Caso Diaz, Cassazione: "Massacro ingiustificabile"

Depositate le motivazioni della condanna: "Violenze della polizia e immotivati arresti di no global inerti e innocenti"

"Le violenze della polizia e gli immotivati arresti di massa dei no global inerti e innocenti, hanno gettato discredito sulla Nazione agli occhi del mondo intero". A distanza di quasi tre mesi dal verdetto, la Corte di Cassazione ha depositato le motivazioni del processo agli scontri alla scuola Diaz durante il G8 del 2001 che ha decapitato i vertici della polizia.

Secondo la Suprema Corte, la "gravità" dei reati commessi dai funzionari della polizia, come quello della violazione "dei doveri di fedeltà" delle calunnie e dei falsi, ha legittimato il "no" al "riconoscimento delle attenuanti generiche" a favore degli imputati. "Hanno commesso una consapevole preordinazione di un falso quadro accusatorio ai danni degli arrestati - si legge nelle motivazioni della Cassazione - realizzato in un lungo arco di tempo intercorso tra la cessazione delle operazioni ed il deposito degli atti in Procura". Per la Cassazione, l'operazione alla scuola Diaz al termine del G8 del 2001 "si è caratterizzata per il sistematico ed ingiustificato uso della forza" da parte di tutti i poliziotti che hanno fatto irruzione. "La mancata indicazione, per via gerarchica, di ordine cui attenersi" si è tradotta "in una sorta di 'carta bianca', assicurata preventivamente e successivamente" all’operazione. Per la Suprema Corte, tutti erano liberi di "usare la forza ad libitum".

Nelle motivazioni la Cassazione ha poi evidenziato, come già fatto dalla Corte d’Appello di Genova, "l’odiosità del comportamento" dei vertici di comando. "Di chi, in posizione di comando a diversi livelli come i funzionari - è scritto - una volta preso atto che l’esito della perquisizione si era risolto nell’ingiustificabile massacro dei residenti nella scuola, invece di isolare ed emarginare i violenti denunciandoli, dissociandosi così da una condotta che aveva gettato discredito sulla Nazione agli occhi del mondo intero e di rimettere in libertà gli arrestati, avevano scelto di persistere negli arresti creando una serie di false circostanze". In pratica, a detta della Cassazione, crearono verbali menzogneri "funzionali a sostenere così gravi accuse da giustificare un arresto di massa". Ed avevano formulato le accuse "in modo logico e coerente, tanto da indurre i pubblici ministeri a chiedere, e ottenere seppure in parte, la convalida degli arresti".

Commenti

egi

Mar, 02/10/2012 - 15:16

Nelle motivazioni la Cassazione-condanna le azioni che tutti giorni vengono commesse da questa magistratura, complimenti.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 02/10/2012 - 15:17

Una visione un pò meno di parte no?Se quegli scalmanati,fossero rimasti a casa,di certo,quanto è successo,non succedeva. Comunque sia, a screditare l'Italia,sono altre cose. Per concludere,chiedo a quelle persone che con tanta animosità,hanno "manifestato" in occasione di quel G8,se oggi(con quanto accade nei "palazzi del potere"(che tanto dicono di aborrire), non vedono le condizioni,per scendere in piazza,con altrettanta animosità...(Anche un pò meno,andrebbe bene)!!

paolodb

Mar, 02/10/2012 - 15:25

"Massacro"? Li hanno forse ammazzati come bestie? Non intendo giustificare gli eccessi della polizia ma Genova è stata messa a ferro e fuoco dai manifestanti, non dalle forze dell'ordine. Le quali hanno reagito ma per loro certe attenuanti non valgono mai. Vorrei sapere a questo punto quanti agenti e quanti manifestanti (meglio: delinquenti travestiti da manifestanti) sono stati condannati, scommetto che ne uscirebbe un dato inquietante su come la magistratura italiana lavora.

vince50

Mar, 02/10/2012 - 15:28

Questi no global sono solo dei fanatici a fuori di testa,e se lo sono meritato.Le battaglie da fare sono bel altre e molto più importanti,esempio far sparire i politi con le buone o con le cattive,avrebbero avuto il popolo dalla loro parte.Altro che fare cazzate fanatismi inconcludenti e danni vari mai risarciti.Sono dei falliti dovrebbero pagare tutti i danni e senza sconti,altro che poveretti.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 02/10/2012 - 15:32

Zagovian: premesso che le auguro di vivere in buona salute e di non sbucciarsi mai un ginocchio, qualora un giorno dovesse capitarle di essere investito sulle strisce pedonali da un pirata della strada, ubriaco, senza patente, e che viaggia a 120 Km orari in città... non se la prenda con nessuno se non con se stesso. Qualcuno potrebbe dirle: "Se lei fosse rimasto a casa tutto questo non sarebbe successo" !!!

Totonno58

Mar, 02/10/2012 - 15:34

Purtroppo questo discredito ci tocca beccarcelo tutto...quello che hanno fatto quei balordi di poliziotti guidati dal comportamento delinquenziale di quegli pseudo-vertici è stato vergognoso, anche perchè è chairo che hanno scientificamente lasciato il centro della città in mano a quegli altri delinquenti dei black block per poi prendersela con gli inermi...solo una cosa ci resta non chiara: on.Scajola, allora ministro degli interni (purtroppo)..anche questa cosa è avvenuta a Sua insaputa?

Ritratto di Geppa

Geppa

Mar, 02/10/2012 - 15:48

pagine buie dell anosrta repubblica, quando c'era il fascista Fini agli interni...

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 02/10/2012 - 15:52

paolodb: L'irruzione alla Diaz si concluse con 93 arresti e 82 feriti,tre in prognosi riservata. Faccio un copia incolla: la tedesca Melanie Jonasch (trauma cranico cerebrale, con fattura della rocca petrosa sinistra, ematomi cranici vari, policontusioni al dorso, spalla e arto superiore destro, frattura della mastoide sinistra, ematomi alla schiena e alle natiche), il tedesco Karl Wolfgang Baro (trauma cranico con emorragia venosa) e l’inglese Mark Covell (perforazione del polmone, trauma emitorace, spalla e omero e trauma cranico). Nessuno è stato ucciso ma poco ci è mancato. Di quale reazione sta parlando? Vuol sapere quante di queste persone sono state condannate? Nessuna! Non stavano commettendo alcun reato. Molti di loro stavano dormendo. Nessuno di loro è stato riconosciuto responsabile dei disordini di piazza. E vogliamo parlare delle prove false create per giustificare l'irruzione, dal presunto lancio di sassi mai avvenuto, alla presenza delle bottiglie molotov che, si scoprì, furonono portate dagli agenti stessi, all'accoltellamento simulato da parte di un agente?

Ritratto di DONCAMILLO7

DONCAMILLO7

Mar, 02/10/2012 - 15:57

vorrei ricordare ai mentecatti che difendono i poliziotti che in quella scuola c'erano manifestanti normali.. e che le ,molotov ed i bastoni sono stai introdotti dalle stesse forze dell'ordine..che prima hanno permesso che si distruggesse la citta' e poi se la sono presa con gente che non c'entrava nulla... ridicoli..come chi ancora li difende..

BlackMen

Mar, 02/10/2012 - 16:00

paolodb: 1) tanto per cominciare finchè non vi entrerà in quella zucca dura che i facinorosi erano qualche centinaio a fronte di decine di migliaia di manifestanti pacifici non potrete avere la giusta prospettiva della vicenda. Questo non lo dico io. Ci sono ore ed ore di riprese sugli contri in cui si vedono chiaramente i distruttori e la polizia che li lascia fare. Andatevele a vedere invece di mettere la testa sotto la sabbia. 2) le forze dell'ordine non devono "reagire" come se avessero subito un attacco personale. Il loro scopo è individuare chi ha commesso i reati ed assicurarli alla giustizia e non ammazzare di botte a testa bassa come invece è accaduto...si veda le immagini vada vada....signore anziane con le teste spaccate, ragazze a volto scoperto e senza armi prese a calci ed a manganellate mentre erano a terra. Vada a vedere che bello spettaccolo abbiamo regalato al mondo. Invece di isolare e fare un c.lo così ai quei bastardi dei black block mentre distruggevano la bellissima genova. Dopo la visione magari ci ribecchiamo per concludere la chiacchierata.

alberto_his

Mar, 02/10/2012 - 16:02

Cari commentatori, non facciamo i furbetti. Non esiste collegamento tra chi ha messo a ferro e fuoco la città (black block) e chi è stato brutalmente assalito alla Diaz; i primi sono stati lasciati agire indisturbati per preparare la repressione, i secondi sono stati aggrediti e massacrati in spregio a ogni regola. I puerili tentativi di copertura rendono ancora più inqualificabile il comportamento di chi ha condotto queste indegne azioni e che dovrebbe rappresentare l'ordine e la legge. Purtroppo pagano solo i pesci piccoli data la mancanza di ordini ufficiali a riguardo.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 02/10/2012 - 16:06

#Dreamer_66#...una piccola differenza:sulle strisce prima o poi ci camminiamo tutti....per necessità!Non era necessario,scatenare tutto quel caos!

killkoms

Mar, 02/10/2012 - 16:06

come se il discredito sulla nazione non fosse gettato anche dalle tante,troppe,assurde sentenze della magistratura!

cgf

Mar, 02/10/2012 - 16:08

una serie di magistrati sta da tempo discreditando l'Italia, molti lo hanno capito da "quel" famoso avviso di garanzia recapitato al Prsidente del Consiglio a Napoli, guarda caso, mentre presiede una conferenza mondiale sulla criminalità promossa dalle Nazioni Unite fino ai giorni nostri, si va in carcere per un reato di opignone e PUTROPPO non è ancora finita. Nel caso della scuola DIAZ però pare ANCHE che nessun giudice sia entrato nel merito di quanto dentro la sQuola è stato trovato... sintomatico questo.

killkoms

Mar, 02/10/2012 - 16:09

@dreamer66,quei bontemponi hanno fatto la fine di quei famosi pifferi di montagna,che andarono per suonare e furono suonati! molti di loro erano consapevoli,e di fare a legnate,e di fare da oceano a queglòi squali dei black block,ma ben popchi sapevano perchè erano lì!giusto per esserci,era la moda del momento!

ilsignorrossi

Mar, 02/10/2012 - 16:12

poveri no global ,no tav loro non hanno mai colpe.................magistrati buffoni

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Mar, 02/10/2012 - 16:15

Ma quale massacro!!!!! Il massacro lo hanno fatto i no global e compagnia rossa. Tutta la magistratura fa schifo. I poliziotti rischiano la loro vita per uno stipendio da fame, i delinquenti vengono assolti.

BlackMen

Mar, 02/10/2012 - 16:24

Totonno58: temo che questa non solo la sapesse ma la quotasse anche :-(

alberto_his

Mar, 02/10/2012 - 16:38

@paola29yes: si rende conto di chi sono i delinquenti in questo caso? Non buttiamola sempre sulla retorica, restiamo sul caso specifico. Secondo la sua logica chi indossa la divisa sarebbe autorizzato a compiere qualsiasi atto illecito non potendo essere perseguito.

zilraag

Mar, 02/10/2012 - 16:40

Sono passati più di 10 anni, ed ancora si parla di Genova. Dobbiamo ammettere che chi, all'epoca, fece il tifo (ed agì anche in prima persona) per "spaccare la faccia ai manifestanti", ha ottenuto una sonora sconfitta politica. Due anni dopo ci fu il Social Forum a Firenze. Nonostante le provocazioni della buonanima della signora Fallaci, non successe niente. Vennero lasciati manifestare in pace, e nessuno se ne ricorda. Adesso, una generazione è cresciuta con il mito del "poliziotto bastardo" di Genova 2001, della Diaz, del povero Carlo Giuliani, che, da vivo, era un teppista esaltato. E che da morto, è diventato un martire. E un martire, fa sempre comodo...

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 02/10/2012 - 16:41

Zagovian: uuuhhh mio caro Zagovian... Allora mettiamola così: "...sulle strisce pedonali mentre sta andando al cinema" (non è una necessità andarci). Le quadra maggiormente il discorso?

Ritratto di babbone

babbone

Mar, 02/10/2012 - 16:48

E' vero questi no global sono inerti e innocenti, allora diamogli un premio. Mandiamoli nuovamente a mettere a ferro e fuoco oltre a Genova anche a Bologna, Milano senza l'invio delle Forze dell'Odine per contrastarli. Mandateci i magistrati.

wolfma

Mar, 02/10/2012 - 16:54

Niente scredita l'Italia più delle sentenze di questi magistrati.Mi vergogno di essere italiano.

