"La verità della fede in pericolo". E firma la correzione a Bergoglio

La Chiesa vive un periodo di forte dibattito interno. Il professor Strumia, firmatario della "correzione filiale" e teologo di fama internazionale, spiega il perché

La Chiesa vive un periodo di forte dibattito interno. Don Alberto Strumia è stato docente ordinario di fisica-matematica presso le università di Bologna e Bari ed è attualmente docente invitato alla facoltà teologica dell'Emilia Romagna. Ma è anche uno dei sacerdoti che ha firmato la "correzione filiale" su Amoris Laetitia, l'esortazione apostolica del Papa che tanto sta facendo discutere il mondo cattolico e non. La firma di don Strumia ha suscitato scalpore, essendogli pacificamente riconosciuta una competenza di carattere internazionale tanto in materia teologica quanto in ambito scientifico.

Professor Strumia, perché ha firmato la "correzione filiale" su Amoris Laetitia?

Perché ho ritenuto doveroso farlo, pur non avendo mai immaginato prima di ora che si sarebbe dovuti arrivare ad una decisione così estrema e dolorosa. Osare di indirizzare una correzione dottrinale al Papa lo si può e lo si deve fare solo quando è in pericolo la verità della fede e quindi la salvezza degli appartenenti al popolo di Dio. Il realismo dinanzi agli accadimenti non mi fa illudere che la correzione verrà presa seriamente in considerazione, dal momento che neppure i dubia sollevati da quattro Cardinali hanno ricevuto finora risposta, ma se siamo in tanti a sollecitare il chiarimento c'è una maggiore possibilità anche a causa della visibilità pubblica favorita dalla mediaticità dei nostri giorni. Sono in molti, nella Chiesa, a sentirsi soffocati da un clima negativo nel quale l'abuso del potere viene non di rado a sostituire l'autorevolezza.

In chiave dottrinale, può un sacerdote contraddire il Papa?

La "dottrina della Chiesa" non è inventata dai teologi e neppure dai Papi, ma è fondata sulla Scrittura e radicata nella tradizione della Chiesa. Il Papa è al servizio, come custode e garante di questa continuità e non può spezzarla neppure velatamente, lasciando intendere, con formulazioni ambigue, che oggi si possa credere e fare il contrario di ciò che è stato insegnato finora, dal Magistero, su questioni essenziali come la dottrina dei sacramenti o la morale familiare, con la motivazione che i tempi sono cambiati e il mondo esige un adeguamento. Per questo è un dovere di carità, che ha come scopo la "salvezza delle anime", come si diceva un tempo, e la difesa della stessa dignità del soglio di Pietro e di colui che lo occupa, mettere con il massimo rispetto in risalto queste ambiguità.

Questo dibattito teologico è strumentalizzato? C'è uno scambio meramente dottrinale o sta emergendo nella dialettica una divisione già esistente nella Chiesa?

E' evidente che oggi emerge, nella Chiesa, a livello di vertice, ciò che da cinquant'anni si è innescato dalla base fino a più in alto. La liturgia è divenuta sempre meno sacra e sempre più incentrata sull'inventiva più o meno istrionica dei celebranti e sul protagonismo di animatori sempre più preoccupati di esibire se stessi che di esaltare la centralità del Sacrificio di Cristo, che forse non comprendono nemmeno più. Le omelie sono diventate melense e sentimentali, o comizi politici, e il canto sempre meno liturgico. Chi avrebbe dovuto correggere, si è messo talvolta ad imitare queste stesse tendenze.

Una delle critiche che i tradizionalisti muovono al Pontefice è relativa ad una presunta svolta modernista. E' così?

Intanto bisognerebbe smettere di vedere tutto ciò che sta accadendo nella Chiesa come una contrapposizione tra correnti: "i tradizionalisti" e i "progressisti". La Chiesa non è un partito e le questioni fondamentali della dottrina e della morale non sono riducibili ad "opinioni" di una parte o di un'altra. Qui si tratta di essere cattolici o non di esserlo, cattolici o protestanti, cattolici o gnostici, cattolici o sostenitori di "tutte le religioni sono equivalenti", tanto la "misericordia" (!), autorizza a fare quello che si vuole e non c'è bisogno di nessuna conversione, se non quella che aderisce al "pensiero unico" che crede nel "nuovo ordine mondiale". Come dicevo prima si tratta di una tendenza di matrice modernista e protestantizzante che è in atto da una cinquantina d'anni e che ora è venuta allo scoperto del tutto in questi ultimi anni. Era un fuoco sotto la cenere che ora è stato rinvigorito.

