Cartellone contro i matrimoni gay davanti alla chiesa: "Questa è la famiglia come Dio comanda"

In una parrocchia vicino Pordenone, il camion pubblicitario parcheggiato dal parroco davanti la Chiesa: "Vaticano, governo e scuole vogliono raccontarci una famiglia che non esiste"

Un messaggio chiaro, contro le famiglie gay, allargate e le unioni civili: la famiglia è una sola, quella con padre madre e possibilmente anche i figli. Don Alessadro Moro, nella sua parrocchia di Santa Maria Maggiore non sente storie e parcheggia un camion-vela davanti alla chiesa, dove ha fatto istallare un cartellone pubblicitario dal messaggio eloquente: "Questa è una famiglia come Dio comanda. Vaticano, Governo e scuole vogliono insegnarci il contrario". Sullo sfondo la foto di una famiglia naturale con due figli.

All'interno della piazza c'era una conferenza dove il principale oratore era lo stesso parroco. Il quale ha deciso spiegare ai parrocchiani i motivi della sua avversione ad un progetto portato avanti in quei giorni dall'Arcigay con le scuole della zona di Cordenons (Pordenone), un progetto anti-discriminazione che avrebbe coinvolto tutti i bambini del paese.

Come riporta leggo.it, ad ascoltare il prete erano in molti, giovani e genitori. "È evidente che l'obiettivo si è spostato - ha detto don Moro - dalla difesa degli omosessuali dalla discriminazione, alla sollecitazione a scegliere identità di genere come una determinante rispetto all'identità naturale. È giusto che la scuola deleghi ad Arcigay l'educazione sessuale dei vostri figli?». Dalla sala è partito un coro di "no"". "L'appello - ha concluso poi don Moro - è rivolto a genitori e insegnanti cattolici, perché non dicano "non sapevamo". Ora la responsabilità passa a voi".

A quel punto anche i genitori presenti in sala hanno voluto dire la loro contro la teoria gender: "È una teoria assurda che spaccia ideologie per dati scientifici. L'educazione, ormai, non compete più ai genitori - hanno attaccato - e tutto ciò porta a uno sperimentalismo sessuale precoce, al quale sono esposti i nostri figli".

Un'iniziativa, quella del parroco don Moro, che ha sollevato polemiche, ma ha anche ricevuto l'appoggio di molti dei parrocchiani. La cosa certa è che il prete di Cordenons non ha paura dire a tutti quali sono le sue idee: anche quando questo richiedere enormi cartelloni pubblicitari esposti sulla piazza della sua chiesa.

Commenti

Sascia

Mer, 03/06/2015 - 23:31

Apoggio pieno da tutte le famiglie italiane,

mallmfp

Gio, 04/06/2015 - 04:17

E anche il parroco ha ragione. Il problema e' molto complesso e va risolto chiamando diversamente tutto cio' che e' diverso da famiglia , nozze, figli, nel senso tradizionale del termine. Se venissero utilizzati termni e parole diverse da famiglia, nozze, matrimonio, etc..... avremo il rispetto sia dell'una che dell'altra condizione dell'essere umano. il problema non e' distruggere o cambiare il passato ma dare una identita' al nuovo, identita' che necessita di essere chiamata e regolamentata diversamente.

maurizio50

Gio, 04/06/2015 - 07:16

C'è ancora in giro qualche prete onesto!!!!!

Ralfrozen

Gio, 04/06/2015 - 07:32

E' semplicemente l'ordine della natura.

Totonno58

Gio, 04/06/2015 - 08:04

Se i due adulti nel cartellone non fossero sposati cosa cambierebbe?!? Basta parlare di famiglie, convivenze..che gran rottura!

marcomasiero

Gio, 04/06/2015 - 08:19

ha ragione il parroco !!! il suo capo è un venduto !

magisax

Gio, 04/06/2015 - 08:21

E FINALMENTE UN PRETE CON LE PALLE !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

paci.augusto

Gio, 04/06/2015 - 08:25

GIUSTISSIMO e bravissimo don Moro!!! Questa innegabile verità è stata stabilita dalla natura!! Coppie di omosessuali potranno giustamente convivere in affetto ma NON SARANNO MAI UNA FAMIGLIA!! Probabilmente i rossi daranno di ' fascista ' alla natura!!!