Oraculus

Mar, 02/10/2012 - 16:54

Col permesso del titolare del blog mi permetto di dare sfogo a quanto penso da quei stessi momenti con le sensazioni ricevute e mai smentite dal mio raziocinio. Non voglio entrare nella strategia usata dalla polizia nazionale in quella giornata , a Genova mori' un esaltato violento e criminale poi santificato con un inqualificabile attegiamento sostenuto sino ai giorni nostri per una speculazione politica degna del piu' ottuso fanatismo hulliganiano... Nella Diaz avevano trovato ristoro e ricovero quegli stessi ceffi che nella giornata avevano messo a ferro e fuoco la citta' di Genova , una giovane marmaglia umana spogliata per la notte dei loro ferri di distruzione invocando nel riposo serale angelici ed innocenti presenze ostentando falsi sbalordimenti di fronte a telecamere molto opportune con comportamento da manuale studiato e premeditato per la bisogna di rinforzare con immagini la calunnia piu' rivoltante contro la nostra polizia di Stato. Insomma una farsa/trappola congeniata bene con risultati tragici per la fama delle nostre forze dell'ordine pubblico apparse alla stregua e degna di quelle dei paesi del terzo e quarto mondo... Dabbenaggine accolta favorevolmente sprezzante delle uniche verita' che le immagini di quel G8 hanno immortalato nel mio ricordo...Giuliani incluso un balordo strumentalizzato dal padre e dai suoi accoliti di...partito. Ringrazio per l'ospitalita' .

vittoriomazzucato

Mar, 02/10/2012 - 17:10

Sono Luca. Ma i giudici della Cassazione hanno mai visto quello che è stato combinato nella città di Genova. Anche solo qualche documento filmato e trasmesso dalla TV di Stato. GRAZIE.

Giacinto49

Mar, 02/10/2012 - 17:11

Anche un deficiente capirebbe che il troppo garantismo va solo ad assoluto danno della libertà e del vivere civile. Mi chiedo che gente ci sia nella nostra magistratura. Questo si che è screditarsi agli occhi del mondo. Oggi, grazie a sentenze come queste, si è arrivati, per le Forze dell'Ordine, ad aver timore di intervenire anche in caso di schiamazzi notturni per non vedersi derisi ed insultati dagli ubriachi e drogati di turno. Una vergogna.

gianni gigli

Mar, 02/10/2012 - 17:12

Se i dimostranti fossero stati di destra li avrebbero condannati tutti per insurrezione armata,distruzione di una città e attentato alla sicurezza dello stato, per non aggiungerci anche ricostruzione del partito fascista e ancora oggi starebbero scontando le loro pene nei carceri di maggior sicurezza e la polizia avrebbe avuto una medaglia al valore per aver salvato la democrazia.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 02/10/2012 - 17:12

killkoms: Come tutti coloro i quali non hanno ragioni da esprimere, lei ricorre al trucchetto di uscire dal discorso. All'interno della Diaz quelle persone ci andarono per dormire e non avevano il minimo sospetto di essere prese a manganellate durante il sonno. Comunque, senza volerlo, lei ha persino detto una cosa giusta: molti di quelli che andarono al G8 lo fecero "per moda", per diversivo, per provare un'esperienza nuova, per sentirsi al centro della ribalta... non erano tutti "komunisti" con gli occhi iniettati di sangue pronti a scatenare l'inferno. Altri invece ci andarono con cognizione di causa. Un esempio su tutti. La dottoressa Marina Spaccini, pediatra cinquantenne di origine triestina, pacifista della Rete Lilliput (noto covo di comunisti!) che per quattro anni ha lavorato in due ospedali missionari del Kenia. Venne ferita in piazza Manin dalla manganellata di un agente (ovviamente a viso coperto). Ha vinto la causa civile contro il Ministero degli Interni, con un risrcimento (poco più che simbolico) di 5000 euro.

Ritratto di pravda99

pravda99

Mar, 02/10/2012 - 17:16

Coloro che giustificano la polizia "a prescindere" sono ovviamente le menti piu' facilmente influenzabili dall'informazione deviata e fuorviante del Giornale di San Sallusti Martire. Ecco la vera responsabilita' del Direttore, altro che l'articolo su Libero.

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Mar, 02/10/2012 - 17:21

Auguriamoci che il merdaio di questa storia finisca.Vabbè che dai libri di scuola sono scomparse la storia(non quella rossa)e la geografia,ma ora finiamola con questo mantra di quei poveretti che sono stati ammazzati di botte,altrimenti bisogna annoverarli fra gli eroi della resistenza e dovremmo sorbirceli per altri settant'anni.Basta non se ne può più.E questi MAGISTRATI non hanno altro da fare che continuare a menare il torrone?

mariolino50

Mar, 02/10/2012 - 17:32

IO non ci sono andato, ma persone di una certa età e più che innocui mi hanno detto che la polizia lasciava tranquilli i black blok di spaccare tutto, poi hanno picchiato la gente del corteo pacifista e pacifico, e non contenti sono andati a spaccare la testa a quelli che dormivano, portando anche le prove false, dale mie parti dicono, a quelli che li puzza il fiato bene non andarci intorno, tipo i black block, che poi potrebbero essere anche provocatori come chiesto anche da Cossiga, la polizia tiene anche armi non di ordinanza e calibri diversi apposta per q

rosa.croce

Mar, 02/10/2012 - 17:32

...concordo in pieno con babbone...vadano i magistrati a fronteggiare i delinquenti (perchè diversamente non si possono definire i manifestanti del g8 2001, fatte poche eccezioni)...ma ce li mandiamo con la fascia tricolore, non in assetto antisommossa, ad offrire il petto per la patria...forse capiscono che si prova in prima linea...

marinaio

Mar, 02/10/2012 - 17:39

Fate pure tutti i commenti che volete, ma una cosa è certa: con la morte di Carlo Giuliani il pianeta Terra ha un coglione in meno.

Stan75

Mar, 02/10/2012 - 17:41

cgf: non è mia intenzione insultarti, però dovresti veramente informarti un po' su quel che dentro la Diaz è stato trovato. E poi su chi ce lo ha messo. Che centra l'avviso di garanzia a Berlusconi? Che diavolo centra? ma stai scherzando?!?!?!?

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 02/10/2012 - 18:00

cgf: non voglio aprire un dibattito in questa sede su chi abbia screditato l'immagine del nostro paese nel mondo, se i magistrati o l'ex Presidente del Consiglio, ma sicuramente avremo pareri discordanti... rimaniamo quindi alla Diaz. Lei dice che i giudici non sono entrati nel merito di quanto e stato trovato all'interno della scuola. Di cosa sta parlando? Forse dei picconi e delle mazze esibite dalla polizia dopo l'irruzione? Non lo sa che era materiale edile già presente nella scuola a causa di lavori di ristrutturazione al suo interno, il tutto confermato dalle autorità comunali? O si riferisce alle famose molotov? Nol lo sa che sono state portate all'interno della scuola dagli agenti stessi i quali non hanno ritenuto oppurtuno smentire, dato che ci sono delle foto e delle riprese video che li inchiodano? Eh si... i furboni si sono fatti riprendere con le molotov prima dell'irruzione. C'erano anche computer e fotocamere dentro la scuola... una vera fonte di informazioni e di prove contro i komunistacci! E dove sono? Ooops! Distrutti dalla polizia durante l'irruzione.

emulmen

Mar, 02/10/2012 - 18:01

ma si diamo tutta la colpa alla polizia...si sapeva da tempo quel che sarebbe successo a Genova 2001, Seattle 99 insegnava...e ciò non ha impaurito i pacifinti, i rossi, i verdi, i gialli a manifestare pur sapendo i pericoli che si correvano coi bovo pulack-block..la più grossa infamia di Agnoletto e company fu poi quella di organizzare la marcia del sabato dopo quel che era successo il venerdì (quando ci lasciò la pelle Carlo Giuliani che stava lì solo a raccogliere un estintore da terra per evitare che la gente e i carabinieri si facessero male...) di nuovo con l'assalto dei black-block che misero a ferro a fuoco la Foce..sarebbe bastato dire che la marcia non si faceva e si evitavano altri problemi, ma no! si doveva fare...e io ho un mio amico che in quel venerdì era in corso Torino e mi dice spesso che quegli "infami" (come li definiva) di fronte a lui lo insultavano, gli davano del "servo del regime", "figlio di p...a" e lui che ripete che avrebbe voluto rompere un pò di ossa a quei "mascalzoni"... quindi andiamoci piano prima di parlare, la polizia era pure istigata a picchiare: non c'è dubbio che tra i manifestanti c'erano dei "pacifici" ma c'erano pure dei vigliacchi che insultavano e scappavano.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 02/10/2012 - 18:18

Oraculus: vale la pena usare tutto il suo raziocinio per giungere alla conclusione che all'interno della Diaz ci fossero i black bloc o simili? Lei era presente? Li ha visti personalmente? Qualche sentenza giudiziaria stabilisce che lo fossero? Non è forse vero che lei vuole ostinarsi a crederci nonostante nulla lasci intendere che le cose siano come lei dice? Faccia il bravo... utilizzi il suo raziocinio per qualche ragionamento più sensato.

onurb

Mar, 02/10/2012 - 18:27

L'abbinare il termine no-global con i termini inermi e innocenti mi sembra che costituisca un classico esempio della figura retorica che va sotto il nome di ossimoro.

Giovanmario

Mar, 02/10/2012 - 18:28

eccoli qua.. i compagni sempre pronti a infondere nella testa della gente.. la loro fede anarcocomunista, cioè odio contro ogni autorità, ogni potere dello Stato.. sono quelli che tirano le pietre dai tetti delle case o si infiltrano nei cortei per provocare scontri con le forze dell'ordine e coinvolgere nella violenza persone inermi e pacifiche.. sono dei vili che si sentono forti solo se uniti e mascherati.. ma presi ad uno ad uno diventano subito agnellini con le zampette in alto che belano: mamma mamma.. non lo faccio più!..

Totonno58

Mar, 02/10/2012 - 18:33

Quante cavolate siamo costretti a leggere da parte di coloro che, pur di perpetuare il giochino del "dagli al magistrato", fanno finta di stare dalla parte di coloro che hanno commesso lo scempio della Diaz...sono anche disposti a far finta (lo ripeto FAR FINTA) di dimenticare che anche molti black block (che non avevano niente a che vedere con i POVERACCI VIOLENTATI della Diaz , informati Oraculus...) sono andati in galera (pochi, in verità ma solo perchè furono scientificamente ignorati, secondo gli ordini dati (considerato che ai vertici dei vertici c'erano Scajola e De Gennaro tutto è possibile..)...se c'è qualcuno che davvero (e non PER FINTA) si vergogna di essere italiano, di sicuro non ci perderemo il sogno...oppure, in qualche caso, Vi siamo solidali, perchè è vero che c'era da vergognarsi per delle condanne così blande! P.S.Ah, vorrei aggiungere, a questo punto, che qualsiasi commento contrario lo si può ritenere restituito al mittente...almeno la decenza ci teniamo a salvarla...

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Mar, 02/10/2012 - 18:33

Qui si sta facendo di tutto perché la Polizia non difenda più nessuno. E in presenza di un reato in itinere giri la testa a guardare ben altro. E allora compileranno un verbale, dove diranno che qui tutto va bene, madama la marchesa. Cosa avranno da ridire allora la Cassazione ed ogni altro ordine e grado della Magistratura italiana quando la Polizia, per non fare "massacri ingiustificabili", resterà a guardare le orde dei barbari che faranno scempio di tutto ciò che capiterà davanti, compreso loro? Grideranno: "Al lupo! Al lupo!"? In questa sentenza i no global fanno la figura degli angioletti e le forze della Polizia quella di spietati assassini. E sarebbe stata la Polizia che con le sue "... violenze (della polizia) e (i suoi) immotivati arresti di massa dei no global inerti e innocenti, (avrebbe) gettato discredito sulla Nazione agli occhi del mondo intero". Penso, invece, che siano queste condanne della Polizia (deputate a mantenere con tutti i mezzi l'ordine sociale) da parte di un organo dello Stato a gettare "discredito sulla nazione agli occhi del mondo intero". Gli Stati Uniti d'America, la più grande delle democrazie, ultimamente avranno tutti i difetti, ma mai si sono permessi di condannare un servitore dello Stato nell'esercizio delle suo funzioni e, soprattutto, mai hanno lasciato giudicare un militare in mano a gente di altre nazioni. Il riferimento ai nostri due soldati detenuti pretestuosamente in India nella completa indifferenza dello Stato italiano è evidente.

baio1969@libero.it

Mar, 02/10/2012 - 18:35

Il contenuto, direi scontato di questa sentenza, non fa nient'altro che confermare quello che, le persone di buon senso, hanno sostenuto fin dal primo giorno di quel famoso G8 e rappresenta l'ennesima crociata intellettuale persa di questo giornale e, dei suoi, si fa per dire, lettori, a testimonianza della totale capacità di analisi che ha certa gente. Continuate pure a parlare dei cosiddetti no-global, scusate se vi ho interrotto.

marvit

Mar, 02/10/2012 - 18:47

LA POLIZIA E'COLPEVOLE!!Perchè di quelle "teste" ne ha fracassato poche

baio1969@libero.it

Mar, 02/10/2012 - 18:51

Ricordo a tutti i bananas che dal 2001 ad oggi le cosiddette forze dell'ordine hanno assassinato altre persone inermi come Federico Aldovrandi, Michele Ferulli, Giuseppe Uva, Aldo Bianzino, Stefano Cucchi e Gabriele Sandri. Tutti assassinati senza una ragione. Questi sono fatti che, oltre a sputtanare senza appello le forze dell'ordine, ci qualificano come nazione e come popolo. Voi andate pure avanti a giocare a guardie e ladri.

killkoms

Mar, 02/10/2012 - 18:58

@dreamer66,io non sono uscito dal discorso!da uomo della strada ne ho piene le scatole di imbecilli autonominatosi tutori del mondo,quando le popolazioni asiatiche,africane,sudamericane che vorrebbero rappresentare sono le prime aschifarli!non tutte quelle persone andarono lì solo a dormire!giorni prima,ad una troupe di una rete televisiva interessata a filmare dal vivo i manifestanti all'interno di un'altra scuola,fù precluso l'ingresso;perchè?i poliziotti,non sono andati alla diaz a caso. dalla stessa erano stati tirati sassi ed altri corpi contundenti contro una volante della polizia in transito,ed almeno un residente aveva segnalato alla polizia l'uscita dalla stessa di soggetti col volto travisato;tutti elementi ignorati da giudici! per la cronaca 5000 € per una manganellata nellamischia,sono anche tanti,poichè la civilissima germania ha risarcito con appena 2000 € a persona,òle vittime di un raduno musicale,finito male causa organizzatori e polizia locale!