Ma esiste davvero una contrapposizione tra "conservatori" e "progressisti"? Insomma, la parola di Dio non è una sola? Da laici è difficile comprendere queste differenze di visione...

La divisione interna alla Chiesa è un dato di fatto che non si può e non si deve negare: se non ci fosse nessuna divisione, oggi anche sulle questioni fondamentali, sulla dottrina e sul modo di applicarla nella pratica pastorale, non saremmo qui a parlarne. Ma come ho detto è scorretto parlare di una contrapposizione tra "progressisti" e "conservatori". Se il problema fosse solo quello di due linee di tendenza "opinabili" saremmo di fronte ad un pluralismo di scuola che potrebbe essere anche utile alla ricerca teologica, e uno stimolo a gareggiare nell'intraprendere opere culturali e caritative. Ma oggi non è così: quando le divergenze vanno ad intaccare i fondamenti della dottrina, allora non siamo più di fronte a due correnti di pensiero, a due opinioni ammissibili, ma a due dottrine contrapposte, a due chiese separate, di fatto, anche se non giuridicamente. Come due "separati in casa".

Qual è il rapporto della linea dottrinale di questo Pontificato con Martin Lutero e la dottrina protestante?

Si direbbe che Lutero è guardato come un profeta e come un santo, che ha capito con largo anticipo ciò che la Chiesa cattolica non ha compreso finora, condannandosi ad un ritardo storico che sarebbe giunta l'ora di risanare. Eppure, la biografia di Lutero è tutt'altro che presentabile come un capitolo di "agiografia!” La Chiesa si è lentamente, ma inesorabilmente protestantizzata... E il "cavallo di Troia" per far avanzare questo processo è divenuto quello dell' "ambiguità", nelle parole e nei gesti, insieme ad una concezione di "misericordia senza pentimento nè conversione" che ricorda tanto il pecca fortiter et crede fortius ( pecca fortemente e credi ancor più fortemente) di luterana memoria. E di fronte a tutto questo come non si poteva non muovere una "correzione filiale" che mettesse allo scoperto la gravità della situazione?

Commenti

Anonimo (non verificato)

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Sab, 30/09/2017 - 17:50

ora il giornaletto del signore delle cene schifose e di miliardi spesi per la sua libidine , per soddisfare la sua malattia, come diceva sua moglie Veronica vuole dettare la linea al Vaticano. Pazzesco. si accontenti della fanciulla pascale e dei dudù e duduini

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Sab, 30/09/2017 - 17:55

Solo che lo Spirito Santo ha scelto Bergoglio come Papa, non don Strumia.

Ritratto di sergio.stagnaro

sergio.stagnaro

Sab, 30/09/2017 - 17:57

Sono soltanto uno scienziato e non anche un teologo come don Alberto Strumia. Pertanto, la seguente sua affermazione mi sembra mortalmente inquietante: "Per questo è un dovere di carità (conservare la Dottrina della Chiesa indenne da ambigue interpretazioni. NdR!), che ha come scopo la "salvezza delle anime", come si diceva un tempo, e la difesa della stessa dignità del soglio di Pietro e di colui che lo occupa, mettere con il massimo rispetto in risalto queste ambiguità". Oggi nella Chiesa non si dice più "la salvezza delle anime"? Dei corpi i Padri se ne fregano: nessuno di loro ha mai pronunciato una condanna sulla Strage degli Innocenti, i milioni di morti per CVD/CAD, T2DM e Cancro, comportandosi in modo "politicamente correetto", cioè ignorando l'esistenza dei Reali Rischi Congeniti, dipendenti dalle relative Costituzioni. Continuo nel mio blog

Tarantasio.1111

Sab, 30/09/2017 - 18:00

Hanno pure il coraggio di affermare:...quando è in pericolo la verità sulla fede...quale verità? Quella che hanno scritto gli uomini per dominare altri uomini...e, stuprarli nell'anima oltre che nel corpo.

