Codacons contro Sala: negati i dati sui fondi per il Nepal a Expo

La denuncia dell'associazione consumatori: "Sala nega ai cittadini di sapere come sono stati spesi i loro soldi, raccolti per fare beneficenza"

Scoppia una nuova violenta polemica sulla poca trasparenza nei conti di Expo. A denunciarlo è il Codacons: "Expo 2015 ha deciso di istituire il 'segreto di Stato' sull’utilizzo dei fondi di beneficenza raccolti in favore della popolazione del Nepal colpita dal terremoto. Lo si apprende da una gravissima lettera firmata dal commissario Giuseppe Sala, che nega categoricamente ai cittadini di avere informazioni circa la destinazione dei soldi raccolti attraverso Expo e destinati proprio al Nepal".

Il Codacons aveva presentato una formale istanza d’accesso ad Expo2015, chiedendo di poter accedere alla documentazione relativa all’iniziativa benefica volta alla raccolta di fondi a favore della popolazione nepalese terremotata. Ma, spiega l'associazione, "la risposta fornita da Sala è aberrante". Si legge nella nota: "La finalità dell’istanza d’accesso proposta dal Codacons volta ad operare un mero controllo generalizzato dell’opera di Expo 2015 spa, tale per cui la stessa deve ritenersi inammissibile e, quindi, rigettata, per carenza di interesse del soggetto istante".

"Altro che trasparenza! - tuona il Codacons -. Giuseppe Sala, come candidato a sindaco di Milano, parte decisamente col piede sbagliato. E' intollerabile che chi si fa portavoce della trasparenza in favore dei cittadini, neghi ai cittadini stessi di sapere come sono stati spesi i loro soldi. Un grave passo falso quello del commissario di Expo, e il suo rifiuto verrà denunciato alla Corte dei Conti e alla procura di Milano, affinché gli utenti ottengano le informazioni cui hanno diritto".

La vicenda ha già suscitato le prime reazioni politiche con l’esponente di FdI, Riccardo De Corato, che ha annunciato interrogazioni sia in Regione che in Comune: "La questione - ha detto - sembra molto grave. I cittadini hanno il diritto diritto di sapere come sono stati usati i soldi che hanno dato in beneficenza. Bisogna fare chiarezza". "Un brutto gesto quello di Sala - ha detto la coordinatrice regionale sicurezza e periferie di Forza Italia, Silvia Sardone - e un grave segnale di mancanza di trasparenza da parte di chi ha gestito ingenti capitali pubblici e si candida ora a fare lo stesso a Milano nel prossimo quinquennio. Dobbiamo forse aspettarci che se dovesse diventare sindaco negherà ai milanesi di consultare i bilanci del comune?".

Annunci

Commenti

carpa1

Gio, 14/01/2016 - 11:52

Che cosa vi aspettavate da uno che si è omologato a sx se non comportarsi come tutti gli altri della stessa risma,

giovanni PERINCIOLO

Gio, 14/01/2016 - 11:55

Mi ricorda tanto il vangelo dei sindacalisti CGIL di alcuni anni fa : voi pensate a scioperare che alle ragioni dello sciopero pensiamo noi!

silvano45

Gio, 14/01/2016 - 12:17

la trasparenza la democrazia per questo modesto burocrate acquistato dalla politica di regime di renzi è un opzional del resto quando ci si pone al servizio dei politici e non del paese si prendono gli stessi vergognosi antidemocratici arroganti difetti stiano ben attenti i milanesi a eleggere questo personaggio che ha già dimostrato la sua natura

perSilvio46

Gio, 14/01/2016 - 12:19

Sala non può presentarsi candidato a sindaco di Milano, se prima non chiarisce come ha gestito l'EXPO'. Deve spiegare perché nasconde l'entità delle perdite, deve spiegare i troppi punti oscuri sulla destinazione dei fondi, deve giustificare le cifre fasulle e gonfiate delle presenze. Salvini lo ha smascherato ponendo precise domande ancora senza risposta. Insomma la sua gestione, complice Pisapia, si è rivelata fallimentare e opaca. E' allora perché il PD schiera un simile individuo contro grandi personaggi, adorati dai milanesi, come Sallusti ? Certo per disperazione - nessun vuol candidarsi senza speranze - ma anche per oscuri motivi? Vallo a sapere!

Rossana Rossi

Gio, 14/01/2016 - 12:21

E lo schifo continua.........

moshe

Gio, 14/01/2016 - 12:42

... e gli idioti lo vogliono come sindaco!