Ritratto di trebisonda

trebisonda

Mar, 02/10/2012 - 19:00

ma quando mai i noglobal sono tranquilli e inermi,ma vogliamo scherzare?Sanno solofare i violenti,usare qualsiasi cosa per colpire,sono dei violenti impregnati di odio ideologico.La mia vicinanza sempre alle forze dell'ordine che rischiano la vita per uno stipendio da fame.E voi sinistri una volta tanto abbiate l'onestà intellettuale di riconoscere dov è la verità

Gianni Barbero

Mar, 02/10/2012 - 19:23

Ma perchè erano letteralmente barricati dentro? Comunque poliziotti,dirigenti,e strategie erano gli stessi di Napoli. Quindi che se la prendano Prodi!

WuDan

Mar, 02/10/2012 - 19:24

nfatti nella foto si vede di che pasta erano fatti questi pericolosi black block, mamma mia che paura che fa il ragazzo, ma piantatela invece di scatenare le forze dell'ordine contro i veri violenti sono andati a massacrare i pacifisti, sempre pronti a romper il c... hai passerotti è questo il nostro motto purtroppo VERGOGNA.

Luca 85

Mar, 02/10/2012 - 19:49

colpa dei manifestanti? ma che avete il prosciutto sugli occhi? si vede che siete berlusconizzati, fate e dite quello che vi dicono di fare e credete a ogni cosa mandino in tv...popolo di pecore. GENOVA È STATA UNA PAGINA ORRENDA DELLA STORIA D'ITALIA E PER COLPA DELLA POLIZIA, DI QUEI POLIZIOTTI GONFI DI COCAINA E RABBIA SOCIALE CHE NON ASPETTAVANO ALTRO, COME SEMPRE , CHE L'ORDINE DI MANGANELLARE A CASACCIO

MMARTILA

Mar, 02/10/2012 - 20:23

Quale massacro? L'avessero fatto ci sarebbero meno figli di papà nullafacenti a far casino in giro. Sempre onore alle forze dell'ordine. Nessun rispetto per la Cassazione, è allo stesso livello dei tafferugliari.

Ivano66

Mar, 02/10/2012 - 20:30

Dreamer_66: non aggiungo nulla a quanto lei scrive. Condivido al 100%. Purtroppo con chi è in malafede (ed è evidente la malafede di chi difende queste forze dell'ordine: le prove di ciò che hanno commesso han fatto il giro del mondo...) è inutile discutere. Saluti.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 02/10/2012 - 20:32

killkoms: fa quasi tenerezza ad aggrapparsi alla storia della sassaiola partita dalla Diaz. Fu il vicequestore Massimiliano Di Bernardini a dichiarare di aver assistito personalmente alla sassaiola, fermo poi doversi ricredere ed ammettere che il fatto gli era stato riferito da terzi. Altri tre agenti sostennero che un sasso aveva sfondato un vetro del loro furgone (all'inizio i furgoni sarebbero stati quattro) e che il mezzo venne poi riparato presso un'officina della polizia. Tale episodio però non risultò in alcun verbale, ne' si riuscì a rintracciare il furgone preso di mira dai novelli "Davide contro Golia". Ovviamente degli autisti neanche a parlarne. Fantasmi! Alla fine non uno si presentò a testimoniare al processo dicendo "I sassi li hanno tirati a me ed al mio mezzo". Non le sorge il dubbio che la presunta sassaiola, della quale tutti avevano sentito parlare ma nessuno aveva assistito di persona, fosse soltanto una scusa creata ad arte per giustificare l'irruzione?

Pelican 49

Mar, 02/10/2012 - 20:52

Io consiglierei una visita obbligatoria da un bravo neuropsichiatra per tutti i giudici della Cassazione (ed a turo anche agli non farebbe male!). La Polizia ha gettato discredito sull'Italia, mentre Carletto (Giuliani) e soci, armati del giglio di S.Giuseppe, ne hanno risollevato le sorti! Ma Genova chi l'ha sfasciata, il gatto mammone? ..... secondo i ns. giudici potrebbe darsi....voglio diventare svizzero!

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Mar, 02/10/2012 - 21:05

tanti commenti. Ma quando capiterà a voi o ai vostri figli o ai vostri parenti (che di sicuro non sono black block) verrò qui e scriverò che hanno fatto bene a menargli e anzi, li dovevano massacrare di botte. Alla facciaccia vostra.

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 02/10/2012 - 21:07

Invece chi ha messo a ferro e a fuoco Genova non discredita l'Italia, li facciano subito cavalieri della repubblica.

Ritratto di il bona

il bona

Mar, 02/10/2012 - 21:44

Si, ma chi mise a ferro e a fuoco genova? gli agenti?

Raoul Pontalti

Mar, 02/10/2012 - 21:51

Sottoscrivo in toto quanto riportato nei commenti di BlackMen e Alberto-his. Raramente si sono azioni così criminali poste in essere dalle forze dell'ordine (in quelle circostanze forze del disordine). A pagare sono stati in pochi, i capi responsabili sono stati addirittura promossi. Ai bananas: smettetela di andare in orgasmo quando vedete una divisa e guardate piuttosto se chi la indossa non la stia disonorando e per giunta pagato con i nostri soldi.

Lino1234

Mar, 02/10/2012 - 23:52

E'fin troppo evidente che i commentatori, che difendono i magistrati rossi che hanno condannato i poliziotti e difeso una massa di lazzaroni erano presenti in quell'azione che ha semidistrutto Genova. Dream66 ha descritto certi particolari che evidenziano la sua presenza sul posto ed altri non riescono a trattenere la loro simpatia per i distruttori della democrazia. Saluti. Lino

MauroP.

Mar, 02/10/2012 - 23:55

Gli esaltati delle forze dell'ordine li devono mandare in Afganistan.

Totonno58

Mer, 03/10/2012 - 00:07

Ovviamente quando dico che se c'è uno scandalo in questa sentenza sta SOLO nel fatto che le condanne sono state blande e che, come ha giustamente detto Cicchitto, alcuni non hanno pagato tra i vertici delle forze dell'ordine...e per fortuna non è un'opinione di un cittadino qualsiasi come il sottoscritto, come si legge dalla seguente NOTA DELLA CASSAZIONE: Roma, 2 ott. - Non esiste in Italia il reato di tortura e per questo non si e' potuta evitare la prescrizione intervenuta per i reati di lesioni gravi contestati agli agenti della scuola Diaz. Lo ricorda la quinta sezione penale della Cassazione, nella sentenza depositata oggi, rilevando che, nel processo per le violenze sui no global avvenute nella scuola genovese, 'il ricorrere degli estremi fattuali della gravita' e gratuita' dell'uso della forza nel caso di specie e' stato provato al di la' di ogni ragionevole dubbio', ma vi e' 'la mancanza nell'ordinamento interno di una norma incriminatrice che espressamente sanzioni in modo autonomo comportamenti del genere'. .

fabrizio mazza

Mer, 03/10/2012 - 00:29

L'azione della Polizia e' stata un grave abuso, e per inciso di questi abusi negli anni 70 se ne sono verificati diversi. Cio' non toglie che e' veramente squilibrato e ridicolo parlare di "massacro" o di "macelleria messicana", dato che non c'e' stata una sola vittima. Si e' trattato di un ignobile pestaggio. I massacri sono un'altra cosa, in quanto richiedono morti che non ci sono stati,ed anche la Corte di Cassazione nel trattare un pestaggio come fosse un massacro o una macelleria non onora la verita' e l'equilibrio e contribuisce a diffamare l'immagine del nostro Paese.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 03/10/2012 - 01:49

La polizia avrà debordato dal proprio compito distribuendo manganellata anche a chi non le meritava. PERO', PERCHE'I MAGISTRATI NON PROVANO AD ANDARE IN PIAZZA A GESTIRE MIGLIAIA DI SCALMANATI CHE METTONO A FERRO E FUOCO UN'INTERA CITTA'? Da questa sentenza si evince che le toghe rosse stanno dalla parte di chi indossa i panni della pecora dopo aver fatto il lupo.

Oraculus

Mer, 03/10/2012 - 02:56

Accetto mio malgrado le critiche negative sul mio raziocinio...ma rinnegare l'evidenza di quella gioventu' squinternata e' solo dovuto innegabilmente ad un incontenibile tifo politico da filosinistro. Giudicai e giudico in virtu' di quelle immagini ancora presenti nella mia memoria , e l'impressione di sgomento e disagio di allora e' lo stesso di oggi , soffrii da italiano apolitico e quelle strade assomigliavano a quelle della Sarajevo di triste memoria...ma si trattava di Genova una stupenda citta' fatta di gente unica e meravigliosa violentata dal marciume di una generazione sbagliata appositamente convocata e poi anche intervenuta nei modi visti da tutti . Nel suo compendio la polizia di Stato dovrebbe essere giudicata con piu' magnanimita' , non ho remore nel sostenere che qualche manganellata a quei colpevoli di vandalismo urbano l'avrei spesa molto volentieri... A Genova ci fu un raduno di esaltati provocatori e per quel Giuliani , oggi come allora non provo nessuna pieta'...fu vittima della sua stessa violenza e...cattiveria , il suo "coraggio" fu giustamente ripagato dalla paura causata in difesa per la sua offesa , tragicomica oggi la sua "assoluzione" e venerazione come icona di una ingiustizia e trovo doppiamente riprorevole quel suo padre subdolo speculatore del suo squallido figlio. Non tutte le ciambelle riescono col...buco , a Genova ve ne furono piu' di una da entrambe le fazioni , ma io senza incertezze pregiai con indulgenza piu' quelle della polizia di Stato.

rokko

Mer, 03/10/2012 - 03:27

Sostenere che i no global sono gente facinorosa che dovunque vada spacca tutto è da ignoranti ed è palesemente un falso che però fa comodo a molti. Mettere nello stesso calderone no global, black bloc, anarchici, ecc. serve solo a non dover spiegare nulla a nessuno.

rancarani.giacinto

Mer, 03/10/2012 - 07:28

Bravi magistrati, siete ridicoli, peccato che quello che avete scritto come" motivazione" della sentenza di Genova all'estero non viene presa in considerazione perchè scritta da un manipolo di personaggi "strani" perchè se l'avessero letta avrebbe ancora di più affossato la nostra cara Italia.Cordialità

Ritratto di depil

depil

Mer, 03/10/2012 - 07:38

Sono le stronzate terribili che quotidianamente mette in essere la Cassazione vero organo fuori da tutte le leggi (visto il nunmero di presidenti rispetto ai posti effettivi) e da tutti i limiti della decenza. Solo la presenza di terroristi nelle fila dei magistrati ha potuto permettere tale scempio.

Ritratto di depil

depil

Mer, 03/10/2012 - 07:39

quanti sono i figli e nipoti dei magistrati nelle fila dei criminali che hanno devastato Genova? Sicuramente tantiissimi

umberto nordio

Mer, 03/10/2012 - 07:40

Sono convinto che la nostra magistratura arrechi ancora più discredito e danno al paese.

moschettiere

Mer, 03/10/2012 - 07:55

Zagovian, complimenti. Il tuo ragionamento (vabbe' forse il termine è esagerato) fa il paio con "se non avesse indossato la minigona non sarebbe stata violentata.