kayak65

Gio, 04/06/2015 - 08:31

purtroppo preti cosi' ce ne sono veramente pochi.sono piu'interessati ai clandestini che fruttano 35€ quotidiani che all'insegnamento dei principi cristiani. penso che il tutto sia dovuto al papa venuto da lontano, che sempre piu' mi domando cosa e' venuto a fare, che si domanda chi sono per giudicare gli omosessuali, accusa gli italiani di negligenza nei soccorsi in mare e in terra di profughi, loda gli zingari che vivono di furti e reati perpetrati ai danni di gente comune e si dimentica una parola di conforto alla famiglia della filippina , cristiana, Travolta da delinquenti che egli stesso protégge e addirittura benedice. di questo passo l'islam prima e l'isis poi avranno gioco facile. speriamo nella bonta' divina che ascolti le sue parole quando afferma che il suo pontificato sara' breve e forse si ritorni a una societa' piu' Cristiana e conseguentemente piu' attenta ai valori di etica e famiglia

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Gio, 04/06/2015 - 08:54

Nonostante la mia viscerale avversione contro i preti, io un prete così lo inviterei volentieri a pranzo e a cena. Bravo !

tommy1950

Gio, 04/06/2015 - 08:55

Bravo e coraggioso, a presto vescovo!!Ma tanto non ti ci faranno mai perchè, come disse Paolo VI, nella chiesa è entrato il demonio.

giovauriem

Gio, 04/06/2015 - 09:03

in quattro parole è stata spiegara l'eessenza del mondo senza se e senza ma .

Umile_

Gio, 04/06/2015 - 09:06

Un grande! Ce ne vorrebbero tanti così

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Gio, 04/06/2015 - 09:35

Questa è la 'Famiglia' quella vera da sostenere e difendere. Qualsiasi altra unione è un surrogano inutile e dannoso. Nessuno ha mai sentito la necessità di dare spazio e regolamentazione ad errori della natura.

Ritratto di Coralie

Coralie

Gio, 04/06/2015 - 10:04

Questo e' un titolo di un articolo da prima pagina, non da ultima!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 04/06/2015 - 10:05

Totonno58:.....cominciamo nel precisare che i due "adulti"(come li chiama lei) sono,devono essere, un maschio ed una femmina...Poi,se non si vogliono "sposare"(come la maggioranza, in Chiesa o in Municipio),o in alternativa,non vogliono firmare una "accordo" davanti ad un Notaio(cosa possibilissima e di basso costo),SONO FATTI LORO.....Il resto è solo "propaganda" per sdoganare,e trasformare la "orgogliosa" posizione dei gay(orgogliosa di che cosa??...),come una bella,disinvolta prospettiva,alternativa di vita,arida in partenza(nel vero senso della parola)!!!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 04/06/2015 - 10:07

@Anna 17:....Concordo!!

java

Gio, 04/06/2015 - 10:11

nessuno dice che la famiglia 'allargata' e' un nome elegante che i falliti danno alle loro cattive scelte. La famiglia diventa 'allargata' dopo il fallimento della stessa e uno o piu' divorzi. Andate a guardare nelle scuole elementari e medie, i bambini figli di separati e divorziati piangono piu' degli altri, hanno rendimenti scolastici peggiori. La famiglia allargata non e' una conquista, e' il fallimento. I fallimenti non vanno normalizzati.

buri

Gio, 04/06/2015 - 10:18

Bravo il parocco, almeno uno che ha il coraggio di dire quello che lui e molti altri pensano

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 04/06/2015 - 10:18

I gay non contano niente. La lobby gay è solo uno strumento, non il vero potere. E' strumento del mondialismo che intende annientare l'ultima radice rimasta in occidente: la Famiglia.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 04/06/2015 - 10:24

@java:.....Concordo!

Ritratto di Ulisse Di Bartolomei

Ulisse Di Bartolomei

Gio, 04/06/2015 - 10:28

I preti devono smetterla di proporre la famiglia "perché lo vuole Dio", altrimenti pure lui dovrà rinunciarci! L'omosessualità "legittimata" è anzitutto un fattore politico, in quanto promossa dal nichilismo e quindi peculiarmente marxista. Il gay mai voterà a destra o liberale né tanto meno cristiano. La stessa motivazione nel benvenire i migranti africani: sono voti certi per la sinistra! Questi moti, che caratterizzano la filosofia esistenziale, hanno tutti in comune l'annichilimento del cristianesimo. Preti svegliatevi! Se continuate a proporre la famiglia papà maschio, mamma femmina e figli ecc... perché lo vuole la madonna, fate il gioco di chi afferma che i cristiani dicono certe cose "perché non hanno studiato!", ovvero gli emuli del barbuto Marx...