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Sab, 30/09/2017 - 18:02

"matrice modernista e protestantizzante che è in atto da una cinquantina d'anni". Ecco riaffiorare il pomo della discordia: cinquant'anni prima del 2017 era la fine degli anni sessanta, dunque il Concilio Vaticano II. È chiaro con chi ce l'ha don Strumia: celebrazioni istrioniche, animatori, esibire, sentimentali, comizi. Fatevene una ragione, rispetto al Concilio Vaticano II non si torna indietro!!!

venco

Sab, 30/09/2017 - 18:02

Attenzione che Bergoglio è una persona moolto ambigua

emigrante

Sab, 30/09/2017 - 18:05

Un articolo scritto bene, e ricco di sostanza, rovinato alla quart'ultima riga da un piccolo errore di spaziatura. Pecca forte et crede (non "e te" crede) fortius.

Ritratto di stamicchia

Anonimo (non verificato)

onroda

Sab, 30/09/2017 - 18:16

Ho scritto al Papa da più di tre anni,nessuna risposta,forse le domande che ponevo erano/sono scomode e quindi non meritevoli di risposta.Questo papa gesuita ha sempre voglia di apparire ma sarebbe meglio che fosse più attento ai bisogni delle persone più vicine poi si allarghi a tutti.

Ritratto di Giano

Giano

Sab, 30/09/2017 - 18:22

Più chiaro di così non poteva essere. Sono gli stessi dubbi che hanno i cattolici, confusi da innovazioni liturgiche, aperture morali, protagonismo dei preti e, ovvio, da un Papa che scambia Cristo con Marx. Si vede che ha capito esattamente il nocciolo del problema della Chiesa e lo dice in maniera chiara, concisa e comprensibile a tutti.

istituto

Sab, 30/09/2017 - 18:33

Magistrale intervento di un Sacerdote VERO uomo di Dio.È un grande !

nordest

Sab, 30/09/2017 - 18:35

Bergoglio ha dato il colpo di grazia negativo a tutti i cattolici ,ora più che mai noi credenti siamo abbandonati in tutto e per tutto.

Michele Calò

Sab, 30/09/2017 - 18:36

Perfetta e chiara sintesi di cio' che sta accadendo. Nemmeno con Alessandro Borgia si era giunti a tali eresie bergogliane: fornicavano, rubavano, uccidevano persino ma mai si sono permessi di negare i fondamenti stessi del Cattolicesimo! Che un laico creda o meno sono affari suoi ma che lo faccia un papa è osceno! Una ultima considerazione: Bergoglio ha scelto il nome di Francesco ma lo sapete che il fraticello umbro non fu mai ordinato al sacerdozio? Gesuiticamente parlando è un segnale molto forte.

magnum357

Sab, 30/09/2017 - 18:46

Misericordia a tutti, ole' ..... e volemose bbene (anche per assassini, stupratori etc etc a cui non gliene fotte nulla di convertirsi e pentirsi delle loro nefandezze) !!!!!

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Sab, 30/09/2017 - 18:47

Grazie delle sincere e convincenti parole; non occorreva un Teologo per far risaltare quello che abbiamo constatato o, per meglio dire, ho constatato di persona sul comportamento del Papa attuale, Francesco. Ho scritto un ibro nel quale ho criticato effettivamente l'approccio che il papa ha dato dell'ecologia; si è assiso sul soglio di Pietro e forse causa eresia. Non tanto per quello che dice ma per quello che fa; io come pecora, diceva il Cardinale Biffi non potrei criticare ma il papa Benedetto mi ha insegnato che la coscienza deve guidare le mie azioni e questo mi fa parlare ed ho aderito ai firmatari attraverso la loro mail firmando la correzione fraterna. Shalòm.

Cheyenne

Sab, 30/09/2017 - 18:56

pampero vattene sei il diavolo in persona

framarz

Sab, 30/09/2017 - 19:04

#riflessiva: a parte la scelta dello pseudonimo (qualunque altro sarebbe stato più adatto), sei capace solo di commenti beceri? perchè non provi a controargomentare quello che dice Strumia, se ci riesci? comunque, buon travaso di bile

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Sab, 30/09/2017 - 19:11

Altro grande dibattito teologico sarebbe stabilire se Gesù era biondo, castano o castano scuro.

