Coca, prostitute, contrabbando adesso sono il pil del Belpaese

Sostanze stupefacenti, prostituzione, contrabbando di alcol e sigarette: l'Istat inserirà una serie di attività illegali nella stima del pil

Cocaina, alcol di contrabbando e prostitute: è stato finalmente svelato il "vero" pil del Belpaese. Perché a fare il prodotto interno lordo dell'Italia, come degli altri paesi europei, è composto anche da indicatori "ufficiosi". Per questo l'Istat inserirà una serie di attività illegali nella stima del pil. Dalle sostanze stupefacenti ai servizi della prostituzione, fino al contrabbando di alcol e sigarette. "La metodologia di stima sarà coerente con le linee guida stabilite da Eurostat", spiega l'istituto di statistica annunciando cambiamenti nel Sistema dei conti nazionali (Sec).

L'inserimento delle attività illegali era già previsto dal Sec del 1993 e in seguito da quello europeo del ’98. "Non è mai stato applicato in quanto non era stata trovata una concordanza sulla metodologia", spiega il ministro del Lavoro Enrico Giovannini. La misurazione delle attività illegali è molto difficile, per l’ovvia ragione che esse si sottraggono a qualsiasi forma di rilevazione. Lo stesso concetto di attività illegale può prestarsi a diverse interpretazioni. "Allo scopo di garantire la massima comparabilità tra le stime prodotte dagli stati membri - fanno sapere dall'Istat - Eurostat ha fornito linee guida ben definite". La metodologia di stima della dimensione economica di tali attività sarà, quindi, coerente con le linee guida stabilite dall'Eurostat. Tra le novità di rilevazione, le spese per ricerca e sviluppo e per armamenti che saranno classificate nella spesa per investimenti. "Le spese per ricerca e sviluppo - ha annunciato l'istituto di statistica - saranno considerate investimenti e non più costi, un cambiamento che determina un impatto positivo anche sul pil".

Giovannini è convinto della importanza di questa novità. "È un passo utile e importante per i conti nazionali - sostiene il ministro del Lavoro - sempre più rappresentativi dell’effettiva attività produttiva di un Paese, ivi compresa quella, purtroppo, illegale". Tra questi rientrano anche l'evasione fiscale e l'economia irregolare. "Il metodo usato per stimare l’economia sommersa dall’Ocse e dall’Eurostat, - continua Giovannini - è basato proprio sul metodo italiano formulato dall’Istat".

Annunci Google
Commenti
Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Gio, 22/05/2014 - 17:31

Beh, al di là delle perplessità che si può dare di questa iniziativa (secondo me, tanto varrebbe legalizzare alcune di queste attività, come la prostituzione e forse alcune droghe leggere, tanto non si eliminano con le sanzioni ...), spero che abbia una ricaduta positiva sull'economia. Ad es., la liquidità monetaria: dato che la BCE assegna la liquidità ai singoli Stati sulla base del PIL, più PIL significa più denaro contante, che - secondo le note teorie monetariste - favorisce la crescita economica.

Ritratto di frank60

frank60

Gio, 22/05/2014 - 17:33

Siamo messi proprio a puttana....

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 22/05/2014 - 17:35

Mi piacerebbe conoscere il "metodo Italiano" elaborato dall'ISTAT,per quantificare questo PIL illegale!!Complimenti comunque,vedrete che presto,nessuno parlerà più di "sfondare" il famoso 3%,perchè diventeremo i primi della classe,annoverando fra i paesi europei,la più alta concentrazione di lavori "progressisti",come:pizzaioli,tatuatori,estetiste,coltivatori di marijuana,boscaioli(per via del gas Russo....),ed ora "papponi,prostitute,spacciatori,etc.etc....Un "BelPaese!

aredo

Gio, 22/05/2014 - 17:38

La sinistra moralizzatrice.. tutti a sinistra fanno le verginelle e si scandalizzano per qualsiasi rapporto sessuale consenziente che possa avere avuto Berlusconi... E poi eccoli.. con le loro droghe, i loro criminali, le loro prostitute...

Ettore41

Gio, 22/05/2014 - 17:53

Questi sono I risultati della sinistra moralizzatrice che pero' fa l'occhietto a Vendolina.

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Gio, 22/05/2014 - 18:12

Mettiamoci anche la frode fiscale ed il falso in bilancio. Non togliamo dei meriti al Silvio.