Ritratto di BIASINI

BIASINI

Mer, 03/10/2012 - 08:29

Chissà perchè i magistrati, anzichè indicare e colpire i reati commessi, si lanciano in disquisizioni di politica estera e di comunicazione internazionale ("discedito internazionale" ma che ne sanno loro?), opinioni legittime e valide come le mie, ne più ne meno, ma che esulano dalla giustizia. Mah!. A Taranto, il gip o il gup o flic o floc, ha scritto che l'azienda perseguiva il profitto come unico scopo ecc ecc. ecc. con la solita tiritera di stampo ideologico, che ricompare oggi più che mai, anzichè indicare le norme violate, i controlli omessi, i colpevoli insomma di un certo stato di cose, come è suo dovere, lasciando il resto ai verdi (dove erano fino al giorno prima?), ai sindacati ed ai cialtroni di cui il bel paese abbonda e che mantiene a tutti i livelli.

rosa.croce

Mer, 03/10/2012 - 08:38

@baio 69...informati meglio...e levati il paraocchi fin che sei in tempo...

Ritratto di copyleft

copyleft

Mer, 03/10/2012 - 09:21

Qui non si parla di difendere i manifestanti violenti ma del fatto che la polizia e la politica dietro ad essa ha studiato a tavolino tutte le gesta che hanno screditato l'italia nel mondo. I poliziotti (sul campo) furono solo un arma, caricata a dovere come una molla, con la quale colpire, i mandanti erano altrove nelle loro poltrone di pelle. Si perchè quello che fà inorridire è rendersi conto che già mesi prima veniva stilato il grande piano e per questa premeditazione non esiste giustificazione...

@ollel63

Mer, 03/10/2012 - 09:28

... la cassazione, no, non getta discredito sulla Nazione agli occhi del mondo intero, vero?

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Mer, 03/10/2012 - 09:43

Signori della cassazione, vi faccio una proposta: Ogni settimana ,un giorno di lavoro alla corte,(che è il vostro standard) ed un giorno a fronteggiare i no TAV. Poi magari ritroverete il rispetto per i poliziotti. Cassazione.. ma va ciapà i rat! E' la Cassazione la vergogna dell'Italia. Saluti

CALISESI MAURO

Mer, 03/10/2012 - 09:44

A prescindere dalle responsabilita' della polizia,si e' perso il senso di cosa e' giusto ho sbagliato. La gente normale quel giorno li era a lavorare o a casa e non impecoronita a sfilare o fare danni enormi in giro per la citta'. Un'altra discesa negli inferi.... L'italia non ha perso la faccia per il comportamento dei poliziotti, ma per la decisione di punirli eccessivamente. Faccio lo stesso ragionamento di Marchionne: chi viene ad aprire una fabbrica di auto in Italia? Nessuno! Aggiungo: Chi viene ad aprire una qualunque attivita' in questa nazione. NESSUNO ( tranne le mafie mondiali )anche a causa di queste buffonate.Io il mio pane me lo quadagno da tanti anni lavorando all'estero mi importa ormai relativamente .... tuttavia se continua cosi' penso che saranno in parecchi a chiedere la carita' agli angoli delle strade. La causa e' fra il non sapere dove sta il bene e il male come dicevo sopra. Molti italiani l'hanno dimenticato, peggio per loro...se lo ricorderanno presto anche quelli che si sentono garantiti perche' lavorano per lo stato. E' finita ragazzi:))

Ritratto di dbell56

dbell56

Mer, 03/10/2012 - 09:50

E' incredibile il ribaltamento dei fatti da parte di quei fulmini di guerra dei giudici di cassazione. I buoni, ovvero le vittime, sono stati quelli che hanno messo a ferro e fuoco Genova, incuranti di tutto e di tutti, hanno assaltato, distrutto, caricato le forze dell'ordine che erano lì chiamate dalle istituzioni per assicurare l'ordine pubblico. Se è capitata qualche degenerazione, è normale visto il clima che avevano creato i black-blok istigati dagli stessi manifestanti a commettere ogni sorta di violenza nei confronti delle istituzioni e delle forze dell'ordine stesse che pur dovevano difendersi da questi pazzi scatenati. Manifestare è un diritto costituzionale, ma mi dite cosa razza di manifestare è il portarsi appresso caschi, catene ed ogni sorta di arma impropria pronta nell'utilizzo a ferire se non ad uccidere il soggetto a cui è rivolta contro? Secondo me significa voler andare a manifestare creando proditoriamente e premeditatamente pericolo per gli altri. Ciò che ha screditato e scredita in tutto il mondo l'Italia è stato il vedere l'abominio creato da questi delinquenti che per tutto erano presenti lì, tranne che per manifestare pacificamente (sic!) e questa sentenza che ci fa scendere ulteriormente nella classifica mondiale relativa allo stato in cui versa la giustizia qui in Italia (roba ormai da quinto mondo!).

lui976

Mer, 03/10/2012 - 09:57

Mi fanno scompisciare quelli che parlano della magistratura come il male assoluto. Non si rendono conto di quanto i loro pensieri siano solo il frutto dell'indottrinamento che hanno ricevuto in tutti questi anni ascoltando un certo signore che chissà perchè ha l'ossessione dei giudici. Ma ragionare con il vostro cervello è chiedere troppo?

emulmen

Mer, 03/10/2012 - 09:59

chi parla male delle nostre forze armate vuole solo il caos...ripeto, lo si sapeva bene quel che sarebbe successo a Genova 2001, Seattle aveva insegnato...eppure tutto si è svolto nell'assoluta incoscienza, credendo che non sarebbe succesos nulla...migliaia di pacifinti portati allo sbaraglio perchè Agnoletto e C. cercavano il martire della causa e ci sono riusciti...i "disobbedienti" di Casarini che si vede come erano pacifici, si erano preparati alla guerriglia con caschi, scudi, protezione...E SI ASPETTAVANO CHE LA POLIZIA NON FACESSE NULLA, CHE RESTEREBBERO INERMI? e tutto il massacro che hanno fatto del centro di Genova e della Foce? quella non è una vergogna? e la manifestazione del sabato dopo la morte di Giuliani tanti consigliavano di non fare la marcia, ma hanno voluto farla lo stesos scatenando altre distruzioni e altra guerriglia? è colpa della polizia quella? ma che si vergognino i pacifinti, chi ha dato retta ad Agnoletto & C. SE RESTAVANO A CASA NON SUCCEDEVA NULLA!

Totonno58

Mer, 03/10/2012 - 10:10

@ollel63: ... la cassazione, no, non getta discredito sulla Nazione agli occhi del mondo intero, vero? Risposta: no

Ritratto di cartastraccia

cartastraccia

Mer, 03/10/2012 - 10:15

Queste sono le nostre forze dell' ordine... usi a dormir ronfando.... doppia figuraccia... prima permettono ai black block di scatenare l' inferno e nottetempo pestano dei poveracci che non c'entravano nulla... del resto vari episodi, tra carabinieri pistoleri, finanzieri cocainomani, poliziotti rapinatori dimostrano chiaramente che l' arruolamento viene fatto nelle fogne.

Holmert

Mer, 03/10/2012 - 10:28

Certo,massacro ingiustificabile,come ingiustificabile fu la devastazione di Genova da parte dei dimostranti,che bruciarono cassonetti,divelsero bancomat e segnaletica verticale,imbrattarono muri,lanciarono molotov,distrussero defender e mezzi delle forze dell'ordine,cavarono sanpietrini dalle strade,espropriarono proletariamente supermercati..e di tutto di più. Uno ad uno,pari e patta? Questa canaglia chi ha discreditato? Il Burundi?

Ritratto di Stefano251

Stefano251

Mer, 03/10/2012 - 10:38

Faccio fatica a comprendere il senso di queste motivazioni. Sembrano maledettamente di parte, guarda caso. La Polizia con l'irruzione alla Diaz non ci ha fatto una bella figura. Forse. Chi lo dice che tutti quelli della Diaz erano innocenti? Sono state anche contro di loro le dovute indagini? Siamo sicuri che essi si siano messi a disposizione della Polizia, PACIFICAMENTE, durante l'irruzione? Qui le uniche prove sono le versioni di parte, basate solo sulle parole. Non credo che la Polizia si sia comportata come gli Israeliani ad Entebbe e non credo che i dimoranti alla Diaz fossero tutti degli agnellini. Però è giusto fare giustizia ed ammetterne le conseguenze: chi ha sbagliato nella Polizia paghi e duramente. Ma non trattiamo da martiri i manifestanti. In mezzo a loro c'erano dei delinquenti e chi manifestava aveva lo stesso obbligo MORALE di dissociarsi da quei cialtroni, che non erano pochi, ma MOLTI ed organizzati. IO, DA PERSONA CIVILE, SE PARTECIPASSI AD UNA MANIFESTAZIONE E VEDESSI CHE QUESTA DEGENERASSE, RIPETO DA PERSONA CIVILE, ME NE ANDREI VIA, PERCHE' NON SONO UN DELINQUENTE. SE RIMANESSI, MI SENTIREI UGUALE A QUEGLI STRONZI E CORRESPONSABILE DI QUEI FATTI. Non si può fare lo scaricabile: la colpa è stata di poche centinia (di stronzi), tutti gli altri erano bravi figli di papà! Troppo comodo. Anche la maggior parte dei figli di papà ha fatto la stessa figura. Comunque non voglio fare ulteriore polemica. Impariamo dagli errori del passato. Ora sappiamo che certe manifestazioni portano sempre a certe conseguenze. Se si farà ancora un G8 in Italia, blindiamo la città per un paio di giorni e non facciamo entrare nessuno che non siano i residenti. Chi sgarra si becca 10 anni di lavori forzati. Così riacquisteremo sicuramente credibilità. Tanto la credibilità l'abbiamo persa non solo per la polizia, ma anche perché abbiamo dimostrato di non sapere reagire nella giusta maniera contro una marea di stronzi.

Pazz84

Mer, 03/10/2012 - 10:43

Hahahaha qualcuno ha anche il coraggio di parlare delle fantomatiche "prove" che c'erano all'interno della scuola, dimenticando, o forse ignorando (è stato provato) che fossero create ad arte e portate dalla stessa polizia. Per di più, a Genova, si seguì la tecnica Cossiga, infiltrare agenti provocatori, per poi giustificare i pestaggi. Perchè secondo voi molti di questi facinorosi vennero lasciati fare? La tecnica Cossiga viene usata spesso nelle manifestazioni che si vuole gestire con la forza. E' conosciuta da tempo immemore, da quando lui stesso la espose. I magistrati in questo caso non hanno nessuna colpa, hanno condannato chi andava condannato, ma secondo me non sono arrivati fino in fondo, perchè non sono arrivati fino ai vertici, chi cioè ha deciso che Genova dovesse essere gestita in quella maniera

stinger83

Mer, 03/10/2012 - 10:44

proposta: numeri di identificazione sui caschi degli agenti, così dalle immagini si potrà capire chi fa cosa e condannarlo...così non commettiamo l'errore (premeditato) che commettono i poliziotti, pestare innocenti manifestanti invece di colpevoli vandali...

Ritratto di dbell56

dbell56

Mer, 03/10/2012 - 10:47

E' incredibile il ribaltamento dei fatti da parte di quei fulmini di guerra dei giudici di cassazione. I buoni, ovvero le vittime, sono stati quelli che hanno messo a ferro e fuoco Genova, incuranti di tutto e di tutti, hanno assaltato, distrutto, caricato le forze dell'ordine che erano lì chiamate dalle istituzioni per assicurare l'ordine pubblico. Se è capitata qualche degenerazione, è normale visto il clima che avevano creato i black-blok istigati dagli stessi manifestanti a commettere ogni sorta di violenza nei confronti delle istituzioni e delle forze dell'ordine stesse che pur dovevano difendersi da questi pazzi scatenati. Manifestare è un diritto costituzionale, ma mi dite cosa razza di manifestare è il portarsi appresso caschi, catene ed ogni sorta di arma impropria pronta nell'utilizzo a ferire se non ad uccidere il soggetto a cui è rivolta contro? Secondo me significa voler andare a manifestare creando proditoriamente e premeditatamente pericolo per gli altri. Ciò che ha screditato e scredita in tutto il mondo l'Italia è stato il vedere l'abominio creato da questi delinquenti che per tutto erano presenti lì, tranne che per manifestare pacificamente (sic!) e questa sentenza che ci fa scendere ulteriormente nella classifica mondiale relativa allo stato in cui versa la giustizia qui in Italia (roba ormai da quinto mondo!).

stinger83

Mer, 03/10/2012 - 10:50

@ rosa.croce: "perchè diversamente non si possono definire i manifestanti del g8 2001, fatte poche eccezioni" te l'ha detto la mamma? o il Papi? Viste tutte le ricostruzioni, i programmi di approfondimento, le testimonianze delle persone coinvolte (italiane e non), gli articoli che sono stati scritti in merito, forse, ma forse è il contrario...però sei libera di continuare a vivere su un altro pianeta se vuoi...

aurim

Mer, 03/10/2012 - 11:04

Sempre e comunque le nostre forze dell'ordine accusate e condannate per abusi perpetrati sui manifestanti di turno, sempre armati almeno di bandiere rosse e mazze e scudi e maschere etc. Ma come si fa poi a pretendere dalle stesse che ci difendano e difendano le nostre città da questi criminali organizzati? Sicuramente qualcuno ha sbagliato e va condannato ma da una parte e dall'altra tenendo sempre in conto che chi appicca il fuoco non sono mai le forze dell'ordine e che quindi come i difensori nel calcio vengono difesi dall'arbitro quando gli attaccanti li prendono a calci anche questi bistrattati ragazzi in divisa vanno strenuamente difesi.