Agev

Sab, 30/09/2017 - 19:23

La fede.. Ogni fede.. Tutte le fedi ... Da sempre non hanno mai espresso nessuna Verità . Semmai in quanto fede il suo contrario. Quindi stiamo parlando di una Pura Semplice Idiozia. Ogni Credo ... Credenza .. Ideologia ha da sempre comunque espresso solo una distorsione e mistificazione della realtà/mondo. Il vostro tempo è giunto al termine. Altre realtà/verità vivranno e governeranno la Meravigliosa Terra. La fede serve al piccolo scriba per tradurre le piccole verità che sono solo distorsioni della realtà ma a lui più comprensibili. Anche in tempi più antichi il grande faraone scienziato Akhenaton che mosse cielo e terra per promuovere e portare Qui la comprensione della Superiore Legge del Uno fu tacciato di eresia e cancellato la sua presenza e comprensione.Come conseguenza l'inutile disastro avvenuto in seguito. D/S/V/C . Gaetano

Ritratto di giubra63

giubra63

Sab, 30/09/2017 - 19:31

Bergoglio l'apostata, fondatore di #Chrislam , neo psedo religione incrocio tra Cristianesimo deviato e Islam. I fumi di Satana in Vaticano.

Trinky

Sab, 30/09/2017 - 19:32

professoressa zecca rossa...ehm...riflessiva....vada a leccare il cxxo a quello che comanda in vaticano anzichè venir qua a rompere le balle!

Trinky

Sab, 30/09/2017 - 19:33

Ma lo spirito santo è un nuovo tipo di bevanda alcolica?

steacanessa

Sab, 30/09/2017 - 19:38

Riflessiva: mi verrebbe voglia di mandarla all’inferno, ma non è necessario. Nel suo misero cranio l’inferno c’ è già.

inventocolori

Sab, 30/09/2017 - 19:41

stamicchia Solo che lo Spirito Santo ha scelto Bergoglio come Papa, non don Strumia. """ Nel mondo della sana ragione"""...lo Spito Santo non ha mai scelto nessuno !

BALDONIUS

Sab, 30/09/2017 - 19:43

Se Riflessiva difende la teologia di Bergoglio questo mette una una pietra tombale su ogni discussione con buona pace di due millenni di padri della chiesa. In Vaticano possono stare tranquilli: con Riflessiva sono in una botte di ferro.

paolonardi

Sab, 30/09/2017 - 19:49

A mio modesto avviso non e' una disputa fra conservatori e progressisti, ma una visione marxista del cristianesimo del falso papa e i suoi leccapiedi e la tradizione cattolica stratificata da secoli di dottrina. Da laico sto con la seconda.

Agev

Sab, 30/09/2017 - 20:11

Dimenticavo .. Che sia chiaro . Personalmente non ho nulla da dividere con Papa Francesco ne con tutti gli altri papi. Affermo solo che il tempo di tutte le Chiese e da ultimo la peggiore.. La chiesa del socialismo reale sono tutte giunte alla fine del loro percorso di distorsione e mistificazione della realtà. D.S.V.C... Gaetano

demetrio_tirinnante

Sab, 30/09/2017 - 20:38

Un ossimoro la tesi formulata da questo vecchio prete in pensione, che si ripropone reiterando intenti correttivi che verranno - anche questa volta - ignorati in toto dall'Autore di Amoris Laetitia.

routier

Sab, 30/09/2017 - 20:43

Il Papa ha sicuramente autorità (in pratica è un monarca), ma per quanto attiene l'autorevolezza allora è un altro paio di maniche! I "Bergogliofili" se ne facciano una ragione ed i cattolici che non si riconoscono nell'atteggiamento dell'attuale Papa, si possono rifugiare nel sempre valido, attuale, bimillenario e immarcescibile cristianesimo.

Ritratto di jasper

jasper

Sab, 30/09/2017 - 20:54

Aver fede su superstizioni campate in aria e propagandate da pretonzoli cialtroni di questo calibro è da veri tonni. Basta.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 30/09/2017 - 20:57

Voto il prof. Il papa ha dimostrato di allontanare molti fedeli. Da come parla è poco credibile. Ricalca ideologie comuniste e delle peggiori, l'esatto contrario di quanto dicevano tutti i papi precedenti. Dò ragione ai tanti, non a uno, contestato.