LANZI MAURIZIO ...

Gio, 14/01/2016 - 12:43

TUTTI PARLANO DI TRASPARENZA ED INVECE ABBIAMO A CHE FARE CON POLITICI CORROTTI, DISONESTI CHE FANNO FINTA DI NIENTE APPENA SENTONO L'ODORE DEI SOLDI.

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 14/01/2016 - 12:51

Mahh, si vede che i soldini sono andati a finire ne pal mi suoi..

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 14/01/2016 - 12:54

Se uno si presta a metterci la faccia e a fare il galoppino per il pd ha gia' definito il suo livello morale. Inesistente.

gigetto50

Gio, 14/01/2016 - 13:47

....a parte questo fatto, MAI dare soldi in beneficienza....organizzazioni, da cellulare, da numero fisso...etc...etc... Il minimo che possa succedere é che il contrubuto venga per la maggiore utilizzato per pagare stipendi a non si sa bene quanti tra presidenti, diretori, dirigenti etc...poi consulenze...etc...etc...consulenze

Ritratto di giorgio51

giorgio51

Gio, 14/01/2016 - 14:36

Nuovo candidato PD per Milano auguriiiiiiii!

unosolo

Gio, 14/01/2016 - 14:46

per questo che è in quota PD , non è un partito , forse lo era agli albori ma oggi possiamo definirlo una grande coalizione basata sulle truffe e sui raggiri , i soldi non si sa dove finiscono , come per esempio il risarcimento ai pensionati chi garantisce che siano stati dati quei soldi ? le pensioni sono scese e di molti soldi ma a chi vanno se le tasse sono scese ? la trasparenza dove esiste se un pensionato non riceve almeno una lettera x anno che dica delle ritenute e a chi vanno ? trasparenza ? solo tasse . chi sono i ladri ? i pensionati devono saperlo.

Libero1

Gio, 14/01/2016 - 14:52

Un'altro PiDiota preso con le zampette sul lardo.Questo sarebbe la persona giusta per fare il sindaco di milano.

blackbird

Gio, 14/01/2016 - 15:17

La trasparenza è e resta un principio fondamentale per la sinistra. La trasparenza degli altri, ovviamente! E ricorrere agli organi giudiziari per ottenerla serve a poco! Facemmo un esposto alla magistratura perché il sindaco del nostro paese ci negava degli atti che avrebbe dovuto consegnarci. Finì a processo (penale, per abuso di potere, rifiutando di eseguire un atto dovuto) e venne assolto "perché aveva risposto (negando l'accesso) nei 30 giorni previsti dalla legge!

Happy1937

Gio, 14/01/2016 - 16:45

Stando cosi`le cose Sala non merita di diventare Sindaco di Milano.

rossono

Gio, 14/01/2016 - 17:18

E chiaro no? Quando cè puzza di magistratura si passa a sinistra e cosi dopo un po' di blà blà blà s'insabbia tutto.come MPS Penati e tanti altri...

pastello

Gio, 14/01/2016 - 17:31

Prepariamoci a rimpiangere pisapia.

Silvio B Parodi

Gio, 14/01/2016 - 17:37

fra mattarella e ban ki moon due fantasmi zombie chissa cosa combineranno... lo so' gia... NIENTE solo chiacchere belle parole poi si chiuderanno nei loro palazzi e buonanotte al secchio.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 14/01/2016 - 17:45

chi è di sinistra, va sempre visto con il sospetto! mai fidarsi al 100 % di loro!!! sono delinquenti fin dalla nascita!!

Anonimo (non verificato)

cast49

Gio, 14/01/2016 - 18:46

questo tipo è renziano? e quanto ha rubato? meno di renzi, ma sempre ma sempre nelle tasche renziane vanno a finire...

peter46

Gio, 14/01/2016 - 19:43

Datevi 'na calmata...voi 'soliti e inutilmente nominabili'.Vi ricordo che fino a ieri Sala era l'indiscussa persona voluta in quel "posto" dal 'Vostro' che,basta rileggere l'articolo di qualche giorno fa su questo 'nostro' giornale,si vantava di essere stato l'artefice della sua nomina a commissario dell'Expo e meritevole,malgrado il suo essere candidato della sx (del centro)renziana,di essere considerato candidato sindaco da parte del centro(che guarda a sx)berlusconiano.Chissà chi gli ha 'imparato' la 'non trasparenza' degli atti su Expo e dintorni,chissà....