Rainulfo

Mer, 03/10/2012 - 11:32

massacro? perchè hanno ammazzato qualcuno?

Rainulfo

Mer, 03/10/2012 - 11:36

pravda99 - il nickname che hai scelto ti qualifica.... con quel nome parli di informazione deviata e fuorviante?

andrea da grosseto

Mer, 03/10/2012 - 11:39

L'unica cosa ingiustificabile di quei giorni è la devastazione di una città

Ritratto di dbell56

dbell56

Mer, 03/10/2012 - 12:03

E' incredibile il ribaltamento dei fatti da parte di quei fulmini di guerra dei giudici di cassazione. I buoni, ovvero le vittime, sono stati quelli che hanno messo a ferro e fuoco Genova, incuranti di tutto e di tutti, hanno assaltato, distrutto, caricato le forze dell'ordine che erano lì chiamate dalle istituzioni per assicurare l'ordine pubblico. Se è capitata qualche degenerazione, è normale visto il clima che avevano creato i black-blok istigati dagli stessi manifestanti a commettere ogni sorta di violenza nei confronti delle istituzioni e delle forze dell'ordine stesse che pur dovevano difendersi da questi pazzi scatenati. Manifestare è un diritto costituzionale, ma mi dite cosa razza di manifestare è il portarsi appresso caschi, catene ed ogni sorta di arma impropria pronta nell'utilizzo a ferire se non ad uccidere il soggetto a cui è rivolta contro? Secondo me significa voler andare a manifestare creando proditoriamente e premeditatamente pericolo per gli altri. Ciò che ha screditato e scredita in tutto il mondo l'Italia è stato il vedere l'abominio creato da questi delinquenti che per tutto erano presenti lì, tranne che per manifestare pacificamente (sic!) e questa sentenza che ci fa scendere ulteriormente nella classifica mondiale relativa allo stato in cui versa la giustizia qui in Italia (roba ormai da quinto mondo!).

Angelo48

Mer, 03/10/2012 - 12:03

depil: carissimo, quanta verità nel tuo commento. Tra i figli e parenti vari dei magistrati facenti parte di quei groppuscoli di scalmanati (eufemismo),mettici anche la figlia di quel magistrato torinese che lanciò un bengala acceso addosso al segretario della CISL Bonanni durante un convegno a Torino nel settembre 2010. Salutoni.

Totonno58

Mer, 03/10/2012 - 12:15

Desidero che tutti quelli che ancora contestano la sentenza (mi piace pensare che lo facciano per pazziare)scrivano e mettano la firma su quanto segue (in particolare DEPIL con i suoi commenti surreali): SONO CONTRARIO ALLA SENTENZA DELLA CASSAZIONE PERCHE'AVREI VOLUTO CONTINUARE A PAGARE DI TASCA MIA I RISARCIMENTI ALLE VITTIME DELLE VIOLENZE ALLA DIAZ,COME PURE A COLORO CHE HANNO SUBITO DEVASTAZIONI AD AUTO NEGOZI, PUR SAPENDO CHE MOLTI DEI TEPPISTI BLACK BLOCK SONO IN GALERA"...firma in calce e così la dignità di certi commentatori è salva!:)

petercreative

Mer, 03/10/2012 - 12:15

Vedi che se andavano a casa loro a dormire non se le prendevano le manganellate! Massima solidarietà con le forze dell'ordine che fanno un lavoro duro e ahimè poco apprezzato da questi figli di papà no-global sussidiati dallo stato. Andate a lavorare e a vivere una vita vera, il muro è caduto imbecilli!!!

abocca55

Mer, 03/10/2012 - 12:15

Per quanto tempo ancora noi Italiani possiamo sopportare sentenze come questa? In Spagna la Polizia usa proiettili di gomma, e fa bene perché bisogna tutelare i cittadini inermi e onesti dalla violenza dei delinquenti. Qui si difendono i delinquenti e si massacrano i tutori dell'ordine. Ci state spingendo tutti verso una dittatura, perché siamo al limite della sopportazione. Abbiamo i cancelli alle finestre e la paura di uscire di casa, le nostre pensioni sono a rischio, mentre elargiamo pensioni ai familiari degli immigrati. Si ignorano le vittime e si difendono i violenti. Ha ragione Grillo: Occorre subito una rivoluzione, ma che sia radicale. Solidarietà ai tutori dell'ordine che ha Genova, nonostante fossero stati presi a sassate, bullonate, sprangate e molotof, hanno difeso l'ordine pubblico esponendosi ad un rischio molto più grande: quello di una magistratura impazzita. Vergogna a casini che propose in aula alcuni minuti di silenzio in onore di giuliani che tentò di colpire un poliziotto che si difese. Ma le cose cambieranno, lo sento, c'è troppa rabbia in giro!

lomi

Mer, 03/10/2012 - 12:17

Quel che successo alla scuola Diaz è quanto di più deprimente possa essere capitato alle forze dell'ordine a cui va trutto il mio rispetto, ma in quell'occasione si comportarono in un modo che fa onore alla loro divisa. Quanto emerso sarà una delle pagine più nere che saranno scritte nel libro della nostra Repubblica. L'ingiustificata violenza usata, il tentativo di creare prove fasulle, non ha niente a che fare con la giustizia ed il rispetto dell'ordine pubblico.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mer, 03/10/2012 - 12:24

Ma!; poveri No Global! sic!, vengono a Genova per sfasciare tutto é la Polizia si permette anche di fermarli, povero Carlo Giuliani!, lui voleva spegnere l,incendio da lui appiccato spaccando la testa ad un Poliziotto con un Estintore!. Per, chi non lo sapesse i NO GLOBAL sono solo dei perfetti Gentiluomini che rispettano le leggi vigenti, chi a Genova ha sfasciato Auto e Saccheggiano Negozi, sono stati i Marziani, venuti da noi in visita di cortesia!. Anche, a Roma c,erano i Marziani a visitarci, infatti Er Pelliccia, che lanciava Estintori voleva solo spegnere i fuochi appiccati dai suoi compagni,veniva da Marte!, strano che le Auto, Negozi e Banche fatte a segno di Molotov Cocktail partivano dai NO GLOBAL, ma propabilmente erano Poliziotti camuffati, come anche i NO TAV sono Poliziotti camuffati oppure Venusiani venuti a farci visita!. Forse, la prossima volta dobbiamo congratularci che le nostre Cittá vengono messe a ferro e fuoco da questi Gentiluomini venuti da tutta Europa; e fatte a segno di tante attenzioni da queste squisite Persone!. io, spero che le loro attenzioni vengono anche rivolte a chi li difende, cosi che possono anche i loro difensori godere di Sanpietrini é Molotov Cocktail; che cadono sule loro teste é automobili!.

Pazz84

Mer, 03/10/2012 - 12:27

@andrea da grosseto spero tu non debba mai scendere in piazza a protestare, poi vediamo se parli in questa maniera. A Genova è stata usata la tecnica esposta da Cossiga, infiltrare agenti provocatori per giustificare la repressione. Basta googlare e si trovano subito le sue parole. Quello della Diaz è stato un massacro a prescindere che non ci siano stati morti. Ora non mi censurate pure questo commento, se proprio volete dare l'informazione, datela completa, che i vostri lettori sappiano perchè si è arrivati alla condanna, la faccenda è scappata di mano

BlackMen

Mer, 03/10/2012 - 12:32

emulmen: no genio...la colpa della polizia e di aver picchiato senza aver accertato le responsabilità dei singoli...le sembra giusto essere massacrati solo per aver esercitato il proprio diritto di manifestare? A dire il vero nemmeno i black block sarebbero dovuti essere picchiati. Arrestati si ma picchiati e torurati no...mica siamo in Cile ai tempi di Pinochet...o forse si

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mer, 03/10/2012 - 12:49

Dreamer_66 Perchè da perle ai porci? Non possono ammettere che la Diaz è stato un ingiustificato massacro di innocenti e che ci siano stati poliziotti che non solo hanno agito al di fuori del loro poteri ma anche che dopo, resosi conto dell'errore madornale e delle possibili ricadute, hanno imbrogliato, giurato il falso e falsificato le prove pur di garantirsi l'impunità. Sono persone che ragionano per dogmi, chi protesta è un nemico, possibilmente comunista e chi lo mena a prescindere fa bene. La Diaz fu ritorsione, non potendo e non sapendo prendersela con i veri violenti si sono sfogati sui primi che gli sono capitati. Massimo rispetto e supporto per le forze dell'ordine ma gente del genere non può e non deve farne parte.

andrea da grosseto

Mer, 03/10/2012 - 12:51

Totonno ma che dici? A quelli della Diaz non dovrebbe spettare niente e i negozianti devono essere risarciti da chi ha causato i danni. Se vuoi li puoi aiutare te.

agosvac

Mer, 03/10/2012 - 12:55

Credo che la Cassazione sia stata un po'( forse un po' "tanto")dura nei confronti dei poliziotti. In fondo qualche giorno prima gli stessi ragazzi avevano in tutti i modi cercato di ucciderli, oltre ad avere messo a ferro e fuoco tutta Genova causando danni per centinaia di milioni!!!! Però, si sa, i no global hanno amicizie potenti, tra di loro ci sono figli di persone autorevoli che malamente vedono qualsivoglia loro incriminazione o un qualsivoglia sospetto sul loro criminoso operato!!!! Per cui meglio incriminare i poliziotti, meglio dire che questa operazione sia stata una vergogna e non che la vergogna vera sia stata quella precedente cioè la quasi distruzione di Genova!!!!

andrea da grosseto

Mer, 03/10/2012 - 13:18

Dreamer66 per giustificare la Diaz non serve considerare le falsità di qualche agente, basta prendere spunto ad esempio dal film Diaz. Quindi da fonti vicine ai manifestanti stessi, a meno di non considerare il film favorevole alla polizia...La cosa vergognosa è che in Italia gli agenti debbano esagerare per giustificare ciò che in qualsiasi altro paese civile sarebbe normale. Del resto basta vedere come viene trattata la memoria di Giuliani.

emulmen

Mer, 03/10/2012 - 13:27

@BlackMen - e come fai a sapere chi erano i devastatori, sia black-block che disobbedienti che pacifinti? erano tutti incappucciati e questo dovrebbe impedire alla polizia di intervenire? e poi se legig bene quel che ho scritto LO SI SAPEVA DA MESI COSA SAREBBE SUCCESSO A GENOVA, non venite a dire che chi ci è andato anche con le migliori intenzioni di questo mondo non sapeva in che guaio si stava cacciando! così come Giuliani che si vedeva che manifestava pacificamente col passamontagna e con l'estintore in mano...erano tutti dei Gandhi dediti alla non-violenza vero? ripeto, i disobedienti di Casarini che andavano incontro alla polizia con caschi, scudi e spalle imbottite non cercavano mica lo scontro nooooo avevano mazzi di rose profumate da dare ai poliziotti e striscioni arcobaleno PACE...MA PER FAVORE!

abocca55

Mer, 03/10/2012 - 13:46

Esiste comunque una violenza credo riconosciuta da tutti, e cioè l'occupazione di una scuola pubblica per trasformarla in dormitorio. Chi ha commesso questo abuso può aver commesso ben altro. Molti Poliziotti si sono rovinati la vita per difendere noi Cittadini e il nostro martoriato Paese. L'atteggiamento dei magistrati ormai abituale, ha spinto alle varie violenze di Roma e dei no tav. E i politicanti ignorano di legiferare per una maggiore tutela delle Forze dell'ordine, visto che sono tutti intenti a rosicchiare e spolpare l'osso della povera Italia. Ormai abbiamo tutti il terrore di essere sottoposti, per qualsiasi ragione, all'inquisizione del magistrati più pagati e tutelati del mondo, e degli organi che li controllano che sono poi formati da loro stessi, e dei capi di stato che ne hanno fatto parte responsabilmente in solido.

eglanthyne

Mer, 03/10/2012 - 13:48

X Angelo48 Egregissimo , la pargola in questione gliè la Rubina da Firenze ,è la figliola del pm Affonte che lavora a Prato . Cordialità e saluti , Eglanthyne .

