Caso Nemtsov, test della verità per la donna del leader ucciso

La modella ucraina dice di non aver visto il killer del capo dell'opposizione: "È successo tutto alle mie spalle". Probabilmente sarà esaminata col poligrafo

«Non so da dove sia uscito l'assassino. Non ho visto perché è tutto successo alle mie spalle». Anna Duritskaya, la giovane modella ucraina fidanzata da tre anni con Boris Nemtsov, ha sostenuto di non aver visto il killer del suo compagno, ucciso venerdì a mezzanotte a pochi passi dal Cremlino. «Quando mi sono girata, ho visto solo un'auto bianca, ma non sono riuscita a distinguere la marca o la targa - ha raccontato Anna alla tv russa Dozhd -. Non ho visto l'assassino entrare nella vettura». Sull'omicidio dell'oppositore russo si naviga ancora nel mare delle ipotesi, ma gli investigatori stanno cercando di chiarire il ruolo della fidanzata. «Probabilmente dovrò fare il test con il poligrafo (la macchina della verità) - ha spiegato la Duritskaya, anche se il suo legale lo esclude -. Così mi hanno detto gli investigatori». La modella ha pure negato che uno dei moventi possa essere la gelosia, vista l'intensa vita privata di Nemtsov, padre di quattro figli avuti da tre donne diverse. «Non credo possa essere questa la ragione», ha sentenziato la Duritskaya.

Restano comunque aperte diverse piste oltre a quella passionale, che pare la meno probabile. Gli investigatori battono con insistenza su quella ucraina: le rivelazioni che Nemtsov si apprestava a fare sul coinvolgimento dell'esercito russo nel Donbass, secondo fonti della polizia, non sarebbero state gradite da elementi estremisti di Kiev. D'altro canto, non viene esclusa l'ipotesi islamica, visto che l'oppositore russo aveva solidarizzato con la redazione di Charlie Hebdo dopo la strage di Parigi. Naturalmente non è preso in considerazione l'omicidio ordinato dal Cremlino, come molti in Occidente invece danno per scontato. Tesi che è contestata pure dal politologo americano Edward Luttwak. «Nemtsov era un uomo onesto e determinato ad aiutare la Russia ad aprirsi al mondo - ha detto Luttwak al Messaggero -, ma dubito che il mandante sia stato Putin. Se fosse un omicidio di stato, la dinamica sarebbe stata molto diversa, meno plateale e rischiosa. E poi non ne vedo il motivo: Nemtsov era sì una delle voci più critiche della politica di espansione di Putin in Ucraina, ma la sua protesta non era assolutamente in grado di minare la popolarità del presidente». Quindi, secondo Luttwak, la pista è sicuramente un'altra. «Credo che chi ha agito lo abbia fatto in un eccesso di zelo patriottico, per punire una voce dissenziente rispetto agli obiettivi nazionalistici della Russia». Il politologo punta il dito contro le frange estremiste dei nazionalisti russi che «con ogni probabilità hanno deciso di liquidarlo».

I funerali di Nemtsov sono previsti questo pomeriggio nel cimitero di Troyekurovskoye, alla periferia di Mosca, dov'è sepolta anche la giornalista Anna Politkovskaia, assassinata sotto casa nel 2006.

In questo clima di tensione interna e internazionale è prevista la visita del premier Matteo Renzi, che sbarcherà a Mosca domani sera, dopo aver visto a Kiev il presidente ucraino Petro Poroshenko. Renzi incontrerà sia il presidente Putin sia il capo del governo Dmitri Medvedev. I colloqui saranno monopolizzati dalla crisi ucraina, ma ci sarà spazio anche da dedicare ai rapporti bilaterali. «Dopo ci sarà una conferenza stampa. I leader faranno dichiarazioni su questioni importanti», ha affermato Iuri Ushakov, consigliere diplomatico del Cremlino. Ma i giornalisti non potranno fare domande. «Lo ha chiesto la parte italiana», ha sottolineato Ushakov.

Commenti
Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mar, 03/03/2015 - 09:05

É;INUTILE FARE I GNORRI PERCHE IN RUSSIA DAL 2000 IN POI PIU DI 100 PERSONAGGI DELL;OPPOSIZIONE SONO STATE ELIMINATI DA PUTIN É DAI SUOI SICARI; É FRA QUESTE PERSONE CI SONO ANCHE 16 GIORNALISTI CHE CON I LORO ARTICOLI DAVANO FASTIDIO A PUTIN ED AI SUOI GENERALI!. É, ANCHE SE CI SARANNO PERSONE CHE DUBITERANNO CHE PUTIN HABBIA DATO L;ORDINE DI AMMAZZARE NEMTSOV; IO TROVO STRANO CHE UN;AUTO CON A BORDO PERSONE ARMATE POSSA ANDARE INDISTURBATA A 2 PASSI DALLA PIAZZA ROSSA É UCCIDERE UNA PERSONA;PERCHE PER CHI NON LO SAPESSE QUESTA ZONA É UNA DELLE ZONE PIU CONTROLLATE DEL MONDO; É IO NON CREDO CHE I SERVIZI SEGRETI RUSSI FACCIANO ARRIVARE IN QUESTA ZONA DEI SICARI SENZA NESSUN CONTROLLO!.

angelomaria

Mar, 03/03/2015 - 09:08

TROPPO COMPLICATO CRTO ALTRO SCACCO ALL'OPPOSIZZIONE!!!!

