Chi l'ha visto? La Sciarelli "cercava" papà Renzi

Fuga di notizie sul caso Consip, accusati Woodcock e la compagna Finalmente una toga risponde per i verbali usati politicamente

Non solo carte e intercettazioni taroccate. Contro papà Renzi la Procura di Napoli avrebbe anche messo in atto una fuga di notizie su atti riservati - utilizzando gli amici del Fatto Quotidiano - probabilmente per coprire il depistaggio che stava per essere scoperto dai colleghi della procura di Roma. Da ieri sono iscritti per questo nel registro degli indagati il pm di Napoli Henry John Woodcock (già sotto inchiesta del Csm) e la sua compagna Federica Sciarelli, conduttrice del programma di grande successo Chi l'ha visto?.

È forse la prima volta che un noto e importante pm finisce sotto inchiesta per questo reato, anche se, come è ovvio che sia (e lo dico a ragion veduta) dietro ogni fuga di notizie ci sono sempre un magistrato e un giornale compiacente. Che poi i «postini» siano funzionari dell'ufficio, amici o fidanzate poco cambia. Da una procura nulla esce senza che il titolare delle indagini non voglia. E ciò che esce ha un senso preciso e politico: condizionare, infangare, creare dissenso o costruire consenso. Così funziona, da sempre, la giustizia italiana, e per questo negli anni del berlusconismo magistratura e giornali di sinistra si sono opposti a regole e sanzioni per chi sgarra. In gioco non c'era la libertà di espressione - come hanno provato a farci credere - ma la ghiotta possibilità di avere all'arco dell'intrigo una freccia (velenosa) in più.

Che Woodcock possa essere tra quelli che hanno usato e usino questi metodi non mi sorprende. Che abbia potuto - così sostiene l'accusa - coinvolgere la compagna neppure. L'uomo si sente onnipotente e ben spalleggiato da una parte della stampa. Non a caso ieri il Fatto Quotidiano (forse già sapendo di quello che sarebbe successo a ore) ha affidato alla penna di Massimo Fini - una volta grande e libero pensatore - un ritratto del pm napoletano così in ginocchio che neppure Brosio sulla Madonna di Medjugorje riuscirebbe a vergare. Che Massimo Fini, ahimè, si sia bevuto o venduto la testa spiace, ma è un problema suo. Se un pm si è «venduto» segreti d'ufficio è invece un problema nostro e direi della democrazia, le cui regole da vent'anni sono falsate proprio da patti scellerati tra procure e mondo dell'informazione. E «Chi l'aveva visto?». Soltanto noi, purtroppo.

Commenti
Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mer, 28/06/2017 - 16:37

Concordo in pieno !!! Bravo direttore !!!

no_balls

Mer, 28/06/2017 - 16:39

Il famoso garantismo alla sallusti.... Quello che vale solo per i cosentino cuffaro del'utri......per i pezzi grossi amici del capo..insomma.

VittorioMar

Mer, 28/06/2017 - 16:58

...EGREGIO DIRETTORE,NON SI SPORCHI ANCHE LEI DI COTANTO "FANGO" !!..IL CITTADINO ELETTORE HA COMPRESO BENE TUTTO IL "LORDUME"...!!

emilio ceriani

Mer, 28/06/2017 - 18:19

@ no_balls Il tribunale di Milano sull'argomento sembrava uno scola-pasta, non ricordo nei confronti di quale perseguitato. L'unico che in passato è stato condannato per la diffusione di notizie segretate, che riguardavano la scalata da una banca, è stato il perseguitato.

Anonimo (non verificato)

bruco52

Mer, 28/06/2017 - 19:29

"Chi l'ha visto" è un programma dagli intenti lodevoli. Cercare le persone scomparse è una buona cosa , tante famiglie alla ricerca dei loro cari sono state aiutate nel farlo. Ma a volte il programma si trasforma in un tribunale, dove, se non esplicitante, vengono "giudicate e condannate" persone che sono solo sospettate di un delitto...un' po'il metodo "Woodcock" insomma : "ti condanno ancora prima di giudicarti"...l'andamento del programma e "l' amicizia" tra il magistrato e la conduttrice del programma potrebbe essere solo una coincidenza, ma pensar male a volte ci si indovina...

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 28/06/2017 - 20:19

---il pm che è l'ultima ruota del carro--che gioca veramentre il ruolo del poveretto nella classifica dei poteri -ed il cui lavoro di mesi e mesi può essere inficiato e buttato nel cesso in un nanosecondo da parte del gip o gup di turno--dal fantasioso sallusti che vede il mondo capovolto viene considerata invece come una figura di potere---ma di cosa stiamo parlando? di un csm che da secoli ha perso la propria credibilità perchè incancrenita dalla presenza della sempre più strabordante presenza dei professoroni laici al soldo della partitocrazia?----l'articolo di massimo fini-che è una delle poche menti eccelse rimaste in questo disgraziato paese--l'ho letto e l'ho subito stampato--dovrebbe essere esposto a caratteri cubitali in tutte le aule universitarie di giurisprudenza per quanto è vero--sallusti dice che massimo fini si è bevuto il cervello?--caro sallusti lei non arriva neppure all'altezza dei lacci delle scarpe di massimo fini---swag ganja

sparviero51

Mer, 28/06/2017 - 20:30

CI VOLEVA UN GOVERNO DI CATTOCOMUNISTI PER SVELARE L'ARCANO !!!

ermeio

Mer, 28/06/2017 - 23:31

Grandissimo elkid, come sempre.

un_infiltrato

Gio, 29/06/2017 - 08:26

Ottimo Sallusti: 2 + 2 fa quattro !