Enrico II°

Gio, 04/06/2015 - 10:31

QUESTO STRANI PARROCI LEGATI ANCORA AL "LORO SUPERIORE" PER MOLTI RELIGIOSI CHE INSEGNANO E DOVREBBERO PROFESSARE L'INSEGNAMENTO DI CRISTO, riporto dal Nuovo Testamento de La Sacra Bibbia - CEI, a proposito dei gay e dintorni alcuni stralci della lettera di San Paolo ai Romani "[26]Per questo Dio li ha abbandonati a passioni infami; le loro donne hanno cambiato i rapporti naturali in rapporti contro natura. [27]Egualmente anche gli uomini, lasciando il rapporto naturale con la donna, si sono accesi di passione gli uni per gli altri, commettendo atti ignominiosi uomini con uomini, ricevendo così in se stessi la punizione che s'addiceva al loro traviamento. [28]E poiché hanno disprezzato la conoscenza di Dio, Dio li ha abbandonati in balia d'una intelligenza depravata, sicché commettono ciò che è indegno. .. ." Ma non ci è stato sempre detto che tutto quello che è stato scritto nella Bibbia è il risultato dello Spirito di Dio?

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Gio, 04/06/2015 - 11:14

Bravo Totonno, come sempre sei incisivo! Questa volta bisognerà ricorrere all'"amorometro", e sulla base dell'intensità rilevata si stabiliranno:assegni familiari, sgravi fiscali, pensione di reversibilità e tutti gli altri diritti e doveri inerenti a quel vecchiume di famiglia tradizionale.Finalmente si eliminerà anche il cumulo dei redditi. La famiglia come cellula fondamentale della società? Ma è risaputo che gli amanti ( participio presente) preferiscono vivere su isole deserte: due cuori e una capanna.

Ritratto di elio2

elio2

Gio, 04/06/2015 - 11:18

Bravo e coraggioso questo parroco. L'omosessualità è sempre esistita nella storia dell'uomo, ma nessuno sano di mente si è mai adoperato per equiparare l'unione omosessuale ad un matrimonio tradizionale. La natura stessa considera l'omosessualità un errore dell'evoluzione e proprio per questo ne impedisce la sua perpetuazione, questa è la sola inconfutabile realtà delle cose, indipendentemente da chi, per ideologia, interessi diversi o ignoranza, la pensi diversamente.

INGVDI

Gio, 04/06/2015 - 11:21

Bravo e coraggioso il parroco don Alessandro Moro! Vero cristiano ha denunciato la cultura di morte di parte della Chiesa e dell'Europa intera.

puponzolo

Gio, 04/06/2015 - 11:37

Chissà cosa ne pensa "Famiglia Cristiana"

Ritratto di Lupry

Lupry

Gio, 04/06/2015 - 12:07

Bravo Prete! Secondo me il suo capo vestito di bianco lo licenzia....

ORCHIDEABLU

Gio, 04/06/2015 - 12:10

la vera famiglia restera' sempre quella tradizionale,per tradizionale si intende madre padre figli,poi oggi come ieri le separazioni avvengono,ma il diritto genitoriale resta e dovra' sempre restare ai genitori prima degli insegnanti,prima dei preti,ecc.le unioni gay possono ottenere diritti civili e umani come tutti gli altri esseri umani,ma non possono pretendere di adottare i figli degli altri.Se invece procreano con inseminazione artificiale quindi con il loro stesso seme grazie all'utero in affitto e la donna magari e' amica del gay tanto meglio,un padre gay ha lo stesso diritto di qualunque altro padre etero.

ioanche

Gio, 04/06/2015 - 12:14

Il prete ha i suoi motivi per dire cio' che dice ... ma per i non credenti cosa vuole Dio conta assai poco.