Ritratto di mark 61

mark 61

Gio, 22/05/2014 - 18:18

Direi che sono i requisiti per entrare in F.I.meglio se indagati o condannati Questi sono I risultati del BERLUSCONISMO lascia passare tutto pure SCAJOLA mafioso fatto MINISTRO DELL'INTERNO

carpo27

Gio, 22/05/2014 - 18:44

Se conteggiano anche il giro di buste delle olgettine, il nostro PIL s'impenna... Ora vedremo a chi titolerà "Berlusconi sostiene il PIL italiano"!

gigi0000

Gio, 22/05/2014 - 18:46

Forse droghe e prostituzione no, ma l'idea di calcolare il PIL effettivo tenendo conto del sommerso non è nuova, l'aveva proposta Berlusconi in Europa nel 2011, quando volevano imporci il Fiscal Compact. In quell'occasione il Cav. sostenne infatti la sua proposta di cui sopra, riducendo quindi l'esborso annuo a pochi miliardi, rendendolo sostenibilissimo. Poi sono arrivate le dimissioni e Monti. Adesso l'idea sarebbe dei novelli salvatori della patria. Che facce di merenda!

unosolo

Gio, 22/05/2014 - 18:47

parliamoci chiaro , la maggior parte di chi cerca compagnia con le escort sono liberi professionisti o coloro che manovrano contanti come esercenti di piccole attività , quindi controlliamo costoro e risaniamo il bilancio altro che mettere ipotetiche cifre che evadono tasse.

giottin

Gio, 22/05/2014 - 19:07

Coca, prostitute e contrabbando, esatto, sono il nuovo pil del bel paese, basterebbe tassare queste tre cosette al 70% come sono tassate le imprese e subito si potrebbe portare al 30% tutta la rimanente tassazione!

gamma

Gio, 22/05/2014 - 19:20

Dunque se fanno crescere il PIL sarebbe giusto anche promuoverle, stabilire dei Bonus, degli sgravi fiscali e perchè no inserirle anche nell'otto per mille delle dichiarazioni. Perchè poi non aggiungere le truffe, le mazzette, il pizzo e via dicendo? Diventeremmo probabilmente il paese con il Pil più alto del mondo.

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Gio, 22/05/2014 - 19:21

@GIOTTIN...Eccellente e non dimentichiamo Gay e Transgerder, che vanno per la maggiore!! GRAZIE ore 19;20.

Ritratto di bobirons

bobirons

Gio, 22/05/2014 - 19:42

Se ci aggiungono anche le mazzette del PD, schizziamo davanti alla germania.

wilegio

Gio, 22/05/2014 - 19:55

Ma non si faceva prima a legalizzare, regolamentare e tassare la prostituzione, come propone il referendum della Lega? No, pur di dar contro alla Lega, Berlusconi e i suoi fan finta di niente... dimenticandosi che sono stati alleati fino a ieri e in molti enti locali governano ancora insieme. E quei sepolcri imbiancati dei cattolici nascondono la testa sotto la sabbia, pur di avere una poltrona sotto il loro santo sederino benedetto.

Ritratto di no_malagiustizia

no_malagiustizia

Gio, 22/05/2014 - 20:13

grazie anche a silvio!!!! che tra dame bianche, olgettine e una sfilza di reati,si e dato da fare. FORZA SILVIO VINCI LE ELEZIONI, MENO MALE CHE SILVIO CE'!

alberto_his

Gio, 22/05/2014 - 20:31

Questo la dice lunga sul valore dell'indicatore quantitativo (ovvero scambio monetizzato di beni e servizi) PIL. Pensare che i maggiori parametri che influenzano la sfera economica dipendono da questo indicatore e da come viene calcolato rende la faccenda grottesca.

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Gio, 22/05/2014 - 21:16

Stiamo andando a puttane. Nel vero senso

davidebravo

Gio, 22/05/2014 - 21:46

La famosa riforma del PILu

Nerone2

Gio, 22/05/2014 - 21:57

Hooo!!! Meno male! Una notizia di economia positiva!!!

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Gio, 22/05/2014 - 22:25

...Se ho ben capito, il nostro ultra costoso Stato, non essendo più in grado di mantenere la legalità, ne prende atto, io dico, un atto di resa alla criminalità ed al malcostume che apre le porte all'anarchia. Il nostro, non è più il Paese che tanti italiani che hanno in passato sacrificato la loro vita, sognavano di avere. Il nostro è un Paese abusato, violentato, corrotto sia dal punto di vista materiale e morale, che non ha mai raggiunto quello stato di vera democrazia. La democrazia, come la libertà, è amata ed apprezzata da da chi non ce l'ha. Mi viene voglia di dire che, almeno per il 40 % degli italiani, per far loro apprezzare la democrazia, ci sarebbe bisogno di un altro ventennio di dittatura, non come quella fascista, definibile all'acqua di rose.

honhil

Ven, 23/05/2014 - 08:54

Della serie se non puoi sconfiggere il tuo nemico fattelo alleato.