Le ceneri di Carrie Fisher in un'urna a forma di pillola di Prozac

Il fratello dell'attrice ha spiegato la bizzarra decisione

Lo scorso venerdì sono stati celebrati in forma privata i funerali di Carrie Fisher e della madre Debbie Reynolds, morta il giorno dopo la figlia.

Le ceneri dell'attrice che ha interpretato la principessa Leila in Star Wars sono state inserite però in un oggetto particolare: un manufatto di porcellana degli anni cinquanta a forma di pillola di Prozac.

La Fisher ha sempre raccontato con molta ironia le sue battaglie contro la depressione e contro il disturbo bipolare e per questo motivo il fratello Todd ha spiegato la decisione: "Ho pensato che è dove avrebbe voluto essere; una delle cose che amava di più era questa gigantesca pillola di Prozac che aveva comprato anni fa. L'adorava, era a casa sua. Non abbiamo trovato nulla che potesse essere più appropriato".

La famiglia avrebbe voluto porre le due donne a riposo insieme ma è emerso che la Fisher preferiva la cremazione menrre la madre ha voluto essere sepolta. Entrambe riposano adesso al Forest Lawn Memorial Park.