Totonno58

Mer, 03/10/2012 - 13:54

ANDREA DA GROSSETO: ecco la dimostrazione del fatto che spesso si parla dei fatti del G8 "a schiovere"...fino alle sentenze lo Stato aveva pagato circa 10 milioni di Euro - SOLDI NOSTRI - per pagare gli uni e gli altri....evidentemente qualcuno qui preferiva che i processi non si facessero e si pagasse di tasca propria...c'è ancora il tempo di firmare!:)

andrea da grosseto

Mer, 03/10/2012 - 14:11

Allora ancora non ci siamo capiti. Non mi frega niente di prima o dopo, non ci dovevano essere risarcimenti per la Diaz, lo stato non doveva pagare proprio niente. Non ci dovevano essere nemmeno le sentenze di risarcimento. E i negozianti devono esere risarciti da quelli (pochi) che hanno preso e condannato. Cavoli loro se sono pochi, facciano altri nomi così possono fare una bella colletta.

Ritratto di cartastraccia

cartastraccia

Mer, 03/10/2012 - 14:39

e ci sono pure un mare di cretini che esprimono "solidarieta'" alle forze dell' ordine... ahahaha ma li avete visti in faccia i nostri poliziotti??? la maggior parte ha il naso "incipriato", lo sapete che polizia e carabinieri sono diventati la chiave del vitalizio per chi non riesce o non vuole trovare da lavorare???

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mer, 03/10/2012 - 14:44

Poi sarebbe anche bene ricordare che quella stragrande maggioranza di manifestanti che non si sono lasciati andare ad atti di violenza e che sono stati, loro per primi, vittime delle violenze dei black block (sia "fisicamente" che "moralmetne" ogni volta che vengono indistintamente accostati ai violenti) erano lì a manifestare per un mondo più umano e meno assoggettato ai voleri dei vari poteri finanziari e al dio mercato. Considerato che le storture della finanza sono all'origine della crisi mondiale che ci sta togliendo la pelle di dosso (poi noi italiani ci abbiamo messo il nostro), non è che quei ragazzi un pò di ragione ce l'avessero?

Ritratto di niki 75

niki 75

Mer, 03/10/2012 - 14:46

Il discredito non viene dalla Polizia ma da chi ha giustificato e aiutato quei BRAVI ragazzi a devastare Genova. Ma guarda caso perfino la SUPREMA CORTE con il suo( in questo caso) senso di buonismo contribuisce a giustificare l'ingiustificabile, agevolando la strada ad ulteriori simili devastazioni.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 03/10/2012 - 15:03

Lino1234: ma ragioni... sammai fossi stato a Genova durante il G8 secondo lei avrei motivo di negarlo? Sarebbe stato un mio sacrosanto diritto poter manifestare pacificamente senza restare schiacciato tra l'incudine di pochi criminali che erano presenti solo per distruggere ed il martello di presunti tutori dell'ordine in vena di picchiare. No, io a Genova non c'ero, ma a differenza sua ho l'abitudine di documentarmi, leggere, guardare filmati e fotografie, ascoltare testimonianze, leggere le sentenze dei processi e documentarmi sulle prove emerse durante il loro svolgimento. Ed è su questi elementi che mi baso per trarre le mie opinioni in merito... non mi interessano le parole dette tanto per dire ed il tifo da stadio.

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Mer, 03/10/2012 - 15:08

@niki 75. per capire l'errore di tattica delle forze dell'ordine e quale sia stato il volume di violenza ingiustificata verso i manifestanti bisognava esserci. io non c'ero ma so che sono stati ingiustificatamente (e questo è sicuro) massacrati anche alcuni ragazzi stranieri e all'estero queste cose se le ricordano.. quello che a voi commentatori fasciotelescriventi non vi entra in testa è che col manganello non risolverete mai nulla.. CARLO VIVE!

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Mer, 03/10/2012 - 15:08

Evidentemente i Giudici della C. di Cass. non hanno visto o seguito sui veri schermi tutte le faccende del G8 quando quei facinorosi hanno messo a ferro e fuoco Genova distruggendo immensi beni che il POPOLO - con sacrifici - aveva pagato. La vergogna dell' Italia è proprio nelle persone che proteggono questi facinorosi e NON alle FORZE DELL' ORDINE che hanno cercato in ogni modo di eludere ogni violenza. E se poi questi facinorosi le hanno prese di santa ragione, ben gli sta così impareranno a comportarsi civilmente come tutti gli altri che rispettano la Legge. Questo il popolo italiano si aspettava da questi Giudici illustrussinmi poco lustri.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 03/10/2012 - 15:17

abocca55: fossi in lei non sarei così convinto che "tutti" riconoscano la violenza della quale lei parla. Io ad esempio non la riconosco, per il semplice fatto che non si trattò di un'occupazione abusiva ma, al contrario, venne concesso l'uso della scuola al Genoa Social Forum da parte del Comune di Genova. Mi scusi, ma se anzichè sparare a caso notizie infondate si informasse preventivamente, non sarebbe meglio? P.S. Io non vivo nel terrore di essere inquisito dai magistrati; lei si? Avrà le sue ragioni...

Totonno58

Mer, 03/10/2012 - 15:24

ANDREA DA GROSSETO...e perchè ci dovevano essere risarcimenti solo da una parte?!?Si dice a Napoli "A CHI FIGLI E A CHI FIGLIASTRI"...Eh, no, miei cari!!...stesso discorso che qui si fece su Santoro-Masi, Berlusconi-Fini, ora Formigoni-Penati ecc.ecc.O TUTTI O NESSUNO, sennò che sfizio c'è?Altro detto from my town:DOVE C'E' GUSTO NON C'E' PERDENZA!!:)

killkoms

Mer, 03/10/2012 - 15:39

@stefano251,molti dei manifestanti,e sicuramente anche gente che dormiva alla diaz,hanno preso parte agli scontri e/o coperto in molti modi i facinorosi!solo che non sono stati colti sul fatto per ovvi motivi!

killkoms

Mer, 03/10/2012 - 15:40

@alberto-his,invece chi indossa la toga può comportarsi da padreterno!

killkoms

Mer, 03/10/2012 - 15:42

@raoulpontalti,bananista ad honorem!

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 03/10/2012 - 15:49

andrea da grosseto: ha utilizzato per ben due volte il verbo "giustificare" e per ben due volte, temo, a sproposito. Non si offenda, ma il suo discorso che non sta in piedi... non si capisce il nesso. Si spieghi meglio.

killkoms

Mer, 03/10/2012 - 15:55

@dreamer66,3°invio!i mezzi della polizia rientrati con danni in quelle ore erano innumerevoli!in merito alle testimonianza,molti in divisa che avevano cosa da dire preferirono stare zitti per non passare da vittime/testimoni a calunniatori,quando emerse la volontà dei nerovestiti di dare solo soddisfazione ai noglobal! non mi hai risposto sul rifiuto,brusco,opposto da alcuni capoccetti del movimento alla visita ai loro"dormitori"di una troupe televisiva che voleva vederli da vicino,nè sulla segnalazione di privati cittadini di strani movimenti attorno alla diaz!nè sono state valutate intercettazioni telefoniche di soggetti vicino al movimento noglobal,che dicevano chiaramente già prima del g8,che se il centrodestra vinceva le lezioni,a genova bisognava sfasciare tutto!i nerovestiti che tanto godono a condannare i poliziotti più del dovuto quando sbagliano, dovrebbero ricordarsi che"senza"la pelle di quei poliziotti,le loro sentenze sarebbero carta straccia!

curatola

Mer, 03/10/2012 - 16:00

trovo disdicevole che la polizia non sapesse dove si sarebbero rifugiati i ng ma che non abbiano saputo fronteggiare chi gira armato e sfascia con la durezza necessaria mentre quelli agivano. Pestarli dopo é un pò da vigliacchi. Quanto ai pestati devono ringraziare la loro buona stella altro che lamentarsi.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 03/10/2012 - 17:03

killkoms: il suo intervento è un misto di arrampicate sugli specchi, punti di vista personali e dichiarazioni senza fondamento. Arriva persino, sicuramente senza volerlo, ad accusare gli agenti di non aver fornito ai giudici importanti elementi di prova pur di giustificare l'assenza di uno straccio di testimonianza, da parte della polizia, sulla presunta sassaiola davanti alla Diaz! Non sono al corrente sulla faccenda della troupe televisiva alla quale fu precluso l'ingresso dentro una scuola dove c'erano attivisti no global. Renda edotto anche me. Dove l'ha letta? Potrebbe fornirmi elementi per verificare? certo, col senno di poi, devo ammettere che anch'io avrei fatto in modo di non mostrare la mia faccia dinnanzi alle tv e non perchè avessi alcunchè di cui vergognarmi, ma per pura e semplice paura. Stesso discorso sulle presunte intercettazioni... dove le ha lette o sentite? Su youtube o anche una semplice trascrizione, da qualche parte ci sarà qualcosa. Lei le ha lette o sentite? Lo dico con molta tranquillità... se fosse vero quel che lei dice non esiterei a definire queste persone degli schifosi e non cambierei di una virgola il mio punto di vista riguardo al fatto che è vergognoso che degli innocenti paghino per colpe commesse da altri. Io ho letto qualcosa riguardo alle intercettazioni su Caruso nelle quali si evince la sua ferrea volontà di violare la zona rossa. Qualcuno ce l'ha anche fatta... una sorta di sfida contro l'autorità che non ha comportato danni ma che non comprendo... la giudico un'inutile volontà di alzare ulteriormente la tensione in un contesto che proprio non lo richiedeva. Ah... e gli strani movimenti davanti alla Diaz dei quali lei parla? "Strani" è molto generico, e sicuramente io e lei abbiamo concetti diversi di "stranezza"; si stavano commettendo atti illeciti? Mi rallegri ulteriormente... dica la sua sulla questione del presunto accoltellamento dell'agente Nucera, del fatto che sia stato condannato in via definitiva per falso e soprattutto mi fornisca una giustificazione sul perchè il presunto accoltellatore non sia stato identificato ed arrestato per quel reato!!! Tutto quello che dico è documentabile e se lo ritiene necessario le fornisco gli estremi per poter verificare di persona... la invito a fare altrettanto. P.S. Un'ultima curiosità: i giudici che hanno condannato all'ergastolo i fratelli Savi (si...gli agenti di polizia... quelli della uno bianca)dovrebbero vergognarsi???

andrea da grosseto

Mer, 03/10/2012 - 17:33

Mi spiego subito brevemente, anche se il fatto che lo debba fare già chiarisce la differenza tra l'Italia e il resto del mondo civile. Negli USA e non solo basterebbe soltanto la macchina della polizia circondata e spintonata da un bel numero vivaci rivoluzionari per essere immediatamente circondati da un bel numero di appartenenti alle forze dell'ordine ed essere massacrati di botte e incarcerati. Non parliamo poi se si scopre che lì accanto stazionano indisturbati black block che hanno appena distrutto una città. Tutta roba che si vede chiaramente nel film, non c'è alcuna fantasia di poliziotto. E, ripeto, il fatto che la polizia in Italia per intervenire debba inventarsi altre storie rende tutta la tristezza del nostro paese. Ci sarebbe altro da dire ma basta ricordare che negli altri paesi sparano quando succedono queste cose, qualcuno non con proiettili di gomma.

andrea da grosseto

Mer, 03/10/2012 - 17:49

Totonno58 come sarebbe perché? Da una parte ci sono negozianti e cittadini che hanno subito devastazioni, dall'altra quelli che le hanno commesse. O chi li ha coperti, che è lo stesso. Veda lei se sono uguali.

