Cassazione: il saluto romano è reato

Confermata la condanna a un 50enne che, in una manifestazione del 2005 a Firenze, fece il saluto romano insieme a slogan inneggianti al razzismo e al regime

Confermata, dalla Cassazione, la condanna nei confronti di un neofascista che in una riunione pubblica, insieme ad altri, faceva il saluto romano e scandiva slogan inneggianti al razzismo e al regime fascista.

La Suprema corte, infatti - con la sentenza 35549 -, ha dichiarato "inammissibile" il ricorso con il quale Lorenzo F. (di 50 anni) cercava di scrollarsi di dosso la pena inflittagli dalla Corte d’appello di Firenze il 3 novembre del 2010.

Proprio nel capoluogo toscano si era svolta la manifestazione del gruppo neofascista, il 23 aprile del 2005. L’imputato era noto dal 1990 alla Digos e alle questure della Toscana per cui, facilmente, era
stato riconosciuto ed identificato anche se aveva il viso parzialmente coperto da una sciarpa.

L’uomo era pluripregiudicato e, dunque, secondo la Suprema corte in maniera corretta la Corte d’appello ha ritenuto legittimo il suo riconoscimento da parte di uno degli agenti di polizia chiamato a deporre in dibattimento.

Nelle fotografie, infatti, era raffigurato un uomo con il "capo coperto da un cappello, una sciarpa sul volto e un giubbotto imbottito": il riconoscimento dell’imputato si era basato sulla testimonianza di un poliziotto, che aveva dichiarato di conoscerlo "dal 1990".

La Cassazione, confermando la condanna, ha rilevato che "il giudice d’appello ha fondato il proprio convincimento sulla circostanza che gli imputati erano soggetti già noti alle forze di Polizia (in particolare alla Digos e alle Questure della Toscana) per la loro partecipazione ad altre
manifestazioni del genere" e che il ricorrente "era pluripregiudicato e, perciò, anche sotto questo profilo, era noto alle forze di Polizia".

Annunci
Commenti
Ritratto di marystip

marystip

Lun, 17/09/2012 - 19:51

Evviva il saluto romano che è igienico, esteticamente bello e mantiene le distanze.

villiam

Lun, 17/09/2012 - 20:02

allora è reato anche il pugno chiuso ,simbolo del peggior comunismo! o i milioni di morti che ha provocato per questa consulta sono bazzecole!!!!!!!!!!!

Totonno58

Lun, 17/09/2012 - 20:17

Una condanna giustissima, confermata anche dalle parole, penoso, che quel "signore" ha usato per difendersi..."non ero io la persona immortalata dalla foto!"

uggla2011

Lun, 17/09/2012 - 20:33

O si considera reato anche il pugno chiuso oppure vadano a farsi f.....e una volta per tutte.Buffoni.

angeli1951

Lun, 17/09/2012 - 20:45

Quanto pesano sulle mie tasche dipendenti pubblici che "profondono un così grande impegno" in cose essenziali del genere?

vince50

Lun, 17/09/2012 - 20:54

UNA MANO APERTA NASCONDE BEN POCO,AL CONTRARIO UN PUGNO CHIUSO NASCONDE MOLTE COSE.E LE NASCONDE A TAL PUNTO DA FARLE NASCONDERE ANCHE ALLA STORIA.L'ITALIA E' UNA DITTATURA COMUNISTA,E BEN PEGGIORE DI QUELLA CONSIDERATA TALE.LA DIFFERENZA STA NEL FATTO CHE LA "DITTATURA DEMOCRATICA"NON E'PALESE(per ciechi e sordi)E DI CONSEGUENZA NON ATTACCABILE.SE VOGLIAMO LA VERITA' CHE VERITA' SIA,MA NON QUELLA DI COMODO.

chiara 2

Lun, 17/09/2012 - 21:14

Non sono nè comunista, nè fascista. Credo fermamente nella democrazia (quella vera) ed è per questo che disprezzo il catto-comunismo italiano IPOCRITA e FALSO, il quale distingue tra morti di serie A e morti di serie B. Il Comunismo ha STORICAMENTE fatto più morti del nazismo e fascismo, eppure esiste solo il reato di apologia di quest'ultimo. Questa è una grande prova d'inciviltà ed è proprio per questo che non voterò mai e poi mai per la sinistra.

