Chi è Marcello Foa, neo presidente della Rai

Marcello Foa, giornalista e scrittore, ha la cittadinanza svizzera e quella italiana, essendo nato a Milano e cresciuto a Lugano

Appena designato consigliere Rai dal governo per ricoprire il ruolo di presidente di viale Mazzini, Marcello Foa, giornalista e scrittore, ha la cittadinanza svizzera e quella italiana, essendo nato a Milano e cresciuto a Lugano. Sposato con tre figli, è laureato in Scienze politiche all'Università degli Studi di Milano. Esperienze significative degli ultimi anni la direzione del sito web ilGiornale.it e l'incarico di direttore generale sia di Timedia Holding Sa di Melide (Svizzera) che del Corriere del Ticino, oltre che la fondazione dell'Osservatorio Europeo di Giornalismo e dell'Observatoire arabe du journalisme. Di rilievo il Premio delle Arti e della Cultura per il giornalismo e il Premio Poestate per i suoi romanzi e i suoi saggi.

Classe 1964, Foa, più in dettaglio, inizia la carriera nel 1984 a Lugano al quotidiano Gazzetta Ticinese e passa nel 1987 al Giornale del Popolo. Nell'89 vince il premio giornalistico Lucini per la miglior prova scritta all'esame dell'Ordine dei giornalisti per l'iscrizione all'albo dei professionisti, con una dissertazione sulla situazione politica americana. Nello stesso anno è assunto a il Giornale da Indro Montanelli con la qualifica di capo servizio e vice responsabile della redazione Esteri. Nel 1993 viene nominato responsabile della redazione con la qualifica di caporedattore esteri. Da subito Foa ha l'opportunità di viaggiare all'estero, si occupa del processo di unificazione tedesca, viene mandato regolarmente a Mosca dove assiste al crollo dell'Unione sovietica e alle fasi successive. Nella seconda metà degli anni Novanta segue il processo di creazione della moneta unica europea e le trattative per l'adesione dell'Italia all'euro. È stato uno degli ultimi giornalisti a intervistare il premier israeliano Ytzhak Rabin, poche settimane prima del suo assassinio. Nel corso degli anni si specializza come analista di geopolitica e geostrategia.

Mantiene la carica di caporedattore esteri fino al 2005, quando diventa inviato speciale e segue in particolare i processi elettorali negli Stati Uniti, in Germania, in Gran Bretagna, in Francia, oltre a compiere reportage economici in Italia e sulla questione islamica sulle due sponde del Mediterraneo. Dal 2007 cura il blog indipendente Il cuore del mondo, molto seguito e selezionato per 4 anni di fila (2014- 2017) nella top 10 di Macchianera Awards nella sezione blog politici e d'opinione. A partire dalla fine degli anni Novanta studia e approfondisce la multimedialità e il giornalismo digitale, analizzando con anticipo l'evoluzione dell'editoria, competenze che a fine 2010 gli valgono la guida del sito ilgiornale.it.

Nell'estate 2011 lascia il Giornale e diventa direttore generale del gruppo editoriale Timedia Holding SA di Melide (Svizzera) e del quotidiano Corriere del Ticino, il più antico quotidiano della Svizzera Italiana, controllato da una Fondazione che dal 1891 ha come mandato la difesa della libertà di stampa e del pluralismo nella Svizzera Italiana. Un anno dopo, Foa assume anche la carica di amministratore delegato sia della Società Editrice del Corriere del Ticino SA di Muzzano (Svizzera) sia del gruppo (TImedia, in seguito mediaTI Holding, è confluito nel gruppo della Società Editrice del Corriere del Ticino SA). Dal 2016 siede nel Consiglio d'amministrazione della WEMF, l'Istituto di ricerca che rivela e certifica tirature e lettorati di tutte le testate svizzere in rappresentanza dell'Associazione degli editori della Svizzera Italiana, Stampa Svizzera. Nel corso della sua carriera giornalistica ha collaborato con varie testate radiotelevisive, tra le quali Bbc Radio (di cui è stato collaboratore dall'Italia per un decennio), Rai Radio 3, Rai 1, RSI. Diverse le pubblicazioni di Foa, da Gli stregoni della notizia ai romanzi Il ragazzo del lago e Il bambino invisibile, entrambi basati su storie vere.

