Carta d'identità, firma con colore verde. "Attenzione, all'estero non l'accettano"

Il sindaco per distinguere le pratiche poneva la firma in verde sul documento d'identità. Un dettaglio che ha messo nei guai i suoi cittadini

Firma in verde sulla carta d'identità: un vezzo. O forse una disattenzione. Così un sindaco disattento ha messo nei guai i suoi cittadini.

Carta d'identità non valida con firma in verde

Qualcuno ha avuto problemi alle frontiere. Altri sono stati costretti ad ore ed ore fermi in aeroporto per controlli supplementari. O addirittura, c'è chi è stato respinto all'imbarco per il rientro a casa. Tutta colpa di una leggerezza. A riportare la notizia è La Stampa. Il quotidiano racconta la vicenda dei cittadini di Roasio, provincia di Vercelli, cinque frazioni e 2.500 abitanti. Diversi tra loro hanno avuto problemi alla dogana per colpa dell'ex sindaco.

L'ex sindaco Ubaldo Gianotti, intervista da La Stampa, racconta: "Ho saputo di questo problema che mi ha fatto molto arrabbiare; era soltanto un modo per distinguere i documenti firmati in originale dalle copie". Un dettaglio che però all'aeroporto non hanno potuto non notare. E così sono partiti dei controlli per tutti quei cittadini sfortunati che recavano sul documento d'identità la firma in color verde.