Carpi: rifiuta le nozze combinate, pakistana picchiata dai genitori

I fatti sono avvenuti a Carpi dove una giovane pakistana ha chiesto aiuto ai vicini di casa perché ha rifiutato le nozze combinate imposte dai genitori

Non siamo in Pakistan, siamo a Carpi nella provincia Modenese ma purtroppo questa è una storia che ultimamente sentiamo spesso anche in Italia, per mano di immigrati di fede musulmana che intendono disporre delle loro figlie come meglio credono.

In questo caso i fatti si sono svolti Venerdì sera, quando una famiglia di un condominio della città emiliana si è trovata davanti alla porta di casa la figlia pakistana dei vicini che chiedeva aiuto, dicendo di essere stata picchiata dai genitori perché non voleva cconsentire alle nozze combinate impostegli da loro. Come molte famiglie immigrate di fede musulmana i genitori avevano previsto per figlia un futuro assieme ad uomo che avevano scelto per lei, ma la ragazza evidentemente essendo venuta a contatto con la cultira e l'emancipazione femminile occidentale non ne voleva sapere di sposare un uomo impostogli dai genitori perché innamorata di un altro pakistano che però non era il prescelto dalla famiglia.

Un caso simile era già avvenuto qualche mese fa non a Carpi ma sempre in Emilia Romagna a Bologna, dove una diciottenne anch'essa pakistana si era innamorata del connazionale sbagliato e la famiglia l'aveva presa addirittura a bastonate. La ragazza in quel caso è stata salvata dalle forze dell'ordine ed anche stavolta grazie ai vicini che l'hanno accolta in casa e chiamato subito i carabinieri mentre i genitori la cercavano urlando nel condominio, la ragazza è stata accolta in un in un centro per donne vittime di violenza.

Commenti

DemetraAtenaAngerona

Dom, 09/12/2018 - 20:50

In Italia il delitto d'onore è stato abolito insieme al matrimonio riparatore solo nel 1981, la violenza sessuale è diventato un reato contro la persona, da contro la morale che era, solo nel 1996. Quasi tutti i giorni un italianissimo italiano uccide la sua attuale o ex moglie fidanzata amica...LA NOTIZIA VERA È CHE LE DONNE SI RIBELLANO E SI RIBELLANO GRAZIE AGLI INCONTRI CON ALTRE CULTURE (LA NOSTRA AD ESEMPIO) MA QUALCUNO È TALMENTE ALLERGICO AD ALTRO DA SÉ e ha così poca fiducia in sé e negli altri che piuttosto che credere di riuscire a trasmettere la sua cultura agli altri teme di essere travolto da quella degli altri che invece spesso la nostra cultura l'apprezzano ma hanno bisogno di tempo e del nostro aiuto...w le donne ribelli e la ragazza pakistana di questa storia.

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Dom, 09/12/2018 - 21:03

Ma come, non era un'alta s-carica dello Stato che diceva che il loro stile di vita sarebbe presto diventato il nostro stile di vita? Povera deficiente!

timoty martin

Dom, 09/12/2018 - 21:05

Bastonate, pestaggi, insulti ed altre violenze: molto interessanti e "convincenti" i metodi di insegnamento degli islamici. Fanno riflettere.

giancristi

Dom, 09/12/2018 - 22:00

Espellere immediatamente i genitori! Quei porci non li vogliamo. Vadano a morire di fame al loro paese!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 09/12/2018 - 23:46

Demetra Pantegana - la predica falla alla Boldrini. noi l'abbiamo capito da quando siamo nati, da troppo tempo.

Mogambo

Lun, 10/12/2018 - 08:24

Il comportamento vessatorio e brutale dei genitori, va condannato fermamente.La ragazza deve essere libera di scegliersi il partner che più le aggrada, senza subire imposizioni di sorta, da chicchessia.Le leggi italiane, facciano rispettare draconianamente questo principio, altrimenti in men che non si dica, in Italia pullulerebbero muezzin col turbante in ogni dove a dettare legge.Volete voi che l'Italia si trasformi in una casbah? Io no...Mi basta aver visto la casbah di Totò le Mokò...

Massimom

Lun, 10/12/2018 - 08:43

I compagni progressisti esultano per questo ennesimo esempio di perfetta integrazione. Continuano a confondere cultura con islamismo paragonando, addirittura, il delitto d'onore con la sharia. In Inghilterra hanno abolito il reato di omosessualità nel 1967 con precise restrizioni ed in Scozia ed Irlanda del Nord negli anni ottanta. Forse qualche comunistuccio vuole paragonare l'Inghilterra con la Cina, Cuba o l'Arabia Saudita?

Ritratto di navajo

navajo

Lun, 10/12/2018 - 09:48

Mi associo a Leonida. i trogloditi vanno rispediti a casa loro nelle caverne e i post dovrebbero essere pertinenti agli articoli. E non per diffondere l'aria fritta.

steacanessa

Lun, 10/12/2018 - 10:35

È l’islam bellezza.

DemetraAtenaAngerona

Lun, 10/12/2018 - 11:59

@@i “gentili” miei commentatori ho voluto far presente con il mio post precedente che il nostro medioevo è stato e solo in parte, superato da pochi anni, le recenti Unioni Civili ad esempio sono state conquistate recentemente e non devo ricordarvi chi le ha volute e chi ostacolato, molto più di voi non intendo tornarci al medioevo e NON INTENDO FARMICI PORTARE DAI “Barbari” venuti da altri mondi, MA SICCOME HO FIDUCIA IN ME NELLA NOSTRA CULTURA E FORZA E NEL GENERE UMANO CHE ABITA TUTTO IL PIANETA CREDO CHE POSSIAMO PORTARE TUTTI NEL 2019 INCONTRANDOSI, QUINDI con INCONTRI ATTRAVERSI PONTI PRESIDIATI E NON MURI INVALICABILI. Buon Santo Natale!

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mar, 11/12/2018 - 01:27

Il matrimonio islamico (nikàh) non è un rito religioso ma un contratto basato su fondamenti religiosi che prevede un ruolo giuridico diverso per l'uomo e la donna, con quest'ultima (per molti e diversi aspetti) relegata in posizione di INFERIORITA' rispetto all'uomo. Che poi sia avvenuto quanto riportato nell'articolo in Italia, per quanto riprovevole, in terra di Allah è la regola. Questi fatti, in casa nostra, DEVONO essere assolutamente bloccati in quanto non in sintonia con i nostri dettami costituzionali (art.8).