Ritratto di salrandazzo

salrandazzo

Mar, 03/03/2015 - 09:24

E' ammirevole la dedizione con cui molti commentatori qui cercano di dimostrare che Putin è estraneo a questo ennesima esecuzione. E magari, chissà, potrebbero anche aver ragione. In questi casi non si sa mai, e i servizi segreti di ogni nazione sono usi a non aver scrupoli. A questi signori vorrei però far notare che le morti dubbie, in Russia, soprattutto di giornalisti e politici oppositori del sig.Putin, sono un po' troppe. Persino troppe per la CIA ed il Mossad messi insieme. E' poi da credere che la Russia di Putin sia una specie di medio oriente dove servizi segreti di ogni nazione possono agire indisturbati ammazzando gli oppositori di Putin per fargli far brutta figura. Non dimentichiamo che il (ex)comunista Putin era capo del KGB, adesso in qualche modo è capo di FSB, non proprio gente impreparata. Volendo, potrebbero proteggere gli oppositori dai cattivoni della CIA e del MOSSAD. Volendo.

Ritratto di salrandazzo

salrandazzo

Mar, 03/03/2015 - 09:29

@Pasquale.Esposito, lei semplifica. Leggendo quel che scrivono i commentatori di qui ho imparato che la Russia di oggi è come il medio oriente, una specie di terra di nessuno dove servizi segreti di ogni parte del mondo, soprattutto i neo-cattivi CIA e Mossad (fino a qualche anno fa eroi della gente di qui), fanno il bello ed il cattivo tempo ammazzando gli oppositori di quella viola mammola che è Putin, per destabilizzare la Russia. Anche in Ucraina, mandano carri armati USA travestiti da tank russi e bombardano i civili per lo stesso motivo. Si aggiorni, Pasquale.

Holmert

Mar, 03/03/2015 - 10:00

Non capisco perché gli USA e gli altri stati, europei in particolare, si interessano agli affari interni della Russia. Come se la Russia al tempo dell'assassinio dei Kennedy e di Luter King, avessero rimbrottato gli USA accennando a chissà quali complotti o dopo le due torri avessero sposato la tesi che tutto fu orchestrato dalla CIA in combutta con i servizi segreti di Israele, come affermava l'ineffabile pseudogiornalista , il compagno Giulietto Chiesa. Invece la Russia ha sempre taciuto e non è mai entrata a gamba tesa negli affari altrui. Gli USA ,specie con il bronzeo Obama, non perdono occasione di bacchettare Putin. Sino a quando reggerà la pazienza di Putin?

Ritratto di salrandazzo

salrandazzo

Mar, 03/03/2015 - 10:20

Wow! "Fino a quando reggerà la pazienza di Putin"!!!! E poi? che fa, ci bombarda tutti? Ci taglia il gas? Ci invade? Holmert, dai...... Comunque lei ha ragione. Non si dovrebbe gridare subito all'assassio politico. Non certo in Russia, dove cose del genere non sono mai successe. Mai nessun oppositore, mai nessun giornalista ucciso. Oddio, magari ai tempi del KGB (chi era il capo? aiutatemi a ricordare.... Putov... Putir...) qualcuno spariva senza lasciar traccia. Ma da quando regna, ops, governa il sig.Putin (ah, ecco!) niente del genere è mai successo. Ah, le malelingue pluto-giudaico-massoniche....

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mar, 03/03/2015 - 10:46

#salrandazzo. La, Russia secondo lei fá entrare i servizi segreti di mezzo Mondo per destabilizzare il Paese?;certo che per affermare questo ci vuole una buona dose di stupiditá, ma secondo lei un Paese che ha 4 servizi segreti é che controlla tutti i suoi Cittadini passo dopo passo, si fá togliere il burro dal pane dai servizi segreti Americani é Israeliani?,é la Russia e come il Medio Oriente?questa é una affermazione da parte sua che é il limite della idiozia, come se un Paese che ha 1000ia di Bombe Atomiche nei suoi Arsenali si possa considerare alla pari della Siria oppure del Libano, ma si aggiorni lei prima di scrivere delle minkiate grandi come un Elefante!,la Russia ha 18 milioni di KM quadrati, 104 Milioni di Abitanti,un esercito potentissimo, é lei la mette sullo steso piano del Medio Oriente?, ma lei stia attento che non la senta Putin,che lui le fá vedere i Sorci Verdi!.

Ritratto di salrandazzo

salrandazzo

Mar, 03/03/2015 - 11:13

@Pasquale.esposito. Lei ha troppa fretta di saltare alle conclusioni, non legge attentamente. O forse, banalmente, non capisce le figure retoriche del sarcasmo e dell'ironia. Ma voglio credere all'ipotesi meno catastrofica, ossia che lei prima di picchiare sulla tastiera non abbia letto con la dovuta attenzione quel che ho scritto.

Holmert

Mer, 04/03/2015 - 07:45

SALRANDAZZO, non ho capito e lei dovrebbe spiegarmelo ,cosa sia L'ASSASSIO POLITICO. Comunque a parte tutte le cose che dice, che hanno tutte un fondamento, visto che la ex URSS è stata sotto un regime di ferro comunista, io mi riferivo all'interferire continuo degli USA negli affari interni degli altri stati, e spesso con conseguenze disastrose, vedi primavera araba. Lei dice che farebbe Putin? Non certo la guerra nucleare, per fortuna, però una cosa l'ha già fatta, a noi italiani ci ha tagliato le gambe per circa 1,5 miliardi. Basta chiederlo ai nostri esportatori di prodotti agroalimentari ed importatori di pellame per la nostra fashion. Allora secondo lei ,siamo noi che abbiamo messo le sanzioni alla Russia o la Russia a noi? E questo per seguire il maldipancia degli USA.