilia dentro e fuori la Chiesa. E ci vuole il coraggio di dire la verità in un mondo che nasconde la verità.

stefano751

Sab, 09/02/2019 - 18:10

Nessun manifesto, perchè il manifesto contro qualsiasi papa che devia dalla dottrina l'ha già scritto Gesù Cristo nel vangelo. Gesù è la via la verità e la vita.

stefano751

Sab, 09/02/2019 - 18:15

Nessun manifesto contro il papa, perchè in questo caso Muller commetterebbe peccato, ma ogni fedele ha il dovere di richiamare il fratello (compreso il papa) che sbaglia, prima in privato, poi davanti alla Chiesa e infine nelle piazze.

venco

Sab, 09/02/2019 - 18:27

Il cattolicesimo senza il catechismo che parte dai 10 comandamenti, come tutti conosciamo, e che dice quel che è bene e quel che è male, bene comune e male comune, non serva a niente, sparisce.

fifaus

Sab, 09/02/2019 - 19:22

e speriamo che continui

mikael2019

Dom, 24/02/2019 - 12:47

un Papa che da dello SCEMO a Gesù? c'è bisogno di un manifesto contro? volevo ricordare che Müller tenta di ricordare a Cattorisei sempre più rimbambiti dalle frasi melassa-avariata del Bergoglione che Gesù non è stato ucciso perché distribuiva pizze ai poveri o perché illudeva le persone con la frasetta preelettorale "Dioperdonatutto" "Gesù fa un po' lo SCEMO", "Gesù ha mancato la MORALE", "Obbedire a tutti i comandamenti ci paralizza", "DIO è stato INGIUSTO, ha mandato Suo Figlio in croce", "La Madonna era umana! E forse aveva la voglia di dire: ‘BUGIE! Sono stata INGANNATA!", "Anche dentro la santissima Trinità stanno tutti litigando a porte chiuse, mentre fuori l'immagine è di unità"; "Gesù si è fatto DIAVOLO". "Il Paraclito fa tutte le differenze nelle Chiese, e sembra che sia un apostolo di Babele." conseguenza dell'Apostasia ....