Cormi

Gio, 04/06/2015 - 12:23

Questo parroco ha completamente ragione ed ha fatto bene ha mettere in testa alla lista il Vaticano! Ultimamente hanno preso l'abitudine ad interpretare il Vangelo e la Bibbia a seconda di come gli gira ! Viva castro, viva i matrimoni gay , viva i rom, viva i clandestini ! Fra poco possono indicarlo come sede centrale dei centri sociali ed aprire all'interno una moschea per accogliere i fratelli musulmani e far provarea il velo integrale alle donne! Come sono lontani i tempi di Papa Giovanni Paolo (Woitila), sic!!

Totonno58

Gio, 04/06/2015 - 12:30

@Zagovian...credo che dovrebbe informarsi sul ddl sulle unioni civili altrimenti rischia di far finta di contraddire una cosa su cui è totalmente d'accordo. @Euterpe...grazie del complimento..anche tu sei molto efficace!Infatti hai toccato il tasto su cui i nostri beneamati politici si stanno "appiccicando"(per finta, direi...), cioè reversibilità sì, reversibilità no... Per il resto, cari amici, non scomodiamo troppo Dio, la fede, il parroco coraggioso ecc.ecc...tanto, guardiamoci in faccia, a noi cattolici piace essre "fatti fess' e cuntent'"...basta non nominare la parola magica "matrimonio" e tutto è possibile!P.S.Fate presto la legge sulle unioni civili e si parli d'altro.

michele lascaro

Gio, 04/06/2015 - 12:33

Cittadini di tutto il mondo (per così dire), ribellatevi al marciume imperante, pensando soprattutto ai vostri figli, che non arriveranno mai a conoscere padre e madre ma genitore 1...2...3...

GabriellaBPN

Gio, 04/06/2015 - 12:36

NOTIZIA NON TOTALMENTE CORRETTA, sono di Pordenone ed ero presente alla riunione tenutasi a Cordenons il 2/06.Spiego:il camion-vela fuori dalla chiesa è un'iniziativa privata di un genitore che è venuto alla riunione,non avvisando nessuno, nemmeno il parroco. Alla riunione hanno parlato principalmente gli insegnanti, i genitori, le famiglie appunto. Per il resto sono d'accordo. Considero la famiglia costituita da padre, madre e figli, l'unica autentica famiglia: per ragioni antropologiche, biologiche, cattoliche, psicologiche quale luogo di sviluppo delle relazioni e dell'identità personale e sessuale dei figli. Considero il gender una follia. Un conto è l'accoglienza della diversità, contrastare le discriminazioni, cosa diversa è l'uniformità, l'annullamento delle diversità quali uomo e donna, radice della civiltà da sempre. Gabriella

Rossana Rossi

Gio, 04/06/2015 - 12:37

E hanno ragione.........nessuno impedisce ad altri di avere diritti civili, ma matrimonio e famiglia lasciamoli a quelle che sono le leggi naturali, è da presuntuosi voler sconfessare la Natura........

Totonno58

Gio, 04/06/2015 - 12:51

@ZAGOVIAN2....lei non usa mai il termine "adulti"?usa "grandi" e "piccini"?:)

Ritratto di marione1944

marione1944

Gio, 04/06/2015 - 12:53

Quel parroco è un grande, subito Papa.

dario_faber

Gio, 04/06/2015 - 12:56

L'Italia non è una teocrazia, quindi Dio non comanda (o non dovrebbe). Smettetela di farvi i fatti degli altri.

Ritratto di elisa65

elisa65

Gio, 04/06/2015 - 13:03

Ha ragione!

Ritratto di federalhst

federalhst

Gio, 04/06/2015 - 13:06

Dio comanderebbe anche di non fare sesso prima del matrimonio e di non divorziare. Quanti, di quelli che hanno commentato, sono coerenti fino in fondo e quanti invece agiscono a seconda di come fa comodo?

Ritratto di pipporm

pipporm

Gio, 04/06/2015 - 13:14

Bravo Don Alessandro Moro a dispensare le gocciole

Ritratto di serramana1964

serramana1964

Gio, 04/06/2015 - 13:37

...sul manifesto ha dimenticato di scrivere che" L'Omosessualità è una malattia e va curata possibilmente"

Totonno58

Gio, 04/06/2015 - 13:37

federalhst..addirittura Dio comanderebbe di non fare sesso prima del matrimonio?!?...e perchè lo comanderebbe solo ai cattolici?dobbiamo espiare qualcosa?