ItaliaSvegliati

Sab, 30/09/2017 - 21:23

Bergoglio continua così, avremo un mondo islamico, il cristianesimo è destinato a scomparire, per 2 motivi sostanziali, i cristiani non fanno più figli e poi perché i cristiani si allontanano sempre più dalla Chiesa. Per tutti i motivi che viviamo ogni giorno, pedofilia, immigrazione incontrollata, trascuratezza nei confronti dei cristiani, ecc..... Un paio di generazioni ed è fatta!!!! ADDIO BERGOGLIO....

giancristi

Sab, 30/09/2017 - 21:50

Don Alberto Strumia ha firmato la "correzione filiale". Personalmente me ne rallegro, perché auspico uno scisma nella Chiesa. La Chiesa europea deve espellere tutti i terzomondisti, a cominciare dai gesuiti. I cittadini italiani non daranno più un soldo alla Chiesa, se vengono spesi per gli africani. Abbiamo tanti poveri noi che hanno bisogno.

PaoloPan

Sab, 30/09/2017 - 21:58

Il signor Bergolio è eretico ... dunque non è papa.

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Sab, 30/09/2017 - 22:01

La vera religione è quella del mago otelma

greg

Sab, 30/09/2017 - 22:03

ALE'E'E'E' RAGAZZI - i sinistri che scendono compatti i difesa del papocchio Bergoglio. RIFLESSIVA (su che cosa non è dato sapere), STAMICCHIA (che secondo me voleva scrivere STAMINCHIA), TARANTAZIO.1111 (che è un numero per chiamare il soccorso rosso). E' evidente che se la gente intelligente e razionale comincia ad contarsi sempre più numerosa contro le eresie e le "bestemmie" di questo prete vestito di bianco, i suddetti personaggi sentono tremare la sedia monogamba si cui hanno costruito la loro illusione che il papocchio dia licenza a tutte le aberrazioni possibili, dalla omosessualità che diventi più importante delal normalità sessuale naturale, alle famiglie con due speudo padri e pseudo madri, alle unioni anormali, ci sarà chi un domani pretenderà di sposarsi con il suo criceto e metterlo incinta ecc. i tre personaggi qui sopra sono come Di Maio, non hanno mai fatto nulla di costruttivo nella loro vita, ma pretendono di insegnarci a stare al mondo.

istituto

Sab, 30/09/2017 - 22:05

Perché la linea del Vaticano la vorrebbe dettare lei Riflessiva 17:50 ? Che strano, prima la SINISTRA dava addosso agli ultimi Pontefici : Paolo VI , Giovanni Paolo II, Benedetto XVI ed alle " interferenze" della Chiesa. Adesso con Francesco I invece alla SINISTRA la linea del Vaticano va bene e non ci sono più " interferenze" quando la Chiesa " interferisce" con l'immigrazione e lo IUS SOLI vero ? Poi i miliardi spesi da Berlusconi sono SUOI e non del contribuente ed inoltre tutti i SOLDI spesi per la SORVEGLIANZA della sua VILLA per tanti mesi sono stati TUTTI A CARICO DEL CONTRIBUENTE cioè DI TUTTI NOI GRAZIE ALLA SINISTRA. Piuttosto i MILIARDI dei CITTADINI adesso si spendono da parte della SINISTRA per ACCOGLIERE I CLANDESTINI CHE NESSUNO VUOLE TRANNE LA SINISTRA PER AVERE VOTI IN PIU.

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Sab, 30/09/2017 - 22:18

@ITALIASVEGLIATI "Diritti umani e cristianesimo", di Marcello Pera (e l'ombra di Ratzinger?), può dare qualche spiegazione. Che il Cristianesimo diventi superfluo?

Ritratto di pediculus

Anonimo (non verificato)

rodolfoc

Sab, 30/09/2017 - 22:38

Riflessiva alias conviene -il solito rigurgito di bile e bava alla bocca quando vede un articolo su Berlusconi. Proprio non le è andato giù che "papy" non l'abbia mai inviata alle cene galanti? Troppo racchia?

Anonimo (non verificato)

brunog

Sab, 30/09/2017 - 23:16

Ma questa Chiesa e' davvero l'interprete della volonta' e del pensiero di Dio?