mariolino50

Mer, 03/10/2012 - 18:36

Io per conoscenza quasi diretta, suocera e parenti vari cc, vi potrei dire cosa ti fanno nelle caserme se appena appena gli rimani sulle scatole, ti fanno cadere dalle scale, dopo però, indovinate di cosa, liberi di non crederci, ma un mio amico poliziotto a Milano aveva paura anche lui della celere, e non era disposto a fare certe schifezze, ritornò a fare l'operaio, lavorare di più e guadagnare di meno, e con mortalità media superiore, il lavoro più pericoloso è il muratore , non l'agente.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 03/10/2012 - 18:48

andrea da grosseto: beh, mi lasci dire che il suo concetto di "mondo civile" è diverso dal mio. E' risaputo che negli USA la polizia ha il grilletto facile, ma le conseguenze spesso non sono improntate a salvaguardare i cittedini pacifici. Qualche esempio recente? 25 agosto 2012: la polizia "abbatte" un omicida all'Empire State Building... e ferisce nove persone tra la folla. 27 settembre 2012, Houston: un invalido su sedia a rotelle viene ucciso da un poliziotto in quanto minacciava un suo collega... con una penna. 8 settembre 2012, New York: un negoziante viene ucciso da un poliziotto mentre fugge dal proprio negozio nel quale era in corso una rapina. Persino un'arma solo apparentemente innocua come il taser pare abbia provocato almeno 500 morti negli ultimi 10 anni. Davvero lei si sentirebbe più al sicuro con simili tutori dell'ordine? Esiste tuttavia l'altro lato della medaglia. 2 marzo 1991, Los Angeles: dopo un'inseguimento in auto viene fermato Rodney King, un tassista pregiudicato e dedito all'alcol, "pizzicato" per eccesso di velocità. Una volta fattolo distendere a terra, ammanettato e messo in grado di non nuocere, King viene brutalmente picchiato dalla polizia davanti alla telecamera di un testimone occasionale. Due dei quattro agenti furono condannati a 32 mesi di carcere e King, a titolo di risarcimento, venne rimborsato di 3,8 milioni di dollari! Quindi... persino nel suo "paradiso della legalità", dinanzi ad un abuso palese e documentato da parte delle forze di polizia, non si può fingere di non aver visto. Quello che invece vorrebbe lei che accadesse in Italia.

andrea da grosseto

Mer, 03/10/2012 - 19:31

Ma c'è una bella differenza tra i suoi esempi e quello che è successo qui. Anzi uno solo si può riportare, la polizia abbatte un'omicida...mi sembra piuttosto corretto. Gli altri sono abusi che succedono anche da noi e puniti giustamente. E sono la stessa cosa di un gruppo di una decina di persone che assalta una macchina della polizia? Rodney King non ha assalito nessuno. E dov'è l'abuso se la polizia si difende? In quale parte del mondo (non solo negli USA) ciò verrebbe permesso? E dov'è l'abuso se viene fatta irruzione violenta nella Diaz dove fino ad minuto prima stazionavano i black block? Perché tutti gli altri non li hanno denunciati invece di resistere ai poliziotti? E se difendessero un gruppo di mafiosi o di brigatisti l'irruzione non sarebbe giustificata?E contro i no global (i no global, non i black block) hanno sparato anche in Svezia, paese civilissimo. Sicuramente c'è stata qualche esagerazione, ampiamente giustificata

killkoms

Mer, 03/10/2012 - 20:56

@dreamer66,l'episodio dell'accesso precluso ad una troupe televisiva privata ad uno dei dormitori improvvisati,è accaduto prima dell'inizio delle manifestazioni!in uno dei punti di raccolta dei manifestanti,una squadra di studio aperto,riprese 2 manifestanti,a volto scoperto,che si"allenavano"alla guerriglia!uno con un bastone,e l'altro che si difendeva con 2 imbottiture sugli avambracci;quindi,molti de"li pacifici dimostranti",con intenzioni pacifiche proprio non erano venuti!anche la segnalazione alla polizia di personaggi col volto travisato che uscivano dalla idiaz cadde nel vuoto,dopo!altra colpa indiretta degli accadimenti di genova fù dovuta pure a quel ministro del governo berlusconi,indicato dai sinistri come"l'uomo di agnelli nel governo",che scelse erroneamente la linea del dialogo coi dimostranti,linea che peggiorò solo le cose!come già detto,a me non dà fastidio che i giudici condannino chi sbaglia o delinque,ma l'impegno che ci mettono specie se a senso unico!a genova,la condanna di alcuni facinorosi,e stata rinviata alla corte d'appello perchè non sono state riconosciute a quei cialtroni le"attenuanti generiche"negate ai poliziotti!e siccome i tenpi sono stretti anche quei pochi cialtroni devastatori di genova pizzicati,la faranno franca poichè si andrà verso la prescrizione!anche dei poliziotti innocenti hanno pagato altrui colpe,come il comandante dei poliziotti che alla diaz non sono entrati,mentre quello che ordinò l'irruzione l'ha fatta franca per la prescrizione!assimilando i criminali fratelli savi ai poliziotti di genova fai dei paragoni del cavolo,poichè quelli,i savi,erano dei veri criminali incalliti che hanno lasciato una scia di sangue uccidendo anche dei membri delle forze dell'ordine e che furono arrestati grazie ad altri poliziotti,il sovrintendente costanza e l'ispettore baglioni,che al processo contro gli stessi savi vennero quasi trattati da indagati,invece che da poliziotti!sono ben altre le cose di cui l'italica magistratura dovrebbe vergognarsi,come il caso tortora,leggersi le deliranti parole(le trovi su"a futura memoria"di sciascia)di chi dopo avergli appioppiato 6 anni da innocente lo definì"una vittima della politicia"!devono vergognarsi quelli che fanno uscire dal gabbio mafiosi già condannati,perchè non vengono depositate in tempo utile le motivazioni delle sentenze di condanna;fortuna che chissà perchè capita solo ai mafiosi!un caso simile fù denunciato dall'attuale candidato sinistro alle regionali sicule,quando era ancotra sindaco di gela!l'inchiesta partì solo dopo tale denuncia,ed il togato fù espulso dalla magistratura,non senza polemiche perchè"lui"disse che cìerano colleghi che ci mettevano anche più tempo,mentre un comitato"spontaneo"di un centinaio di magistrati firmò una petizione per non farlo espellere dal corpo giudicante perchè,"è un buon magistrato"!un"buon magistrato"ed ha fatto uscire un criminale,figurati se era un cattivo magistrato!

Totonno58

Mer, 03/10/2012 - 21:27

ANDREA DA GROSSETO...Lei crede di avere risposto ma non lo ha fatto...è vero che c'è chi ha subito devastazioni (esercenti, cittadini comuni) e dall'altra chi le ha commesse (i delinquenziali black block)...così come c'è chi ha subito violenze (coloro che dormivano nella Diaz...e pare che NESSUNO di loro abbia commesso alcun atto di violenza per strada, c'erano anche dei 70enni...)e chi le ha commesse (i delinquenziali poliziotti che erano lì...mandati da delinquenziali vertici della polizia...)..e quei delinquenti che si sono macchiati di quelle violenze hanno gettato discredito sulla Polizia...per fortuna sono stati messi in grado di non nuocere...manca uno all'appello, l'allora ministro Scajola ma gli hanno fatto uno sconto, tra le sue tante pendenze...e poi ci sarebbe De Gennaro ma aveva la fortuna di avere tendenze politiche di sinistra ed è stato protetto e promosso da Prodi...mi basterebbe sapere che da quella notte NON HA MAI DORMITO TRANQUILLO...

killkoms

Mer, 03/10/2012 - 22:51

@mariolino50,i tutori dell'ordine che muoino non fanno notizia, sicuramente ne muoiono di più dei muratori!

killkoms

Mer, 03/10/2012 - 23:26

@dreamer66,2°invio!l'episodio del rifiuto di far accedre dei giornalisti di una tv privata,con telecamere,dentro una delle scuole dormitorio,è accaduto prima della manifestazione e dei conseguenti incidenti!in uno dei punti di raccolta dei dimostranti,le telecamere di italia1 immortalarono alcuni di essi che si"allenavano"allo scontro,con stecche di legno montate sugli avambracci!i mezzi delle forze dell'ordine rientrati con danni in quei giorni furono innumerevoli,e siccome molti interventi manutentivi vengono fatti in economia dalle officine delle questure,queste non rilasciano fatture,specie se come capita,riciclano pezzi da autovetture ferme per altri problemi!riportata da alcuni quotidiani la segnalazione di qualche cittadini residente in zona,di persone col volto travisato che abbandonavano la scuola!e poi,cosa molto strana,perchè la pota di accesso principale alla scuola era stata bloccata dall'interno con mobili,come si vede chiaramente nelle immagini dell'irruzione?li aveva messi qualche poliziotto infiltrato?perchè i pacifici dimostranti ivi presenti non hanno aperto subito alla polizia se non avevano niente da mascondere?al di là delle colpe personali di alcuni poliziotti,i processi hanno preso una sola direzione:new golobal creduti sulla parola,e poliziotti intimiditi ed indotti a tacere!anche pochi giornali hanno riportato,nei giorni successivi,le precedenti intercettazioni di personaggi legati ai noglobal,e tenuti sotto controllo,che dicevano che a genova bisognava fare casino perchè le elezioni avevano portato ad un altro governo!già,poichè se la sinistra fosse rimasta al potere,con la stessa situazione,eroe giuliani compreso,stai sicuro che la magistratura avrebbe lavorato di meno!fai una battuta del cavolo paragonando dei poliziotti che hanno sbagliato con criminali incalliti come i savi,che sono stati assicurati alla giustizia da altri poliziotti l'ispettore baglioni ed il sovrintendente costanza,che per tutto ringraziamento al processo contro gli stessi savi furono trattati quasi da accusati più che da poliziotti e testimoni!i nerovestiti che debbono vergognrsi sono quelli che dopo avergli appioppato 6 anni di galera da innocente definirono enzo tortora una"vittima della politica"!o come quell'altro che come denunciò a suo tempo l'attuale candidato sinistro alle elzioni siciliane, consegnando dopo anni(dicasi anni!)le motivazioni della sentenza di condanna di un mafioso.lo fece automaticamente uscire dal gabbio!

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 03/10/2012 - 23:54

andrea da grosseto: sarà anche vero che il termine "abbattere" l'ho usato io per primo, ma ho avuto l'accortezza di metterlo tra virgolette. A lei pare invece sia piaciuto molto. Ora, premesso che, al contrario di lei, non mi sembra poi così corretto che un omicida venga "abbattuto", a meno che non risulti inevitabile al fine di proteggere altre vite, dico che la soluzione ideale resta sempre quella di catturarlo vivo e di arrestarlo, almeno in un paese che si consideri civile. Comunque il mio appunto non era rivolto all'omicida ma al fatto che la polizia, per catturarlo, non abbia esitato a sparare tra la folla ferendo nove persone, ed è andata bene che almeno in questo caso non ci sia scappato un altro morto innocente. Riguardo a Rodney King... è vero, non ha assalito nessuno, ma ha cercato di opporsi all'arresto non fermandosi all'alt, fuggendo con la propria auto per circa otto miglia e, pare, abbia opposto anche un minimo di resistenza fisica quando lo hanno ammanettato. Ma è già un passo in avanti il fatto che lei non consideri ciò un motivo sufficiente per massacrarlo di botte. Me ne compiaccio. Ma torniamo ai fatti di casa nostra. Come altre persone con le quali ho avuto modo di scambiare opinioni su questo blog, anche lei ha l'abitudine di attribuire ad altri parole e concetti mai espressi. Chi ha detto che la polizia non dovrebbe difendersi se soggetta ad attacchi violenti? Posso aggiungere che la difesa dovrebbe sempre essere proporzionale all'entità e ai mezzi utilizzati per l'attacco (me lo hanno insegnato al militare), ma questo cosa c'entra con la Diaz? Non erano stati certo gli occupanti della scuola ad attaccare gli agenti! E qui lei passa direttamente (anche questo è un classico) alle ipotesi senza fondamento. Da cosa le risulta che fino ad un minuto prima dell'irruzione vi fossero dei black bloc all'interno dell'edificio? E che fine hanno fatto? Si sono forse volatilizzati nonostante un vasto spiegamento di polizia tutto attorno? Denunciare quindi chi e per cosa? E come avrebbero potuto resistere alle cariche della polizia armata di tutto punto? Con i sacchi a pelo dentro i quali stavano dormendo? Ma quale credibilità possono avere degli individui che, per giustificare tale mattanza, hanno creato una serie di prove false a partire dal lancio di sassi ai furgoni della polizia, alle bottiglie molotov introdotte da loro, al falso accoltellamento dell'agente Nucera poi condannato in via definitiva per calunnia grazia alle analisi, non dei no global, ma dei carabinieri del RIS??? E lei giustifica tutto ciò col fatto che anche in Svezia, in occasione del vertice UE, la polizia sparò sui dimostranti ferendone tre? Vi furono accesi dibattiti anche in Svezia per quei fatti, purtroppo per noi resta però indelebile la definizione che Amnesty International diede ai fatti del G8 di Genova: "la più grande sospensione dei diritti democratici in un paese occidentale dai tempi del dopoguerra". C'è poco da andarne fieri.

killkoms

Gio, 04/10/2012 - 09:34

@dreamer66,amnesty international fà la galletta con le democrazie ma latita con le dittature,specialmente quelle terzomondiste!negli USA le regole per le manifestazioni sono severissime,e ci sono stati casi di arresti di manifestanti pacifici,solo perchè sulla strada del percorso assegnato si sono permessi di salire sul marciapiede!amnesty ovviamente non disse nulla,come ben poco disse sul massacratore terzomondista,il sudanese,bashir amicone pure del crocerossino barbuto!