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 04/06/2015 - 13:46

@GabriellaBPN:.....grazie per la precisazione!....Sembrava strano,che il parroco,si prendesse iniziativa,tanto coraggiosa,da includere anche il VATICANO,fra i "pro" di queste iniziative "progressiste".Mi conforta il fatto,che,per lo meno,secondo il cronista),il parroco sia "contro"....Ci informi,sulla pasizione generale di insegnanti e genitori sul tema...!!.Saluti

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 04/06/2015 - 13:53

@Totonno58:....Ho solo sottolineato,quello che ho colto come un modo furbesco,da parte sua,il parlare di "adulti",tralasciando l'evidente fatto che questi due sono un maschio ed una femmina,ma lasciando "furbescamente" fra le righe il fatto che per lei,questi "adulti" potevano benissimo essere due maschi o due femmine....Mi sono sbagliato??

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 04/06/2015 - 13:59

@ORCHIDEABLU:...mi è piaciuto lo "zibaldone",suo il "distinguo progressista"....Glielo vada a spiegare lei a quel povero bambino,cresciuto con due "padri",che uno dei due,è "padre",perchè il suo seme è finito nell'utero dell'"amica"...Che coraggio "progressista"!!!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 04/06/2015 - 13:59

Il genocidio dei popoli europei voluto dai massoni e mondialisti passa anche per la distruzione della Famiglia.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 04/06/2015 - 14:03

@federalhst:....le regole della NATURA,sono superiori a qualsiasi religione!!!....Importante,non infrangere quelle,con atti sconsiderati,"sconvenienti" per la "natura umana"!!

Totonno58

Gio, 04/06/2015 - 14:05

Zagovian...sì, si è sbagliato:)...va bene, allora diciamo "il padre e la madre"...ok? P.S.S i informi sul ddl Cirinnà sulle unioni civili...e magari anche sui 50 precedenti (di ogni parte politica) che non sono mai arrivati alla discussione in Parlamento anche perchè noi cattolici COLPEVOLMENTE agitiamo i fantasmi del "matrimonio gay"....

Ritratto di dbell56

dbell56

Gio, 04/06/2015 - 14:18

La vera famiglia è quella formata da un uomo ed una donna ed i loro figli. Se ci aggiungiamo i nonni, diventa perfetta!

carpa1

Gio, 04/06/2015 - 14:47

Dovrebbero esporlo davanti a tutte le chiese i parroci che ancora credono nei veri valori della società.

Ritratto di semovente

semovente

Gio, 04/06/2015 - 14:52

Purtroppo esistono anche quelli che la pensano in maniera diversa e questo è il grosso problema.

Ritratto di federalhst

federalhst

Gio, 04/06/2015 - 15:10

Io intendevo sottolineare L'INCOERENZA di chi si fa depositario di valori tradizionali e cristiani salvo poi, per ragioni di comodo, comportarsi in tutt'altro modo. E lo dico da non cattolico.

kallen1

Gio, 04/06/2015 - 15:11

B R A V O!!! Questo è oarlar chiaro

ORCHIDEABLU

Gio, 04/06/2015 - 16:45

ZAGOVIAN,IL MIO NON E' PROGRESSISMO MA RAZIONALITA',SE IL FIGLIO E' DEO GAY NE' FA QUEL CHE VUOLE LUI,PIOTTOSTO CHE PRENDERSI IL FIGLIO DI UN'ALTRA FAMIGLIA,DI UN ALTRO UOMO O DONNA.OK CHIARO IL CONCETTO? SE IL FIGLIO E' TUO DEL TUO STESSO SANGUE LO RISPETTERAI DI PIU' E' LO AMERAI DI PIU',PUR SBAGLIANDO COME TUTTI I GENITORI.IN PIU'SE NON SI ASSECONDANO DIVENTANO ANCORA PIU' AGGRESSIVI.MA SE SEGUI I FATTI DI CRONACA MONDIALE LA NATURA CI VIENE INCONTRO E' QUINDI ANCHE I GAY TROVANO IL MODO DI CHIEDERE LE COSE CON PIU' RISPETTO,TUTTE LE LOTTE SONO STATE FURIOSE ADESSO PER VIA DELLA CRISI E' DELLA PAURA TUTTI IMPARANO A GESTIRE MEGLIO LE EMOZIONI ETERO E GAY.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Gio, 04/06/2015 - 19:04

@orchidea blu-nera- Che guazzabuglio il tuo post, incommentabile. Non urlare sempre con le maiuscole, contieniti.