Totonno58

Lun, 17/09/2012 - 21:38

Una volta per tutte...il pugno chiuso ed il saluto romano non sono la stessa cosa, anche se ci riportano entrambi a cose orrende...i regimi comunisti hanno massacrato milioni di persone (persino più del nazismo, non bisogna fare alcuna fatica ad ammeterlo) non per l'ideologia in sè ma per l'assurda soppressione del presunto nemico, di ogni voce critica...il nazismo l'ha fatto per un metodo intrinseco basato sulla negazione dell'uguaglianza del genere umano ed in questo ha rappresentato IL MALE ASSOLUTO...non a caso Pol Pot è stato definito l'Hitler asiatico!

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 17/09/2012 - 22:19

ME NE FREGO. - della cassazione-

Raoul Pontalti

Lun, 17/09/2012 - 22:35

Mah...bisognerebbe leggere per intero la sentenza. Per parte mia ho fatto il saluto romano per oltre un quarantennio in tutti i luoghi e in tutte le circostanze (quindi non solo in certe manifestazioni pubbliche), persino in consiglio comunale e non fui mai denunciato (al massimo biasimato, soprattutto dai "miei"). Alla polizia sono noto dal 1970 (e spero un giorno di poter aver accesso ai mattinali, rapporti etc di polizia e carabinieri contenenti notizie al mio riguardo come "pericoloso estremista neofascista") ma ciò non ha comportato alcuna conseguenza nemmeno nei procedimenti giudiziari in cui fui coinvolto (esclusivamente per ragioni politiche, giammai per reati comuni). Che siano davvero cambiati i tempi? O tempora o mores...

MMARTILA

Lun, 17/09/2012 - 22:36

Il problema mica sarà un saluto romano adesso, casomai bisognerebbe indignarsi del fatto che i pluripregiudicati siano in libertà, vivano tra la gente comune come niente fosse. Si occupino di questo questi emeriti giudici (idioti) della cassazione.

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Lun, 17/09/2012 - 23:17

@Totonno58. ti stupisci? sono topi di fogna

falco52

Lun, 17/09/2012 - 23:27

Totonno58:ho piú rispetto di chi ha il coraggio di esternare quello che pensa che i codardi che si nascondono dietro un pugno chiuso,che se aperto nasconde milioni di morti.

Corsicana77

Lun, 17/09/2012 - 23:30

Stesso tono di altri messaggi... è uno schifo che si possa impunemente raffigurare falce e martello e salutare col pugno sinistro chiuso, simboli inequivocabili di un' ideologia da pezzenti, ignoranti, opportunisti corrotti e soprattutto ASSASSINI che ha torturato, ucciso e negato la libertà molto più di quanto abbiano fatto altre dittature. Invece, il Saluto Romano ed il Fascio Littorio erano simboli dell' Impero Romano, culla della Civiltà; che poi siano stati fatti propri da altri, 2000 anni dopo, è un altro discorso, eppure sono vietati. Ma guardiamoci un po' in giro: il Fascio è simbolo della Guardia Civil, Forza dell' Ordine spagnola, di un Cantone svizzero, e di altre entità. Tornando all' Impero Romano poi, ho mi sono imbattuto in "insegnanti", direi pure dipendenti pubblici parassiti, in quanto mangiavano le tasse faticosamente guadagnate dalla mia e da milioni di altre famiglie Italiane in cambio di tre ore di "lavoro" al giorno, durante le quali per ignoranza e paraocchi sinistroidi riuscivano persino a sminuire la figura di Giulio Cesare... mi astengo dal commentarli ulteriormente

falco52

Lun, 17/09/2012 - 23:31

Allora anche Giulio Cesare era fascista,semplicemente ridicoli questi parrucconi super pagati.

Caiogracco

Lun, 17/09/2012 - 23:41

Dura lex sed lex.

Ivano66

Mar, 18/09/2012 - 01:37

marystip: il saluto romano non è igienico, ma ha la coscienza sporca, è esteticamente ridicolo e non mantiene le distanze, ma ha ucciso milioni di persone: ah, i danni dell'ignoranza...