Dordolio

Gio, 29/06/2017 - 08:30

Elkid. Ho sempre seguito Massimo Fini. Che era un grande. ERA....

Atlantico

Gio, 29/06/2017 - 09:25

Magistrale lezione di un direttore libero e indipendente come Sallusti ad un giornalista che ieri era libero e indipendente come Fini ma oggi non lo è più. Massimo Fini mediti sulla lezione del direttore Sallusti e da lui impari l'autentica libertà di un giornalista a schiena dritta come Alessandro Sallusti.

Ritratto di GP

GP

Gio, 29/06/2017 - 09:34

ma dov'è finito il garantismo? è ovvio che dietro ogni fuga di notizie ci sia qualcuno della procura (non necessariamente il titolare delle indagini anche se ne sarebbe il "responsabile") ed un giornalista ma aspetterei la conclusione dell'indagine. sempre che gli inquirenti agiscano solo secondo la legge e non secondo logiche "diverse"

mcm3

Gio, 29/06/2017 - 11:49

Caro sallusti, anche oggi nemmeno una parola sul Codice Antimafia......alla faccia dell'informazione

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Gio, 29/06/2017 - 12:52

Massimo Fini e gli indignati godono di un pregiudizio favorevole esagerato. Amano dirla e farla grossa. Ma, come si sa, quando quel che si dice è troppo significa che contiene altra merce: per lo più di contrabbando o contraffatta. Non si tratta di brava gente.

abocca55

Gio, 29/06/2017 - 13:12

C'è un vecchio importante che muove i fili? Io penso di si! Un vecchio che ha mosso i fili della politica italiana negli ultimi anni.

INGVDI

Gio, 29/06/2017 - 17:50

Il caso Consip, Lotti, babbo Renzi, bullo Renzi, e compagnia cantante non sono fatti che meritano un'indagine da parte del Giornale, lo sono le fughe di notizie. A commettere reati non sono gli indagati ma chi cerca di indagare. La stampa unificata, Il Giornale compreso, si adegua.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Gio, 29/06/2017 - 18:55

I Magistrati politicizzati vengono dall'onda lunga del '68 che tanti danni ha fatto e sta facendo; queste persone si sentono onnipotenti una volta che siedono in quegli scranni così comodi e profumati di euro senza rischi di decurtazioni per i loro errori. Pensare che abbiamo vinto il Referendum sulla responsabilità dei Giudici e Berlusconi voleva mettere mano all'aratro ma gli hanno lanciato tanti di quei sassi, o pietre se volete, che più di tanto non ha potuto fare; onore a Berlusconi. Shalòm.

ex d.c.

Gio, 29/06/2017 - 22:51

L'avevamo visto anche noi cittadini ma non abbiamo voce

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Ven, 30/06/2017 - 10:45

Sallusti, ma come mai si dà tanto da fare a difendere i renziani? Si studi i risultati delle amministrative e i sondaggi, nessuno escluso: il Nazareno-bis, Rrenzi-Berlusca-Alfano, non avrebbe la maggioranza né in parlamento né nel paese; è un'ipotesi perdente. Continuando a insistere su questa linea, riuscirà solo a dare nuovi voti alla Lega. In quanto a Massimo Fini, lo lasci perdere: è ben al di là della sua portata.

piermolo27

Ven, 30/06/2017 - 11:23

Sono stato lettore del Giornale dal primo numero e fino all’uscita di Montanelli. Poi ho fatto solo capolino. Come ieri. Ho comprato il Fatto del giorno precedente per leggere l’articolo di Fini. Non è la prima volta che ne condivido ogni singola riga. Ma veramente pensate, lei, Feltri, Rondolino e compagnia viaggiante, dove tira un certo vento, che la gente comune possa interpretare l’azione di PM e magistrati con la sua/vostra stessa vergognosa chiave di lettura? L’azione della magistratura, da Mani Pulite in avanti, ha scoperchiato i tombini di una rete (fognaria!) articolatissima e diffusa su tutto il territorio, che include non solo i politici ma ampi strati della popolazione: collusi, cointeressati, utili idioti. Le classi privilegiate, poi, schierano contro la magistratura un esercito di studi legali, società di consulenza, giornali: mitragliatori automatici contro arco e frecce.Ci restano Fini e qualche altro Signore del Giornalismo. Povero Indro!

BRAMBOREF

Ven, 30/06/2017 - 11:26

GIGI88 Ammazza che razza di Magistrato !!!!

Cheyenne

Ven, 30/06/2017 - 12:31

l'italia è putrida

wintek3

Ven, 30/06/2017 - 15:42

Siamo un popolo che si erge paladino della democrazia del quale concetto però non è all'altezza perchè la confonde con l'anarchia. Avremmo bisogno invece di una dittatura che rimettesse ordine nelle cose per farcela nuovamente apprezzare appieno.