Catanzaro, in auto travolge e uccide 12enne. Romeno se la cava con 2 anni e 4 mesi

Il ragazzino attraversava la strada davanti al negozio del nonno a Catanzaro

Due anni e 4 mesi per aver travolto e ucciso con la sua auto un ragazzino. La condanna è stata inflitta con rito abbreviato ad Andrei Valentino Epurei, il romeno di 26 anni ritenuto responsabile della morte di Matteo Battaglia, un bambino di 12 anni investito col suo Suv a Sellia Marina (Catanzaro) nell'agosto del 2013. Matteo fu ucciso mentre, in paese, attraversava la strada davanti al negozio del nonno.

La sentenza è stata emessa dal giudice di Catanzaro, Giuseppe Perri. L'imputato, difeso dall'avvocato Gregorio Viscomi, è stato anche condannato al risarcimento delle parti civili, genitori e nonni della vittima, rappresentate dagli avvocati Francesco Granato e Vincenzo Puccio, che sarà quantificato in sede cilvile.

Al termine della requisitoria il pubblico ministero aveva chiesto la condanna dell'imputato a tre anni e mezzo di reclusione.

L’uomo all’epoca dei fatti fu arrestato e ha trascorso, tra carcere e domiciliari, circa 6 mesi di custodia cautelare. Nel corso dell’interrogatorio di garanzia dichiarò di essere stato colto da un colpo di sonno. I test effettuati hanno dimostrato che non aveva assunto alcol nè droga. Col suo legale ricorrerà in appello.

Commenti

filder

Lun, 13/04/2015 - 19:13

Mi meraviglio per sentenza questo tizio fra non molto verrà insignito con una bella onorificenza della repubblica e chi ha rimesso la pelle è il povero ragazzo che non c'è più, mi domando se tutto sarebbe successo al figlio/a del giudice che ha emesso questa sentenza ridicola.

Gius1

Lun, 13/04/2015 - 19:19

vergogna leggislativa. LA colpa e ' del bimbo che e' morto. non doveva farsi morire

Ernestinho

Lun, 13/04/2015 - 19:22

Non voglio assolutamente giustificare l'omicida del Trobunale a Milano. Però è indice della insofferenza verso i giudici che spesso emettono sentenze incomprensibili ed assurde. Che il sangue di questa povera vittima innocente, così come altre, ricada sui responsabili diretti e su coloro che emettono sentenze ridicole!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 13/04/2015 - 19:30

a volte è impossibile prevedere l'attraversamento di un pedone. Comunque non sapendo i fatti non dico più nulla. Però dal carattere dei calabresi, non vorrei essere al posto del rumeno. Ma sono proprio sfortunati i rumeni, si trovano sempre loro in queste condizioni, sarà un caso?

Ernestinho

Lun, 13/04/2015 - 19:36

Quando si tratta di bastonare i cittadini onesti il Parlamento subito si muove. Della legge sull'omicidio stradale se ne parla da anni ma mai viene definita!

Ernestinho

Lun, 13/04/2015 - 19:37

Quando si tratta di bastonare i cittadini onesti il geverno ed il parlamento subito si muovono. Della legge sull'omicidio stradale se ne parla da anni ma mai viene definita!

Seawolf1

Lun, 13/04/2015 - 19:44

Se fosse stato travolto sulle striscie un rumeno sappiamo tutti come sarebbe andata, vero?

atvr63

Lun, 13/04/2015 - 19:52

Corona, hai sbagliato mestiere..

NON RASSEGNATO

Lun, 13/04/2015 - 19:57

E' un po' come per i furti in appartamento. Se sei un fesso qualunque nessuno pagherà, se sei un ex generale li beccano subito, refurtiva compresa

Ernestinho

Lun, 13/04/2015 - 20:06

I miei commenti precedenti si riferiscono non solo a questa vicenda in particolare ma a tutte, soprattutto quando il responsabile è in condizioni alterate! E se la cava con poco, anche se ritenuto interamente e gravemente colpevole!

Ritratto di pedralb

pedralb

Lun, 13/04/2015 - 20:27

La fortuna del bastardo romeno è che la vittima non era mio figlio.....altrimenti giustizia sommaria. Non vi siete mai chiesti perché raramente, o quasi mai, trasmettono in TV il capolavoro di Sordi "Un borghese piccolo piccolo" ????

paolonardi

Lun, 13/04/2015 - 20:30

Magistratura inetta: esiste L'art. 589 che prevede pene superiori. Basterebbe ricordarsene.

Guido_

Lun, 13/04/2015 - 20:43

L'investitore non è scappato e non è risultato positivo ad alcol e droghe. Se era un ragazzo di buona famiglia e con buoni avvocati se la poteva cavare anche con molto meno, questa è la verità.

jeanlage

Lun, 13/04/2015 - 21:44

Fosse stato un Italiano: ergastolo.

thepaul

Lun, 13/04/2015 - 22:54

Purtroppo questo ragazzino è vittima due volte: la prima di un criminale (romeno o indiano o americano cambia poco), la seconda di uno Stato che non è capace di approvare leggi significative. Dico "Stato" e non "Magistratura" perché purtroppo, in questo caso, la magistratura non ha colpe. Infatti l'omicidio colposo è punito con la reclusione da 6 mesi a 5 anni. Se per incidente stradale, da due a sette anni. La legge prevede il rito abbreviato, con sconto della pena. Quindi anche se il PM avesse chiesto il massimo (7 anni) con il rito abbreviato la pena si sarebbe ridotta ad un terzo, appunto 2 anni e 4 mesi...I politici italiani, che ancora non approvano una legge sull'omicidio stradale, hanno la responsabilità della morte di questo ragazzino...

fabiodamilano

Mar, 14/04/2015 - 00:16

... ma sono gli stessi giudici che hanno inflitto 14 anni a Corona ...???

Giuseppe Borroni

Mar, 14/04/2015 - 02:31

Semplicemente ABOMINEVOLE che un giudice lasci che certe cose passino IMPUNITE a questo punto. C'e' il rischio che vinca in appello e lo Stato dovra' pure risarcirlo

Ritratto di giustor

giustor

Mar, 14/04/2015 - 07:07

Ma la cosa, ancora, più rivoltante è che il suo legale ricorrerà in appello. Chissà perché si fermano qui, io avrei richiesto un bel risarcimento per avermi danneggiato il suv! Piccola riflessione: ma il pinocchio che sta al governo, non aveva promesso che avrebbe spinto per codificare il reato di omicidio stradale, nell'arco di un fiat? Che dire, si sarà perso la slade! D'altra parte conosciamo il personaggio, solo parole e niente sostanza!

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 14/04/2015 - 07:54

E io mi dovrei dispiacere che hanno spianato un giudice?