Ritratto di Sergio Sanguineti

Sergio Sanguineti

Sab, 30/09/2017 - 23:49

Intrisa ed accecata da torva invidia propria di comunisti che mai hanno costruito alcunché di concretamente valido, figuriamoci se la compagna #Riflessiva potesse evitare la solita spruzzata di "Berlusconite" acuta!... Ma che cavolo c'entra Berlusconi con una così profonda conversazione teologica (di cui certamente la compagna ha capito zero)??? Basta che un argomento sia su Il Giornale per far scattare l'attacco acuto di Berlusconite???? Ahahaha! Meschini!...

Ritratto di Fradrys

Fradrys

Sab, 30/09/2017 - 23:53

E’ scritto nella Bibbia, in 1 Giovanni 2:18 (NR): “Ragazzi, è l’ultima ora. Come avete udito, l’anticristo deve venire, e di fatto già ora sono sorti molti anticristi. Da ciò conosciamo che è l’ultima ora.” Adesso, con Bergoglio, abbiamo anche l'Anticristo!

vottorio

Dom, 01/10/2017 - 00:52

Bergoglio è soltanto un politico schierato a sinistra e filocomunista che indossa gli abiti religiosi e persegue interessi che nulla hanno a che fare con i temi religiosi da lui utilizzati per raggiungere con l'inganno i propri scopi.

g.l

Dom, 01/10/2017 - 01:34

Quale verità? quella di Cristo o quella della chiesa degli uomini sempre asservita ai propri interessi? La verità che fa comodo ? Poro Gesù una voce nel deserto

justic2015

Dom, 01/10/2017 - 03:26

Ancora questo huuuuuu che palle.

Accademico

Dom, 01/10/2017 - 06:25

Poichè a questo Papa viene universalmente riconosciuta una consistente dotazione di pensiero illuminato e, quindi, una fermezza decisionale di conseguenza, non serve neppure che gli si dica "Santità tenga duro". Fa da sè

Holmert

Dom, 01/10/2017 - 08:20

Riflessiva, se lei fosse un uccello volerebbe all'indietro.

Holmert

Dom, 01/10/2017 - 08:27

Non è forse così,emigrante? "Pecca fortiter sed crede fortius".

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 01/10/2017 - 08:51

Da 1346 anni il "Credo Mussulmano" non ha cambiato una virgola sulla sua retta via intrapresa mentre i Cristiani basati sul Vangelo hanno fatto le marionette e piroette a ogni cambio di stagione. Come sarà la prossima "stagione teatrale"?

pier1960

Dom, 01/10/2017 - 08:56

dibattito da medioevo.....la fede in qualche entità suprema deve essere una scelta individuale e non affidata ad istituzioni che accumulano e gestiscono potere interferendo nella vita di liberi stati... e vale per qualsiasi religione

greg

Dom, 01/10/2017 - 10:53

ACCADEMICO - vorrebbe, per cortesia sua, sapermi dire chi sarebbe " LA VOCE UNIVERSALE CHE RICONOSCE A QUESTO PRETE UNA CONSISTENTE DOTAZIONE DI PENSIERO ILLUMINATO??" In giro per il mondo, a parte l'Argentina e la Comunità Auropea, che lo spalleggia per motivi fin troppo chiari, sia politicamente che religiosamente sempre più persone pensano che Bergoglio sia un fazioso eretico. Per lui il Vangelo serve solo come scusante per dire che il fedele cristiano deve credere alla parola di Dio, ma lui stesso è il primo che bestemmia in chiesa. MA ATTENDO IL SUO PENSIERO ILLUMINANTE, ACCADEMICO, MI SAPPIA DIRE, PENDO DALLE SUE PAROLE........e Dio solo sa che saggezza (???) ci sia dietro ad un sinistro come lei che si nasconde dietro al soprannome ACCADEMICO per nascondere la sua infinita povertà mentale

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Lun, 02/10/2017 - 02:40

Altro che dibattito, questo falso-papa è un servitore della piovra e dei banksters. Ratzinger fu costretto a dimettersi, altrimenti lo IOR sarebbe stato buttato fuori dal circuito SFIWFT. Inaccettabile ingerenza della piovra e dei banksters, inaudito intervento esterno nella storia bi-millenaria della Chiesa di Roma