Commenti
Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 27/07/2018 - 16:14

Bravo Foa!Congratulazioni!

MOSTARDELLIS

Ven, 27/07/2018 - 16:38

Speriamo che con lui la RAI la smetta un a buona volta di fare i TG a reti unificate tutti messi a 90 gradi sul PD e comunque contro questo Governo ed in particolare contro Salvini.

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Ven, 27/07/2018 - 17:31

Proprio come Di Maio. La stessa caratura. Ho voluto leggere questo articolo per conoscere meglio la persona seguendo spesso nei suoi pensieri su "Il Giornale". Chi sa perché, nel leggere le sue peculiarità, mi è venuto in mente il curricula del vice primo ministro che si occupa di due o tre ministeri tra i più delicati del parlamento. Bo, non capisco quale associazione di idee... In ogni caso, auguri e complimenti vivissimi al nuovo Presidente della RAI.

Leonardo Marche

Ven, 27/07/2018 - 18:13

Congratulazioni dott. FOA! Seguo e commento volentieri sul suo blog, con cui mi trovo spesso in linea. Per quanto possibile faccia pulizia di quell'informazione a reti unificate retorica ,che ci perseguita da decenni, e basata su ideologie morte e sepolte tenute in vita artificialmente solo in Italia. Non molli mai, avrà vita durissima lì dentro!

Yossi0

Ven, 27/07/2018 - 18:42

dovrà fare tabula rasa altrimenti dovrà andarsene

Ritratto di BIASINI

BIASINI

Ven, 27/07/2018 - 18:52

Sulla persona niente da dire. Sulla persona come presidente della RAI, mi permetto di far osservare che il curriculun è semplicemente risibile. Purtroppo una politica di uomini ignoranti, non può che pescare dal suo livello in giù.

Ritratto di gbbyron2007

gbbyron2007

Ven, 27/07/2018 - 18:53

Caro Atomix49, il curriculum di Marcello Foa è ben diverso da quello di Di Maio!

Ritratto di bobirons

bobirons

Ven, 27/07/2018 - 19:57

CONGRATULAZIONI VIVISSIME. FINALMENTE ABBIAMO UN PRESIDENTE RAI CHE NON Ê UN POLITICANTE DI PROFESSIONE ! BUON LAVORO, guardi, se possibile, di raddrizzare questo carrozzone tutto inclinato verso il radicalismo scic dei sedicenti buonisti (ma solo per fare gli affari loro) !

HappyFuture

Ven, 27/07/2018 - 20:16

E voi, con Foa che sà le "cose" americane, continuate a spararle grosse su Trump. Senza vergogna. Spero che vi corrigerete. Auguri Foa. Mi aspetto un salto di qualità nei reporting.

Ritratto di Pilsudski

Pilsudski

Ven, 27/07/2018 - 21:18

@atomix49: Invece la "zarina" Berlinguer, che ha come elemento principale del curriculum l'essere stata figlia del segretario del PCI, e' un'intellettuale di statura titanica, degna del Nobel e del Premio Pulitzer...

MudPitt

Sab, 28/07/2018 - 05:26

Pessima scelta; ma almeno adesso Foa la smettera' di blaterare sull'establishment qui, establishment la'.

gabriella.trasmondi

Sab, 28/07/2018 - 06:34

sono felicissima, come assidua lettrice de Il Giornale, è uno dei miei autori preferiti.

Marguerite

Sab, 28/07/2018 - 08:07

FOA figlio di migrante ...Italiano in Svizzera...

Marguerite

Sab, 28/07/2018 - 08:14

Vedo che qua, nessuno conosce il Corriere del Ticino....