Ritratto di Geppa

Geppa

Mar, 18/09/2012 - 02:12

Per chi fa paralleli: il fascismo è una realtà di casa nostra, inutile revisionarlo e contestualizzarlo, un'epoca da considerare buia e triste. Il comunismo, forse purtroppo, qui non c'è mai stato. Il resto sono cacchiatelle. Nessun comunisita in Italia spera nè inneggia a un qualsiasi stato comunista esistito o esistente. Quelli di destra, manco fascisti peraltro, sono nostalgici di una storia nostra passata e finita come fosse stata un'epoca d'oro. Povertà di contenuti e di idee, ce ne fosse uno che ti dica il perchè del fascismo ora...così, come fosse una tifoseria.

Uscocco

Mar, 18/09/2012 - 07:21

"Non condivido la tua idea, ma darei la vita perché tu la possa esprimere.". Non sembra che nella democratica repubblica italiana tali principi abbiano dimora. Forse il timore e' che un braccio teso nel saluto fascista possa inavvertitamente colpire un politico di questa repubblica intento nelle solite ruberie..... Mah. Saluti romani a tutti.

bobsg

Mar, 18/09/2012 - 07:33

E' reato il saluto a romano (Prodi).

decespugliatore

Mar, 18/09/2012 - 07:51

Per curiosità, in cosa consiste la condanna per il saluto? Perchè, vedo che a gente che guida drogata e senza patente viene confiscata l'auto, e quindi mi chiedo, cosa potranno mai fare a uno che fa il saluto e grida slogan?!

Bozzola Paola

Mar, 18/09/2012 - 07:57

PERCHE' IL PUGNO CHIUSO INVECE è AMMESSO E CONCESSO???? Io sono sempre stata contraria al vecchio MSI ed al PC (,. quello per intenderci manovrato da Mosca anni 1950 e rotti). Oggi quello che si passa per comunisti sono solo arruffapopoli straricchi che si fanno passare per comunisti, solo per rompere le scatole a quelli di destra, ma che se ci fosse ancora il comunismo rosso sarebbero già stati mandati in Siberia. Oggi, nel 2012 prossimi ad andare su Marte e alla invasione del mondo arabo e della sua religione, non potremmo smetterla di pensare ai saluti più o meno scemi sia di dx che di sx? Dalla guerra in giù è stato fatto uno scempio del nostro paese, perchè non cerchiamo di CIVILIZZARCI UN PO'? Proviamo a fare come in alcuni paesi più civili di noi e smettiamola di fare delle barricate ormai obsolete e soprattutto senza senso.

pintoi

Mar, 18/09/2012 - 08:15

Mi sa che pochi hanno letto l'articolo che (come al solito) è diverso dal titolo: "... condanna nei confronti di un neofascista che in una riunione pubblica, insieme ad altri, faceva il saluto romano e scandiva slogan inneggianti al razzismo e al regime fascista". In Italia è reato l'apologia del nazismo, quindi non vedo la notiziona dove stia !

Ritratto di copyleft

copyleft

Mar, 18/09/2012 - 08:40

cari miei camerati, la storia non si riscrive...il pugno chiuso non ha ci ha trascinato in nessuna guerra e in nessuna miseria...questa è una cosa italica e quello che è successo fuori dai confini nazionali non vuol dire assolutamente nulla...

tag

Mar, 18/09/2012 - 09:04

apologia di reato per comunismo non esiste altrimenti si svuoterebbe il parlamento, il csm, il colle.....

michetta

Mar, 18/09/2012 - 09:13

Persiste il maltempo su tutti i fronti! Con questa giustizia e questi giudici, possiamo veramente andarcene direttamente da questo Paese! Non ho l'eta' giusta, ne' e' che io vada in giro a fare il saluto romano in ogni occasione, ma per gioco o per scherzo o per "ricordare" a qualcuno tardo di memoria i "bei tempi" andati, confrontandoli con questi, qualche volta l'ho fatto! Mbe', adesso mi devo sentire condannato da questi parrucconi del cavolo! Ma, allora, perche' non condannano anche le corna o il dito medio, oppure non fanno veramente i Giudici per cose e cause veramente degne di tale nome? Dopo non mi ricordo piu' nemmeno quanti anni, sto' aspettando (insieme ai miei colleghi) che questi mammasantissima, si decidano e decidano se riconoscerci o no, quanto di diritto ci competeva e che ci e' stato tolto, pur avendolo acquisito con il tempo maturato a difendere anche loro, in modo che potessero crescere sani di mente e di corpo, in tutti i sensi! Forse, e' veramente arrivato il momento di andarsene dall'Italia, come ha gia' fatto mio figlio e la sua famiglia! Qui,la Giustizia non esiste.

Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Mar, 18/09/2012 - 13:27

ma Giulio Cesare cosa era tedesco?Forse sara' meglio salutare con il pugno e dare il voto ai comunisti questo vogliono i giudici.

Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Mar, 18/09/2012 - 13:29

totonno non puoi paragonare pol pot a castro di cuba o a che guevara

pdoganieri

Mar, 18/09/2012 - 13:43

mentre il pugno kiuso dei kompagni???? ho sempre + terrore di essi veramente sn sgomento e pieno di paure e nessuno si può opporre?????

pdoganieri

Mar, 18/09/2012 - 13:44

......alla corte di giustizia europea?????

Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Mar, 18/09/2012 - 17:53

Geppo chi dice che con il fascismo sia una epoca buia e triste se parli della guerra e' buia con qualsiasi partito e colore altrimenti quando c'era Franco in Spagna io andavo spesso in Spagna( mi sposai la') e posso assicurarti che c 'era ordine e disciplina ora invece e' tutto un merdaio anche la',certo non potevi andare in piazza con la falce e il martello per fortuna pero alle 10 di sera potevi andare a prendere un gelato con i figli o la nipotina cosi era anche in Italia,certo con la guerra nessun paese e' bello.

Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Mar, 18/09/2012 - 18:03

Geppo ma che kazzzo dici purtroppo non c'e mai stato il comunismo in Italia?PER FORTUNA SEMMAI.Se proprio ti senti comunista vai a vivere in Nord Corea o a Cuba ma non in Italia,mi sai di stronzetto rosso tu.Questi sono gli errori che fanno certi capi di stato lo stesso che fece Mussolini come gia' dissi invece di civilizzare l'Africa doveva pulire la Italia di quel cancro di qui e' stato vittima( i rossi) come fece Franco il Caudillo d'Espagna pulizia totale.

Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Mar, 18/09/2012 - 18:06

Corsicana questi imbecilli rossi non capiscono un caxxo.Ti fanno solo innervosire sono dei provocatori.

Ritratto di semovente

semovente

Mar, 18/09/2012 - 18:39

E bastaaaaaaaaaaaaaaa con queste minchiate

Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Mar, 18/09/2012 - 19:52

Falco52 era fascista Cesare e allora? era anche un genio.

Corsicana77

Mar, 18/09/2012 - 23:03

franco@trier Grazie per aver dato in anticipo risposte che condivido pienamente e avrei esternato con più rabbia e trasporto emotivo... dunque grazie anche per avermi fatto riflettere un momento e non reagire d' impulso a questi provocatori imbecilli... meglio farci una risata sulla loro stupidità ed ignoranza! "non ci hanno mai trascinato in alcuna guerra"? Buona questa, peccato che tutti i morti delle foibe, torturati, mutilati per poi essere gettati in queste cavità sotterranee a morire di stenti impediscano alla mia coscienza di ridere. E la guerra fredda? Beh, era fredda, quindi non conta che più volte il Mondo abbia rischiato una catastrofe nucleare. E quando la guerra fredda si è scaldata un po', come in Corea, Vietnam etc. i termometri fatti oltre la cortina di ferro non se ne sono accorti, di tanto erano scadenti! E quell' altro "quello che succede oltre i confini non conta"... superfluo dire che non siamo una realtà isolata dal resto del pianeta, ma quello che mi incuriosisce è una frase così autarchica ed ottusa, scritta da chi molto probabilmente non ha mai avuto un concetto di Nazione, di Patria. Ma se realmente ciò che succede all' estero non conta, evviva Salazar, evviva il Generale Mladic, evviva Pinochet! Ce n' è da sbellicarsi dalle risate, la madre dei cretini non solo è sempre incinta, ma ha anche una vita sessuale bella intensa, unita al consumo di droga che fa diventare i suoi figli ancora più scemi. Beste Grusse ( Prost Prost Kameraden! )