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 04/10/2012 - 11:21

killkoms: lei persevera! Dove sono tutte queste documentazioni di cui lei parla??? Ma su cosa basa le sue tesi? Sui filmati del TG di Italia 1 e sui giudici brutti e cattivi che simpatizzavano con i black bloc e davano contro ai poliziotti? Suvvia sia serio e si attenga ai fatti verificati. A nessuna delle persone presenti alla Diaz prima dell'irruzione venne contestato alcunchè ma al contrario furono le parti lese. Non venne ritrovato vulla che giustificasse la loro volontà di nascondere qualcosa. Al contrario fu verificata la creazione ad arte, da parte della polizia, di prove false atte a giustificare la violenza. A contribuire a queste conclusioni vi furono anche i rilievi del RIS dei Carabinieri. Che vuole che le dica... continui ad arrampicarsi sugli specchi se vuole, ma la vicenda della Diaz resterà una macchia indelebile sul nostro paese.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 04/10/2012 - 11:45

killkoms: lo ammetto... neppure sapevo chi fosse tale Omar al Bashir, ma considerata la sua propensione spararle grosse giusto per scrivere qualcosa senza alcuna verifica preliminare, ho pensato bene di documentarmi ben consapevole di cosa avrei riscontrato. Le mie aspettative non sono state deluse. Fonti: sito web di Amnesty International. Sudan: il presidente al Bashir potrebbe essere accusato di genocidio (4 febbraio 2010) Amnesty International ha reiterato la sua richiesta alle autorità sudanesi di arrestare immediatamente il presidente Omar al Bashir, dopo che la Corte penale internazionale (Icc) ha deciso, il 3 febbraio, di invertire la decisione secondo cui le prove per accusare il presidente sudanese di genocidio in Darfur erano insufficienti. Nel marzo del 2009, l'Icc aveva emesso un mandato di arresto per crimini contro l'umanità e crimini di guerra contro il presidente al Bashir, ma non per il crimine di genocidio poiché la Camera pre-processuale dell'Icc aveva applicato standard di valutazione delle prove troppo alti. L'appello presentato dal procuratore Luis Moreno-Ocampo contro questa decisione ha avuto successo. "La Camera pre-processuale deve ora riesaminare le prove contro il presidente al Bashir per decidere se può essere accusato di genocidio" - ha affermato Christopher Keith Hall, consulente legale di Amnesty International. Nel frattempo, Amnesty International continua a sollecita il presidente al Bashir a consegnarsi alla giustizia per essere sottoposto a processo per i crimini di guerra e contro l'umanità di cui è accusato. "Il presidente al Bashir, accusato di essere responsabile di crimini contro uomini, donne e bambini, compresi omicidio, stupro, tortura e trasferimenti forzati, sta sfuggendo alla giustizia internazionale" - ha continuato Hall. In questi ultimi mesi, il presidente al Bashir ha viaggio in diversi paesi dopo essere stato incriminato, ma non è stato mai arrestato. Tutti gli stati firmatari dello Statuto di Roma, che ha istituito l'Icc, hanno l'obbligo di arrestare il presidente al Bashir, quando si trova sul loro territorio, e di consegnarlo immediatamente alla Corte. Gli stati che non hanno ancora ratificato lo Statuto non devono offrire al presidente al Bashir un rifugio sicuro. Il mandato di arresto nei confronti del presidente Omar al Bashir è stato emesso dall'Icc il 4 marzo 2009 per il ruolo avuto nel conflitto in Darfur, che ha provocato oltre 300.000 morti, migliaia di stupri e milioni di sfollati. La Malesia deve arrestare il presidente sudanese Al Bashir (14 giugno 2011) Amnesty International ha chiesto al governo della Malesia di ritirare immediatamente l'invito al presidente sudanese Omar al-Bashir, che dovrebbe partecipare al Langkawi International Dialogue, un forum economico che avrà luogo in Malesia dal 19 al 21 giugno 2011, e di arrestarlo se arriva nel paese. La Corte penale internazionale (Icc) ha emesso un mandato di arresto nei confronti di al-Bashir per genocidio, crimini contro l'umanità e crimini di guerra in Darfur. "La Malesia non dovrebbe trasformasi in un porto di scalo per coloro che fuggono dalla giustizia internazionale"- ha dichiarato Donna Guest, vicedirettrice del Programma Asia e Pacifico di Amnesty International. "Il governo della Malesia non deve permettere l'ingresso nel paese ad al-Bashir e deve arrestarlo qualora vi entrasse". Amnesty International ha accolto con favore l'annuncio della Malesia, il 21 marzo, della sua intenzione di diventare stato parte dello Statuto di Roma e di riconoscere la giurisdizione della Corte penale internazionale. Nel suo annuncio, il ministro della Giustizia malese Nazri Aziz ha detto: "Questa è una dichiarazione che la Malesia rigetta i crimini di guerra, i crimini contro l'umanità e il genocidio". Quando il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha deferito la situazione in Darfur all'Icc nel 2005 ha sollecitato tutti gli stati a cooperare pienamente con la Corte. Sebbene la Malesia non sia parte dello Statuto di Roma dell'Icc dovrebbe arrestare al-Bashir se dovesse arrivare in Malesia. "L'invito della Malesia ad al-Bashir sfida la sua decisione di aderire all'Icc. Invece di ospitare persone ricercate dall'Icc, la Malesia deve riaffermare il suo impegno verso la giustizia" - ha concluso Guest. Sono solo alcune delle dichiarazioni di Amnesty Intenational riguardanti il personaggio, le altre, se le interessa, potrà trovarle sul sito http://www.amnesty.it. Resta il fatto che, ancora una volta,lei ha perso un'occasione buona per tacere ed evitare brutte figure.

Totonno58

Gio, 04/10/2012 - 12:06

DREAMER66...nun te prioccupa', tanto ci sarà sempre chi giocherà a far finta di essere contro la sentenza...alle persone che parlano seriamente di quella pagina nera per il nostro Paese deve bastare che molti colpevoli, da ambo le parti, sono stati emssi in condizione di non nuocere...chi se l'è cavata (sempre da ambo le parti) deve "ringraziare" i soliti vuoti legislativi italiani (quello sul reato di tortura, ad es., è uno scandalo...). Per il resto, ripeto, accontentiamoci..tra l'altro sappiamo bene che i torti e le ragioni non stanno mai solo da una parte, nemmeno tra marito e moglie...pensiamo ai "poveri" avvocati dei poliziotti e dei funzionari che, di fronte a quello scempio, hanno potuto usare, come arringa, solo la penosa formula "è stato commesso un massacro orrendo...ma il mio assistito non c'entra!"

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 04/10/2012 - 12:16

killkoms: mi permetto anche di intervenire riguardo alla sua discussione con mariolino50. Lungi da me voler creare differenze fra i morti sul lavoro (hanno tutti la stessa dignità), ma è giusto per contestarle l'ennesima uscita infondata detta senza alcuna verifica preliminare. Fonte: Osservatorio indipendente di Bologna sulle morti per infortuni sul lavoro MORTI SUL LAVORO DAL 1 GENNAIO AL 30 SETTEMBRE 2012 Dal primo gennaio ad oggi 1 ottobre sono morti SUI LUOGHI DI LAVORO 468 lavoratori ( tutti documentati). Sono oltre 910 dall'inizio dell'anno se si aggiungono i lavoratori deceduti in itinere o sulle strade. L'Osservatorio considera "morti sul lavoro" tutte le persone che perdono la vita mentre svolgono un'attività lavorativa, indipendentemente dalla loro posizione assicurativa e dalla loro età. Molte vittime non hanno nessuna assicurazione e muoiono lavorando in "nero". I MORTI SUI LUOGHI DI LAVORO PER CATEGORIA Il 33,9% delle vittime sono in agricoltura, di queste la metà schiacciate dal trattore (85 dall'inizio dell'anno). Edilizia 28,% sul totale, in questa categoria quasi il 30% delle morti è causata da cadute dall’alto. Industria 16,1%, quest'anno quasi la metà di queste morti sono state provocate dal terremoto in Emilia. Servizi 5,8%. Autotrasporto 5,1%, Il 3% Esercito Italiano (Afghanistan). Il 2,7% nella Polizia di Stato (tutte le morte causate in servizio sulle strade). Il 13,3% dei morti sui luoghi di lavoro sono stranieri. Eta' delle vittime: il 4,9% hanno meno di 29 anni, dai 30 ai 39 anni il 14,1%, dai 40 ai 49 anni il 24,48%, dai 50 ai 59 anni il 15,7%, dai 60 ai 69 anni il 9,5%, il 12,8% ha oltre 70 anni. Del 16,5% non siamo a conoscenza del’età.

killkoms

Gio, 04/10/2012 - 13:41

@dreamer-66,finchè c'è la libertà di espressione io non starò zitto mai!rimango sulle mie posizioni sul fatto che spesso amnesty international tende di più ad impelagarsi contro i paesi occidentali che non quelli terzomondisti,dei quali ben pochi hanno i nostri standard,e l'espressione di amnesty international contro il nostro paese è più che iingenerosa,specie in rapporto alle tante dittature sudamericane,in primis il cile di pinochet!e per la cronaca un nostrano crocerossino barbuto,asserì in quegli anni che conosceva bashir e il sudan,e"lui"quelle cose non le aveva viste!in merito ai caduti delle forze dell'ordine, ti saresti dovuto accorgere che tra le stelle vi è un'alra perntualità di malattie professionali,specialmente di natura psicosomatica,e che c'è pure un'alta percentuale di suicidi.prima la classifica la guidavano i carabinieri,ora pare che siano avantigli agenti di polizia penitenziaria!

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 04/10/2012 - 14:38

killkoms: per carità... continui pure ad esprimersi come meglio crede rimediando ulteriori brutte figure! Un esempio? Cos'ha detto riguardo ad Amnesty International e al Cile di Pinochet? Legga quanto segue (fonte Amnesty International). L'11 settembre 1973 un colpo di Stato militare rovesciò il governo democraticamente eletto del presidente Salvador Allende. Il generale Augusto Pinochet assunse la presidenza e avviò un programma di repressione contro l'opposizione, basato su persecuzioni politiche, arresti di massa, processi sommari, torture, sparizioni, esecuzioni e detenzioni segrete. Più di 1100 persone risultarono scomparse, oltre 2000 vennero uccise illegalmente e diverse migliaia vennero torturate dalle forze militari tra il 1973 e il 1990. Amnesty International avviò immediatamente indagini sulle centinaia di denunce di violazioni dei diritti umani ricevute all'indomani del colpo di Stato e nel novembre 1973 inviò una missione di ricerca in Cile. Il rapporto che ne derivò, pubblicato all'inizio del 1974, diede vita a una campagna internazionale chiedendo l'apertura di indagini, processi per i responsabili di violazioni dei diritti umani e riparazione per le vittime e i loro familiari. Anno dopo anno, Amnesty International ha incontrato e intervistato centinaia di vittime di violazioni dei diritti umani. Nella sua sede centrale, il Segretariato Internazionale di Londra, è presente il più grande e completo archivio fuori dal Cile di casi individuali di violazioni dei diritti umani. I parenti delle vittime chiedono giustizia da oltre 30 anni. Nonostante l'istituzione, col ripristino del governo civile, della Commissione nazionale per la verità e la riconciliazione e, in seguito, dell'Ente nazionale di riparazione e riconciliazione, i meccanismi interni che garantiscono l'impunità dai procedimenti e impediscono lo svolgimento di indagini, primo tra tutti la Legge d'amnistia, rimangono tuttora in vigore. Roma, 15 ottobre 2008 E quindi...eccole dimostrato bianco su nero che lei ha raccontato l'ennesima fandonia, ma non demorda...continui pure. Inoltre non so chi sia il "crocerossino barbuto" di cui lei parla! Esiste davvero o solo nella sua fantasia? Stendo un velo pietoso sul discorso dei suicidi al quale lei si aggrappa, con la disperazione di un naufrago, dopo lo strafalcione in occasione della sua risposta a mariolino50. E comunque, anche 'stavolta, voglio smentirla. Fonte: Istituto EURES (Ricerche economiche e sociali) “Considerando l’indice di rischio specifico, ovvero il numero di suicidi ogni 100mila abitanti nella medesima condizione”, si legge nella sintesi dello studio diretto da Fabio Piacenti, presidente dell’Eures, “sono i disoccupati a presentare l’indice più alto (17.2), seguiti da imprenditori e liberi professionisti (10)”. A questi ultimi seguono, con notevole scarto, i lavoratori in proprio (5.6) e gli inattivi, ovvero studenti, casalinghe e pensionati (4.8). Chiudono la graduatoria i lavoratori dipendenti (4,5 su 100mila), meno soggetti alle fluttuazioni del mercato, sottolineando ulteriormente la correlazione tra condizione occupazionale e rischio suicidario. Attendo una sua risposta...devo confessarle che mi sto divertendo.